cioccolato, crostate, dessert, fragole, Lamponi, limone, tartellette

Una tartelletta cosi’ non puo aspettare

Tartelletta alla crema di cioccolato al limone e frutta

Bé é speciale questa tartelletta, ricca ,golosa e fresca e non poteva aspettare la prossima settimana per essere fotografata e sopratutto mangiata…

Limoni

E’ per il bentornato a casa   di mio figlio. Le sue energie spremute come dei limoni pero’ entusiasta del viaggio in Italia, occhi piccoli da poco sonno e più magro anche se ha mangiato tantissimo e benissimo.

Hanno camminato e assimilato cultura,storia arte.  Le gite scolastiche non sono più come me le ricordo io, o forse i francesi le organizzano in modo diverso da quella che io ricordo. Una vera e propria kermesse di cultura, storia e istruzione, con quaderni di appunti e registrazioni, disegni e schizzi per immortalare l’arte con i suoi monumenti e musei,  i luoghi storici  e mistici più significativi tra le  due città  più importanti della nostra Italia.
Roma e Firenze  assorbite al massimo senza tralasciare la bellissima Siena raccontata attraverso il magnifico palio.

E’ arrivato stanchissimo dopo le 20 ore di viaggio in pulman ma carico di sapere e voglia di raccontare e questo  é cio’ che conta.  E la sua mamma che la sa lunga le ha preparato queste deliziose tartellette che non potevano aspettare.


Limone candito*
50 g di acqua
50 g di zucchero
1 limone bio
Fate sciogliere lo zucchero nell’acqua portandola a bollore per 5 minuti. Appena diventerà sciropposa, spegnere e lasciar raffreddare. Tagliate il limone dopo averlo lavato ed asciugato a fette sottili. Preparate un foglio di carta forno ed aggendete il forno a 100°C. – Raffreddato lo sciroppo, immergete una per volta le fette del limone, impregnatele bene e pogiatele dul foglio di carta forno. Mettetele in forno per 1 ora e 30 minuti circa finché siano asciagate ma non del tutto. Spegnete il forno e lasciatele all’interno per una notte.

Tartelletta

Tartellette con ganache al cioccolato e limone e frutta fresca

per la pasta frolla 
100 g. di zucchero
275 g. di farina

buccia di limone grattugiata
200 g. di burro
3 tuorli

E’ una frolla semplice che faccio sempre in quantità  sufficientemente per 10 tartellette piccole e che a volte preparo direttamente nelle formine e congelo, cosi’ quando ne ho bisogno le tiro fuori e le metto direttamente in forno cuocendole in bianco e le guarnisco a secondo le voglie del momento.

Preparare la pasta frolla con gli ingredienti mescolando prima la farina e lo zucchero poi aggiungere il burro a pezzetti e lavorare con la punta delle dita ed infine le uova formando una palla che lascerete riposare in frigo per mezz’ora, in un film alimentare, nel caso la vorrete subito utilizzare altrimenti seguite il mio consiglio su 😉

P1140547
Per la ganache al cioccolato e limone

1 dl di panna fresca 
100 g di cioccolato fondente ( al 70% circa)
1 la buccia di un limone non trattato
1 cucchiaio del succo del limone
Per la garnitura: fragole,lamponi e limoni canditi*

Versate la panna in una ciotola e mescolatevi la buccia del limone grattugiata ed il succo.
Tritate il cioccolato con un coltello ben affilato, fatelo sciogliere a bagno-maria con un cucchiaio di panna. Appena sciolto, toglietelo dalla fiamma e versate il resto della panna . Lasciate intiepidire la ganache e poi con le fruste elettriche montate a crema per renderla spumosa. Distribuitela sulle tartellete con un cucchiaio o con un sac à poche. Fate raffreddare 15 min a temperatura ambiente. Tagliate la frutta a pezzetti e disponetela sul cioccolato. Inserite degli spicchi di limone candito.

Standard
antipasti, carciofi, formaggio, menta, pistacchi, tartellette

Corolle dell’ Orto

Tartellette
Version française en bas

Non é semplice “sublimare” (parola molto frequente  attualmente, nel vocabolario degli chefs francesi) delle verdure, quando trattasi di verdure già sublimi come quelle del’OrtoCori.

Appena ricevuto il pacco, ben curato nei particolari con le loro conserve, non ho resistito alla tentazione, ho aperto subito i vasetti per gustarne la loro bonta. Funghetti trifolati, crema di carciofi,  crema mediterraneaolive di Gaeta, tutto rischiava di sparire in un’attimo senza che io potessi  realizzare la mia  di “sublimazione”. Ed ho sottratto dalla nostra ingordigia il vasetto di carciofini alla brace.

Sono prodotti di ottima qualità difficili appunto da essere trasformati in qualcosa di più buono, di più stuzzicante. Il mio primo pensiero é stato di farne una quiche ma mi dispiaceva dover mettere in forno un prodotto già cosi’ perfetto nel suo condimento per cui ho immaginato con i pochi carciofi rimasti, un fiore nel fiore, una pasta brisé leggermente zuccherata, cotta in bianco e farcita di formaggio cremoso con l’aggiunta di un cuore di carciofo e pistacchi per il lato croccante e cromatico.

La ricetta della pasta brisé

  • 300 g di farina
  • 150 g di burro morbido
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 8 cl di latte tiepido

Mescolate la farina con il sale e lo zucchero.
Aggiungere il burro morbido e lavorare velocemente con le dita. Otterrete un impasto sbricioloso. Aggiungere velecemente il latte tiepido, fare una palla.
Stendere la pasta su di un foglio di carta forno e ricavarne 4 cerchi, di 13 cm di diametro. Disporre i cerchi di pasta nelle formine per tartellette, imburrate ed infarinate. Ricavate dal resto della pasta dei piccoli cerchi di circa  2/3 cm di diametro per formare i petali. Disponendoli sul bordo della tartelletta, facendoli aderire sulla pasta lungo i lati interni. Mettere a cuocere le tartellette in bianco in forno preriscaldato a 200°C. per 15/20 min. Fate raffreddare.

Ingredienti per la farcitura:

  • 120 g di formaggio philadephia o altro simile.
  • 1 cucchiaino di menta disidratata
  • sale e pepe
  • 4 carciofini alla brace OrtoCori.
  • pistacchi per decorare

Mescolate il formaggio con la menta, sale e pepe. Spalmate la crema ottenuta sulle tartellette e piazzate al centro un carciofino aprendone delicatamente le foglie. Decorare con pistacchi.

Version française
Tartellette



Corolles de pâte brisé sucré aux artichauts Orto Cori


Pour la pâte brisé sucré

  • 300 g de farine
  • 150 g de beurre en dés et en pommade
  • une petite demi-cuillerée à café de sel
  • 1 cuillères à soupe de sucre
  • 8 cl de lait tiède

Mélanger la farine, le sel et le sucre dans un plat.
Ajouter le beurre en pommade ( sortez-les 3 heures avant) puis incorporez-le à la farine en pétrissant rapidement et légèrement du bout des doigts. On doit obtenir une sorte de semoule grossière.
Incorporer rapidement le lait.  Faire une  boule. C’est  pas nécessaire de garder la pâte au frigo.
Préchauffez le four à 200°C.
Etalez la pâte sur du papier cuisson et coupez avec un’importe pièce 4 ronds de 13 cm de diamètre. Disposez-les dans de moules à tartelettes beurrées et farinées. Avec un’ importe pièce de 2 ou 3 cm de diamètre coupez des petits ronds avec le restant de la pâte ,pour former les pétales.
Cuire le 4 tartes en blac, pendant 15/20 min. Laissez refroidir.

Ingrédients pour farcir les tartelettes

  • 100 g de fromage philadelphia ou Saint Moret
  • un c à c de menthe seche
  • sel e poivre
  • 4 coeur d’artichauts grillés OrtoCori
  • des pistaches pour décorer

Mélangez le fromage avec la menthe,salez et poivrez. Etalez le fromage dans les tartelettes et placez au centre un ceour d’artichaut délicatement ouvert, décorez avec des pistaches. Servez!

Standard