Pane all’avena e al miele con semi di lino

 

IMG_09542610

E’ il mio pane quotidiano. Sano, ricco di semi oleosi, proteinico.

Amo tutti gli ingredienti utilizzati, cosi’ che questo piccolo pane da colazione o da merenda doveva per forza appartenermi.

Indispasabile ora.

A volte é il mio unico pasto quotidiano, spalmato di formaggi cremosi o verdure grigliate.

E’ che poi ti abitui facilmente a certe delizie, specie se sono anche buoni per la salute.

Spero che possiate essere spinti a provarlo anche se non adottate un’almentazione vegetariana e che possiate trovare la stesso piacere mio di gustarlo come meglio vi suggerirà la vostra fantasia.

IMG_09452610

La ricetta é tratta dal libro di Haidi Swanson Near & Far: Recipes Inspired by Home and Travel  acquistato su Amazon

con qualche mia personale interpretazione per terminare dei fondi di farina in dispensa.

Ingredienti per uno stampo da 16 cm di lunghezza per 10,5 cm di larghezza, é possibile suddividerlo in due stampi tenedo conto che la cottura si deve ridurre di 10 min circa.

  • 200 g di fiocchi d’avena
  • 40 g di farina di mais
  • 70 g di farina di riso integrale
  • 70 g di farina di quinoa
  • 360 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini di lievito disidratato
  • 1 cucchiaio di miele liquido
  • 2 cucchiai di olio di cocco solido ( oppure due cucchiai di olio d’oliva)
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaio colmo di semi di lino

In una ciotola ho messo ho mescolato  all’acqua tiepida i due cucchiaini di lievito, ho lasciato  riposare per 5 mn. Ho aggiunto poi il cucchiaio di miele mescolando per farlo sciogliere.

Con un mixer ho tritato molto finemente 100 grammi di fiocchi d’avena. Versati in una ciotola, ho aggiunto il resto degli ingredienti secchi insieme ad pizzico di sale.  Ho versato l’acqua con il lievito ed il miele ancora tiepida mescolando con un cucchiaio di legno, ho aggiunto l’olio di cocco liquefatto, ottenendo un’impasto granuloso  ma compatto e non troppo denso, in fine aggiungo  i semi di lino, continuando a mescolare con il cucchiaio di legno essendo un’impasto morbido non si puo’ lavorare con le mani.

Ho preparato uno stampo da plum cake imburrato ed infarinato con la farina di riso. Ho versatol’impasto livellando bene, poi l’ho coperto con film alimentare per lasciarlo riposare 40/45 minuti  e coperto bene con un tovagliolo caldo finché non lievita un po’.

Acceso il forno a 180°C. ho infornato per 40 minuti .

Lascio raffreddare prima di tagliare a fette e servirmi una fetta con frutta fresca e formaggio.

Buona degustazione!

Visualizza versione stampabile

 

Annunci

Garganelli con cime di rape e salsicce e polpettine di pane alle noci

IMG_6241

Per poter rientrare in Francia dalla Calabria con l’anima in pace ho dovuto svuotare mezza valigia.

Ho lasciato una serie di oggetti personali, di cui “puoi fare a meno” sostiene con forza mia mamma, almeno per altre due o tre settimane.

Come si fa a rifiutare  le salsiccie, l’origano, le olive verdi appena fatte e messe appositamente sottovuoto, dei biscotti caserecci calabresi, che poi non si sa mai durante il viaggio potresti avere voglia di sgranocchiare, il formaggio fresco , sempre sottovuoto, il pecorino stagionato  e la confettura di fichi della mia cara amica e perché non pure due fasci di cime di rape, appena colte pulite e ancora sudate di rugiada?

IMG_1765

Ora aspetto il corriere che mi  recapiterà il pacchetto con le cose lasciate  e di sicuro qualche altro tesoro calabrese lo trovero’.

Per 4 persone

  • 380 g di garganelli fresche
  • 1 salsiccia semi fresca piccante di preferenza
  • 1 fascio di rape ( circa 500 g)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • Olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe

Per le polpettine

  • 250 g di mollica di pane fatto in casa di qualche giorno
  • 50 g di noci mixate finemente
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • un cucchiaio colmo di  *formaggio pecorino semi- stagionato
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • latte
  • Olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Prepara le rape, elimina le foglie più dure esterne e taglia le cimette spezzandole facilmente dallo stelo. Mettile in uno scolapasta e  lavale sotto l’acqua corrente per bene. Poi versale in una terrina senza sgocciolarle troppo.

Prepara le polpette. In una ciotola metti la mollica di pane passata nel mixer insieme a mezzo spicchio di aglio, aggiungi le noci mixate finissime ed il formaggio, il prezzemolo, l’uovo sale e pepe e  poco latte per ammorbidire l’impasto.  Amalgama il tutto finché ottieni un’impasto compatto e morbido ma non appiccicoso. Copri con pellicola alimentare e fai riposare per 15 minuti circa.

Prepara una padellina con un fondo di olio evo o se preferisci olio di semi. Riprendi l’impasto delle polpette e forma delle palline come noci. Accendi la fiamma e fai friggere dolcemente le polpettine fino a farle dorare da tutti i lati. Mettile via via su carta assorbente e tienile da parte.

Prepara un’altra padella abbastanza capiente e versa dell’olio ( 4/5 cucchiai) lo spicchio d’aglio intero la salsiccia tagliata a pezzetti e le cime delle rape gocciolanti. Sala poco e a fiamma dolce fai stufare per 10 minuti coprendo. Falle saltare nella padella di tanto in tanto controllando che non si asciughino troppo. Appena la salsiccia diventa dorata versa il vino e fai evaporare. Ricopri con coperchio e falle intenerire ancora per un minuto Poi aggiungi le polpettine e mescola l’insieme. Aggiusta di sale e cospargi  di un’abbondante macinata di pepe nero.

Fai cuocere la pasta in abbondante acqua poco salata e scola al dente versa direttamente nella padella con le rape e le polpette. Fai saltare il tutto insieme.

Servi cospargendo di formaggio grattugiato, pecorino di preferenza e fiocchi di peperocino piccante.

Visualizza per stampare la ricetta

Ricette Piccanti puoi trovarle sul mio Ebook”Piccante come la vita”

Per scaricarlo basta cliccare sulla copertina.

cover