Torta di carote

IMG_5313

Quando decido di fare un dolce importante molto spesso é di sera. Ho la cucina da riordinare e la stanchezza si fa sentire ma ho talmente preso l’abitudine che i miei ingredienti li preparo già prima di cenare.

C’é sempre una scusa che mi fa scattare l’idea di quello che sarà il dolce. Un fondo di farina, delle uova vicine alla scadenza o un frutto, una verdura che mi chiede disperatamente di essere utilizzato. In questo caso erano le carote.

Torta di carote 1

Adoro le carote per il loro colore arancio e la loro versatilità in cucina, indispensabili in diverse preparazioni e per questo ne ho sempre di riserva. Poi pero’ ad un certo punto abbondano o qualcuna si trova nel fondo del paniere in frigo oppure in un grande cesto di verdura e frutta portatami da mia suocera.

Mi tentava da qualche giorno l’idea di fare un carrot cake.

Ho cercato sul mio blog e già una c’é, fatta da qualche annetto, ma volevo cambiare utilizzando  qualche ingrediente  particolare, che rendesse questo dolce più goloso e più particolare. Ho scoperto girovagando che in alcune ricette americane  si aggiunge anche l’ananas, anzi in alcune ricette é il cosi’ detto ingrediente segreto e che ne fa la differenza.

Torta di carote 1

Verissimo, l’ingrediente segreto lo rende speciale questo dolce tanto americano ed io , che nella dispensa ho sempre qualche ingrediente da smaltire ho aggiunto farina di cocco e  farina di riso e già che c’ero dentro con la fantasia ho anggiunto anche del  brandy, elimiando pero’ le spezie tipiche di questo dolce (cannella e noce moscata).

Carote cake 2Con l’ammirazione della suocera, ospite da noi il fine settimana , l’ho ripetuto due volte modificando di poco gli ingredienti.  La prima versione é con la glassa al brandy e la vaniglia, la seconda versione, restano invariati gli ingredienti di base, ho aromatizzato con dello radice di zenzero fresco ( circa un cucchiaino colmo) e  spolverato  di zucchero a velo vanigliato. Due ottime versioni ma da rifare e rifare per tante volte ancora.

Buon divertimento!!!!!!

Carote cake

Ingredienti per 6 persone

Preparazione 15 min, Stampo 20 cm di diametro
Cottura 45 mn forno ventilato 175°C.
Facile
  • 200 g di farina semi integrale
  • 20 g di farina di cocco
  • 20 g di farina di riso integrale
  • 4 uova medie
  • 130 g di zucchero di canna chiaro
  • 2 cucchiai colmi di miele millefiori
  • 200 g di carote grattugiate (circa due)
  • 2 fette di ananas fresco
  • 2 cucchiai di brandy ( facoltativo da sostituire con succo di frutta all’ananas o succo d’arancia)
  • 120 ml di olio neutro
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino colmo di radice di zenzero (usata nella seconda versione eliminando il brandy)

Per la glassa

  • 200 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di brandy

In una terrina mescola la farina semi integrale setacciata insieme alla farina di riso e alla farina di cocco . Aggiungi il lievito. Metti da parte.

Lava e asciuga le carote, sbucciale e mixale finemente insieme alle due fette di ananas.

Accendi il forno a 175°C. Prepara lo stampo imburrato ed infarinato.

In  un’altra terrina sbatti le uova insieme allo zucchero a raggiungere una consistenza spumosa(circa 3 minuti), aggiungi il miele e l’olio, l’estratto della vaniglia, il pizzico del sale ed i due cucchiai del brandy o del succo di frutta di tua scelta.

Incorpora in due volte gli ingredienti secchi ed infine, mescolando con una spatola, aggiungi le carote con l’ananas e la polvere di zenzero.

Versa nello stampo ed inforna per 45 minuti. Fai la prova dello stecchino.

Capovolgi il dolce in un piatto di servizio dopo averlo lasciato intiepidire.

Prepara la glassa:

Metti lo zucchero a velo in una ciotola. Fai scaldare l’acqua con il brandy. Versa poco per volta sullo zucchero mescolando e fino a raggiungere la consistenza della glassa. Aggiungi zucchero se troppo liquida o qualche goccia di brandy se la trovi troppo densa.

Cospargi la glassa sul dolce e lascia solidificare. Servi e buona degustazione.

Se non vuoi usare la glassa puoi cospargere il dolce di solo zucchero a velo conservato in barattolo di vetro con baccello di vaniglia.

Visualizza versione stampabile

Annunci

Frolle farcite con composta di mele e noci al caramello di burro salato

IMG_6624

E’ tempo di biscotti.

Sotto le feste di Natale é impensabile non fare biscotti, anche soltanto per regalarli ed é il mio più grande piacere.

Questi biscotti  visti da Lucy mi son piaciuti subito.

A dire il vero ho usato solo la sua frolla ma é stata la forma che mi ha colpita ed in mente avevo già un mio ripieno, nulla togliendo a quello usato nella versione originale, molto goloso e perfetto per questo periodo.

Ho fatto la frolla la sera prima e l’ho riservata in frigo per farcirla il giorno successivo, io,  libera ed in solitudie a casa.

IMG_6633

Non voglio i miei tre uomini intorno, concedo questo onore solo al gatto che come sempre salta sul ripiano della cucina e mi osserva, curioso e speranzoso in silenzio finché non riesce ad accapararsi qualcosa di buono.

La decisione di farcirli con una composta di mele mi ha fatto un po’ faticare perché riuscissi.

La composta troppo morbida non mi permetteva di realizzare la forma cosi golosa uguale a quella di Lucy.

Volevo abbandonare ma sentivo che sarebbero stati troppo buoni  per rinunciare se con l’aggiunta del caramello salato e qualche altro ingrediente avessi reso la composta più solida.

Insomma, c’ho provato  anche se non del tutto soddisfatta poiché , all’interno di farcia non ce ne sarebbe stata abbastanza al morso formando delle palline non troppo grosse e cosi ho anche fatto dei dischetti come base e ricoperti di un successivo dischetto tagliato a forma di stella, come vedete dalla foto.

A bontà non v’é dubbio, sono golosissimi, per  la forma  scegliete quella che più vi conviene.

IMG_6619

Per la frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 130 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di rum
  • 50 g di zucchero a velo (nella versione di Lucy non c’é zucchero)
  • la punta di un cucchiaino di lievito per dolci ( anche questo nella frolla di Lucy non c’é)

Per il ripieno

  • 1 mela  Granny Smith*
  • il succo di mezzo limone
  • 1 cucchiaio colmo di caramello al burro salato ( per la ricetta Clicca qui)
  • 100 g o più di noci ridotti a farina

Prepara la frolla, versa la farina setacciata in una terrina insieme al pizzico di lievito e lo zucchero a velo.  Aggiungi il burro freddo e a cubetti, comincia a mescolare con le mani formando delle grosse briciole, aggiungi l’uovo leggermente sbattuto ed il rum e mescola velocemente formando prima una palla e poi soprapponendola su film alimentare, appiattiscila leggermente e chiudila per bene nel film conservandola in frigo per 30 minuti.

Prapara la farcia. Lava, sbuccia e taglia in quattro la mela, irrorala con il succo del limone e metti i 4 pezzi nel cestello per la cottura a vapore. Chiudi con coperchio e fai cuocere da bollore, 10 minuti.

Mixala, dopo aver tolto i semini e la parte centrale, insieme al cucchiaio di caramello freddo da frigo e aggiungi le noci già mixate fino a che il composto si presenta morbido ma sodo, asciutto, aggiungi ancora farina di noci nel caso di presenti troppo umido. *Questo dipende dalla cottura delle mele e dal tipo della mela, infatti per questo consiglio le Granny Smith anche per il loro gusto piuttosto acidulo rispetto ad altre varietà di mele, cosi che venga compesato dal caramello già abbastanza zuccheroso (troppo dolce per me :p)

Lascia questo composto riposare in frigo per 30 minuti.

Prendi la frolla, metti una spolverata di farina sulla spianatoia e stendila mezzo cm di spessore. Taglia con il coppapasta dei dischetti di 8 cm di diametro metti al centro un po del ripieno e con le mani chiudi formando una pallina. Ecco, attenzione perché molto fragile questa operazione. Oppure , taglia dei dischetti più piccoli e metti il ripieno al centro, copri con un’altro dischetto della stessa dimensione con un taglio centrale a forma di stella e sigilla bene con la punta delle dita, la stessa farcia farà da collante.

Accendi il forno a 180°C. Disponi i biscotti sulla teglia e su carta forno bel distanziati uno dall’altro. Non gonfiano molto ma meglio prevedere. Inforna per 18 minuti circa finché la superficie sarà dorata ma non troppo.

lascia raffreddare e cospargi di zucchero a velo.

Si conservano da 3 a 4 giorni benissimo a temperatura ambiente ma puoi anche conservarli una settimana in frigo.

Visualizza versione stampabile

Grazie

cover

Si, ecco, intanto che mangerai qualche biscottino goloso o questi o altri che decidi di fare di certo buonissimi, ti ricordo che c’é in giro un E-Book con ricette leggermente piccanti e che potresti farne un simpatico regalo a qualche  amica ma anche da un compagno, amico, marito,  che  possa improvvisarsi cuoco e farti una bella sorpresa? Ma di certo puoi regalartelo costa cosi’ poco 😉 ci sono ricette insolite, originali, sfiziose e colorate di rosso adatte anche al Natale.

L’e-book potrete scaricarlo Cliccando qui