Orange Brandy Madeleines

Marry Christmas Joyeux Noël ¡Feliz NavidadBuon Natale …….a tutti voi ❤noel_sapins037

 

img_4512-2

Ingredienti:

  • 150 g di farina
  • 125 g di burro morbido
  • 80 g di zucchero
  • 20 g di miele
  • 3 uova
  • 5 g di lievito
  • 1 cucchiaino di zeste di arancia bio
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino d’estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaio di  brandy ( facoltativo)
  • 20 g di arancia candita ( facoltativa)

 

Per la glassa

100 g di zucchero a velo, un cucchiaino di succo d’arancia ed un cucchiaino di brandy
La sera prima
In una piccola ciotola versare il cucchiaio di brandy e mescolarvi l’arancia candita tritata molto finemente.
In un’altra ciotola setacciare la farina con il lievito
Sciogliere il burro e lasciar intiepidire
Montare lo zucchero con le uova ed il miele  fino a consistenza cremosa, aggiungere poco per volta la farina,infine l’estratto della vaniglia, le zeste dell’arancia.
Conservare questo impasto in frigo dopo averlo coperto con pellicola alimentare.
Il giorno successivo, accendere il forno a 230°C –
Prendere l’impasto dal frigo e mescolarvi i dadini dell’arancia candita dopo avervi versato un cucchiaino di farina.
Distribuire l’impasto nelle formine prescelte, che siano dalla forma delle classiche madeleines o altre di freferenza, se in silicone imburrarle ed infarinarle leggermente.
Infornare abbassando la temperatura del forno a 200°C.  per 5 minuti, poi abbassare la temperatura del forno a 180°C. e proseguire la cottura per 5/6 minuti e comunque non oltre.
Lasciarle raffreddare.
Preparare la glassa mescolando lo zucchero a velo con il succo dell’arancia ed il brandy, mescolare rendendo la glassa abbastanza fluida. Glassare le madeleines.
Felice di sapere se vi son piaciute
Tratta da Lenôtre e liberamente modificata da Pmiceli
Annunci

Cake variegato cacao e te verde matcha

chocolate-matcha-cake
Nel pieno delle decorazioni di Natale, di regali da infiocchettare, della lista di cose da terminare prima della mia partenza in Italia, mi ritrovo sempre alla fine  del tempo che ho a disposizione perche tutto sia in ordine a preparare finalmente la mia valigia.
Parto da sola. Vado perché sento il bisogno di esserci.
I miei figli, grandi non solo di età ormai, sono generosi, comprensivi e speciali, mi lasciano andare , cosi’ come mio marito che, seppur ammettendo le sue difficoltà per la mia assenza specialmente in questo periodo, mi colma di questo  grande regalo.
Lascio veloce anche qui il mio pensiero. Un dolce semplice che fa festa.
Non mancherà di deliziare chi prendendosene una fetta la accompagnerà ad un buon caldo te.
La ricetta é tratta dal sito Académie du Goût ed é  di Alain Ducasse. Non mi sarei mai permessa di cambiare una virgola di quel che il grande chef ha fatto per noi, solo un pizzico di zucchero in meno per mio gusto personale….ed il tocco di colore verde, del te matcha nel primo impasto che non soltanto colora ma da anche un sapore ed un profumo speciale, mentre la ricetta originale lascia il profumo della vaniglia a prevalere.
Ingredienti per un cake per 8 persone
  • 200 g di zucchero  di canna chiaro ( io ne ho utilizzato 160 gr)
  • 2 uova
  • 4 cucchiai di panna fresca
  • 120 ml di olio neutro
  • 200 g di farina per dolci setacciata
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di lievito chimico
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere amaro
  • 1 cucchiaio di te verde matcha
Accendere il forno a 180°C
In una ciotola montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare chiare. Aggiungere i 4 cucchiai di panna ( a temperatura ambiente), la farina insieme al lievito, mescolando bene per integrarla,  l’estratto della vaniglia ed il pizzico di sale ed infine l’olio.
Suddividere l’impasto in due ciotole differenti.
Nel primo aggiungere il cucchiaio del te verde, e nel secondo il cucchiaio del cacao.
Preparare uno stampo da plum cake, imburrato ed infarinato e versarvi sul fondo a cucchiaiate il primo impasto verde, lasciando degli spazi tra una chicchiaiata ed un’altra, ad esempio tre cucchiaiate lasciando uno spazio tra ogn’una, negli spazi versare il secondo impasto e procedere cosi fino alternando i due impasti. In fine con la punta di un coltello sollevate l’impasto leggermente  formando dei giri.
Infornate per 40 minuti. Fate la prova dello stecchino per accertarvi che il dolce sia ben cotto.
Buona degustazione

Zuppa di cipolle e champignos de paris

IMG_1753-2

Non riuscire a dormire durante tutta una notte perché il pensiero ingombra la mente.

Prendere una decisione, scavare immaginando per trovare una soluzione. Sembra tutto difficile di notte, sembra doverci rinunciare. Togliersi il pensiero, tanto non ce la faro’.Rigirarsi nel letto finche la stanchezza non sopraggiunga a placare i sensi.

Ma proprio quei sensi, spingono a convincermi che invece dovro’ riuscire.

Un progetto, qualcosa di piccolo da realizzare tutta da sola mi porta questo stato di ansia alla quale non ero preparata o comunque non pensavo potessi avere.

….e non c’entra la zuppa di cipolle che ho fatto la sera per cena, anzi mi conforta, mi da delle certezze.

E mentre immagino che dovro’ farcela perché m’importa, perche’ mi piace, perche’ me lo devo, scivolo finalmente nel sonno.

Zuppa di cipolle e champignons de paris

Ingredienti per 4 persone

  • 8 piccole cipolle bianche o rosse
  • 6 grossi champignos di Parigi
  • 2 cucchiai d’olio d’oliva extra vergine
  • 2 cucchiai di olio di cocco desodorizzato o 20 g di burro
  • 1 rametto di timo fresco
  • 2 foglie d’alloro
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di cognac
  • 1,5 litro di brodo vegetale ( carota,sedano ,cipolla e aromi)
  • sale e pepe
  • 4 fette di pane casareccio
  • 4 fettine di champignos
  • Formaggio a pasta dura tipo comté o groviera
 Ho sbucciato le cipolle e le ho affettate  ,  ho pulito  i funghi con un canovaccio e affettati, ho lasciato da parte 4 belle fettine per la decorazione finale.  In una casseruola a fondo spesso,  ho versato l’olio d’oliva e l’olio di cocco insieme al rametto del tipo ed alle foglie d’alloro , le fette delle cipolle e dei champignos, ho fatto  cuocere a fuoco molto basso con coperchio mescolando di tanto in tanto, le cipolle non devono rosolare ho aggiunto del sale e del pepe.  Ho Aggiunto il cucchiaio della farina ed il cucchiaio di cognac ( facoltativo), ho lasciato evaporare l’alcool ed infine ho versato il brodo, lasciando  sobbollire senza coperchio per 20 minuti.
Ho fatto  tostare le fette del pane ,sotto il grill del forno, ricoprendole del formaggio grattugiato.
Ho servito la zuppa  calda con le fette del pane.

.