Prugne: imparando a conoscerne le proprietà nutritive si cucinano meglio. Arrosto di maiale farcito con salsa alle prugne

Filetto di maiale farcito di prugne,noci e........

Le prugne fresche cosi’ come i fichi ci lasciaranno presto e noi che le amiamo tanto non smettiamo di saziarcene. Non mi sono mai soffermata troppo ad approfondire le qualità della frutta in genere, tanto mi ( ci ) piace, é buona e questo mi basta a farmene scorpacciate, ma questa volta ho dato uno sguardo, prendendo le informazioni sul web e tante cose interessanti ho acquisito proprio a proposito delle  prugne.
Prugne

Da ricerche scientifiche, la prugna é risultata avere ottime proprietà benefiche per la nostra salute tanto quanto i mirtilli per proprietà antiossidanti* e fitonutrienti in essi contenuti.

Scopro poi che le prugne sono “ottimi integratori per le nostre diete “dimagranti” perché contengono sostanze che ci aiutano a regolare l’apparato digerente, a purificare il corpo dalle tossine, dal colesterolo cattivo e a migliorare il nostro metabolismo”.….mica poco?
Filetto di maiale farcito con salsa alle prugne e cipolle di Tropea

E ancora: “sono una fonte particolarmente ricca di minerali che rafforzano le ossa. Aumentano l’omoglobina, regolano il battito cardiaco e la pressione sanguigna.Contengono la vitamina K, necessaria per la composizione e la coagulazione del sangue. Prevengono il morbo di Alzheimer e provocano l’inibizione della crescita delle cellule tumorali senza alterare le cellule normali. infine contengono una vasta gamma di vitamine e minerali: potassio,manganese,ferro,zinco,rame,calcio,fosforo; vitamine C,K,gruppo B, beta-carotene,acido folico.” 


*Gli antiossidanti sono molecole speciali che agiscono nel nostro organismo ricercando i dannosi radicali liberi e di eliminarli. I radicali liberi contribuiscono allo sviluppo di cellule tumorali, all’insorgere di malattie cardiovascolari e sono causa di invecchiamento precoce.


Insomma non c’é altro da aggiungere se non trovare il modo di consumarne il più possibile, ben lavate ovviamente e preparate anche in modi diversi sia nei dolci, con ottimi risultati ed é scontato, cosi’ come  confezionarne confetture, ma anche come contorno un po’ inusuale,  come si fa con quelle secche, abbinate per esempio, con le cipolle rosse di Tropea che accompagnano molto felicemente un buon filetto di maiale al forno…. se vi va di provare?!!!!

Arrosto di maiale con prugne e noci

La ricetta:

Filetto di maiale farcito con prugne e noci e salsina alle prugne, alloro e rosmarino
per 6 persone:
un filetto di maiale di circa 700 gr
due fette di pane incassetta
1 cucchiaio di erbe fresche (menta,coriandolo,basilico,prezzemolo)
4 noci sgusciate
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai d’olio
il fondo di un piccolo bicchiere di vino rosso
2 fette di coppa o prosciutto crudo
1 prugna
sale e pepe

per la salsa alle prugne:
4 prugne non troppo mature
1 grossa cipolla di Tropea
foglie d’alloro

un rametto di rosmarino
1 cucchiaino di zucchero ( ma anche due se vi piace l’agro-dolce)
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe

Preparate la farcia: mixate le fette di pane insieme alle erbe fresche , alle noci, l’aglio, le fette di coppa o del prosciutto crudo, i due cucchiai d’olio un pizzico di sale e pepe. taglite una prugna a dadini molto piccoli e mescolateli all’impasto.

Preparate il filetto, apritelo nel senso della lunghezza ed infilateci la farcia. Legatelo per bene con un filo alimentare.
Fatelo rosolare con poco olio d’oliva in una pentola antiaderente, uno spiccho d’aglio. Fatelo dorare per bene da tutti i lati a fiamma medio alta., versate il vino, rigirate per bene il filetto, nella salsa perché si possa impreganre bene. Spegnete il gas. Trasferite il filetto in una pirofila e fatelo cuocere in forno a 180° Per 30 minuti.

Nella stessa padella aggiungete la cipolla tagliata a fettine, le prugne tagliate in 4, le foglie d’alloro, il rosmarino e fate appassire molto dolcemente a fiamma bassa, senza far rosolare. Aggiustate di sale, pepe ed infine aggiungete un fondo di un bicchiere di acqua tiepida e lo zucchero. mescolate il tutto per bene insaporire. Le cipolle e le prugne devono restare intatte. In tutto circa 2/3 minuti.

Appena trascorso il tempo di cottura dell’arrosto, toglietelo dal forno e trasferitelo nella pentola con le prugne fate rotolare l’arrosto nella salsa incoperchiate e lasciate intiepidire.

Preparate i piatti di servizio. Togliete il filo dall’arrosto, tagliatelo a fette e distribuitele nei piatti, coprite con la salsa delle prugne calda.

Visualizza versione stampabile

Annunci

Piccole mele, rosmarino,cipollotti e un’insalata colorata di rosso fragole

Montages5

E’ difficile scrivere un post  di un we tranquillo trascorso in famiglia, nella nostra accogliente e confortante casa senza soffermarci un’istante (anche di più) e rivolgere un pensiero al Giappone. Su tutte  le reti televisive del mondo scorrono delle immagini da incubo,  per l’ennesima volta una grande  tragedia  sconvoge, inaspettatamente con troppa violenza, un popolo nella sua quotidianità.

Rifletto per dare un senso a cio’e mi guardo intorno pensando a quanta fortuna io abbia, ad avere vicini ed in buona salute i miei figli, mio marito ed il profumo rilassante della nostra casa. 

Collage di Picnik

Spaghetti di mais con cipollotti, pancetta,rosmarino e caciotta calabrese

Questo post avrebbe dovuto avere un’altro inizio invece non posso nascondere la mia tristezza  ed impossibilità di fare non so bene neanch’io cosa per alleviare anche dal mio animo questo grande dramma.

Ho acceso una candelina “alle erbe primaverili dopo una giornata di pioggia“, c’era scritto cosi’ sulla scatola dov’era confezionata. Ho pensato subito che sarebbe stato il giusto mix di profumi , perfettamente adeguato al fine settimana con il cuore gonfio ma carico di buone riflessioni. Sarà stata  quest’onda magica e malinconica allo stesso tempo ,che aleggiava costantemente sotto il mio naso  a darmi voglia  di trasferire gli stessi aromi anche nelle mie pietanze,…. e sono andata in cucina.
chips di mele

Nel negozio BioStore (cliccando sul link potrete vedere dove vado  a fare spesa i fine settimana) ho trovato delle melette piccole ed anche in promozione e ne ho approfittato per riempire il cesto della frutta, presto sarà composto da altra frutta di stagione come le fragole . I miei figli non fanno altro che richiamarmi per non averle ancora comprate…”presto”, – rispondo, ” presto ve le comprero’ “. Intanto  con queste melette dolcissime e succose ho preparato un clafoutis, utilizzando come aroma gli ultimi steli di rosmarino calabrese rimasti ancora fioriti.

Ho trovato anche degli spaghetti al mais, che tengono bene la cottura, restano perfettamente al dente e con l’aiuto di mio figlio Alex , che sembra avvicinarsi con più interesse alla cucina, ho realizzato un primo semplice e veloce.

Una parte di queste piccole mele le ho disidratate per sgranocchiarle come aperitivo, come spuntino fuori pasto.

Vinaigrette alla confettura di fragole
Infine un’isalatina colorata che contine frutta e foglioline tenere di campo e che ho condito improvvisando una vinaigrette con della marmellata di fragole che ha anche accompagnato divinamente un formaggio, lo squacquerone gentilmente inviatomi  dall’Italia da Oxana e colgo l’occasione di  ringraziare di vero cuore, per aver osato e rischiato  la  spedizione  di  un prodotto cosi delicato ma anche tanto prezioso per me.


Aggiornamento: Sul blog di Wennycara, potrete trovare un link per cominciare a donare anche pochi euro alla gente del Giappone, grazie all’iniziativa di una blogger “ Chika di *she who eats

P1130405

Mele disidratate
1 chilo di mele biologiche

Lavate le mele, tagliatele a fettine di 2/3 millimetri, se preferite togliete il torsolo ed eventuali ammaccature. Disponetele sulle griglie ricoperte di carta forno.
Infornate nel forno ventilato a 50° da  6 a 8 ore lasciando la porta del forno leggermente aperta con un canovaccio o una presina  tra il forno e la porta, questo permetterà al vapore di fuoriuscire e non creare condensa. Girate  le fettine dopo qualche ora. Quando sono ben secche lasciatele raffreddare prima di riporle in vasi di vetro o di latta a chiusura ermetica.

Spaghetti con cipollotti ,pancetta e rosmarino
per 4 persone
380 g di spaghetti di mais
4 cipollotti freschi
150 g di pancetta arrotolata
1 mazzetto di rosmarino
4 cucchiai di olio evo
100 g di caciottina fresca

Taglite a fettine sottili i cipollotti. Metterli in una padella atiaderente con due cucchiai d’olio. In un’altra padellina mettere 2 cucchiaio di olio e la pancetta tagliata a striscioline. Fate “sudare” rosolare leggermente senza farla bruciare a fuoco basso. Aggiungere il rosmarino, due rametti interi o solo gli aghi.
Nel frattempo cuocere gli spaghetti scolarli al dente e fateli saltare nella padellina con la pancetta, aggiungete infine i cipollotti e servite caldi con cubetti di caciottina fresca.
Insalata



Insalatina colorata con vinaigrette alla confettura di fragole
Misticanza
1 pompelmo rosa
2 piccole mele biologiche
10 pomodorini ciliegie
4 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di aceto di vino rosso
1 cucchiaio di confettura di fragole
sale e pepe

Preparate la vinaigrette emulsinando gli ingredienti con una forchetta fino a renderli omogenei, terminate con il sale e del pepe nero macinato.
Tagliate il pompelmo a vivo e liminado la pelle per ogni spicchio aiutandovi con un coltellino. Tagliate le mele lasciandole con la buccia a fettine, i pomodorini tagliati a metà e mettete il tutto in una insalatiera con la misticanza. Condite con la vinaigrette e servite.

P1130381



Clafoutis di mele e rosmarino
Dosi per 4 persone:
1 grossa mela o due piccole
2 uova
60 gr. zucchero
30 gr. farina
125 ml. latte
burro
cannella in polvere

un rametto di rosmarino
4 piccole mele
Sbucciate la mela, privatela del torsolo, tagliatela a cubetti e spolverizzatela di cannella. Con un mixer tratete finemente gli aghi di un rametto di rosmarino. In una terrina sbattere le uova con lo zucchero, la farina e il latte e aggiungete il trito del rosmarino. Distribuite i cubetti di mela  in 4 ramequins imburrati . Distribuitevi sopra  l’impasto e le piccole mele al centro dopo averle tolto il torsolo con l’apposito attrezzino e lasciate che nel centro entri un po’ di impasto. Cuocete in forno a 180’C per 30/35 minuti e poi far raffreddare.

Felice settimana a tutti.

Nella mia valigia c’erano……

fagioli,bruschette arance
Nei 20 chili consentiti dalla compagnia aerea, nella mia valigia c’erano 10 chili di Calabria. Pochi ma sufficienti per portarmi appresso qualche  bontà e odore familiare. C’é sempre in me quell’animo di espatriata che nonostante la pasta, il formaggio, le verdure io le posso sempre trovare qui , il vizietto non mi passa e forse non ho neanche la voglia di farmelo passare.  Saro’ antica e nostalgica ma come i nostri antenati emigranti io il panino con la frittata  o la cotoletta preparata da mamma lo mangio ancora e non me ne vergogno affatto.