Pain perdu di briosce alla composta di mirtilli al cioccolato

Briosce perdu e composta di mirtilli al cioccolato

Version française de la recette en bas

Eccomi di ritorno dopo un fine settimana  coccoloso di cui accennavo nel post precedente. Tutto é stato molto speciale e , naturalmente, passato velocemente. Ho cucinato pochissimo ho preferito assorbire tutto il tempo (poco, purtroppo) dedicandomi alla loro compagnia,  i fornelli prendono troppo tempo, specie se vuoi preparare le tante cose che hai stilato nella nota della spesa…poi alla fine ho deciso che era meglio fermasi con loro a chiacchierare e a correre fuori a passaggiare , dunque , ricca colazione per tutti e via in fuga verso la  meravigliosa Paris a scoprirne i suoi scorci, i suoi angoli, i suoi  dintorni.
Colazione semplice e antica, sapori di infanzia e naturalezza. I mirtilli con il loro gusto di bosco si sposano bene con il cioccolato, poco zuccherato questo pain perdu perchè le fette della brioche lo sono già ma preferndoli ancora più dolci, per i bimbi per esempio, aggiungere dello zucchero di canna subito dopo tolte le fette dalla padella che con il calore si caramella e sprigiona ancora di più tutta la sua golosità.

Pain perdu di briosce alla composta di mirtilli e cioccolato
per 6 persone
6 fette di pan briosce
1/2 litro di latte
2 uova
100 g di burro
un cucchiaino di buccia grattugiata di una arancia e di un limone
Per la composta di mirtilli
300 g di mirtilli surgelati
80 g di zucchero
3 quadretti di cioccolato fondente
Fare cuocere i mirtilli con lo zucchero in un pentolino per 10 minuti. Aggiungere i tre quadretti di cioccolato mescolare per scioglierli bene e lasciare intiepidire.
Sbattere le uova con il latte e aggiungere la polvere di agrumi o la buccia grattugiata del limone e dell’arancia.
Intingere le fette di briosce nel latte senza troppo inzupparle. Sgocciolarle leggermente e farle dorare in una padella con il burro caldo da ambo le parti.
 Disporre le fette dorate  nei piatti, cospargendole di composta di mirtilli.

Version française
briosce perdu alla composta di mirtilli e cioccolato
Pain Brioche façon perdu à la compote de myrtilles au chocolat
1/2 litre de lait
2 œufs
100 g de beurre
6 tranches de pain de mie brioché
les zestes d’orange et citron (1 c à c)
pour la compote
300 g de myrtilles (surgelé Picard)
80g de sucre
3 carré de chocolat noir

Cuire les myrtilles et le sucre dans une casserole, pendant 10 min. Ajoutez les trois carrés de chocolat et mélanger pour les faire dissoudre. Laissez tiédir.
Fouetter les œufs avec le lait  et les zestes d’orange et citron
Tremper les tranches de pain brioche
Les égoutter légèrement et les cuire à la poêle dans le beurre bien chaud sur les deux faces.
Lorsqu’elles sont bien dorées, les retirer.
Déposer une tranche de brioche façon pain perdu dans l’assiette et la napper avec la compotée

Annunci

Granola

granola

Version française de la recette en bas

Prima di iniziare una dieta  troppo”restrittiva”, dopo un periodo cosi’ ricco di alimenti calorici, secondo il mio punto di vista bisogna disintossicarsi.…cioé, eliminare il più possibile le tossine accumulate e, ahimé, lavoro  al quanto difficile con questo freddo, che di calorie il nostro corpo ne ha  ancora bisogno. Pero’, cercando di seguire una corretta alimentazione, gradatamente , il risultato sarà favorevole é durerà più a lungo lo sforzo fatto. Chi di voi dice: “ da Lunedi’ comincio la dieta“….dopo aver abbondantemente mangiato il fine settimana oppure dopo essersi rimpinzati gli ultimi cioccolatini regalati a Natale?,  con la scusa di non vederli più finalmente  in giro a tentarci. Io sono la prima che lo dice, e poi non lo fà…chissà quale strano meccanismo si innesca a non farmi mantenere la parola datami? eppure mi sento leggermente…più che leggermente, pesantemente arrotondata dal giro vita e da qualche altra parte e già questo dovrebbe aiutarmi a farmi stringere la bocca prima di azzannare un dolcetto no?…
I figli e le loro merendine sono sempre li’ a portata di mano per aiutarmi a dimenticare il patto con me stessa ad invitarmi a sedere a tavola ad assaggiare la loro gustosa pizza ai 4 formaggi o il dessert comprato dal papà perché la mamma non cucina più per la dieta….ecco che cosa mi capita tutti i lunedi.

Insomma il filo del discorso l’ho perso, volevo parlare di regime disintossicante...beh,.restando in tema di diete…io non riesco a limitarmi a mangiare solo certi alimenti controllati, pesati, calcolando calorie…non ci riesco…so’ quali sono quelli con meno calorie…ma infondo non é quello il punto é la quantità. Ridurre le quantita e trovare un metodo, un modo di mangiare bene e correttamente ( perché esiste anche un modo di mangiare corretto che ci sazia prima e cioé, lentamente e assaporando bene boccone dopo boccone e non di fretta come siamo soliti fare…almeno io) ad ogni pasto iniziando dalla prima colazione, evitare i fuori pasto e bere tantissima acqua , oppure ammazzare quel buco allo stomaco, mangiando una mela, della frutta insomma ma non tutta la frutta e poi la mela mi fà venire una fame!!! mentre la banana sarebbe meglio ma la banana é da escludere in fase di regime ipocalorico….allora ho scoperto la  Granola ,un mix di semini ricchi di oli essenziali e di proprietà benefiche sul nostro sistema nervoso e di frutta secca croccante dopo essere stata caramellata al forno, da aggiungere ( un cucchiaio) allo yogurt rigorasamente nature e senza zucchero da consumare al mattino e nel pomeriggio per impedirmi di arrivare affamata alla cena fatta di zuppe ,verdure  e proteine a volontà…ecco che finalmente mi dà veramente un delizioso aiutino, ( insomma più o meno ;)!!!!
Granola
Granola
ingredienti per circa 500 g
300 g di fiocchi d’avena
100 g di semi di zucca
100 g di mandorle intere
100 g di pistacchi non salati
50 g di pinoli
50 g di riso soffiato
50 g di uva sultanina
50 g di albicocche secche
50 g di miele liquido
4 cucchiai di olio d’oliva evo
1 cucchiaino di cannella
Accendere il forno a 150°C. – Fare scaldare in un pentolino il miele e l’olio. Mescalre i semi e la frutta secca ‘ albicocche tagliate a pezzettini) e aggingeteli nel miele tiepido; mescolate bene. Versare il composto su una teglia forno e passare in forno per 15 mn  circa, facendo caramellizzare la granola,mescolando di tanto in tanto.Lasciare raffreddare e conservare in scatola di latta ermetica. Consumare su yogurt o con del latte.
Granola
Version française
Granola
(pour 500 g de granola)
300 g de flocons d’avoine
100 g de graines de courge
100 g d’amandes entières
100 g de graines de pistaches  pas salés
50 g de pignons de pain
50 g de riz soufflé
50 g de raisins secs
50 g de abricots secs
50 g de miel liquide
4 c à s d’huile d’olive
1 c à c de cannelle
Préchauffez le four à 150°C. Faites chauffez 4 c à s d’huile dans une casserole avec le miel. Mélangez tous les graines et le fruits secs ( les abricots coupés en petits morceaux) . Ajoutez le mélange de miel et mélangez. Etalez le tout sur une plaque à four et faites caraméliser pendant 15 mn environ remuant de temps en temps. Laissez refroidir et conservez dans une boîte hermétique. Servez avec du lait ou du yaourt.

Tazza di cioccolato con banana

Cioccolato in tazza con banana

Version française de la recette en bas

Il tempo di una giornata libera per restare a casa,  il tempo per dedicarmi a quello che mi piace fare non é sempre possibile, visto il lavoro, i figli e le troppe faccende domestiche, ma se ti capita un’imprevisto, anche se non proprio piacevole, mentre ti organizzi per affrontare la solita routine ecco che all’improvviso  tutto cambia.  Sono le 5,30 del mattino, non ho ancora preso il caffé per capire se é giorno o notte , il termometro della febbre segna 39.7.

Uno dei miei figli ha  febbre alta, forte mal di testa e gambe dolorose da non riuscire a stare in piedi. Dopo il  “panico” iniziale di capire bene di che si tratta ” influenza A,B,C, o influenza stagionale” , con tutto quello che c’hanno raccontato in tv e sui giornali e volantini e riunioni scolastiche; dargli la giusta dose di tachipirina, possibilmente non scaduta, ( gli occhiali, per favore, che non leggo) chiamare subito il dottore, avvertire la scuola o in casi più urgenti recarsi subito all’ospedale per praticare delle analisi….un momento….prima una grande tazza di caffé nero e poi riprendiamo la ragione e procediamo con calma.
Prese tutte le precauzioni del caso e tranquilli che la  normale l’influenza stagionale é entrata ormai in casa nostra , ecco che mi si presenta una giornata libera da restare a casa a fare la mammina infermiera e coccolosa anche per il mio primo genito di 14 anni, che nonostante i suoi rifuiti apparenti di mostrarsi ancora un ragazzino bisognoso di coccole ha un forte bisogno di rassicurazione. Intanto fuori piove…..

Cioccolata in Tazza con banana
Tazza di cioccolato alla cannella con banana

Per 2 persone
75 g di cioccolato nero
20 cl di latte
30 cl di panna  fresca
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
2 cucchiai di zucchero
2 banane


Mettere il cioccolato a pezzetti in una casseruola inox, aggiungere il latte e far sciogliere a fuoco dolce e 20 cl di panna fresca. Mescolare e aggiungere lo zuccchero e la cannella, continuare  sul fuoco per 3 minuti.  Montare il resto della panna. Tagliare le banane a fettine e metterle un due tazze. Versare il cioccolato tiepido e un ciuffetto di panna spolverare di cannella. Servite subito. Buonissima anche fredda.

Version française

 Tazza di cioccolato con banana
Chocolat  à la cannella avec banane

Pour 2 personne(s)

75 grammes de chocolat en plaquette,
20 cl de lait,
30 cl de créme liquide,
2 cuillére de sucre en poudre
1 c à c de cannelle en poudre
2 banane

Casser le chocolat en morceau, le mettre dans une casserole y ajouter le lait et les 20 cl de créme liquide.
Mélanger ,ajouter le sucre et la cannelle. Le tout doit chauffer 3 minutes.
Battre à l’aide d’un batteur électrique le reste de la créme liquide en chantilly. Couper les bananes en rondelles et le mettre dans deux tasses, y verser le choccolat tiède et la crème en chantilly.servir aussitôt. Delicious froid.
Tazza di cioccolato con banana