caldo, erbe aromatiche, estate, feta, finger food, formaggio, fresco, limone, pain d'épice, pomodori, senape, tartellete

Sapori d’Estate: Zuppa fredda di pomodori, tartellette speziate e crema spalmabile al limone

Pomodori

Caldo finalmente, tanto caldo, da non poter nemmeno restare fuori. Io ci sto bene con questo caldo e finalmente comincio anche a mangiare i pomodori che sanno di sole. Per me rappresentano indubbiamente l’estate. Non compro mai pomodori fuori stagione. 

Domenica mattina, presto, sono andata al mercatino locale, ricco di molte buone verdure fresche. E’ uno spasso andarci, é un godere degli occhi e dei profumi, le prime ore del mattino, in mezzo alla freschezza dei prodotti locali. Porterei a casa tutto e tanto. Non ho troppo spazio. Certe volte mi dico che caso mai dovro’ cambiare casa la prima cosa che comprero’ sarà uno di quei magnifici frigoriferi americani, quelle cellule enormi da doverci mettere più cose possibili. Poi ci rifletto, infondo non ha senso, le verdure come si comprano vanno consumate, al massimo tre giorni altrimenti perdono tutte le loro proprietà organolettiche, nonché le vitamine , i sali minerali e la freschezza.

Zuppa fredda

Ho portato a casa tante carote che contribuiscono a preparare la nostra pelle al sole, ho comprato dei cetrioli, ormai scagionati definitivamente. Quelli che compro generalmente sono di produttori locali che mi danno una maggiore garanzia. Ho comprato tanti pomodori sodi e succosi ed infine del formaggio feta, volevo assolutamente provare quella meravigliosa cremina vista sulla rivista on-line Sweet Paul, ed infine, tanta tanta buona frutta.

Come sempre prima di mettermi ai fornelli non ho l’idee chiare di cosa proporro’ per il pranzo, di certo oggi sarebbero state insalate e comunque piatti freddi…poi alla fine ecco cosa ne é saltato fuori.

Crema spalmabile al limone e origano

Pictures

Una zuppa fredda di pomodori, delle tartellette con pomodorini adagiati su di una crema a base di senape e pain d’espice, ricetta scovata su un piccolo inserto del magazine Saveurs di qualche mese fà che ho personalizzato poiché non ho trovato la senape al pain d’épice e lo fatta io ed ho aggiunto come sempre un tocco personale. Infine ho preparato la cremina spalmabile che ho leggermente modificato per renderla ancora più cremosa. Il resto abbiamo terminato il gelato al pane nero…vi auguro una buona letture delle ricette.

Crema spalmabile di feta al limone,origano e menta
Crema spalmabile di feta al limone.
100 g di feta
50 cl di panna fresca
la buccia grattuggiata di un limone (bio)
il succo del limone
1 spicchio d’aglio
origano e menta e pepe nero macinato.
6/7 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
Mixare insieme tutti gli ingredienti , aggiungere a filo l’olio. versare la cremina in una ciotola e mescolarvi l’origano e la menta tritati finemente ed infine una spolverata di pepe nero. Servire su crostoni di pane oppure delle Treccine al finocchietto “Gusto e tradizione di Calabria” Panificio Biscottificio Colacchio ( pubblicità assolutamente gratuita, perché mi piacciono e perché fanno parte delle mie tradizioni più radicate)
Zuppa  fredda di pomodori
Zuppa fredda di pomodori
Per 4 persone
800 g di pomodori  maturi san marzano
1 cipolla piccola
1 carota
1 patata (100 g circa)
1 spiccho d’aglio
1 bouquet garni ( prezzemolo, basilico,timo)
1/2 litro di acqua 
salsa tabasco
olio evo
Preparate il brodo vegetale: in una petola versate l’acqua, aggiungete la carota tagliata a pezzetti, la patata anch’essa tagliata a pezzetti ed il bouquet garni.
Sbollentate per un minuti i pomodori in acqua bollete e pelateli. Tagliateli a pezzetti togliendo i semini interni. Mettete una pentola alta sul fuoco e versate 4/5 cucchiai d’olio, fate soffrigere la cipolla tagliata a dadini, e l’aglio. Aggiungete i pomodori, salate e pepate e fate insaporire per 15 minuti. Togliete il bouquet garni dal brodo vegetale e versatene la metà nei pomodori insieme alle carote e patate a pezzetti. Cuocete per altri 15 minuti a fiamma media. Aggiunstate di sale e pepe e qualche goccia di salsa tabasco, infine mixate il tutto. Aggiungete ancora brodo vegetale a seconda di come preferite la zuppa più o meno densa. Fate intiepidire e poi successivamente raffreddare in frigo per servirla fredda. Ovviamente é buona anche calda.

Tartelletta pomodori speziati
Tartellette con pomodorini ciliegie  e senape al pain d’épice
per 4 persone:
1 rotolo di pasta sfoglia
una vaschetta di pomodori ciliegia
6 cucchiai di senape
1 fetta di pain d’épice
timo fresco
uvetta sultanina
sale e pepe
olio evo
Accendete il forno a 220°C.-  Ricavate 4 ruote dalla pasta sfoglia a misura delle vostre formine per tartellette. ( io ne ho ricavate 6 perché ho usato delle formine piccole).  Disponete la pasta nelle formine preventivamente imburrate o rivestite di carta forno. Punzecchiatele sul fondo e mettetele in frigo. Praparate la senape mixando la fetta del pain d’épice e mescolando le briciole alla senape. ( io ho ottenuto circa due cucchiai colmi di briciole). Didtribuite questa crema sulle tartellette. Infornate le tartellette per 10 mn. Durante questo tempo, in una padella versate un filo d’olio, il timo fresco e riscaldate, a fiamma bassa versatevi i pomodorini lavati ed asciugati per bene e un cucchiaio d’uvetta sultanina. Mescolateli per bene nell’olio aromatizzato per un minuto,utilizzate un cucchiaio di legno per mescolare, salate e pepate. Riprendete le tartellette dal forno e sisponetevi i pomodorini, e qualche chicco d’uvetta. Abbassate il termostato del forno a 160 e infornate per altri 10 min. Lasciatele raffreddare e servite con un’insalata.
Standard
comté, concorsi, formaggio, olive, panna, pomodori, tapenade

Challange Comté – Panna cotta cremosa con tapenade al miele di montagna e/o coulis di pomodorini

Comté
Passata la festa mi é passata pure la stanchezza e la pigrizia…per forza.  La scuola riapre, i figli riprendono il loro rtmo ed anche il lavoro riprende ( i parigini rientrano dalla loro ferie campestri)  e tutto ritorna nella normalità. Che strano certe volte preferiamo le abitudini. Chissà, forse perché ci sentiamo rassicurati che le giornate scorrono nella monotona  routine delle solite cose da fare.
Mio marito mi ricorda , anzi mi richiama alla mente invece, che tra tre mesi saremo in vacanza. Questa frase  mi rincuora molto, mi dà lo sprint per velocizzare ” la routine delle solite cose da fare”.

Collage di Picnik
Olive di Gaeta al timo limone e arancia

Non avevo molta fantasia e voglia, come dicevo ad Edda  qualche giorno fà, di creare , di inventare, di sperimentare qualcosa di speciale per il suo contes, giusto in tempo perché scade il 1 maggio.
Pertanto adoro il formaggio e il Comté in particolar modo, tanto che certe volte lo sostituisco al parmigiano da grattugiare sulla pasta, quello stagionato 36 mesi é una favola di gusto, forte e deciso.
P1150349

Poi son saltate fuori le olive di Gaeta che ne ho fatto una tapenade-composta golosissima, poi sono saltati fuori dei pomodorini dolcissimi finalmente di sole e succosi ed ho pensato che non sarebbero stati male se mixati adornassero e rendessero ancora più golosa una panna cotta speciale, anzi una crema speciale appunto fatta con il Comté. E cosi’ é stato.

P1150352
Dosi per 8 piccoli bicchierini
Per la panna cotta:
2 dl di panna fresca
80 g di comté grattugiato (invecchiato 16 mesi)
timo limone
1/2 foglio di gelatina
un pizzico di sale
per la tapenade
100 g di olive di Gaeta
5 cl di olio extra vergine d’oliva
timo limone
1 cucchiaio di miele di montagna
Un arancia bio
Per il coulis di pomodorini
100 g di pomodorini ciliegia
sale al sedano e pepe macinato fresco
2 cucchiai di olio evo
Preparate la panna cotta: Fate bollire la panna dolcemente con un un rametto di timo limone. Spegnete il fuoco e lasciatela aromatizzare per 15 mn.  Mettete la gelatina in un pentolino con l’acqua fredda. Filtrate la panna e rimettetela sul fuoco a scaldare  versateci il formaggio grattugiato, abbassate il fuoco e mescolate fino a scioglierlo. Strizzate la gelatina e fatela sciogliere nella crema di panna calda. Aggiustate di sale e  lasciate intiepidire . Distribuitela in 8 bicchierini e metteteli in frigo per almeno tre ore.
Intanto preparate la tapenade ed il coulis di pomodori. Snocciolate le olive e mettetele nel mixer con qualche rametto di timo limone e l’olio. Mixate per rendere omogeneo. Aggiungete la buccia grattugiata dell’arancia ed il miele e mescolate. Riservate in frigo. 
Lavate i pomodorini ed asciugateli. Metteteli in una centrifuga ed estraetene il loro succo. Versate il succo in un pentolino, aggiustate di sale e pepe, un filo d’olio evo e qualche rametto di timo,fate cuocere per due minuti. Lasciate intiepidire e riservate in frigo.
Al momento di servire la panna cotta distribuite un cucchiaio di tapenade (volendo ancora un po’ di miele) su 4 bicchierini ed un cucchiaio di succo di pomodoro negli altri 4.
Buon fine settimana a tutti 🙂
Standard