crostate e torte salate, estate, feta, me, menta, pasta base crostate, spezie, zucchine

I contest e me ed una quiche fresca alle zucchine

quiche zucchine

Non ho un buon rapporto  con i contest, cioé, non me ne ricordo, cioé non riesco a mettermi li’ a escogitare una ricetta adatta ai contest. Nonostante, al momento degli inviti e, approfitto per ringraziare tutti, mi prometto e riprometto di partecipare e mi fisso la data e l’idea in mente ( a volte anche sull’agenda che poi non apro) Sono molto disordinata e distratta, il tempo mi sfugge di mano e le idee si sovrappongono, si trasformano, si affollano nella mia mente, che i contest, alla fin fine, lasciano il tempo che trovano…mi passa di mente.

Zucchine

Forse , mi dico, che  fare una ricetta (dietro richiesta) in un determinato spazio di tempo per una determinata data, con un tema specifico, non é nella mia natura. Mio marito dice sempre che non mi si deve mai “imporre” delle date, magari suggerire, senza limiti di orari di tempi di spazi e forse riusciro’ a combinare qualcosa, poi, chissa, poi…..quando abbiamo degli ospiti, faccio la mia lista del menu’, lo concordiamo insieme con mio marito, magari a volte lui mi richiama alla mente un piatto fatto in precedenza, un dolce particolarmente buono già testato, ed io che faccio? non solo cambio il menu’ ma a volte cambio anche la data del pranzo, rinvio tutto. Che volete farci  sono una  imprevedibile, tipicamente delle persone un po’ introverse o il contrario?
Per cui mi scuso e ringrazio tutte per i vostri inviti vi faccio il mio in bocca al lupo perché so cosa significano i contest,  danno soddisfazioni ma é un “lavoro-accio” e da questo momento in poi mi riserbo il beneficio del dubbio nel caso , “caso mai”,  manifestassi il  mio entusiasmo nei  commenti, e tanta voglia di partecipare  e poi cadono nel nulla!!!!

P1180721

Questo per me é il periodo di  “tartellette, quiche e crostate” adoro fare le frolle sia per dolci che salati. Questa é una quiche con le zucchine, pratico piatto unico da servire con un’insalatata di erbette fresche da giardino…adoro in questo periodo!!!!. Questa base l’ho preparata con farina di farro e fecola di patate. Come nella tartelletta alle nettarine, faccio abbastanza impasto da poi congelare per ogni evenienza. Questo impasto ha un procedimente differente dai soliti, anzicché usare il burro freddissimo, in questo caso de essere morbido, da diventare una crema e poi essere assemblato con gli ingredienti secchi. Sarà un’impasto molto morbido che nella fase successiva, di raffreddamento diventerà facile poterlo spendere nella tortiera.

Per questa quiche occorre:
100 g di farina di farro
100 g di farina doppio zero
100 g di fecola di patate
180 g di burro morbido
40 g di acqua fredda
1 uovo fresco
6 g di sale

2 zucchine
2 dl di latte di soia
2 dl di panna acida
2 uova
100 g di formaggio feta al limone ( vedi questa ricetta – crema spalmabile al limone)
qualche foglia di menta fresca
pepe macinato al momento
pepe rosa in grani

Sciogliere il sale nell’acqua fredda aggiungervi l’uovo sbattuto, passate questi liquidi con un colino nella planetaria (o in una ciotola se usate le fruste elettriche ), dove avrete già messo il burro morbido a pezzetti. Mixate finché otterrete una pomata liscia e cremosa. Poco per volta aggiungervi le farine setacciate. Mixate a piccoli giri senza troppo lavorare l’impasto. Quando otterrete delle briciole utilizzate le dita per amalgamare il tutto formando una palla che lasciarete riposare in frigo almeno 20 minuti.

Nel frattempo preparate la farcitura. Lavate ed asciugate le due zucchine, tagliatele a lamelle sottili. In una ciotola sbattete le due uova, aggiungete la feta, il latte e la panna, sale e pepe. Aggiungetevi le lamelle delle zucchine  le foglie di menta fresca tagliate fini e mescolate il tutto.

Prendete l’impasto dal frigo e stendetelo nella tortiera (circa 22 cm di circonferenza) imburrata ed infarinata o rivestita di carta forno. punzecchiatela con una forchetta e versatevi l’impasto precedente, qualche grano di pepe rosa ed infornate a 200°C per 25/30 min. Servite tiepida ma ottima anche fredda.

Pubblicità
Standard
cacao, cioccolato, inverno, pasta base crostate, torte alla frutta

Dolce di cioccolato con pere all’acqua di vite

Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite
No…non é la solita torta al cioccolato alle pere che tutti conosciamo questa é tutt’altro…é una delizia per soli adulti, é una ricetta che ho scovato tra i fogli di un vecchio giornale di cucina, un’appunto su un foglietto scritto male…perché scrivo molto male….infatti le parole sono a metà, sono riuscita con difficoltà a decifrare gli ingredienti e leggendola il languorino mi é sopraggiunto senza farmi riflettere…l’ho fatta alle 10 di sera, l’ho infornata alle 23, dopo essere rientrata dalla ginnastica…giuro pero’ che non l’ho assaggiata, sono andata a letto tranquilla sapendo che l’indomani mi aspettava un bel pezzo per la ricompensa….piccola parentesi dopo una settimana di zuppe. E poi…diciamo tutto tondo tondo…é stata una bella chicca per il mio San Valentino!!!!
Crostata di ciolato con pere all'acqua di vite

Ingredienti:
-3 pere mature (conferenza)
-5 cl. di acqua di vite alla pera ( se non l’avete va bene un’altro liquore anche del cognac o del ruhm), zucchero a velo.
Per la pasta frolla:
-240 g. di farina
-40 g. di cacao
-60 g. di zucchero
-130 g. di burro morbido
-1 bianco d’uovo

Preparare le pere sbucciandole dopo averle lavate e tagliandole in quattro. Metterle in un piatto cosparse di liquore e lasciarle riposare per due ore almeno, peché siano impregante bene.
Preparare la frolla, mescolando la farina con il cacao e lo zucchero, aggiungere il burro a fiocchetti morbido e lavorare con le mani, prima avrete un’impasto molto farinoso poi lentamente il burro verrà ad assorbire tutta la farina, pazientare perché ci vuole un po’ di tempo…continuate a lavorare con i palmi delle mani e vedrete che otterrete una palla che dividerete in due. Stendete la prima su un foglio di carta forno cosparso di farina, in forma rettangolare e poi anche la seconda palla sempre su un foglio di carta forno della forma del precedente, circa 30 x 20 cm. Mettetele in frigo per 10 minuti.

Riscaldate il forno à 180°C. Prendete il primo rettangolo e con la carta forno mettetelo su una teglia simile ( ovviamente potrete realizzare questa torta anche in un’altra forma). Fate dei buchi sulla pasta con i rebbi di una forchetta. Prendete le pere, sgocciolatele e posatele sulla pasta, una vicino all’altra. Prendete l’altro rettangolo e capovolgetelo sulle pere, in modo da coprirle. Rotolate i bordi della pasta sottostante sulla pasta che copre le pere e chiudete bene tutti i lati aiutandovi con il bianco d’uovo.
Infornate per 20/25 minuti. Lasciate intiepidire e spolverate di zucchero a velo…..buona degustazione.

En français s’il vous plait
Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite
Tarte au cacao aux poires à l’eau-de-vie

pour 6 personnes
-3 poires, mûres
-5 cl. d’eau-de-vie de poire ( ou du cognac)
-sucre glace
pour la pâte
-240 g. de farine
-40 g de cacao pur sans sucre
-130 g de beurre trés mou n petit morceaux
-1 blanc d’oeuf

Préparez les poires: coupez-les en quatre, épépinez, pelez-les. Mettez-les dans un saladier avec leau-de-vie, couvrez.Laissez mariner au moin 2 h.
Préparez la pâte: mêlez faine,cacao et sucre. Semez dessus le beurre. Frottez entre vos doigts pour incorporer le beurre en obtenant en mélande sableux. Formez une boule compacte. Couperz-la en deux. Assemblez la tourte: étalez la pâte collante et trés friable avec un rouleau fariné sur du papier cuisson fariné, en deux rectangle de 30 x 20 cm. env. Placez-les 10 mn au rigo, préchauffez le four à 10°C.Posez un rectangle de pâte sur une plaque rectanguliere. Piquez à la fourchette. Egouttez, serrez les poire dessus. Retournez dessus le seconde rectangle bien froid, décollez le papier. Pincez, roulez les bords de pâte pour le souder. Enduisez de blanc d’oeuf. Enfournez 20-25 mn. laissez tièdir. Poudrez de sucre glace.

Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite

Standard
Aria di Natale, pasta base crostate, Piccoli dolci

Sablés alla crema di castagne al caffè e marron glacé.

Sablés alla crema di castagne al caffè e marrons glacès
Una semplice pasta frolla farcita di una crema di castagne aromatizzata al caffé e piccoli pezzetti di marron glacé…un’idea da provare per una cenetta a due…era il mio intento ma quando poi la nonna non c’é ,bisogna cambiare i programmi…la cenetta diventa la cena di routine in famiglia…con i figli che ,seppur li adoriamo alla follia, qualche volta diventano “invadenti”. Una serata tranquilla, di tanto in tanto, é un tocca sana per la coppia. Affaticati dalla settimana pesante di lavoro, casa,stress in macchina per il traffico e buio pesto fuori dal mattino alla sera… a volte uno sguardo incrociato , come per ritrovare un’intesa… a fatica, la stanchezza prende il sopravvento e non ci si ricorda più dei quei momenti passati ad “annoiarci” da soli.

Ingredienti per la pasta frolla:

100 g. di zucchero
275 g. di farina
200 g. di burro
3 tuorli

per la crema
200 g. di purè di castagne
40 g. di burro
2 cucchiai di zucchero cassonade
160 g. di panna
2 cucchiaini di caffé solubile
6 marron glacé

Preparare la pasta frolla con gli ingredienti mescolando prima la farina e lo zucchero poi aggiungere il burro a pezzetti e lavorare con la punta delle dita ed infine le uova formando una palla che lascerete riposare in frigo per mezz’ora, in un film alimentare.
Nel frattempo preparare la crema, facendo sciogliere il burro in un pentolino, aggiungere il purè di castagne, lo zucchero , la panna. Amalgamare bene gli ingredienti a fuoco lentissimo, mescolando velocemente per due minuti, spegnere il gas e aggiungere il caffè solubile. Lasciare raffreddare la crema e sbriciolare, con le mani, o con l’aiuto di una forchetta, i 6 marrons glacé, mescolare.
Prendere la pasta frolla dal frigo e stenderla con il matterello direttamente sul foglio di carta forno, ricavare 12 cerchi tagliando la pasta con un bicchiere o un copapasta, circa 10 cm di diametro. Infornare a forno preriscaldato a 150°C. per 15 minuti. Lasciate raffreddare e ritirateli delicatamente con una spatola.

Farcire un disco con la crema di castagne, coprire con l’altro disco, procedere allo stesso modo per gli altri dischi, rimetterli in frigo per un’ora prima di essere serviti cosparsi di zucchero a velo.

En français,s’il vous plait
Sablés alla crema di castagne al caffé e marron glacé
Sablés à la crème des châtaignes au café et éclats de marrons glacés

Ingredients pour les sablès (pour 6 personnes)

100 g de sucre
275 g de farine
200 g de beurre
3 jaunes d’oeufs

Ingredients pour la créme
200 g de purée des châtaignes
40 g de beurre
2 càs de cassonade
160 g de crème fraiche
2 càc de cafè
6 marrons glacè
Preparez la pâte pour les sablès, melangez le sucre e la farine, ajoutez le beurre en petits morceaux et melangez avec le doigts, jusqu’à ce que soit homogéne. Ajoutez les jaunes d’oeufs et melangez à nouveau. Formez une boule et reservez au frigo pendant une demie heure.
Preparez la crème
Faire fondre le beurre dans une casserole, ajouter la purée de châtaignes, le sucre, la crème. Mélangez les ingrédients à feu très doux, en mélageant rapidement pour deux minutes, éteignez le gaz et ajouter le café soluble. Laisser refroidir la crème, reduisez en petits morceaux les 6 marrons glacés, avec les mains ou avec l’aide d’une fourchette,et ajutez-les dans la crème.
Sur une plaque recouverte de papier sulfurisé, formez 12 disques de pâte d’environ 10 cm. de diamètre. Enfournez pour 15 minutes de cuisson. Laissez-les tiédir et retirez-les délicatement avec une spatule.
Préparez les sablés, répartisez la créme sur un disque et couvrez par un autre disque , procédez de la même façon pour le reste des sablès et reservez au frigo pendant une heure avant de les servir, soupoudrer de sucre glace
Sablés alla crema di castagne al caffé e marron glacé

Standard