Muffins con polvere di caffé e amaretti

Muffins caffé amarettiAvrei potuto lasciare queste foto nel mio album, tra le preferite e le tante foto di cibo che ho fatto in quest’ultimi mesi, sensa mai pubblicare, ne foto, ne ricette.

Avrei, anche, potuto dimenticarle, anzi, le avrei dimenticate, questo periodo ho momenti difficili, di troppe preoccupazioni, che la memoria non mi consente lucidità.

Poi succede che, aprire questo posto mi sorprende, mi aiuta  ad alleggerire il momento, mi rilasso e le mie dita scorrono, leggere  sulla tastiera.

Un regalo per tutti quelli che mi seguono, un regalo anche per me, per non dimenticare questi dolcetti fatti senza rifletterci troppo, che ti aspetti non riuscire, che ti aspetti risultino i peggiori, invece…..buona degustazione!!!!

IMG_6103

Ingredienti per 6 muffins

  • 100 g di farina
  • 100 ml di latticello
  • 40 g di amaretti secchi
  • 50 g di zucchero di canna grezzo
  • 80 g di burro ( io ho utilizzato burro di cocco)
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 cucchiaino colmo di polvere di caffe ( non quello solubile)
  • 1 cucchiaino d’estratto di vaniglia
  • 1 uovo grande
  • 1 pizzico di sale
  • amaretti per decorare
Mixare gli amaretti. In una terrina versare gli amaretti e setacciarvi la farina insieme al lievito. Aggiungere lo zucchero, il caffé in polvere e mescolare. Fare un buco al centro, mettere l’uovo, il latticello ed il burro fuso e freddo, l’estratto della vaniglia ed il pizzico di sale, mescolare con un cucchiaio di legno amalgamando bene tutti gli ingredienti.
Distribuire l’impasto nelle cassettine da muffins, mettere al centro un amaretto spingendolo leggermente.
Accendere il forno a 180°C. – Infornare i muffins per 18 minuti.
Lasciare raffeddare.
Si conservano per tre giorni.
Annunci

Donuts al caffé con glassa al cioccolato

img_4360

L’inverno , eccolo arrivare prima del previsto.

Si mescola con i profumi dell’autunno ,  il freddo é tagliente, come non dovrebbe essere!!!

Non mi dispiace, cosi’ mi permetto di correre meno, ho  voglia di confondere la mia stanchezza nel calore della casa.

Esco presto al mattino ancora buio  per il lavoro e conto le ore che mi separano dal rientro.

Mi conforta subito l’aria di casa e mi siedo, leggendo qualche pagina di un buon libro ed ascoltando il benessere della tranquillità.

Poi la casa si anima, arrivano gli altri, uno dopo l’altro.

E’ ora della merenda.

Anche se ormai siamo tutti adulti perché mai privarsi  di certi piaceri?

 

 

img_4371

Ingredienti per 6 ciambelline:

  • 1 uovo grande
  • 200 g di farina per dolci
  • 20 g di farina di farro (potrete usare anche solo farina 00)
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 60 di zucchero di canna ( aggiungere fino a 40 g di zucchero se preferite più dolci)
  • 20 g di cacao amaro
  • 3 cucchiai di olio di cocco fuso o anche olio neutro
  • una tazzina di caffé ristretto circa 6 cl
  • 6 cl di panna liquida
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 100 g di cioccolato 70% per glassare

Accendere il forno a 180C° –

Mescolare gli ingredienti secchi insieme, le due farine setacciate, il lievito ed il cacao.

In una ciotola montare l’uovo con lo zucchero, aggiungere l’olio, il caffé freddo e la panna a temperatura ambiente, infine il sale e l’estratto della vaniglia.

Versare gli ingredienti secchi e mescolare bene fino a rendere l’impasto omogeneo.

Preparare le formine per donuts, imburrate ed infarinate. Mettere l’impasto in una sacca a poche senza beccuccio e distribuire l’impasto nelle formine.

Infornare per 11/13 minuti.

Lasciare raffreddare su di una griglia.

Intanto sciogliere il cioccolato a bagno maria.

Immergere ogni ciambellina nel cioccolato fuso dalla parte bombata. Disporre sulla griglia e cospargere a piacere con granella di nocciole, di pistacchi o altri confettini colorati.

Se provate a fare questa ricetta saro’ felice di avere il vostro parere anche nel caso non ne sareste soddisfatti e di poter scambiare suggerimenti e magari nuove idee. Grazie mille

Visualizza per stampare la ricetta

Un’intervista, anzi due ed un dolce alle banane

Banana bread

Se dovessi essere intevistata dal vivo so per certo che non riuscirei a tirar fuori una delle parole che, invece, sono riuscita a scrivere alla redazione della rubrica Cake Corriere Cucina e Malvarosa Edizioni, a cura di Anna Baldini ed in contemporanea, bella coincidenza,  una seconda  intervista da Valeria che nel suo blog UNA FETTA DI VITA  parla anche di me, nella sua rubrica mensile  dedicata ad altre bloggers e caso vuole ancora che proprio questo mese, esattamente il 16 novembre,  Via delle rose compirà 8 anni di ricette, storie e fotografia.

Quando devo parlare di me, in prima persona, mi sento in difficoltà, sopratutto se devo esprimere quello che faccio e che mi da emozione. Strano lo so, ma é cosi’, queste pagine raccolgono sensazioni di attimi esclusivi,  fin dove arrivano i miei pensieri in quei momenti. Certi istanti che “quasi” quando non li condivido con la mia famiglia, appartengo solo a me e restano in libertà nella mia mente che poi trasferisco qui, quando e se ne sento la necessità.

Mi siedo, mi isolo dagli altri e scrivo qui.

Vale lo stesso ed in particolare quando entro nella mia cucina. Mi ci tuffo subito dopo tornata dal lavoro, nonostante il mio lavoro sia pesante. Mi immergo i quelle che sono le mie sensazioni del momento, toccando ingredienti, annusando ed assaggiando cio’ che mi ritrovo in frigo o nel paniere e poi via a prevedere una cena, un pranzo o anche solo un dolce.

Come questo.

Nato per caso da un mix di farine che avevo messo insieme in un sacchetto unico per fare spazio e per poterle utilizzare quanto prima. Per fortuna conosco le quantità di ogni farina conservata altrimenti non sarei proprio capace di descriverne qui la composizione anche se, é possibile utilizzare un solo tipo di farina ma, il dolce non avrà la stessa consistenza, né lo stesso gusto.

banana bread 1

Dolce di banane all’avena con gocce di cioccolato al caramello, noci e caffé.

Per uno stampo da plum cake

Ingredienti

  • (225 g di farina totale cosi’ suddivisa)
  • 120 g di farina di frumento semi integrale
  • 45 g di farina di noci
  • 60 g di fiocchi d’avena mixati.
  • 112 g di burro morbido
  • 2 uova medie
  • 1 grossa banana + 1 piccola ben mature
  • 150 g di zucchero di canna integrale
  • 30 ml di latte di mandorla o latte vaccino
  • 1 cucchiaino di caffé liofilizzato ( facoltativo)
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiano di baking powder
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 50 g di gocce di cioccolato ( io li ho trovati al caramello ma va bene anche quelli classici)
  • un pizzico di sale

Ho iniziato a mescolare le farine insieme a gli altri ingredienti secchi, il bicarbonato, il lievito, la cannella ed il sale ed il caffé liofilizzato.

In una ciotola ho montato il burro con lo zuccchero, ho aggiunto uno per volta le uova fino ad integrarle al composto, poi, metà degli ingredienti secchi ,  ho aggiunto il latte ed infine il resto degli ingredienti secchi. Ho tagliato le banane a rondelle e le ho integrate nell’impasto mescolando con una spatola o anche un cuchiaio di legno, abbastanza energicamente in modo da romperne qualcuna e lasciandone , invece, qualcun’altra intera. Poi Le gocce del cioccolato mescolando semplicemente. L’impasto risulterà abbastanza liquido, non preoccupatevi il tutto sarà perfezionato dalla cottura in forno.

Ho versato nello stampo imburrato ed infarinato.

A infornato su ripiano posizionato in basso del forno a 180C per un’ora , facendo sempre prova con il solito stecchino. Non preoccupatevi se la parte superiore s’inscurisce troppo é normale.

Visualizza versione stampabile