arance, candita, farina di riso, primi piatti, zucca

Risotto al succo d’arancia, con arancia candita, zucca e carote

Le arance di Sicilia

Il pallore dei nostri visi é segno di tanta fatica e di poca luce….

bé lo so lo ripeto tante volte che mi manca la luce ma manca molto anche ai miei figli che cominciano a dar segni di stanchezza anche nello studio, anzi sopratutto nello studio.
La sveglia al mattino é presto , il rientro a casa é tardi. A scuola fanno pausa due volte la giorno con la ricreazione ma molto spesso sono all’interno della scuola  se piove e fa troppo freddo, se  invece all’aria aperta, il cielo é quasi spesso coperto per cui il colore delle loro guance resta pallido ancora per molti mesi. La mancanza di luce puo’ provocare, disturbi all’organismo,  dare segni di stess, di mancanza di sonno ( mio figlio per esempio) con conseguente irritabilità, fatica e tristezza durante il giorno. Che fare?…dovremmo sottoporci a sedute di fitoterapia ma siamo tutti e troppo contaminati ci costerebbe davvero tanto , e con tutti gli impegni che abbiamo durante il giorno non avremmo neanche modo di “sederci” per assorbire la luminosità di una lampada. In attesa di  fare un trattamento di luce naturale e possibilmente sole e calore cerco di recuperare il colore alle guanciotte dei miei figli preparando delle pietanze  arancioni.
Risotto all'arancia, con carote,zucca e arancia candita
Risotto al succo d’arancia con arancia candita zucca e carote
300 g di riso Carnaroli
1 arancia biologica ( da utilizzare buccia e succo)
1/2 bicchierino di vino bianco secco
4 cucchiai di olio
50 g di burro
150 g di zucca tagliata a dadini
1 carota
3 bastoncini di arancia candita
1 l di brodo vegetale
sale
parmigiano
Preparate il brodo vegetale con carota,sedano e cipolla e tenetelo al caldo. Lavate bene l’arancia e grattugiate la buccia e ricavatene il succo che terrete da parte.Tagliate a dadini la carota, la zucca e i tre bastoncini di arancia candita. In una pentola a bordi alti  versate l’olio e aggiungete le verdure precedenti , facendole ben impregnare dell’olio, continuate per un minuto mescolando a fuoco basso. Mettete da parte tre terzi di questo soffritto. Versate ora il riso e la buccia dell’arancia grattugiata e fatelo tostare per qualche minuto. Appena i chicchi saranno lucidi versate il succo dell’arancia ed il vino. Fate evaporare e continuate ora la cottura del riso aggiungedo mano mano mestoli di brodo ( circa 15/20 min) a fiamma bassa. Poco prima di spegnere la fiamma aggiungete il resto delle verdure messe da parte, il burro per mantecare e servite. Se preferite cospargete di abbondante parmigiano.
Standard
cioccolato, creme, zenzero, zucca

Zucca, cioccolato,zenzero e….l’archivio foto

Zucca,cioccolato e zenzero candito

Version française en bas

Questa foto é da un po’ nella mia galleria di scatti culinari e non é la sola che giace da tempo, anzi questa giace da poche settimane, altre sono in attesa anche da più di 4/5 mesi e se non mi rubavano il pc ce n’erano ancora tantissime di qualche anno addietro….

….mi ripeto ogni giorno che devo fare le copie delle mie foto, di sistemarle per bene, catalogarle e di inserirle in una chiave per stoccare un grande quantitativo di  immagini ( non conosco il termine esatto) comprata apposta da mio marito. Per sbadataggine o per dimenticanza o mancanza di tempo, rinvio!!!!

E cosi, come é capitato ad Elga, anni di foto sono volate via. 
Una prima volta a causa di un virus e la riformattazione del disco rigido, una seconda volta per una grossa grossa disattenzione di mio marito; voleva fare una pulizia “profonda” del cp , la terza , ci hanno pensato i ladri portando via il mio portatile insieme ad un anno di foto e ricordi. Ogni volta un dramma che mi ha fatto mangiare le unghie e tirare i capelli dalla rabbia per aver mandato in “fumo” bellissime foto di viaggi, dei bimbi, di feste e compleanni e tanti altri di ricette ormai dimenticate. 
Le vogliamo fare ste benedette copie?
Intanto godiamoci questa cremina sfiziosetta e per niente difficile da realizzare ma che é stata un ottimo dessert, leggero e originale per il quale nessuno in famiglia ha avuto il sospetto che ci fosse di mezzo pure una zucca.
Zucca,cioccolato e zenzero candito
Crema di zucca al cioccolato e zenzero candito
per 4 persone
  • 200 g di zucca (la qualità potimarron sarà perfetta )
  • 80 g di cioccolato fondente
  • 50 g di zenzero candito
  • 4 cucchiai di panna fresca
Tagliare la zucca a pezzetti e cuocerla a vapore (circa 10 mn). Ridurre  la zucca in una purea. In un pentolino versare la panna e portare a bollore versare il cioccolato grattugiato e mescolare con un cucchiaio di legno fino a scioglierlo bene, togliere dalla fiamma ed aggiungervi lo zenzero candito dopo averlo ridotto a pezzettini con il mixer, aggiungere la purea di zucca e mescolare vivacemente con una frusta a mano. Per rendere la crema ancora più spumosa utilizzare il minipiper. Versate la crema in bicchierini con una sacca à poche e conservarla in frigo. prima di servire decorare con pezzetti di zenzero candito. 
Version française
Zucca,cioccolato e zenzero candito
Crème de potimarron au chocolat et gingembre confit
pour 4 verrines
  • 200 g de potimarron
  • 80 g de chocolat noir
  • 50 g de gingembre confit
  • 4 cuillères à soupe de crème fraîche
Coupez le potimarron en morceaux et le faire cuire à la vapeur (environ 10 mn). Passez le potimarron au tamis pour obtenir une purée. Dans une casserole verser la crème et porter à ébullition, versez le chocolat râpé et remuez avec une cuillère en bois jusqu’à ce que le chocolat soit fondu, retirez du feu et ajoutez le gingembre confit coupé en très petits morceaux,  ajoutez la purée de potimarron et mélangez vivement avec un fouet à la main. Pour  rendre cette crème  encore plus mousseuse mixez-la avec un mixer plogeant. Versez dans des jolies  verrines et conserver au réfrigérateur. Avant de servir, garnir de gingembre confit haché.

Standard
chorizo, cipolle di Tropea, zucca, zuppe

Zuppa di zucca con crema di chorizo e croccante di cipolle

Zuppa di zucca

Version française en bas

Questa é una ricetta che ho pensato prima di mettermi ai fornelli. Di solito l’improvvisazione nasce aprendo il frigo, invece in questo caso, é stato il fiuto, un’odore che ho percepito fuori, un colore, un’idea, un sapore che mi sembrava di gustare respirando nell’aria umida di questi  giorni pieni d’autunno.

Ho riacquistato  la zucca, ho comprato lo chorizo (quest’anno a causa della mia assenza in Calabria non ho salame casareccio e per esaudire il desiderio dei figli golosissimi, lo acquisto;-)) e preparavo la mia zuppa passo dopo passo già prima di rientrare. Ho voglia di colorare i miei piatti d’arancio, mancanza di calore?..puo’ darsi!!!! é certo che la zucca é l’ortaggio che più utilizzo nelle mie pietanze da qui a che non mi stanco!

La ricetta:
Per 4 persone

  • 800 g di zucca, quella che preferite
  • 2 patate
  • 40 cl di brodo vegetale
  • 15 cl di crème fraîche ( panna acida)
  • 100 g di chorizo dolce
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 20 cl di acqua
  • noce moscata
  • sale e pepe

Per la cipolla croccante:

  • 1 gossa cipolla bianca
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • 1 l. di olio per frittura
Preparare la cipolla croccante:
Tagliare la cipolla a fettine non troppo sottili. Mettere le fettine in una ciotola con il sale. Mescolare. lasciarle riposare 15 minimo 15 mn.
Aggiungere un buon cucchiaio di farina di riso e mescolare bene. Fare Riscadare l’olio (non troppo caldo) e figgere le cipolle poco per volta, mescolarle nell’olio, appena dorate, scolarle su di un foglio di carta assorbente.
Preparare la crema di chorizo: tagliare il salame a dadini, farli rosolare in una padella, aggiunger il concentrato di pomodoro e l’acqua calda, sale e pepe. Far ridurre questa salsa per 15 mn circa. Mixare bene il tutto e riservare al caldo.

Preparare la zuppa:

Sbucciare la zucca, toglire i semi interni e le fibre filamentose. Tagliare la polpa a cubi abbastanza grossi. Sbucciare le patate e tagliarle in due. Cuocere zucca e patate a vapore, circa 20 mn. Nel frattempo fare riscaldare il brodo vegetale.
Mixare la zucca e le patate aggiungendo  gradatamente mestoli di brodo bollente. Mettere la zuppa in una casseruola ed aggiungere la panna, sale,pepe e noce moscata, rimettere sulla fiamma e portare a bollore.

Appena comincia a sobbollire togliere la zuppa dalla fiamma e servirla in piatti fondi mescolando la crema di chorizo e delle cipolle croccanti.

Version française
Zuppa di zucca

Soupe au potiron à la crème de chorizo et oignons croquants
Pour 4 personnes

  • 800 g de potiron
  • 2 pommes de terre
  • 40 cl de bouillon végétal
  • 15 cl  de crème fraîche
  • 100 g de chorizo doux
  • 1 c à s de concentré de tomate
  • 20 cl d’eau
  • noix de muscade
  • sel et poivre
Pour les lamelles d’oignons croquants:
  • 1  gros oignon blanc
  • 1 c à c de sel
  • 1 c à s  bombé de farine de riz
  • 1 l d’huile pour cuisson
Préparez les lamelles d’oignons:
Emincez l’oignon en quartiers et puis en lamelles.Dans un saladier, mêlez les lamelles d’oignon au sel, laissez 15 minutes minimum. Ajoutez et mélangez la farine de riz .Faites chauffer une poêle, ajoutez l’huile. 
Lorsqu’elle est chaude, faites rissoler les oignons, en plusieurs fois. 
Retournez les oignons, lorsqu’ils sont dorés, les ôter à l’aide d’une écumoire. 
Les déposez dans un saladier sur du papier absorbant.

Préparez la créme de chorizo:

Coupé le chorizo en petits morceaux, faites-le rissoler dans une poêle, puis ajoutez le concentré de tomate et l’eau, salez et poivrezr, laisser réduire 15 minutes à feu doux. Mixer la sauce. Réservez au chaud.
Préparez la soupe:

Enlevez la peau et la partie filandreuse du potiron pour ne conservez que la pulpe. Coupez la pulpe grossièrement en gros morceaux . Epluchez les pomme de terre. Faites cuire à la vapeur potiron et pommes de terre. Faites chauffer le bouillon.Passez potiron et pomme de terre ensemble au mixeur en ajoutant régulièrement du bouillon bouillant. Reversez le mélange ainsi obtenu dans une casserole.
Ajoutez la crème, mélangez, assaisonnez (sel, poivre, muscade) et portez à ébullition.

Aux premiers bouillons, retirez la soupe, servez-la dans les assiettes en ajoutant la crème de chorizo parsemé des lamelles d’oignons craquants.

Standard