Dolci, dolci tradizione, viaggi

La Piéce montée

Piéce Montée

Piéce Montée originally uploaded by via delle rose

Vi presento la piéce montée…pardon, la mia piccola piéce montée.
Dunque spieghiamo meglio. Questo é il dolce tradizionale dei matrimoni e di tanti altre occasioni importanti dei francesi. Come potete vedere qui (originale) é fatta di tanti piccoli bignè, messi uno sopra l’altro a piramide, un po’ come i profiterole. E’ il dolce del trionfo é molto bella da vedere e i maestri della pasticceria francese ne fanno un loro trofeo di bellezza e di bontà. Detto questo vi confesso che a me non piace tanto,(l’originale) al mio matrimonio c’era lei inevitabilmente. Non sapendo neanche dire una vocale in francese, povera me!!!! non potevo neanche contrastare il maitre di sala per scegliere qualcosa d’altro, anzi ricordo di averci provato tramite mio marito ma dall’espressione stupefatta, del viso del signore, avevo già capito l’oltraggio della mia richiesta.

In pratica funziona cosi’: si ordina la piéce montèe, in base agli invitati, due/tre bigné a testa + il croccante, più sono gli invitati più aumentano i piani…più costa. L’ideatore é stato un architetto mancato divenuto pasticcere a Parigi, nel XIX secolo che con la sua estrosità ha ideato questo dolce riuscendo ad introdurlo nei banchetti reali con molto successo proprio per la sua maestosità.

Perché mi é saltato in mente di fare questo dolce???? No…non sto per risposarmi, il motivo é molto semplice ,prima, per farvela conoscere e secondo……..ho fatto le valigie e tra poche ore parto, ritorno al mio piccolo paese in Calabria per un’occasione importante….i 50 anni di matrimonio dei miei genitori….non potevo di certo mancare, unica figlia femmina e primogenita anche se, purtroppo a malincuore non possono venire i miei figli e me ne duole moltissimo, neanche mio marito, impossibile sostituirlo al lavoro. La loro assenza mi peserà molto, sarà una festa a metà anche per la mia famiglia. In questi ultimi giorni ho avuto un milione di dubbi, un susseguirsi di stati d’animo tra ripensamenti e entusiasmi e poi alla fine dovendo prenotare, obbligatoriamente, in anticipo, ho deciso di partire da sola.La mancanza dei miei bimbi sarà grande cosi’ come quella di mio marito, prendendo in considerazione un’aspetto positivo forse é un bene distaccarsene per un po’, non che io ne senta il bisogno. Riassaporare un pizzico di libertà e restare con i propri pensieri,leggersi nella propria anima, ritrovarsi come un tempo, penso che faccia bene alla salute del cuore.
Sarò’ tutta sola a “godere” di una settimana da single con la mia famiglia d’origine e soprattuto dopo 15 anni ad ottobre, in autunno…un periodo particolare per me,proprio perché é stato ad ottobre che ho lasciato per la prima volta l’Italia per partire definitivamente in Francia.

Faro’ uno stacco anche con il blog…voglio approfittare delle belle giornate di autunno inoltrato, dove ancora in Calabria fa caldo, si può’ passeggiare sulla spiaggia e sentire la brezza del mare…e leggere ,divorare libri. Ci risentiremo al mio ritorno….carica di sicuro, fra sette giorni. intanto questi dolcetti graditeli come simbolo della mia riconoscenza, per il vostro continuo affetto. A presto

La ricetta originale prevede una crema pasticcera, io ho optato per una crema al mascarpone….mezza scatola da consumare.
Piéce montés - beignets  mascarpone caramel
Piéce Montée originally uploaded by via delle rose

Ingredienti per preparere i bigné.

2 uova – 50 g. du burro- 75 g. di farna -30 g. di zucchero a granella – 20 cl. d’acqua – un pizzico di sale.

Ingredienti per la crema:-100 g. di Mascarpone –un sacchetto di zucchero vanigliato-un cucchiaio di zucchero a velo

Riscaldare il forno a 150/180°C – Scogliereil burro e l’acqua in un pentolino a fondo spesso. Appana comincia a sobbolire togliere la pentolina dal fuoco eversare la farina in una sola volta e mescolare vlocemente con un cucchiaio di legno fino a che la pasta diventi una palla elastica e che si stacca facilmente dalla pentola, aggiungere allora le uova uno alla volta senza smettere di mescolare ed aggiungere il sale. La pasta deve avere una consistenza liscia e compatta.
Formare delle piccole palline aiutandovi con un cucchiaio e posarele sulla placca del forno imburrata e infarinata o rivestita della carta speciale-Lasciare abbastanza spazio tra le palline perché gonfieranno durante la cottura. Mettere in forno per 15 minuti circa e all’uscita cospargerli di zuccherini.

Lasciarli raffreddare e farcirli con la crema di mascarpone e riservare in frigo.

Bigné, piccola parte di una Piéce Montée
Piéce Montée originally uploaded by via delle rose

Ingredienti per il croccante:
100 g. di zucchero – un cucchiaio di acqua
50 g. di semi di sesamo tostati

Procedere per un smplice caramello facendo sciogliere lo zucchero a fuoco lentissimo senza mai girarlo. Quando comincia ad imbiodirsi versare i semi e mescolare bene, versare il caramello su un foglio diarta forno, coprire con un altro foglio e con un materello pssare sopra per appiattirlo bene. Lasciare rappreffare. A questo punto, operazione un po’ delicata, traccire un cerchio, aiutadovi con la punta di un coltellino affilato ed incidere bene, ma delicatamente, e lentamente staccare le parti esterne che serviranno come decoro del dolce. Ricavato il cerchio pogiarlo su un piatto da portata e iniziare a sovrapporre i bigné farciti, in modo da formare un cono.

Bigné con crema di mascarpone

Piéce Montée originally uploaded by via delle rose

A parte preparare un’altro caramello sempre con 100 g di zucchero ed un cucchiaio d’acqua senza mai girare con il cucchiaio, muovendo di tanto in tanto il pentolino, lasciare sciogliere completamente lo zucchero. Togliere dal fuoco appena sciolto e ben dorato e mentre incomincia a solidifiarsi, con una frusta prelevare il caramello e cominciare a intingere i bigne tutt’intorno, formando dei fili o anche usando il solito foglio di carta forno ,lasciado scendere tanti fili sulla carta e aspettare che siano freddi per decorare i vostri bigné.

Il mio piccolo cono era formato da….11 bigné, mentre li preparavo qualcuno via via se li é mangiati.

P1030926
Piéce Montée originally uploaded by via delle rose

Standard
meme e premi, vacanze, viaggi

Un giro in Umbria e tanti amici da ringraziare… Premi?….tanti.

Agriturismo in Umbria…il nostro risveglio al mattino

Agriturismo veduta dalla nostra casetta

Orvieto – La Cattedrale

My creation Orvieto La cattedrale

Assisi
Assisi

Assisi – Particolari

My creation

Assisi

Una capatina in Toscana: Montepulciano

My creation

Assisi – Stanchi?…..Stanchi

Assisi
Assisi

Finito il giro….sfiniti e assetati, in attesa al super…chiuso

My creation

……..di corsa poi in piscina….

Piscina

la ricompensa…..I Premi

Eccomi a ringraziare: Daniela ,SilvanaUsa ,Mirtilla ,Essenza di vaniglia , Nighfairy,per questo premi sull’arte della mia vita…la cucina é arte e per me é una passione che mi distene, mi da piacere quando posso, con miei piatti, far piacere a chi li gusta, apprezzandoli, anche solo un poco. Non so’ se faccio arte, colgo l’attimo di ispirazione in base a degli ingredienti a portata di mano e molto facendo visita nelle vostre pagine che arricchiscono la mia curiosità per provare, sperimentare e…mangiare.

Un’altro bellissimo premio

Premio Luce Interiore, assegnatomi da Lenny, e dai simpatici Luca e Sabrina

Solo che sono un po’ birbantella, io, he si!!!! devo ammetterlo, non cedo al regolamento che prevede l’assegnazione del premio a 13 (mi pare) altrettante brave e amiche bloggers…come faccio????? Siete tutte bravissime e non oso citarne cosi’ poche, mi ripeto, lo so’, ogni volta, ma é cosi’…perdonatemi se spezzo la catena ma il premio lo do’ a tutte voi che mi seguite e che venite anche silenziose. Grazie

Standard
antipasti, contorni, vacanze, viaggi

Fiori di zucca alla mousse di formaggio in salsa di miele e limone

Fiori di zucca farciti al formaggio in salsa di limone e miele

L’Autostrada Salerno -Reggio Calabria, come ogni anno, ci stanca più dei 1500 chilometri già fatti e nonostante la sosta. Mano mano che scendiamo, con il caldo afoso scorrono ai lati della strada arbusti arsi e non molto decorosi. Potri mettermi alla guida, insistendo, per far riposare mi marito, ma lo spettacolo, già arrivati a Napoli ci sembra insidioso, traffico in coda con una sola carreggiata, deviazioni e autocarri,Tir,sempre più imponenti anche nella loro guida, sembrano voler primeggiare davanti a noi, avvolte sorpassano altri Tir lunghi e li vedi ondeggiare, mio marito stanco fa fatica ad accettare tanta intolleranza ,prepotenza ,scorrettezza e incoscienza, percui non mi sento di orendere in mano il volante, e mi prende la paura. Gli ultimi chilometri sono i più difficili e il disagio dell’autostrada,sembra volerci allontanare ancora di più, farci penare ancora di più il raggiugimento della nostra casa in Calabria, dove sempre di piu’ percepisco la difficoltà di questa terra a sorgere, a svilupparsi. Mi fa male, guardarmi intorno e ritrovare le stesse situazioni anche peggio, di anno in anno e la pena sale mano mano che mi avvicino al mio paese. Un groppo alla gola che scende al cuore, mi assale tra delusione,sofferenza e desiderio di riabbracciare la mia famiglia. Se potessi li porterei con me in un luogo dove forse potrebbere avere qualche agiatezza in più, se non altro un minimo di rispetto verso gli sforzi del loro lavoro dato, per migliorare le loro condizioni e portare via i bimbi dove forse un futuro meno incerto possa essere garantito. La mia terra mi dà gioia e sofferenza, la mia famiglia tanto affetto e riconoscenza con questi doni del loro giardino coltivato, per godere dei buoni frutti,ed anche risparmiare, anche se quest’anno neanche la terra , nonostante gli sforzi di mio padre, è riuscita a dare molto, il clima troppo sdregolato della passata primavera non ha regalato frutti in quantità, molti pero’sono e continuano a fiorire, i fiori di zucca che raccolti ogni due giorni vanno consumati velocemente , e la mia felicità è colmata.

fiori di zucca con formaggio e salsa di limon e miele

Per 4 persone 8 fiori di zucca freschissimi, lavati asciugati all’aria
250 g. di ricotta di pecora freschissima

1 uovo (freschissimo regalatomi gentilmente dalla Sig.della Azienda La Rocchetta di Marrara vicino a Elga dove abbiamo passato i due giorni di sosta in assoluto riposo e godere dei suoi prodotti biologici)
Tanto basilico tritato fino
un cucchiaio di parmigiano
un limone bio
due cucchiai di miele Millefiori (regalatomi dalla mia carissima Elga)

My creation

Dopo aver tolto il pistillo nei fiori di zucca e maneggiati delicatamente, li ho farciti con la mousse di formaggio che ho preparato ammorbidendo la ricotta bene con una forchetta,essendo freschissima ho ottenuto una crema molto liscia, ho aggiunto il basilico tritato finissimo il tuorlo un pizzico di sale del pepe nero in grano macinato al momento ed il cucchiaio di parmigiano. A parte ho montato la chiara d’uovo a neve ferma ed incorporata delicatamente con una spatola al composto di formaggio per dargli la consistenza di una mousse. Dopo averli farciti i fiori li ho sistemati in una teglia con poco olio evo sul fondo. Intanto ho spremuto il limone in una ciotola e versato quattro cucchiai di olio ed il miele ed ho emulsionato bene con la forchetta, ho cosparso questa salsina sui fiori di zucca che ho passato in forno per 20 minuti a 200°c. Mangiati sia caldi che freddi sono deliziosi.

My creation

Un consiglio: all’uscita del forno, da preferire senza dubbio, potrete versare ancora del’altra salsa preparata a parte in più, ne sono certa darà quel tocco ancora più gustoso,sopratutto se non vengono consumati subito, tiepidi o freddi. E’ quello che faro’ la prossima volta.

Standard