Ciambelline al limone e al latte condensato

Ciambelline

Certe volte, ad una certa età é fantastico ritornare figlia…..

E’ esattamente quello che provo rimettendo piede nella casa dei miei genitori. Ritornare ad essere coccolati come quando eri un po’ più giovane, ritornare a dormire nel lettino  nella tua vecchia cameretta e ritrovarci gli stessi oggetti che avevi quasi dimenticato, fare colazione  sul vecchio tavolo di cucina con la stessa tazza  preziosa e dai disegni sbiaditi, la tovaglia a quadrettini e la televisione accesa. Risentire gli stessi profumi del caffé appena fatto, dei biscottini fragranti al profumo di limone ed il venticello leggero che sprigiona l’odore dell’aria di mare, mouvendo i cingoli della grande finestra. Mi sento leggera e riposata, mi sento protetta e per un’attimo mi sento piccola.
Ciambelline
Ingredienti
280 gr di farina
50 gr di latte condensato
75 gr di burro
60 gr di zucchero
1 uovo intero + un albume
mezza bustina di lievito
la buccia grattuggiata di mezzo limone
zucchero in granella

Nella planetaria ( o anche in una ciotola) versate la farina setacciata , aggiungete lo zucchero, il lievito, l’uovo intero, la buccia di limone grattuggiata, il burro morbido a pezzetti e il latte condensato. Mescolate l’insieme ottenendo un impasto alquanto morbido che lascerete riposare in frigo una mezz’ora. Dividete l’impasto in bastoncini di circa 10 cm di lunghezza e attaccate le due  estremità in modo da formare un anello. Mettete le ciambelline in una teglia rivestita di carta forno, lucidatele con un albume , cospargetele di zucchero in granella.  Cuocetele in forno preriscaldato a 150° per 20 minuti. Drovanno essere leggermente dorati. Lasciateli raffreddare su una griglia.
Annunci

Bagels

Bagels

D’origine ebraica i bagels sono piccoli panini a forma di anello, molto  popolari in America, adottati per arricchire la loro già abbondante prima colazione…..

spalmati di formaggio cremoso e prosciutto sono quelli che ho mangiato per la prima volta durante il mio unico (per ora) viaggio negli USA. Questa é un’altra di quelle ricette (come i babà) che mi ero segnata nella memoria, con l’intenzione di realizzare al più presto.  Un po’ intimorita nel farli, non ne capisco le ragioni e, trovandoli in commercio molto facilmente, buonissimi, morbidosi e talmente perfetti che mi ritenevo non in grado di riuscire a renderli cosi’ altrettanto buoni. Invece ci sono riuscita e mi son davvero piaciuti tanto che ne ho fatti abbastanza da congelarli e tirarli fuori alla sera per averli fraganti al mattino successivo. Basta passarli al forno riscaldandoli leggermente e via con il formaggio cremoso, il miele o lo sciroppo d’acero, il prosciutto o la mortadella, insomma con tutto quello che più vi piace!!!!

P1120770
La ricetta
500 g di farina manitoba
25 cl di acqua tiepida
1 cucchiaino di miele liquido
1 cucchiaino di sale
8 g di lievito disidratato
1 albume

Diluire il lievito disidratato in  5 cl di acqua tiepida. Nel frattempo mescolare la farina con il sale. Versarla nella planetaria , aggiungere il miele , l’acqua ed infine il lievito. Lavorare l’impasto per 10 minuti. Otterrete una palla liscia e elastica. Ricoprirla con un tovagliolo pulito, lontano da correnti d’aria e lasciare lievitare per circa un’ora. Dovrà raddoppiare il suo volume.


Preparate un piano di lavoro infarinato ,capovolgete la pasta lievitata e sgonfiatela con i palmi delle mani per togliere l’aria. Dividete l’impasto in otto piccoli pezzi e formate delle palline. Formate un buco al centro di ogni pallina aiutandovi con il pollice ( o l’indice come meglio vi fà comodo) fate girare l’anello formato intorno al dito per ben allargare il buco. Disporre gli anelli, su carta forno ben spaziati tra di loro. Ricopriteli per mantenerli al caldo ( io utilizzo un’altra teglia con spessore e della stessa grandezza della teglia sottostante, posizionata al disopra delle cimbelline in modo che non tocchino il fondo quando lievitano e poi metto l’insieme nel forno chiudendo la portiera), lasciate lievitare ancora per 20/25 min.


Riscaldate il forno a 200°C. 


Preparate una grande pentola piuttosto larga con dell’acqua fredda che porterete a bollore aggiungendo un cucchiaio di zucchero ed un cucchiaino di bicarbonato di sodio.
Quando le ciambelline saranno ben lievitate, immergetele (non più di due alla volta) nella pentola precedente, (l’acqua non  deve bollire eccessivamente), per un minuto girandoli , prelevateli con un mesctolo forato e pogiateli su di un foglio di carta forno leggermente oliato.  Procedete per tutte le ciambelline. Rimettetele poi sulla placca del forno e spennelateli con l’albume ed infine cospargeteli di semini (semi di papavero,sesamo,ecc.ecc.)


Fate cuocere per 20 minuti finché la superficia sia leggermente dorata.
Appena tiepidi tagliateli e spalmateci del formaggio cemoso, salmone affumicato, pomodori secchi, mozzarella, miele, cioccolato,burro, fettine di banane ……e quant’altro avrete voglia di gustare..
Si congelano con facilità, prima pero’ tagliateli a metà, basterà passarli nel tosta pane e gustrali secondo le voste voglie del momento 😉 

Scones con farina d’orzo e tanti semini

Scones multi graines

Version française en bas

Quando cerchi una ricetta negli appunti sparsi dei tuoi fogli e ti disperi,che non la trovi, basta correre ai ripari , basta fare la ricerca su google e tutto si trova. Io cercavo la ricetta dei panini che si vendono esclusivamente credo, all’Ikea. Ogni volta che ci vado ne faccio una bella scorta e li congelo, tanto sono buoni!!!!!

Avevo una gran voglia di farli, anche perché mio marito non vuole più andare all’Ikea. Troppa confusione, secondo lui!!! Ma la vera ragione io la conosco molto bene!!! soprattutto in questo “magico periodo” é pericoloso andarci ;-)…. Non riesco mai a tornare a casa se non mi son portata via almeno una diecina di ciotoline, forchettine,pentoline,strofinacci, e qualsiasi oggetto carino e sfizioso che si trova a costo moderato. Mio marito ne ha piene le scatole  si é un po’ “stancato” di tutte le caccavelle che mi porto a casa perché i ripiani della cucina sono saturi , quando apre un antina c’é sempre qualcosa che gli cade addosso, per fortuna spesso sono scatole di plastica che non stanno mai in piedi….insomma tornando ai panini dell’Ikea, la ricerca mi dà questo esito. Una ricetta molto somigliante all’originale e tenuto conto della fonte assolutamente affidabile non posso che prepararli all’istante, qualche minima personalizzazione ed i simil panini dell’Ikea finalmente non mi mancheranno più. Piccoli e sofficissimi scones  adatti per essere serviti proprio durante le feste del Natale. Sono facilissimi da preparare, si possono congelare e poi servire tiepidi, spalmandoli sia con del formaggio o anche con delle confetture   o meglio ancora con del miele, accompagnano a meraviglia delle fette di salmone affumicato oppure l’immancabile fois gras.
La ricetta:
La ricetta é di Pascale Weeks io trascrivo l’originale barrando le parti da me variate  con a fianco le modifiche apportate in grassetto.
  • 200 g di farina semi-completa farina d’orzo
  • 25 g di farina di segale
  • 225 d di farina bianca
  • 75 g di semi (lino, sesamo,pavot etc)
  • 50 g di uva passa
  • 2 cucchiai di ruhm
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna 2 cucchiai di miele
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 25 g di burro
  • 35/40 cl di latte fermentato
  • 1 uovo leggermente sbattuto
Accendere il forno a 200°C.
Mettere a bagno l’uva passa nel ruhm con un po’ d’acqua per farla gonfiare.
In una ciotola mescolare le farine, il sale, il miele ed il bicarbonato, i semi ed aggiungere il burro lavorando rapidamente con la punta delle dita.
Aggiungere l’uovo e poi poco per volta il latte ed in fine l’uvetta, lavorare bene l’impasto e formare una palla. Versare l’impasto su di un piano infarinato ed appiattirlo con il matterello ad uno spessore di 2,5 cm.
Tagliare con  delle formine quadrate o rotonde ( nella forma che più vi garba ). Metterli sulla placca del forno rivestita di carta forno e spennellarli di latte ed aggiungere sulla superficie qualche semino.
Infornare per 5 minuti, poi abbassare la temperatura del forno a 180°C. e continuare la cottura per ancora 10 mn. lasciarli intiepidire su di una griglia e servite.
Version française
Scones multi graines
Scones multi graines
Recette de Pascal Weeks adapté par moi même

  • 200 g de farine semi complète (T110) d’orge
  • 25 g de son de blé
  • 225 g de farine T55
  • 75 g d’un mélange de graines (lin, sésame, pavot, etc.)
  • 50 g de raisin sec
  • 2 c à s  de rhum
  • Un peu de graines pour la finition
  • 1 cuil. à soupe de sucre roux 2 c à s de  miel
  • 1 cuil. à café de sel fin
  • 1 cuil. à café de bicarbonate de soude
  • 25 g de beurre
  • Entre 35 à 40 cl de lait ribot (lait fermenté) plus un peu pour la finition
  • 1 œuf légèrement battu

Préchauffez votre four à 200°C.
Mettez les raisin secs dans un bol avec le rhum et un peu d’eau tiède et laissez-les gonfler. 
Dans un bol, mélangez les farines, le son de blé, les graines, le bicarbonate de soude, le sel et le sucre.
Ajoutez le beurre et incorporez-le rapidement du bout des doigts.
Ajoutez l’œuf légèrement battu puis la moitié du lait ribot.
Ajoutez le reste du lait ribot, petit à petit, ajoutez le raisin sec et mélangez avec votre main, jusqu’à ce que la pâte soit souple mais pas trop collante et former une boule.
Versez la pâte sur une surface farinée puis aplatissez-la en un carré de 2,5 cm d’épaisseur.
Détaillez en 12 carrés en mettez-les sur une plaque de cuisson anti adhésive.
Badigeonnez-les de lait ribot puis parsemez de graines.
Enfournez pour 5 minutes, baissez le four à 180°C puis prolongez la cuisson de 10 minutes.
Laissez légèrement tiédir sur une grille et servez.