Tagliatelle con salsa al Curry e basilico thai e semi di zucca

Foto modificata

Mi piacerebbe tanto rubare del tempo al tempo che ho per fermarmi più spesso qui.

Sono tante le ricette e le foto che riesco a scattare nei ritagli di tempo ma poco, molto poco per scriverle qui, molte delle quali, purtroppo resteranno accantonate nella mia mente.

Pigra, un po’ si, forse, a prenderne nota.

Il mio maggiore piacere mentre cucino é di improvvisare. Non sono un’esperta cuoca, né tanto meno una che usa tecniche particolari ma mi piace molto legare profumi di spezie, polveri e erbe aromatiche, nonché avanzi,  che rendono un semplice piatto, speciale.

Il mio, infine, più grande piacere, é trovare consensi ed applausi dai miei tre uomini, be 4, incluso il gatto che mi tiene compagnia sempre proprio mentre cucino…chissà perché mi domando!!!!

Tagliatelle fatte in casa con salsa al curry,basilico thai e semi di zucca croccanti.

Ricetta facilissima – tempo di preparazione 5 minuti a parte il tempo per preparare le tagliatelle in casa – tempo di cottura 6/8 min.

Ingredienti per 4 persone.

  • 400 g di tagliatelle fresche all’uovo*
  • 1 cucchiaio raso di polvere di curry madras
  • 200 cl di crema di soia ( se non vi piace potrete utilizzare della panna fresca)
  • 8 foglie di basilico thaï ( ovviamente va bene anche il basilico classico)
  • una manciata di semi di zucca
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Il mio procedimento:

Per prima cosa faccio tostare i semi di zucca in una padellina antiaderente con poco olio, fino a che diventino croccanti, aggiungo sale leggermente e tengo da parte.

Preparo una larga padella antiaderente e verso due o tre cucchiai di olio, scaldo a fiamma bassissima versando il cucchiaio del curry, qualche fogliolina di basilico. Faccio scaldare per esaltarne i profumi a fiamma bassissima senza far friggere l’olio, mescolo sempre con cucchiaio di legno, il curry non deve assolutamente bruciare, dunque bastano due minuti. Poi verso la crema sempre mescolando, sale e pepe, faccio sobollire molto dolcemente altri due minuti appena, giusto per scaldare la crema.

Nel frattempo faccio cuocere le tagliatelle in una grande pentola di acqua leggermente salata. Normalmente la cottura delle tagliatelle fresche é molto breve, 4/5 minuti dalla ripresa del bollore, per cui , a noi che piacciono molto al dente, prelevo le tagliatelle con un forchettone, due minuti prima della fine della loro cottura, e li metto direttamente nella padella con il condimento. Alzo leggermente la fiamma per far continuare la cottura aggiungendo qualche mestolo di acqua dalla pentola. Manteco le tagliatelle nella padella facendo passare un minuto, nel caso aggiungo ancora acqua di cottura della pasta, poi spengo e aggiungo dei semi di zucca e delle foglie di basilico, qualche spolverata di pepe nero e servo immediatamente.

Una spolverata di parmigiano non guasta 🙂

Buon appetito!

Visualizza per stampare la ricetta

  • piccola nota. Per le tagliatelle fatte in casa vi invito a leggere in questo sito, Alimentipedia, dove ho preso la ricetta e tutti gli altri consigli utili che si possono travare in merito. La quantità a persona delle tagliatelle secondo i nutrizionisti é di 80/90 gr ma noi siamo molto golosi di pasta e quando le faccio la quantità varia dai 100 g. ai 120 g. a persona considerando il fatto che il nostro primo piatto é spesso il piatto unico.
Annunci

Pasta e fagioli

IMG_6049

Appena scesa dall’aereo, un vento caldo mi ha scompigliato i capelli nonostante siano cortissimi. Il grosso maglione che indossavo mi pesava, avevo già voglia di spogliarmi e tuffarmi nel mare che ammiravo già da su. Emozione. Come sempre!!!

E’ bella la mia Calabria ma traspare subito la sofferenza ancora di più ogni volta che  ci sono.

L’abbraccio forte ed affettuoso dei miei genitori, mi fà pesare poco il sonno perduto per la partenza e lo stres che mi accompagna. Non é sempre facile partire, né da una parte, né dall’altra.

Tutte le cose ritrovate al loro posto nella mia casa, confortante silenzio e calma.

Poi il profumo della cucina di mia madre, un piatto importante, familiare, unico.

Questa pasta e fagioli non ha nulla di speciale, non ha un’ingrediente nuovo, insolito o orignale, non ha un’aroma particolare se non il profumo di casa, di tradizione, di cose antiche, buono semplicemente, ma tanto confortante e ricco di affetto. Tutti o comunque la maggiorparte sa come fare  una pasta e fagioli ma cio’ che conta in un piatto cosi semplice é la qualità degli ingredienti: Fagioli, olio d’oliva e pasta che siano di ottima qualità.

IMG_6040

Pasta e fagioli

Per 4 persone

  • 200/250 g di fagioli di tua scelta ( cannellini,borlotti,fagioli rossi ecc…)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 100 g di filetti di pomodori San marzano in conserva
  • 2 rametti di rosmarino
  • 350 g di pasta corta di tuo gusto
  • sale e pepe eventualmente un piccolo peperoncino
  • Olio extra vergine d’oliva di ottima qualità

Metti ammollo i fagioli per 12 ore in acqua fredda e senza addizione di bicarbonato. Passato questo tempo, rinfrescali con dell’acqua pulita e farli cuocere in una pentola pesante ( in coccio sarebbe l’ideale) ricoperti di acqua fredda e a fiamma dolce, aggiungento un piccolo rametto di rosmarino ed uno spicchio d’aglio, fino a che diventano teneri. Non mescolarli mai durante la cottura, falli saltare, scuotendo la pentola di tanto in tanto per lasciarli cuocere uniformemente, anche quelli in superficie. Aggiungere il sale solo a fine cottura. Consiglio di tenere un pentolino caldo di acqua da aggiungere nell’eventualità che i fagioli, durante la cottura siano asciutti.

In una padella larga versare generosamente dell’olio evo ( 4/5 cucchiai) uno spicchio d’aglio ed un rametto di rosmarino. Fai scaldare l’olio per colorare leggermente l’aglio e profumarlo di rosmarino, poi aggiungi i filetti di pomodoro , del sale e del pepe ( peperoncino se lo preferisci) versa i fagioli cotti sgocciolandoli dall’acqua di cottura. Lascia insaporire bene aggiustando di sale e pepe per 2/3 minuti a fiamma dolce.

Nel frattempo far cuocere la pasta in abbondante acqua leggermente salata. Poco prima della sua cottura, scola l’acqua in eccesso e versa i fagioli con il loro condimento, Finisci la cottura della pasta che lascerai al dente e irrora il tutto generosamente con olio evo e servi.

Visualizza versione stampabile

Riso integrale con l’erba che mangiano gli orsi

IMG_3286

E’ questo il periodo giusto per me.

Il verde rigoglioso che ricopre i prati ed i boschi vicino casa trasmette una grande voglia di lentezza, finalmente.

Continua a leggere “Riso integrale con l’erba che mangiano gli orsi”