Tortine di Giovanna

IMG_0208

Ero certa che le avrei adorate , mi son piaciute davvero tanto per farle ben 5 volte  ormai da che le ho scoperte nel blog di Giovanna (La cuoca Eclettica Veg)

Sono proprio come lei le descrive, buonisime e semplici.

Il giusto equilibrio di ingredienti per una tortina deliziosa dalla colazione alla cena e sopratutto per la merenda.

Un’impasto versatile da poter variarne i liquidi come ho fatto io, metà succo di limone e metà succo di arancia, o solo latte , io di mandorla sempre, o anche il latticello che le rende soffici soffici.

Il mix di farine (grano duro, grano tenero, farro, segale, riso, grano saraceno e mais) oppure nella giusta proporzione solo farina di farro e farina di frumento, nel mio caso.

Nocciole pralinate o pistacchi o le noci scelte da Giovanna.

La versione pero’ originale é perfetta.

IMG_0787-2

Ingredienti per 6 tortine

  • 120 g. di mix di farina
  • 120 g di succo di limone ( o metà di limone e metà di arancia)
  • 55 g. di noci ( io nocciole pralinate)
  • 8 g. di lievito istantaneo
  • 1 uovo
  • 1  cucchiaio ( colmo) di miele di acacia,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva ( io ho preferito metterne 3)
  • gli aghi di un rametto di rosmarino
  • 1 manciata di semi di sesamo, papavero e zucca,
  • un pizzico di sale.

Accendere il forno a 180°C.

Setacciare la farina con il sale e il lievito, tritare le noci  a coltello e aggiungerle, insieme ai semi (tenere da parte una manciatina di papavero e sesamo da spolverizzare sulle tortine), alla farina. Unite il miele, l’uovo, l’olio extravergine, il succo di limone, gli aghi tritati a coltello di rosmarino e amalgamate tutti gli ingredienti.
Distribuire  la pastella in  stampi da muffin, cospargere con i restanti semi ed infornare a 180° per 15 minuti e a 170° per 10.
Sformare e servire le tortine tiepide.

Siate felici

Annunci

Barrette fiocchi d’avena e miele

IMG_0005-2.jpg

Ci sono cose che cucino e non per me, come la carne per esempio.
Ho smesso di mangiarla da tempo e non solo per “etica”, amo gli animali ma non é questa la ragione, non solo perche il mio corpo non ne sente la necessita’ ma anche perche non mi piace. La cucino per i mie tre uomini non potrei fare altrimenti, sono carnivori! Ci sono tante altre cose che cucino e non mangio ma ci sono cose che cucino solo per me. Le barrette non rientrano nei pasti preferiti dei miei tre uomini, mentre io non ne posso fare a meno. Negli ultimi tempi compravo delle barrette di una nota marca per una grande ed insana mia pigrizia. A parte la loro consistenza croccantosa il gusto semplice  del miele e dell’avena li trovavo abbastanza, troppo, dolci per il mio gusto. Ho provato, aiutandomi dalla lista di  ingredienti scritti sul pacchetto a farmeli, eliminando una buona percentuale di zucchero, lasciando solo il dolce che da il miele. Mi sento soddisfatta e percio’ non li compro piu’ .Le mie, le sento piú sane. A volte per cambiare un po aggiungo gocce di cioccolato e grani diversi.
Ma le preferite restano queste.
Felici giorni.
IMG_9982.jpg
Piccola nota, le dosi sono con le cups, facendole ormai più volte non peso gli ingredienti, mi viene più facile usare le misure americane, se non le avete basta utilizzare una tazza da cappuccino e sarà perfetta ugualmente.
Ingredienti:
  • 2 tazze di fiocchi d’avena piccoli
  • 1 tazza di fiocchi d’avena mixati finemente
  • 1/4 di tazza di crusca di avena
  • 1/4 di tazza di olio di cocco solido
  • 1/4 di tazza di miele
  • 1 limone non trattato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale ( io ho messo fiordisale alla vaniglia negli ultimi tempi é la mia passione)
  • 1 grande mela verde
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
Preparazione:
Grattugiate finemente la mela dopo averla lavata e sbucciata. Mettetela in una ciotolina, grattugiatevi sopra la buccia del limone ed infine il suo succo ed il bicarbonato.
In una ciotola versate i fiocchi d’avena, i fiocchi d’avena mixati, la crusa e mettete da parte.
In un pentolino fate sciogliere il miele con l’olio di cocco, ( se preferite più dolci a questo punto potrete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna scuro) fate sciogliere bene il tutto e aggiungete alla fine la mela grattugiata in precedenza, l’estratto della vaniglia ed il pizzico di sale. Mescolate per amalgamare bene e versate ancora caldo nella ciotola contenete i fiocchi.
Con l’aiuto di un cucchiaio di legno mescolate bene facendo in modo di impregare tutti gli ingredienti secchi. A questo punto utilizzate le mani continuando a lavorare il tutto finché comincia ad essere leggermente appiccicoso.
Preparate una teglia rettangolare di 28 cm x 18 cm ricoprendola di carta forno. Preriscaldate il forno a 180C°- calore ventilato.
Versate l’impasto e con le mani appiattite per distribuirlo uniformemente nella teglia. Per facilitarvi l’operazione usate il fondo di un cucchiaio.
Infornate sulla parte alta del forno per 25 minuti. Togliete la teglia e lasciate intiepidire. Con la lama di un coltello tagliate le bande per otterene le barrette nella lunghezza che preferite, sia rettangolari che quadrate. Non necessariamente staccandole. Rimettete in forno a 180°C per 35 mm. sul ripiano medio del forno. Alla fine, aprite leggermente il forno e tenetelo semiaperto usando un tovagliolo lasciandovi dentro ancora le barrette finché non sarà ( il forno) completamente freddo.
Faccio questo per ottenere le barrette croccanti, ma volendo potrete già gustarle dopo la seconda cottura dopo fredde.
Io le conservo in una scatola di latta per 5/6 giorni o comunque finché non saranno finite 😉

Crust streusel coconut rice -Torta friabile riso e cocco

Crust streusel coconut rice

Una domenica delle palme grigia, spenta, sembra tutto fermo fuori dalla finestra ed io non ho proprio voglia di muovermi.

Suona la campana della messa ma non ho piu’ l’abitudine di andarci, si forse era un’abitudine prima, più che una devozione, ora nessuna delle due cose.

Mi sento particolarmente pigra. Mi innervosisco anche con mio marito che chiude le tendine della stanza ed io invece voglio che arrivi la luce del mattino…e questa mattina luce non c’era.

IMG_3109.jpg

Poi penso….in fondo  é domenica. Comunque sia fuori, noi siamo qui a coccolarci nel nostro tempo libero, approfittando di ore senza fretta

Apro il frigo e senza idee precise mi muovo creando cose buone da mangiare, proprio come se fosse una festa.

Una torta sbriciolosa? una crostata di riso? una torta farcita? Un dolce della domenica , una vaga somiglianza con la pastiera, una consistenza simile alla pastiera forse più leggera, senza glutine…mi sto forse preparando la mia Pasqua?

Crust streusel coconut rice 1.jpg

Ingredienti

per la base frolla:
  • 2 uova fresche  di galline felici all’aria ( non lo scrivo sempre ma voi lo sapete già)
  • 150 g+ 2 cucchiai colmi  di farina di cocco
  • 50 g di olio di cocco ( in sostituzione burro)
  • 2 cucchiai di miele liquido o sciroppo d’acero
  • un limone biologico
  • un pizzico di sale
Per il ripieno risolatte
  • 150 g di riso per dessert
  • 75 cl di latte vegetale ( di cocco io in questo caso ma va benissimo anche di mandorle o latte di soia)
  • 20 cl di panna liquida
  • 1 tuorlo sempre come sopra
  • 2/3 cucchiai di miele liquido ( se preferite potrete aggiungere dello zucchero di canna chiaro circa 60 g)
  • 2 cucchiai colmi di cocco disidratato
  • un limone
  • un baccello di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia
Ho acceso il  forno a 180°C.
Procedimento per la frolla
In una ciotola ho sbattuto le uova insieme all’olio di cocco fuso , miele e pizzico di sale. Ho grattugiato  la buccia del limone e l’ho mescolata nella farina di cocco,  il succo , invece, l’ho  spremuto  negli ingredienti liquidi. Sulla farina di cocco ho versato gli ingredienti liquidi e ho lavorato prima con un cucchiaio di legno e poi con le mani da far bene assorbire gli ingredienti.( nel caso sia troppo morbida aggiungere un altro cucchiaio di cocco) Ho formato una palla e l’ho lasciata riposare a temperatura ambiente per 10/15 mn.
Intanto ho cominciato a preparare il risolatte.
In un pentolino ho versato il latte e la panna. Se deciderete di utilizzare  lo zucchero potrete già mescolarlo al risolatte, mentre il miele ho preferito aggiungerlo solo alla fine della cottura. Poi ho tagliato il baccello della vaniglia in due con un coltellino ho fatto cadere i semini dentro il latte lasciandovi anche il baccello stesso. Ho fatto cuocere, mescolando spesso, per circa 35/40 minuti a fiamma dolce, poco prima di spegnere ho aggiunto il tuorlo mescolando velocemente. Infine ho versato il miele,  la buccia grattugiata del limone il succo di mezzo limone e un cucchiaio colmo  di cocco disidratato, mescolando bene, ho eliminato il baccello della vaniglia.
Ho preso la frolla, ne ho prelevato un pezzetto ( che mi servirà per lo streusel) e l’ho stesa direttamente sulla carta forno e nella teglia, essendo molto friabile. Ho utilizzato uno stampo di 20 cm di diametro. Ho steso la pasta pressando con  le mani ad uno spessore non troppo sottile cercando  di sollevarla per ricorpire anche i bordi alti della teglia circa 4 cm.  Ho eliminato parte eccedente mettendola da parte per lo streusel.
Ho bucherellato il fondo della frolla ed ho ricoperto di carta forno e fagioli per la cottura in bianco. In forno per 10 mn a 180°C
Nel frattempo che il risolatte si sia intiepidito e la frolla raffreddata, ho farcito la frolla livellando bene.
Poi ho ripreso i ritagli della pasta rimasti e li ho sbriciolati aggiungendo un cucchiaio di cocco disisdratato per renderla ancora poiu friabile con la quale ho ricoperto il risolatte.
Ho infornato la torta per 25/30 minuti a 200°C. forno ventilato e ripiano centrale.
Lasciare raffreddare prima di degustare.
piccolo consiglio
Questo dolce non é particolarmente zuccherato, io lo preferisco cosi’, ovviamente potrete dolcificare a vostro piacimento, vi consiglio comunque di limitare lo zucchero nei dolci che fate in casa, vedrete che con il tempo sarete abituati e non ci farete più caso, anzi i dolci che mangerete fuori di casa saranno al vostro gusto eccessivamente dolci per cui un bel passo avanti per la vostra salute.