Insalatine aromatiche, pesto nero e le ultime arance

Carote al vapore con uvetta e pesto nero
Questo fine settimana é stato un po’ faticoso, forse perché il cambiamento dell’ora stanca un po’ anche se  adoro questo periodo…finalmente la primavera c’é con tutti i suoi benefici sul morale, sulla pelle, negli occhi e, la respiro profondamente.
Pero’ non avevo voglia di fare granché se non sdraiarmi al sole,  ma ahimé, il sole questo fine settimana  si é nascosto sopra grosse nuvole che preannunciavano la pioggia e che é arrivata puntualmente. 
In primavera mi piace anche la pioggia.

Per questo la mia cucina non é stata molto produttiva, ho solo preparato delle insalate e mi sono finalmente decisa ad utilizzare l’aglio nero.…..

Carote al vapore con uvetta e pesto nero

Immagino che qualcuna di voi se lo sia chiesto,” la fine di quell’aglio strano”   !!!, bé,  anch’io a dire la verità, visto che l’avevo ben conservato in frigo ( non so se era il caso ma per quello che é costato!!!!) come se fosse un tesoro da custodire.

P1140045

Non sapevo bene come utilizzarlo se non mangiarlo come una caramella mou tanto é buono, dolce, “agreable” nella bocca, morbido proprio come una prugna.
Ma siccome erano circa 8 spicchi, dopo averne mangiati due, tre, quattro spalmandoli su una fetta biscottata, ho trovato l’idea, “banalissima” di un pesto.

Patatine novelle ,polpo e insalatina tenera condite con pesto nero - Baby potatoes, octopus salad  with pesto black

Avevo anche acquistato un polpo garantito dal mio prescivendolo “tenero”. Gli ho chiesto gentilmente di pulirmelo, garbatamente l’ha fatto senza alzare il sopraciglio sx e trovare la scusa che c’erano clienti in attesa di essere serviti. L’ho ringraziato con simpatia 😉

Tortine all'arancia con salsa all'arancia e gocce di cioccolato

Infine ho preparato delle tortine deliziose con le ultime arance.

Pesto nero
5 steli di coriandolo
5 steli di prezzemolo
20 foglie di basilico2 spicchi d’aglio nero *
1 cucchiaio di pistacchi di bronte
1 dl di olio di colza
1 cucchiaino di sale grosso
1 cucchiaino di pepe nero in grani

Lavare bene le foglie delle erbe aromatiche ed asciugarle con uno strofinaccio pulito. Mettere tutti gli ingredienti in un mixer. Mixateli non troppo finemente, aggiungendo gradatamente l’olio.( se preferite utilizzare il mortaio pestate tutti gli ingredienti insieme, aggiungendo l’olio poco per volta.)
* Non é facile trovare l’aglio nero in commercio io l’ho acquistato on line qui. Ovviamente se volete fare il pesto usate tranquillamente dell’aglio rosa togliendo la parte intena verdina (il germe) per impedire il gusto troppo forte e fastidiosi problemi di alito.  Se volete ottenere l’effetto nero aggiungete delle olive nere tritate, il gusto é completamente differente ma buono lo stesso.
P1130732

Insalata di carote al pesto nero
6 carote novella
2 cipollotti
1 cucchiaio di uvetta sultanina
2 cucchiai di aceto di mele
Sale e pepe
2 cucchiai di pesto nero

Fate scaldare un litro di acqua in una grande pentola. Lavate le carote e sbucciatele. Tagliatele a rondelle e mettetele in un paniere perforato per la cottura a vapore. Inseritelo nella grande pentola, coprite con un coperchio e fate cuocere 5 mn.
Tagliate i cipollotti a fettine sottili e mettelete in una ciotola con l’aceto di mele e l’uvetta sultanina, il pesto nero ed infine le carote ancora calde. Mescolate bene gli ingredienti, aggiustate di sale e copritele di un film alimentare lasciandole raffreddare ( in questo modo tutti gli aromi ed i profumi saranno assorbiti dalle carote) servitele fredde.

Insalata di polpo con patatine novelle e aglio nero

Insalata di polpo e patate novelle


1 polpo da 1 Kg già pulito e spellato
1 kg di patatine novelle
10 cl di vino bianco secco e fruttato
1 foglia di alloro
mezza cipolla
1 costa di sedano
una carota
1 cucchiaio di aceto
sale
Pesto nero per condire

Qualche foglia di insalatina mista. (facoltativa)
Portare ad ebollizione abbondante acqua con la foglia di alloro, le verdure ed un cucchiaio di aceto.
Intanto lavate bene il polpo sotto l’acqua corrente
Quando l’acqua bolle, immergere il polpo nell’acqua e abbassare il fuoco al minimo, non deve bollire forte ma solo fremere.
Coprire e cuocere per 40 minuti, la carne dovrà essere tenera. Attenzione a non prolungare la cottura oltre il dovuto per evitare che la carne indurisca.
Toglierlo dall’acqua, e tagliarlo a pezzetti.
Mentre il polpo cuoce, cuocere in un cestello a vapore le patatine novelle con tutta la buccia ben spazzolate e pulite, per circa 20 . Verificate la cottura pungendole con i rebbi di una forchetta .
Scolarle, tagliarle in due.
In una grande ciotola, riunite il polpo e le patate ed versatevi sopra il vino bianco, appena sarà tutto assorbito , condite generosamente con il pesto nero, aggiungete del sale se occorre e una macinata di pepe nero e mescolate delicatamente, aggiungete infine le foglioline dell’insalata (facoltativa).
Servire tiepido o freddo.
Tortina all'arancia


Tortine all’arancia

1 piccola arancia bio
1 uovo
55 g di zucchero
80 g di farina di mandorle
1 cucchiaio raso di maizena
1/2 cucchiaino raso di bicarbonato di sodio
1 cucchiaio di zucchero a velo

Mettete l’arancia in una piccola casseruola e coprite d’acqua. Fate bollire, poi coprite e lasciate sobbollire per 30 minuti. Quando il frutto é tenero scolatelo e lasciate raffreddare. Tagliate l’arancia in due per togliere i semini e mixatela per ridurla in una purea.
Sbattete il tuorlo d’uovo con lo zucchero per almeno 5 min, finché il composto diventa spumoso e quasi bianco (come per lo zabbaione, insomma!), Aggiungete la purea dell’arancia, la farina di mandorle, la maizena ed il bicarbonato. In un’altra ciotola montate l’albume a neve ben ferma aggiungendo lo zucchero a velo. Quando é bello lucido e brillante incorporatelo con una spatola all’impasto precevente.
Preparate delle formine in silicone, o dei pirottini oppure delle formine in ceramica ben imburrate e distribuitevi il composto. ( io ho usate delle formine in silicone della Silikomart) –
Accendete il forno a 180°C. e fate cuocere per 25/30 minuti circa, verificate la cottura con uno stecchino. Lasciate raffreddare prima di servire accompagnandole di salsa all’arancia.
Tortina all'arancia
Salsa all’arancia con goccie di cioccolato
2 arance bio
50 gr di burro
100 gr di zucchero di canna
5 cl di Grand Marnier
150 g di acqua minerale
Lavare le due arance e tagliare la buccia con il rigalimoni. Tagliarle a vivo eliminando la parte bianca e ricavare solo la polpa e riservare. In un pentolino far sciogliere il burro con lo zucchero, mettere la buccia delle due arance e caramellare. Sfumare con il Grand Marnier, aggiungere la polpa delle arance a pezzetti, l’acqua e versare nel mix, mixare il tutto; Filtrare e servire insieme alle tortine.
Annunci

Appuntamento al cinema 2 – Soul Kitchen – Sardine fritte"dell’agente immobiliare" su letto di lattuga romana

Ricetta Soul Kitchen - Sardine.......
Version française de la recette en bas

Eccomi al secondo appuntamento con il film Soul kitchen, cioé con le ricette del film in anteprima e in anteprima su You Tube potrete seguirne qualche scena divertente. Questa settimana una ricetta che non mi aspettavo a base di pesce, si magari in tema con le prossime vigilie ma le sardine non mi sembrano troppo indicate,  é un piatto freddo adatto piuttosto ad essere servito in periodi più caldi. Comunque, un piatto sfizioso, semplicissimo da realizzare e che questa volta non ho seguito alla lettera…Le sardine rientrano benissimo nella mia alimentazione datosi che essendo io Calabrese, ne ho mangiate davvero tante. E  perché no, mi son detta, pensandoci bene,.visto l’avvicinarsi delle prossime feste e che é   tradizione servire del pesce, concediamoci pure un piatto povero e poco calorico.

Una semplice modifica nell’esecuzione l’ho dovuta praticare, intanto invece di friggerle le sardine le ho cotte in forno e al posto del’ingrediente “Pul Biber” (fiocchi di paprika)  ho utilizzato fiocchi di peperoncino dolce, molto più facile reperire nella mia dispensa ed infine il porro( mai mangiato crudo) l’ho cotto al vapore e condito il tutto con olio d’oliva ed il succo di una arancia…un tocco personale per gradire meglio questo piatto dai sapori mediterranei.

Sardine Fritte(al forno) “dell’agente immobiliare” su letto di lattuga romana
Soul-ingredienti
1 k di sardine fresche 
100 g du farina di mais fina
1 cucchiaino da tè di Pul Biber (fiocchi di paprika macinati grossolanamente) (fiocchi di peperoncino )
sale
Il succo di un limone
Olio di mais per friggere (Olio d’oliva)
2 cespidi lattuga romana 
Un ciuffo di prezzemolo (coriandolo) 
3 porri
2 scalogni
2 lime
3 cucchiai da minestra d’olio d’oliva
 il succo di un’arancia ed la sua buccia (bio)
Desquamate (se necessario) le sardine e sciacquatele in acqua fredda. Asportate ad ogni pesciolino la testa e
praticate un’incisione all’altezza della pancia per ripulire le interiora. Lasciate i pesci per circa un’ora sotto
acqua corrente fradda.Asciugateli poi su carta da cucina, salate e versateci sopra alcune gocce di succo di limone.
Spianate su di un piatto la farina di mais, un po’ di sale ed il Pul Biber. Scaldate olio di mais a sufficienza in una padella. Impanate con cautela i pesci e friggeteli dorati da entrambi i lati. Mettete le sardine in un a teglia con carta forno, aggiungete dell’olio d’oliva e del succo di limone e far cuocere a 200°C, per 15 min circa.
Lavate i cespi di insalata in acqua fredda. Scolate le foglie e taglietele in piccoli pezzi. Fate lo stesso con il prezzemolo. Sbucciate lo scalogno e tagliatelo ad anelli sottili, insieme al porro (preventivamente cotto al vapore). Mischiate tutti gli ingredienti in un’insalatiera. Condite poi con l’olio d’oliva ed il succo dei lime ed il succo d’aracia. Servite le serdine in un vassoio assieme all’insalata e decorate con il prezzemolo coriandolo e qualche spicchio di limone, la scorza grattuggiata dell’arancia. Accompagnate con del pane.

Soul Kitchen


Version française

Deuxième Rv, avec les recettes du film Soul Kitchen, une recette dont j’ai apportée ma touche personnelle que vous trouverez modifié en bleu ci dessous.

Ricetta Soul Kitchen

Sardines panées sur un lit de laitue romaine
Soul-ingrédients
1 k sardines fraîches
100 g de farine de maïs
1 cuillère à café de Pul Biber (flocons, le paprika, grossièrement moulu) flacon de piment doux
sel

le jus d’un citron
huile de maïs pour la friture huile d’olive
2 têtes de laitue romaine
persil coriandre
3 poireaux
2 échalotes
2 citron vert petit
3 cuillères à soupe d’huile d’olive
1 orange bio et le zeste râpé.
Vider les sardines. Les laver soigneusement de façon à éliminer les écailles et la tête.Laissez-les  pendant  une heure dans une bassine avec de l’eau froide. Sécher les poissons sur du papier absorbant, Saler et poivrer à l’intérieur, verser quelques gouttes de jus de citron.
Versez
la farine de maïs dans une assiette avec un peu ‘de sel et de Pul Biber. Chauffer l’huile de maïs dans une poêle assez large. Panéz  les sardines et le faire dorées des deux côtés. Absorber l’excès de graisse avec une serviette de papier  Mettez les sardines sur la plaque du four, arrosées avec de l’huile d’olive, faites le cuire à 200°C. pendant 15 min.
Laver la laitue dans l’eau froide. Égoutter les feuilles et coupez-les en petits morceaux. Hachez le coriandre. Peler les échalotes et les couper en rondelles fines avec le poireau , prehelablement cuit à la vapeur. Mélanger tous les ingrédients dans un bol. Ensuite, assaisonné d’huile d’olive,le jus de citron vert et le jus d’orange.Servir le sardines panées sur un plat avec une salade et décorer avec du coriandre, le zeste d’orange et quelques tranches de citron. Servir avec du pain.


Tonno marinato Tandoori e riso rosso fior d’arancio

Tonno marinato tandoori et riso rosso e fior d'arancio
Ho trovato questo pacchetto di riso rosso della regione Camarga, girovagando nella Grande Epicerie a Parigi….come non farmene una scorta dei differenti profumi?…” Avec ces spécialités entierement naturelles,Péchés de Provence s’invite à votre table, pour un enchantement de saveurs et de couleurs.Ingrédients rigoureusement sélectionnés: riz de Camargue et fleurs ou fruits séchés .Toute notre attention s’est mobilisée autour de ces étonnants mélanges aux parfums délicats.” é scritto sul pacchetto che non ho tradotto per la bellezza del testo e perché sono sicura che riuscirete a comprenderne il significato. Una selezione di riso di alta qualità scelta per soddisfare gli amatori di questo cereale con l’aggiunta di profumi naturali preparati secondo le tradizioni mediterranee. Riso integrale e malva, Riso rosso e gelsomino, Riso lungo e rosa, Riso integrale e papaveri, Riso tondo e mela, Riso lungo e lavanda, ecc.ecc. ( Ci tengo a precisare che non faccio pubblicità a questo prodotto dietro ricompensa, é solo una mia spontanea segnalazione per farvi conoscere un prodotto che ritengo eccellente e condividere con voi il piacere di gustarlo….)Per questa preparazione, restando sempre in tema di sapori d’oriente, ho scelto di accompagnare le trance di tonno con il riso rosso e fiori d’arancio. Peccato che i profumi non si possono sentire attraverso lo schermo ma di sicuro chi ama e conosce questi aromi puo’ immaginare la sublime delicatezza dei fiori d’arancio e il sapore intenso e deciso della miscela di spezie indiana più conosciuta nella preparazione del pollo Tandoori!
Nota: Non potendo reperire facilmente questo riso naturalmente é possibile ottenere lo stesso effetto utilizzando del riso rosso con l’aggiunta di qualche goccia d’acqua ai fiori d’arancio.

Tonno marinato tandori et riso rosso fior d'arancio

Ingredienti per 4 persone

-2 fette di tonno freschissimo di 200 g e di 2 cm di spessore

2 cucchiai d’olio evo

1 cucchiaio di miscela tandoori

-1 cucchiaino di pepe sishuan

-200 g di riso rosso

-50 g di burro

-sale

Impregnare bene le fette di tonno con l’olio,la miscela tandoori e i grani di pepe seshuan. Mettere in un piatto filmare e lasciare riposare per mezz’ora in frigo.Preparate il riso facendo sciogliere il burro, in un pentolina, versare il riso e far tostare pochi minuti, versare 400 g d’acqua bollente salata abbassare il fuoco ,coprire e lasciare assorbire completamente l’acqua. Tenere in caldo. In una padella antiaderente fate grigliare il tonno 4 minuti da ogni parte, lasciando che il cuore resti rosato. Servire subito con il riso ed un filo d’olio evo.

En français , s’il vous plait

Tonno marinato Tandoori et riso rosso fior d'arancio

Thon mariné à la sauce Tandoori et riz rouge et fleurs d’oranger

Ingrédients pour 4 personnes

-2 tranches de thon rouge trés frais de 200 g et 2 cm d’epesseu

-2 c à s d’huile d’olive

-1 c à s de mélange Tandoori

-1 c à c de poivre sichuan

-sel

-200 g de riz rouge et fleur d’oranges Péché de Provence

-50 g de beurre

-sel

Frottez les tranches de thon avec un mélange d’huile, le tandoori et les graines de sichuan, salez les deux côté. Mettez-les dans un plat couvrez avec un film alimentaire,laissez reposer pendant une demi heure dans le frigo.Préparez le riz selon les instruction de la boite. Reserver. Dans une pôele antiadesive chaude faites cuire les tranches de thon à feu vif , 4 min de chaque côté. Il doit resté tendre et le coeur mi-cuit.
Servez aussitôt les tranches de thon avec le riz et d’huile d’olive extra.

My creation