Torta di mele e noci

 

img_3868

È la torta della domenica, la torta della famiglia, dell’amica che ti viene a trovare, del conforto e dei giorni di pioggia, dell’autunno. È sopratutto la torta con una storia lontana, di foglietti perduti e poi ritrovati. È la torta di mele e noci con tanta cannella della mamma di mia cugina che faccio sempre all’inizio di questa stagione, che amo particolarmente e che non ho mai condiviso forse per mantenermela cara e se posso farlo preferisco domandare mia cugina il suo permesso.

img_3876

Torta di mele e noci

Ingredienti

  • 3 uova grandi
  • 2 tazze* da latte di farina di preferenza di farro chiara
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 tazza di olio
  • 4 mele golden
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 tazza di zucchero di canna chiaro *
  • 1 tazza di noci sgusciate ( circa 14 noci intere) trtitate grossolanamente
Note: per la tazza potrete usare quella classica da latte e riempite fino al bordo. Per tutti gli ingredienti misurati in tazza usare la stessa tazza.
Di zucchero io ne metto sempre meno nei mie dolci, anche in questo caso la ricetta
prevede 1tazza e mezza , per cui regolatevi in base al vostro gusto.

Preparazione:

Imburrare uno stampo di 22 cm circa o foserarlo di carta forno.

Sbucciare le mele e tagliarle  a pezzetti regolari e non troppo piccoli. Mettere da parte.

Montare le uova con lo zucchero fino a renderle ben spumose. Via via aggiungere gli altri ingredienti, la farina setacciata insieme al bicarbonato ed al lievito, il pizzico di sale, poi aggiungere l’olio a filo , la cannella, l’estratto di vaniglia. Mescolare bene ed infine aggiungere le mele e le noci.

Preriscaldare il forno a 180°C. – Infornare la torta sul ripiano medio basso del forno per 1 ora circa.

Questo dolce é ottimo il giorno successivo.

Buona degustazione

 

 

 

 

 

Annunci

Frolle farcite con composta di mele e noci al caramello di burro salato

IMG_6624

E’ tempo di biscotti.

Sotto le feste di Natale é impensabile non fare biscotti, anche soltanto per regalarli ed é il mio più grande piacere.

Questi biscotti  visti da Lucy mi son piaciuti subito.

A dire il vero ho usato solo la sua frolla ma é stata la forma che mi ha colpita ed in mente avevo già un mio ripieno, nulla togliendo a quello usato nella versione originale, molto goloso e perfetto per questo periodo.

Ho fatto la frolla la sera prima e l’ho riservata in frigo per farcirla il giorno successivo, io,  libera ed in solitudie a casa.

IMG_6633

Non voglio i miei tre uomini intorno, concedo questo onore solo al gatto che come sempre salta sul ripiano della cucina e mi osserva, curioso e speranzoso in silenzio finché non riesce ad accapararsi qualcosa di buono.

La decisione di farcirli con una composta di mele mi ha fatto un po’ faticare perché riuscissi.

La composta troppo morbida non mi permetteva di realizzare la forma cosi golosa uguale a quella di Lucy.

Volevo abbandonare ma sentivo che sarebbero stati troppo buoni  per rinunciare se con l’aggiunta del caramello salato e qualche altro ingrediente avessi reso la composta più solida.

Insomma, c’ho provato  anche se non del tutto soddisfatta poiché , all’interno di farcia non ce ne sarebbe stata abbastanza al morso formando delle palline non troppo grosse e cosi ho anche fatto dei dischetti come base e ricoperti di un successivo dischetto tagliato a forma di stella, come vedete dalla foto.

A bontà non v’é dubbio, sono golosissimi, per  la forma  scegliete quella che più vi conviene.

IMG_6619

Per la frolla:

  • 250 g di farina 00
  • 130 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di rum
  • 50 g di zucchero a velo (nella versione di Lucy non c’é zucchero)
  • la punta di un cucchiaino di lievito per dolci ( anche questo nella frolla di Lucy non c’é)

Per il ripieno

  • 1 mela  Granny Smith*
  • il succo di mezzo limone
  • 1 cucchiaio colmo di caramello al burro salato ( per la ricetta Clicca qui)
  • 100 g o più di noci ridotti a farina

Prepara la frolla, versa la farina setacciata in una terrina insieme al pizzico di lievito e lo zucchero a velo.  Aggiungi il burro freddo e a cubetti, comincia a mescolare con le mani formando delle grosse briciole, aggiungi l’uovo leggermente sbattuto ed il rum e mescola velocemente formando prima una palla e poi soprapponendola su film alimentare, appiattiscila leggermente e chiudila per bene nel film conservandola in frigo per 30 minuti.

Prapara la farcia. Lava, sbuccia e taglia in quattro la mela, irrorala con il succo del limone e metti i 4 pezzi nel cestello per la cottura a vapore. Chiudi con coperchio e fai cuocere da bollore, 10 minuti.

Mixala, dopo aver tolto i semini e la parte centrale, insieme al cucchiaio di caramello freddo da frigo e aggiungi le noci già mixate fino a che il composto si presenta morbido ma sodo, asciutto, aggiungi ancora farina di noci nel caso di presenti troppo umido. *Questo dipende dalla cottura delle mele e dal tipo della mela, infatti per questo consiglio le Granny Smith anche per il loro gusto piuttosto acidulo rispetto ad altre varietà di mele, cosi che venga compesato dal caramello già abbastanza zuccheroso (troppo dolce per me :p)

Lascia questo composto riposare in frigo per 30 minuti.

Prendi la frolla, metti una spolverata di farina sulla spianatoia e stendila mezzo cm di spessore. Taglia con il coppapasta dei dischetti di 8 cm di diametro metti al centro un po del ripieno e con le mani chiudi formando una pallina. Ecco, attenzione perché molto fragile questa operazione. Oppure , taglia dei dischetti più piccoli e metti il ripieno al centro, copri con un’altro dischetto della stessa dimensione con un taglio centrale a forma di stella e sigilla bene con la punta delle dita, la stessa farcia farà da collante.

Accendi il forno a 180°C. Disponi i biscotti sulla teglia e su carta forno bel distanziati uno dall’altro. Non gonfiano molto ma meglio prevedere. Inforna per 18 minuti circa finché la superficie sarà dorata ma non troppo.

lascia raffreddare e cospargi di zucchero a velo.

Si conservano da 3 a 4 giorni benissimo a temperatura ambiente ma puoi anche conservarli una settimana in frigo.

Visualizza versione stampabile

Grazie

cover

Si, ecco, intanto che mangerai qualche biscottino goloso o questi o altri che decidi di fare di certo buonissimi, ti ricordo che c’é in giro un E-Book con ricette leggermente piccanti e che potresti farne un simpatico regalo a qualche  amica ma anche da un compagno, amico, marito,  che  possa improvvisarsi cuoco e farti una bella sorpresa? Ma di certo puoi regalartelo costa cosi’ poco 😉 ci sono ricette insolite, originali, sfiziose e colorate di rosso adatte anche al Natale.

L’e-book potrete scaricarlo Cliccando qui

Garganelli con cime di rape e salsicce e polpettine di pane alle noci

IMG_6241

Per poter rientrare in Francia dalla Calabria con l’anima in pace ho dovuto svuotare mezza valigia.

Ho lasciato una serie di oggetti personali, di cui “puoi fare a meno” sostiene con forza mia mamma, almeno per altre due o tre settimane.

Come si fa a rifiutare  le salsiccie, l’origano, le olive verdi appena fatte e messe appositamente sottovuoto, dei biscotti caserecci calabresi, che poi non si sa mai durante il viaggio potresti avere voglia di sgranocchiare, il formaggio fresco , sempre sottovuoto, il pecorino stagionato  e la confettura di fichi della mia cara amica e perché non pure due fasci di cime di rape, appena colte pulite e ancora sudate di rugiada?

IMG_1765

Ora aspetto il corriere che mi  recapiterà il pacchetto con le cose lasciate  e di sicuro qualche altro tesoro calabrese lo trovero’.

Per 4 persone

  • 380 g di garganelli fresche
  • 1 salsiccia semi fresca piccante di preferenza
  • 1 fascio di rape ( circa 500 g)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • Olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe

Per le polpettine

  • 250 g di mollica di pane fatto in casa di qualche giorno
  • 50 g di noci mixate finemente
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • un cucchiaio colmo di  *formaggio pecorino semi- stagionato
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • latte
  • Olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Prepara le rape, elimina le foglie più dure esterne e taglia le cimette spezzandole facilmente dallo stelo. Mettile in uno scolapasta e  lavale sotto l’acqua corrente per bene. Poi versale in una terrina senza sgocciolarle troppo.

Prepara le polpette. In una ciotola metti la mollica di pane passata nel mixer insieme a mezzo spicchio di aglio, aggiungi le noci mixate finissime ed il formaggio, il prezzemolo, l’uovo sale e pepe e  poco latte per ammorbidire l’impasto.  Amalgama il tutto finché ottieni un’impasto compatto e morbido ma non appiccicoso. Copri con pellicola alimentare e fai riposare per 15 minuti circa.

Prepara una padellina con un fondo di olio evo o se preferisci olio di semi. Riprendi l’impasto delle polpette e forma delle palline come noci. Accendi la fiamma e fai friggere dolcemente le polpettine fino a farle dorare da tutti i lati. Mettile via via su carta assorbente e tienile da parte.

Prepara un’altra padella abbastanza capiente e versa dell’olio ( 4/5 cucchiai) lo spicchio d’aglio intero la salsiccia tagliata a pezzetti e le cime delle rape gocciolanti. Sala poco e a fiamma dolce fai stufare per 10 minuti coprendo. Falle saltare nella padella di tanto in tanto controllando che non si asciughino troppo. Appena la salsiccia diventa dorata versa il vino e fai evaporare. Ricopri con coperchio e falle intenerire ancora per un minuto Poi aggiungi le polpettine e mescola l’insieme. Aggiusta di sale e cospargi  di un’abbondante macinata di pepe nero.

Fai cuocere la pasta in abbondante acqua poco salata e scola al dente versa direttamente nella padella con le rape e le polpette. Fai saltare il tutto insieme.

Servi cospargendo di formaggio grattugiato, pecorino di preferenza e fiocchi di peperocino piccante.

Visualizza per stampare la ricetta

Ricette Piccanti puoi trovarle sul mio Ebook”Piccante come la vita”

Per scaricarlo basta cliccare sulla copertina.

cover