Risotto alla zucca e radicchio con crema di cocco al curry

Risotto alla zucca,radicchio,crema di cocco al curry
Ancora zucca e non é l’ultimo post che vi presento con questa pianta cucurbitacea arancione che io amo molto ma non abbastanza dalla mia famiglia per aiutarmi a terminarla tutta. L’ultimo fine settimana me ne sono portata via una intera.
Con un po’ di difficoltà ma il radicchio e la zucca con il riso i miei birbantelli l’hanno mangiato.Naturalmente niente crema al cocco, troppo speziata per il loro palato ma abbondante parmigiano.

Per 4 persone:
300 g. di zucca tagliata a dadini
300 g. di riso per risotti
1 radicchio trevigiano
1 cipolla bianca
Brodo vegetale
1 scatola di crema di cocco da 250 g.
1 cucchiaio di curry.
Olio d’oliva evo

in una larga padella con 4 cucchiai d’olio ho fatto rosolare la cipolla tagliata fine, ho aggiunto la zucca a dadini ,il radicchio tagliato sottile ed il riso. Quando il riso diventa lucido verso 4 mestoli di brodo vegetale aggiusto di sale e lascio cuocere lentamente coprendo la padella. Aggiungo di tanto in tanto del brodo fino alla cottura completa del riso che lascio al dente. In un pentolino metto a riscaldare la crema di cocco aggiungendo il cucchiaio di curry e ne verso metà nel riso per mantecare. Servo subito.

risotto alla zucca, radicchio,crema di cocco al curry

Annunci

Tagliolini gratinati con crema di rucola e fagiolini

Tagliolini gratinati  con crema di rucola e faggiolini
Era d’obbligo, dopo il successo della crema di rucola ,anche perché, prima o poi la dovevo consumare, una ricetta con questa delizia. Eccone una semplice ma con dei tagliolini o fettuccine allo zenzero regalatemi da mio fratello a sua volta ricevuti da un caro amico: una specialità artigianale di San Martino di Lupari (PD) La Pasta di Marco Grossato.

Per 4 persone: 200 g. di fettuccine – 200 g. di fagiolini – 4/5 grossi cucchiai di crema di rucola – sale – olio evo –
Tagliolini gratinati con crema di rucola e faggiolini

Pulite e lavate bene i fagiolini e metteteli a bollire in acqua salata per 15 minuti, toglieteli al dente. Versateli in una ciotola e conditeli con 4 cucchiai di crema di rucola ed un filo d’olio evo. Fate cuocere la pasta nella stessa acqua di cottura dei fagiolini, toglietela al dente unendola ai fagiolini nella padella girandoli bene insieme versando due mestoli di acqua di cottura della pasta. In una teglia leggermente imburrata sistemate la pasta ed i fagiolini e terminate con una grossa cucchiaiata di crema spalmandola sulla superficie, cospargete parmigiano e passate in forno caldo 10/15 minuti. Servite i tagliolini caldissimi.I miei critici più ” critici ” hanno detto BUUUOONA!!!!!!

Tagliolini gratinati con crema di rucola e faggiolini

Gnocchetti di formaggio

Vi ricordate di Dada, la chef che preparava piatti talmente semplici, qualche anno fà, alla prova del cuoco?, forse qualcuno di voi la ricorderà. Aveva, forse ha ancora, un agroturismo in Toscana e preparava sempre delle cosettine semplici che proponeva ai sui ospiti che andavano a cercare tranquillità e benessere nella sua fattoria. Circa sei anni fà guardavo il programma tutti i giorni prendendo frettolosamente gli appunti delle ricette, ero al 6° mese di gravidanza….difficile, obbligata a non alzarmi che per motivi urgenti. Allora esercitavo la mia fantasia culinaria, aspettando di poter realizzare al più presto le succulenti ricette. Negli appunti del mio quadernino trovo questa ricettina semplice, veloce , insolita e saporita che qualche sera fà ho rifatto ai miei bimbi.Il grande ha detto, buonissimi mamma, il secondo non li ha graditi troppo, credo che sotto l’influenza, aveva distorto completamente il gusto. Giudicate voi!!!

Ingredienti: 200 g. di semola di grano duro, 200 g. di parmiggiano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, panna fresca. ( non ho messo la quantità di panna perché ne và messa giusto quanto serve per rendere l’impasto omogeneo, come gli gnocchi.) Olio di semi per friggere.

Mescolare la semola con parmiggiano il pizzico di sale ed il pepe macinato, aggiungere la panna giusto per rendere la pasta liscia non deve attaccare alle mani e non bisogna lavorala troppo.
Formare dei cilindri che andrete a tagliare come degli gnocchetti.
In una padella riscaldate l’olio di semi e friggete gli gnocchetti , devono risultare dorati appena.

Metterli ad asciugare su carta assorbente.

Il miglior modo di consumarli é di preparare una salsina di pomodoro leggera e non troppo densa, tuffateli dentro la padella della salsa e fateli rinvenire pochissimo, aggiungete abbondante basilico fresco,( il mio era congelato) e gustateli caldi.