Brioche al miele con fiocchi d’avena

IMG_3267

I lievitati non sono il mio forte, faccio bene solo la pizza, ma se ho da fare un’impasto più elaborato evito proprio di metterci mano. Sarà che manco di pazienza e di attenzioni anche se devo ammettere che mi piacerebbe tanto , riuscire a fare un buon pane.

Ho impastato senza “impastare ” questa brioche che credevo non ottenere un buon risultato, tant’é che non mi son presa neanche il tempo di annotare le dosi degli ingredienti.

Ho preparato l’impasto la sera prima e….dopo averla assaggiata ,fragrante ed ancora calda  ho riavvolto la memoria, come si faceva un tempo con il registratore, ripassando tutti i passaggi (poco per la verità) e visionando le quantità utilizzate.

Ecco, ora posso senza alcuna esitazione annotarle e condividerle per non scordarle più.

IMG_3276

Ingredienti per uno stampo da plumcake

  • 300 g di farina di forza
  • 50 g di farina di farro
  • 100 g di fiocchi d’avena ( quelli piccoli)
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 100 ml di latte di mandorla ( ma qualsiasi latte va bene)
  • 1 yogurt greco alla vaniglia ( questo avevo in frigo ed anche scaduto) a temperatura ambiente
  • 80 g di burro morbido
  • 2 cucchiai di miele
  • 1/2 bustina di livito disidratato
  • 1/2 cucchiaino di sale

La sera prima

Setacciare le due farine in una terrina.

Scaldare il latte appena tiepido e scioglirvi il lievito, aspettare qualche minuto perché sia bel sciolto.

Sbattere l’uovo insieme al tuorlo.

Continua a leggere la ricetta cliccando qui Briosce al Miele e fiocchi d’avena

 

Annunci

Barrette fiocchi d’avena e miele

IMG_0005-2.jpg

Ci sono cose che cucino e non per me, come la carne per esempio.
Ho smesso di mangiarla da tempo e non solo per “etica”, amo gli animali ma non é questa la ragione, non solo perche il mio corpo non ne sente la necessita’ ma anche perche non mi piace. La cucino per i mie tre uomini non potrei fare altrimenti, sono carnivori! Ci sono tante altre cose che cucino e non mangio ma ci sono cose che cucino solo per me. Le barrette non rientrano nei pasti preferiti dei miei tre uomini, mentre io non ne posso fare a meno. Negli ultimi tempi compravo delle barrette di una nota marca per una grande ed insana mia pigrizia. A parte la loro consistenza croccantosa il gusto semplice  del miele e dell’avena li trovavo abbastanza, troppo, dolci per il mio gusto. Ho provato, aiutandomi dalla lista di  ingredienti scritti sul pacchetto a farmeli, eliminando una buona percentuale di zucchero, lasciando solo il dolce che da il miele. Mi sento soddisfatta e percio’ non li compro piu’ .Le mie, le sento piú sane. A volte per cambiare un po aggiungo gocce di cioccolato e grani diversi.
Ma le preferite restano queste.
Felici giorni.
IMG_9982.jpg
Piccola nota, le dosi sono con le cups, facendole ormai più volte non peso gli ingredienti, mi viene più facile usare le misure americane, se non le avete basta utilizzare una tazza da cappuccino e sarà perfetta ugualmente.
Ingredienti:
  • 2 tazze di fiocchi d’avena piccoli
  • 1 tazza di fiocchi d’avena mixati finemente
  • 1/4 di tazza di crusca di avena
  • 1/4 di tazza di olio di cocco solido
  • 1/4 di tazza di miele
  • 1 limone non trattato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale ( io ho messo fiordisale alla vaniglia negli ultimi tempi é la mia passione)
  • 1 grande mela verde
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
Preparazione:
Grattugiate finemente la mela dopo averla lavata e sbucciata. Mettetela in una ciotolina, grattugiatevi sopra la buccia del limone ed infine il suo succo ed il bicarbonato.
In una ciotola versate i fiocchi d’avena, i fiocchi d’avena mixati, la crusa e mettete da parte.
In un pentolino fate sciogliere il miele con l’olio di cocco, ( se preferite più dolci a questo punto potrete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna scuro) fate sciogliere bene il tutto e aggiungete alla fine la mela grattugiata in precedenza, l’estratto della vaniglia ed il pizzico di sale. Mescolate per amalgamare bene e versate ancora caldo nella ciotola contenete i fiocchi.
Con l’aiuto di un cucchiaio di legno mescolate bene facendo in modo di impregare tutti gli ingredienti secchi. A questo punto utilizzate le mani continuando a lavorare il tutto finché comincia ad essere leggermente appiccicoso.
Preparate una teglia rettangolare di 28 cm x 18 cm ricoprendola di carta forno. Preriscaldate il forno a 180C°- calore ventilato.
Versate l’impasto e con le mani appiattite per distribuirlo uniformemente nella teglia. Per facilitarvi l’operazione usate il fondo di un cucchiaio.
Infornate sulla parte alta del forno per 25 minuti. Togliete la teglia e lasciate intiepidire. Con la lama di un coltello tagliate le bande per otterene le barrette nella lunghezza che preferite, sia rettangolari che quadrate. Non necessariamente staccandole. Rimettete in forno a 180°C per 35 mm. sul ripiano medio del forno. Alla fine, aprite leggermente il forno e tenetelo semiaperto usando un tovagliolo lasciandovi dentro ancora le barrette finché non sarà ( il forno) completamente freddo.
Faccio questo per ottenere le barrette croccanti, ma volendo potrete già gustarle dopo la seconda cottura dopo fredde.
Io le conservo in una scatola di latta per 5/6 giorni o comunque finché non saranno finite 😉

La torta di mele, vaniglia,nocciola ,zenzero e limone

Torta di mele al farro
Tutte le torte di mele sono buone e sono tante.
Sono tutte sempre molto semplici le mie, con ingredienti facili da reperire in casa, molte sono senza pesare gli ingredienti, le nonne non pesavano mai gli ingredienti, erano tazze,cucchiai,bicchieri i loro pesi, alcune anche ad occhio ed erano sempre perfette, forse mai uguali ma perfette.
Per me la torta di mele d’essere alta,consistente,morbida e umida anche dopo qualche giorno e dal sapore rustico, dal profumo di spezie e di casa calda .
Il profumo  deve attrarmi prima di tutto, di zenzero, in questo caso, ma anche di cannella, e di bucce di limone, di zucchero bruciacchiato e di vaniglia, essenziale per quei ricordi di una bambina che si avvicina al tavolo della cucina alzandosi in punta di piedi per ammusare, guardare e finalmente mangiare la sua fetta di torta preferita.
Mela su tagliere
Questa torta é come tante, buona e sostanziosa, simile per ingredienti ad altre che ho fatto ( se cliccate avrete altre due versioni) ma poi succede che quando voglio riprendere una già fatta, mi manca un’ingrediente, oppure, voglio provare un profumo ed una consistenza diversa, ecco che cosi’ nasce questa.
Ingredienti
  • 100 g di farina di farro chiara
  • 50 g di farina di nocciole
  • 65 g di farina di frumento
  • 2 cucchiai di fiocchi d’avena mixati finemente
  • 2 mele
  • il succo di un limone e la sua buccia
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • un cucchiaino di zenzero in polvere
  • un pizzico di sale
  • 3 uova
  • 150 g di zucchero di canna
  • 125 ml di latte di mandorla (latte vaccino o altro latte)
  • 125 ml di olio d’oliva o di semi
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
forno 180C – tortiera 22 cm diametro
Ho lavato  le mele lasciando la loro buccia se non sono biologiche sbucciale. Le ho tagliale a fettine abbastanza sottili, lasciandone qualcuna intera ( come foto) e le ho cosparse con il succo del limone,dopo aver prelevato le zeste, ed un cucchiaio di zucchero.
In una ciotola ho setacciato le farine, aggiunto il lievito, il bicarbonato, lo zenzero in polvere, il pizzico di sale.
In un’altra ciotola  ho montato le uova con lo zucchero, aggiunto poi il latte e l’estratto della vaniglia e le zeste del limone. Ho versato quest’ultimi ingredienti nella ciotola degli ingredienti secchi, mescolando bene con le fruste per amalgamare il tutto.
Ho versato l’impasto nella tortiera dopo averla bene imburrata e infarinata.  Ho disposto le mele sopra l’impasto facendone scendere qualcuna all’interno, che renderà la torta umida e soffice.
 Ho Infornato per circa 50/60 minuti. Lascio raffreddare ( quando non sono tentata di mangiarla già calda, il che é difficile dal profumo che emana) e servo cospargendo di zucchero velo.
Ottima per merenda ma anche al mattino per la colazione o il qualsiasi momento della giornata senza abusarne 🙂