citronnella, erbe aromatiche, piatto unico, primi piatti, riso

Riso alla citronnella, sedano e salmone

Risotto alla citronnella con salmone e sedano

Version française de la recette en bas

Siamo abituati ad utilizzare il sedano come erba aromatica, indispensabile nella preparazione del brodo vegetale o di soffritti……
…..invece che, il suo utilizzo in cucina puo’ essere trasformato in verdura di contorno a carni o pesci o, ancora, come in questo caso un vero e proprio ingrediente che ne arricchisce il piatto.
E’ un risotto delicato che ho pensato di preparare per cena utilizzando la citronella per profumare il riso e cucinando invece, sia il sedano che il salmone separatamente unendoli poi alla fine. In questo modo si possono gustare i sapori degli ingredienti nella loro purezza.

Si sente il riso profumato alla cintronella e il sedano croccante ,con il suo deciso sapore che a me piace moltissimo ed infine il salmone, morbido,dorato al punto giusto sfumato con del vino bianco e pochissimo olio.

Un piatto estivo , leggero, equilibrato, ideale per chi fa dieta  o vuole mantenersi in forma senza eccedere nelle calorie…

Risotto alla citronnella, con salmone e sedano
300 g di riso basmati
2 piccole cipolle  bianche
3 coste di sedano
1 citronella
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio evo
sale e pepe
2  filetti  di salmone fresco ( circa 400 g )
1 cipolla piccola
1/2 cucchiaino di spezie miste ( cannella,pepe,noce moscata)
olio evo
1 cucchiaino di semi di sesamo nero

1) Cuocere il sedano:In una pentola far bollire 75 cl di acqua, una delle due cipolle, sale e pepe. Tagliare le coste di sedano e cubotti e farli sbollentare per 3 mn nell’acqua precedente.  Toglierli e metterli da parte. Lasciare nella pentola solo le foglie e continuare la cottura per 10mn. Filtrare il brodo e tenere in caldo.
 2) Preparare il salmone: In una padella mettete a scaldare 4 cucchiai d’olio evo, fate rosolare i filetti di salmone da un lato e poi dall’altro, salare ed aggiungere le spezie miste, versare mezzo bicchiere di vino bianco secco, lasciare evaporare pochi minuti ed un piccolo mestolo di brodo. Tenere in caldo.
3) Preparare il risotto: In una padella fate scaldare 2 cucchiai di olio evo, aggiungere la piccola cipolla e la citronnella tagliata sottile ed il riso, fate rosolare a fuoco medio per 2 mn. Versare mestoli di brodo e lasciare cuocere (circa 20 min) come un risotto mescolando spesso. Alla fine della cottura aggiungere il sedano cotto in precedenza e mescolare. Sfilettare il salmone e aggiungerlo nel riso ,Servire in ciotoline cospargendo di grani di sesamo neri. (facoltativo)

Risotto alla citronnella con salmone e sedano

Version française
Risotto à la citronnelle,  saumon et  céleri branches


300 g de riz basmati
2 petits oignons blancs
3 branches de céleri
1tige de citronnelle
1 / 2 tasse de vin blanc sec
huile d’olive
sel et poivre 
2 filets de saumon frais (environ 400 g)
1 petit oignon
1 / 2 cuillère mélange d’épices (cannelle, poivre, muscade)
huile d’olive
1 cuillère à café de graines de sésame noir

1) Cuire le céleri: Dans une casserole, faites bouillir 75 cl d’eau, l’un des oignons, du sel et du poivre. Couper les branches de céleri en dés  et les faire blanchir dans l’eau pendant 3 mn. Retirez-les et réservez. Laissez dans le bouillon  les feuilles du céleri   et faites cuire pendant 10mn. Filtrer le bouillon et réserver au chaud.
2) Préparez le saumon: Mettez dans une casserole à chauffer 4 cuillères à soupe d’huile d’olive extra vierge, faire revenir les filets de saumon sur un côté puis de l’autre, le sel et les épices, versez ½ tasse de vin blanc sec, laisser évaporer quelques minutes et ajouter une petite louche de bouillon . Garder au chaud.

3) Cuisson du riz: Dans une casserole faites chauffer 2 cuillères à soupe d’huile d’olive, ajouter l’oignon émincé la citronnelle coupée en morceaux  et le riz, faire revenir à feu moyen pendant 2 min. Verser 2/3 louches de bouillon et cuire (20 min) comme un risotto, en ajoutant peu à peu le reste des louches de bouillon, remuant souvent, jusqu’à ce que le riz soit cuit “al dente”. À la fin de la cuisson, ajouter le céleri et mélanger. Servir le riz avec les filets du saumon et parsemez des grains de sésame noir ( facultatif)


Standard
merende, riso

Doratelle di riso dolce

Doratelli di riso dolce
Version française de la recette en bas

Sono le quattro del pomeriggio, ora di punta dell’uscita dalla scuola. Sono seduta su una panchina fredda ( mi ricorda qualche cosa questa frase:-P,) alla fermata dell’autobus. Fa un freddo glaciale, vento e pioggia ti schiaffano in viso gelide gocce, non basta la panchina a ripararci. Una ragazza carinissima, ne guardo il profilo perfetto…..trema…é seduta vicino a me e mi chiede scusa per far tremare  anche la panchina, le sorrido, tanto tremo anch’io..Non si é ben coperta uscendo da casa questa mattina…sperava in una bella giornata invece!!!!L’autobus é affollato a quest’ora ed io sono l’unica intrusa….tutti bei ragazzetti e ragazzette che rientrano a casa…tutte con l’ipod  ed il telefonino in mano a cercare i messaggini, tutti che si sorridono si baciano e di parlano anche attraverso l’ipod…bho!!! Mi piace osservarli, loro osservano me, marziana tra di loro…non c’entro affatto. L’autobus stracarico partendo mi fa barcollare e mentre cerco di afferrare la maniglia laterale, le tredici cartelle di lastre mi scivolano dalle mani…due, tre, ragazzi si precipitano con fatica a raccoglierle e me le porgono  gentilmente. Tredici cartelle con le radiografie degli ultimi dieci anni…perché quando vai a fare la radiografia ti chidono tutte le lastre precedenti?… e tu, ignorante e, perché non vuoi che il dottore si perde qualcosa di te…te li porti tutti appresso..non si piegano, sono enormi e scivolano…
Tornavo a casa dopo l’esito rassicurante del dottore: “Tutto bene Madame…niente di grave una piccola fessura dell’osso del dito medio, una cura a base di antinfiammatori e riposo é tutto quello di cui lei ha bisogno per guarire” – Grazie mille dottore. Esco e mi sembra già di camminare meglio, il piede, come se avesse capito tutto…niente più dolore…tutto si risolverà presto. Prendo l’autobus non solito per me,lo stesso che dopo poche fermate prenderà anche mio figlio..sarà sorpreso di vedermi qua!!!. Eccolo!!!…..manco mi vede, entra ed io seduta finalmente, già piccola e nascosta dai suoi compagni alti, altissimi e ben piazzati  mi coprono completamente. Ne approfitto per “spiarlo” per gurdarlo nei suoi gesti familiari ma estranei…quando é con i suoi compagni mi sembra diverso, interessato alle sue cose, ai sui discorsi, lontano da casa dalla sua mamma che é li a pochi centimetri da lui. non lo chiamo e continuo ad asservarlo. Cresce, é cresciuto mio figlio ed io invece sono diventata ancora più piccola..manco mi vede…si, ora mi vede mi saluta mi dà un bacio e dice…mamma!!!  Finalmete a casa!!!…giornata faticosa…che freddo che fà, vero?

Doratelli di riso dolce
Per 4 persone
200 g di riso a grani tondi
900 ml di latte
2 cucchiai di zucchero
1 pizzico di sale
1 uovo
50 gr di farina bianca
1 limone
1 cucchiaino di cannella in polvere
olio di seli per friggere
zucchero semolato

Fate cuocere il riso nel latte con due cucchiai di zucchero ed il pizzico di sale. Quando sarà cotto ed assorbito tutto il latte, toglietelo dal fuoco e lasciatelo intiepidire. Incorporatevi l’uovo, la farina ,la cannella e la scorza di limone grattuggiata. Amalgamate bene gli ingrediente e formate delle crocchette piatte; friggetele in olio bollente. Metterle in un piatto con della carta assorbente e lasciatele intiepidire. Servite passandole nello zucchero semolato.

Version française
Doratelle di riso dolce

Riz au lait doré
Pour 4 personnes
200 g de riz  ronds
900 ml de lait
2 cuillères à soupe de sucre 

1 pincée de sel
1 oeuf
50 gr de farine
1 citron
1 cuillère à café de cannelle 

huile d’arachide
sucre semoule
Faire cuire le riz dans le lait avec deux cuillères à soupe de sucre et une pincée de sel. Quand il est cuit et a absorbé tout le lait, retirer du feu et laisser refroidir. Mélangez-y  l’œuf, la farine, la cannelle et le zeste de citron râpé. Mélangez ces ingrédients et  formez  de boulettes aplaties , faites-les frires dans l’huile chaude. Mettez-les dans un plat avec du papier absorbant et laissez refroidir. Avant de les servir
roulez-les dans le sucre semoule.

Standard
primavera, riso

Riso integrale Venere, shiitake, fave con pepe lungo del Bengala

Riso Venere,shiitake e fave
Sarà stato l’effetto degli avvenimenti terribili dei giorni passati che nei miei piatti ha pravalso il colore ebano. Incoscientemente ho usato ingredienti, appunto come il post precedente , cioccolato e mirtilli, in questo caso, il riso integrale Venere e anche nel successivo c’é un tocco di nero. Strano come certi eventi possano indurre la propria creatività a fare delle scelte appropriate (?) In questa ricetta é da notare il tocco di verde, un piccolo segno di speranza, di positività.

Il riso Venere era coltivato anticamente dai contadini cinesi solo per gli imperatori, veniva, appunto chiamato ” cibo degli imperatori”.Profumatissimo e di grande effetto, ha caratteristiche nutrizionali più importanti rispetto al riso ordinario, come il silicio e il ferro che conferiscono a questo prezioso cereale ,proprietà antiossidanti. Il caratteristico colore ebano é dovuto ad una sottile pellicola ricca di pigmenti che sono presenti, in natura, anche nel mirtillo e nelle uve nere. Il profumo particolare che si sprigiona soprattutto durante la cottura ricorda il pane appena sfornato.

E’ adatto a tutte le occasioni e ci si puo sbizzarrire ne condirlo, anche per il suo effetto cromatico che lo rende elegante, magico. Ottimo, e da me preferito, con un filo d’olio d’oliva evo e un cucchiaio di parmigiano ma , certamente, anche con lo zafferano con i gamberetti e con le verdure fresche di stagione, come i pisellini, le fave e gli asparagi. La mia versione primaverile é stata questa che vi propongo, dal sapore esotico e come sempre, quel particolare ingrediente di casa mia di cui non posso fare a meno: una punta di pepe nero del Bengala.

Shiitake
Pepe lungo del Bengala

piccola nota: Tutte le foto sono pessime, non sono riuscita a farle come volevo e non ho potuto migliorarle, ho scoperto che “qualcuno” (mio figlio)aveva scattato mille foto a Mouffy, modificando i parametri della macchina fotografica…era troppo tardi quando me ne sono accorta.!!! Perdonato!!!

Per 4 persone
300 g di riso venere
1 cipollotto fresco
150 g di fave fresche
mezzo cavolo cinese
10 g di funghi neri secchi Shiitake ( nei negozi di prodotti asiatici) olio evo
un cucchiaino di Aneto fresco
pepe lungo del Bengala

Mettere il riso Venere in una casseruola con un litro d’acqua e portare a bollore, fare cuocere per circa 40 minuti
Mettete a mollo i funghi neri in una bacinella con dell’acqua tiepida per circa 20 minuti, in modo che riprendano la loro morbidezza e triplicano di volume. Scolateli dall’acqua di ammollo e sciacquateli, tagliateli a striscioline sottili. Mettete da parte.Fate sbollentare pochi minuti (circa 2 min)le fave in acqua salata e scolatele. Sbuccitele e mettete da parte.Lavate il cavolo cinese e tagliatelo a sriscioline sottili. Un una larga padella (wok) versate due/tre cucchiai d’olio evo e la cipolla tagliata a piccoli dadini, fate rosolare dolcemente, aggiungete le striscioline di cavolo cinese ed i funghi, salate, versate mezzo bicchiere d’acqua calda, coprite e fate cuocere 3/4 min, finché si appassiscono. Aggiungete le fave e continuate la cottura per pochi minuti, se necessario aggiungete acqua calda. Le verdure meglio lasciarle croccanti.Aggiustate di sale e grattuggiate la punta del pepe lungo del Bengala. Appena pronto il riso che deve rimanere al dente, scolartelo bene e versatelo nella preparazione prevedente. Fate saltare in padella il tutto e servite condendo con dell’olio d’oliva evo a crudo ed il cucchiaino di aneto fresco.

Version en française
Riso Venere, shiitake e fave

Riz noir “Venere”champignons shiitake au poivre long
Pour 4 personnes
300 g de riz noir Venere
150 g de fèves fraîches, pelées
1 oignon nouveau émincé
10 g. de champignons noir séchés Shiitake
un demi chou chinois
Huile d’olive

un càc d’aneth
sel et poivre long
Mettez le riz dans une casserole avec 1 litre d’eau, portez à ébullition et laissez cuire 40 min.
Mettez les champignons Shiitake à ramollir dans un bol avec de l’eau tiède pendant 20 min, les rincer et les couper en fines lanieres. Réservez. Plongez les fèves dans une petite caserole avec de l’eau buillante salée, pendant 2 min. Egouttez-les et réservez. Dans un wok versez de l’huile d’olive et faites revenir l’oignon coupé en petit dé. Ajoutez le chou et les champignons, salez, versez un demi verre d’eau tiède , couvrez et faite cuire environ 3/4 min. Ajoutez les fèves et poursuivre la cuisson pour quelches min, ajoutez de l’eau chaude si necessaire. Ajoutez de sel et râpez la pointe du poivre long.Dés que le riz est cuit, ajoutez-le dans le wok et faite revenir l’ensable, 1 min. Servir le plat chaud assaisonné d’un filet d’huile d’olive.

Riso Venere, shiitake e fave

Standard