crema di soia, Dolci, fragole, glassa, latte condensato, panna, riso, rose

Je t’aime maman….fragole e rose e zuccherini per la festa della mamma

Ciambelline

Domenica mattina. Festa della mamma. Veloce, devo fare veloce per preparare una bella sorpresa al risveglio della piccola famiglia che come sempre, tutte le domenica si lasciano cullare più al lungo nel loro letto confortante. Non faccio rumore , non voglio interrompere la calma e la tranqulittà della casa.

Sarà stato allora il profumo delle fragole che me li trovo dietro le spalle, quasi sussulto….é presto ragazzi potevate ancora dormire!!!!! 


Ouvre vite maman, c’é una lettera per te.
Leggo.

je t’ame
un peu,
beaucoup,
passionnément,
à la folie….
…..pour moi ” pas du tout” n’existe pas.
Je t’aime plus que la vie.
Quand je te vois c’est comme un rayon de soleil.
Je ne sais pas quoi écrire tellement je t’aime
Signé par ton 2eme fils
 Sorrido per l’ultima “spiritosa” frase mentre la  gioia e la commozione raggiunge il mio cuore, gli occhi si riempiono di lacrime ed il mio grazie con l’abbraccio infinito ai miei due figli.

P1160855
ciambelline alle fragole glassate1
Credo non ci sia bisogno di traduzioni, il testo é talmente comprensibile. Sono le parole di una cantilena sfogliando i petali di una margherita. Ripresa da mio figlio, fatta sua e “migliorata” per esprimere il suo amore verso la sua mamma (io) e prima di mostrarmi la letterina rosa e disegnata con una grande margherita colorata di rosso,bianco e verde, sottolineando espressamente i colori italiani,  la teneva ben nascosta dietro la schiena.  Mi guarda dolcissimamente, quasi timidamente negli occhi e mi dice “ forse ho esagerato mamma ma é cosi’ bella questa festa che volevo dirti il più possibile che ti voglio bene”.

ciambelline alle fragole glassate

La domenica é stata cosi’, piena di calore e di dolcezza, la prima colazione non poteva che essere altrimenti. Ancora padroni le fregole ( di nuovo a grande richiesta) e poiché ho già fatto davvero di tutto con questi frutti deliziosi, per cambiare ho pensato di utilizzarne la polpa (alcune erano un po’ troppo mature) in un cake che poi é diventato anche cimbelline e che poi si sono rivestite di una colata di glassa rosa pallido, al limone.

Riso latte alle fragole e petali di rose cristallizzate

Nel pomeriggio invece, ho preparato un dessert che mi pareva adatto all’occasione,  un risolatte alle fragole profumato alle rose, petali di rose cristalllizzati e decorato da tanti semini di papavero blu per la croccantezza.

Eccovi le ricette

Riso latte alle fragole e petali di rose cristallizzate
Riso al latte di soia con fragole e petali di rose cristallizzate
60 g di riso arborio
600 g di latte di soia ( ma anche latte normale)
60 g di zucchero
1 cucchiaio di miele di castagne*
10 petali di rose cristallizzate*
10 grosse fragole
1 cucchiaio di semi di papavero
Lavate ed asciugate le fragole.  In un pentolino versate il latte ed il riso (lavato in  precedenza sotto il getto d’acqua fredda), lo zucchero e portate a bollore. Tagliate a pezzetti 4 fragole e versatele nel riso mentre bolle. Continuate la cottura a fiamma dolce. Quando il latte é quasi assorbito dal riso ( non del tutto perché come saprete il riso continua ad assorbire il liquido anche dopo sua cottura) versatevi le altre fragole tagliate a pezzettini, 6 foglie di petali di rose crestallizzate sbriciolate ed il miele. Mescolate e spegnete il gas.Aggiungete i semi di papavero e servite in bicchierini aggiungendo i petali di rosa restanti sbricialate.Potrete servire questa crema sia tiepida che fredda lasciandola in frigo almeno tre ore.
*La scelta del miele di castagne é stata non a caso, infatti mescolato alle fragole dà esattamente il profumo ed il sapore delle fragoline di bosco.

I petali di rose cristallizzate le potrete trovare nei negozi specializzati di articoli per dolci. O se preferite direttamente sul sito della notissima Confiserie Florian.

Strawberry Glazed Doughnuts

Ciambelline alle fragole alla cannella e alla panna
120 g di farina 00
80 g di farina di mais
100 g di burro morbido
100 g di zucchero semolato
5 cl di panna fresca
1 cucchiaino da tè di cannella in polvere
2 grosse uova
250 g di fragole
1 cucchiaino  raso di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
Lavate le fragole ed asciugatele. Tagliatele a ^pezzetti e poi con una forchetta riducetele a purea. Mettetele in un pentolino e fatele bollire un minuto. Spegnete e Riservate.
Montate il burro a crema nella planetaria , con lo zucchero. Aggiungete uno per volta le uova a temperatura ambiente, poi successivamente la panna. Setacciate le due farine insieme, mescolatevi la cannella, il livito,il bicarbonato ed il pizzico di sale ed aggingetela poco per volta nell’impasto uova,burro,panna. Alla fine versate le ormai fredde.
Con questo impasto riempite delle formine per ciambelline ( circa 12) oppure uno stampo da plumcake. 
Accendete il forno a 180°C. Fate cuocere le ciambelline per circa 30 min. Mentre il plumcake prolungate la cottura per altri 10 mn. circa. Fate raffreddare su una griglia.
Per glassare le ciambelline ho utilizzato 100 g di zucchero a velo e un cucchiaio disucco di limone, una goccia di colorante rosa e dei granelli di zucchero. Fate questa operazione a cottura ultimata e quando le ciambelline sono completamente fredde.
Standard
dolci lievitati, latte condensato, mandorle, vaniglia

Girelle alla crema di mandorle

Roll almond cream

Le ho fatte prima di partire per l’Italia queste deliziose girelle dall’aria primaverile. Con una cremina delicata alle mandorle sono perfette per il mio rientro parigino.

Si perché le ho fatte e congelate e poi riscaldate in forno tiepido. Profumano la casa e ingolosiscono. Una prima colazione questa volta abbracciata da i miei figli ,da mio marito ed anche da Mouffy. Confortata dal calore della casa  e del piccolo mondo tranquillo che mi appartiene, riprendo il ritmo della mia quotidianità, ,tutto sommato non mi dispiace, anche se il mio animo di donnetta calabrese persiste e mi accompagnerà anche nella più piccola espressione franscese…e chi lo lascia questo accento un po’ “rude” con le sue tipiche cadenze meridionali e vocaboli ricchi delle  influenze linguistiche greco-latine?
La pasta base di queste girelle é quella dei più famosi cinnamon roll che ho fatto già una diecina di volte. Questa é una variante con le mandorle ed il latte condensato che negli ultimi tempi ho riscoperto utilizzandolo spesso anche per fare cake o biscotti come quelli del post precedente. Non ho aggiunto zucchero in questa farcia, secondo i miei gusti andava bene già cosi’, volendo, se preferite renderla più dolce , nell ripieno potrete aggiungere da 80 a 100 g di zucchero semolato.
Roll almond cream

Ingredienti per la pasta: 550 g circa di farina -25 g di lievito fresco-70 g di burro fuso-210 g di latte-75 g di zucchero-2 uova-sale

Ingredienti per la farcitura: 200 g di mandorle tritate finemente – una scatola di latte condensato zuccherato – un cucchiaino di estratto di vaniglia – 50 g di arancia candita tagliata a dadini –
Preparazione della pasta: Fare intiepidire il latte con il burro in una casseruola. In una ciotola mescolare 400 farina, lo zucchero, il sale ed il lievito sbriciolato et l’uovo. Versare a filo il late tiepido con il burro e sbattere al mixer (planetaria per chi ce l’ha) per circa 2min. fino a che gli ingredienti sono ben mescolati. Ridurre la velocità ed incorporare farine con le mani fino a raggiungere la giusta consistenza, morbida ma non collate. Mettete l’impasto in una ciotola imburrata e giratela in modo che sia ben imburrata da tutti i lati. Coprire e lasciare lievitare per un’ora.
Preparazione del ripieno: In una terrina mescolate le mandorle con l’estratto della vaniglia le scorzette d’arancia candite a cubetti ed il latte condensato.
Spolverate il piano di lavoro con della farina e stendete l’impasto livitato con il matterello in modo da ottenere un rettangolo di cm 50 x 70. Spalmateci sopra il ripieno . Arrotolate la sfoglia in modo da formare un salsicciotto. Preparate una teglia e disponetevi dei pirottini. Tagliate circa 10 fette e mettetele nei pirottini ( se preferite potrete anche non utilizzarli e mettere le girelle direttamente sulla teglia lasciando uno spazio tra l’une e le altre per evitare che si attacchino). Copritele poi con un tovagliolo e lasciatele lievitare ancora per 20 mn.
Accendete il forno a 180°C. Infornate le girelle per 20/25 minuti. Lasciatele intiepidire. Potrete cospargerle di zucchero a velo prima di servirle o se preferite glassarle con zucchero a velo montato con del succo di limone.
Standard