Gelato al rabarbaro e lamponi con latte di mandorla e miele

rhubarb and raspberry ice cream with almond milk 1

E’ estate, anche se ancora non é nel calendario, ma é estate.

Dura poco qui, quasi niente, puo’ essere un giorno, forse due o con un po’ di fortuna  una settimana di seguito.

Poi bruscamente ritorna il fresco, il grigio, la pioggia.

Per cui meglio é approfittarne subito , senza esitare.

Avevo un  perso l’abitudine di fare gli stecchi.

I miei figli da piccoli ne andavano matti, bastava frullare della frutta fresca di stagione, un po’ di latte e panna, poco zucchero e lasciarli solidificare nel freezer per tutta una notte nelle formine in silicone.

Erano una buona e fresca merenda.

Questa  combinazione di ingredienti  di sapore piacevole e rinfrescante e dal colore attraente é semplice da realizzare, da provar altre declinazioni di gusti e con frutta di stagione.

Buon divertimento.

Rabarbaro e lamponi

ingredienti per 6 gelati

300 gr di rabarbaro
100 g di lamponi freschi o surgelati
20 g di zucchero di canna
80 g di miele liquido
10 cl di latte di mandorla non zuccherato
20 cl di panna liquida
Ho lavato ed asciugato il rabarbaro e l’ho tagliato a tronchetti. L’ho messo in una pentola a fondo spesso insieme ai lamponi ed a 20 g di zucchero. Ho mescolato per far uscire il liquido di vegetazione e l’ho lasciato riposare per mezz’ora. L’ho poi cotto a fiamma dolce fino a renderlo in una composta, lasciandola poi raffreddare completamente.
Con il  mixer ad immersione ho mixato la composta di rabarbaro e lamponi e vi ho aggiunto il latte di mandorla a la panna ed infine il miele. Ho mescolato bene.  (Assaggia se trovi il composto poco dolce aggiungi dello zucchero o del miele)
Ho riempito le formine fino all’orlo ed ho mezzo in freezer per un’ora. Poi li ho ripresi per posizionare gli stecchetti in legno. Ho rimesso in frizer fino al giorno successivo o comunque fino al momento di consumarli.
rhubarb and raspberry ice cream with almond milk 3

Visualizza versione stampabile

Annunci

Pie di frutti rossi

2-IMG_4618

Abitudini immutabili le mie, non bevo mai una tazzina di caffé o una grande tazza di té, rigorosamente senza zucchero, accompagnata da un dolce , un pasticcino, una briciolina golosa.

Lo so, significa essere dipendenti allo zucchero e me ne rendo conto visto la voglia irrefrenabile di fabbricare dolci almeno tre volte a settimana. Per fortuna nessuno é obeso in famiglia anche se l’abuso dello zucchero col tempo puo’  portare  problemi alla  salute.

Ma i miei dolci contengono almeno il 30% di zucchero in meno rispetto alla ricetta originale.

Questa pie é un’esempio.

3-IMG_4627

Ho preparato la frolla all’olio di mia mamma che mi viene facile da fare senza pesare gli ingredienti, ho pero’ aggiunto del burro, poco ma sufficiente per darle quella texture che caratterizza quasi la maggiorparte dei dolci marocchini e che a me piacciono tanto. E poi un ripieno di frutti rossi che in questo periodo invadono i mercati, cosi’ colorati ed attraenti che compro  quasi magneticamente. Un dolce semplicissimo, quali sono tutti i miei dolci e che essendo cosi’ buono l’ho subito fotografato prima dell’arrivo dei miei figli, non sarei riuscita altrimenti.

Non ha nulla di straordinario , cosi come tutte le cose che faccio d’impulso, sento il bisogno di condividerlo in questo spazio, sperando che qualcuna e perché no , qualcuno, tra di voi  possa realizzarlo al più presto.

 

Non ho dosi precisissime da dare poiché l’ho fatta ad occhio ma se seguirete bene le istruzioni non potrete che realizzare questa pie alla perfezione.

1-IMG_4605

La tazzina che vedete nella foto é invendita nel mio mini mini shop Etsy

Pie di frutti rossi con frolla all’olio e burro

 

Per la frolla

  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • due cucchiai di zucchero
  • farina per dolci qb
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai  di burro morbido
  • 1 pizzico di sale marino
  • 1 pizzico di lievito per dolci
  • la buccia di un limone grattugiata

per il ripieno:

  • 150 g di lamponi freschi
  • 100 g di mirtilli
  • 100 g di fragole
  • 100 g di ciliegie amarena snocciolate
  • il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiaini di maizena
  • 4 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Prepara la frolla: in una terrina sbatti l’uovo intero con il tuorlo, aggiungi l’olio e lo zucchero sbatti fino ad emulsionare bene tutto insieme, aggiungi il pizzico di sale, la buccia del limone grattugiata e poi il primo cucchiaio di farina con il pizzico del lievito, mescola con un cucchiaio di legno e  poco per  volta a cucchiaiate aggiungi ancora  farina ed il burro morbido, fino a che si formi un’impasto che sia possibile lavorare con le mani, non deve risultare né appiccicoso né troppo secco. Se aggiungi gradatamente la farina sarà facile rendertene conto. Dividi questo impasto in due parti, una leggermente più grande dell’altra.

Prepara una tortiera di 22 cm di diametro, rivestendola di carta forno. Stendi il primo impasto, quello più grande formando la base e disponila sulla carta forno e nella tortiera. Punzecchia sul fondo con una forchetta e metti in frigo, nel frattempo che prepari la frutta ed accendi il forno a 200°C. per preriscaldarlo.

Un una zuppiera e dopo averla lavata, versa i frutti rossi, le fragole tagliete in due se sono grosse e le ciliegie snocciolate. Aggiungi lo zucchero, la cannella, la vaniglia ed il limone, mescola lascia riposare 5 minuti. Assaggia un frutto se per te é poco zuccherato aggiungine ancora a tuo gusto. Infine mescola alla frutta i cucchiaini di Maizena.

Intanto stendi l’altra frolla, la più piccola , per ricoprire la frutta.

Prendi la tortiera con la base in frigo e versa la frutta con tutto il suo succo. Copri con la frolla e sigilla i bordi. Cospargi con un cucchiaio di zucchero la superficie ed inforna per 30/35 minuti a forno ventilato e nel ripiano centrale del forno.

Lascia intiepidire e servi con una pallina di gelato alla vaniglia o con sorbetto al limone.

Piccola nota: se provi la ricetta e non trovi che sia di tuo gradimento o trovi qualcosa di sbagliato sarei molto felice se gentilmente tu possa comunicarmelo. Grazie!

Visualizza la versione stampabile

 

 

Gelato al mascarpone e yogurt con fragole e lamponi e la primavera sconosciuta

Gelato al mascarpone, fragole e lamponi

Ai miei figli non importa mica se fuori non c’é la primavera, é come se fossero nati senza primavera.

Infatti mi pare proprio che non la conoscono affatto.

Continua a leggere “Gelato al mascarpone e yogurt con fragole e lamponi e la primavera sconosciuta”