banane, casa, cioccolato, cocco, confort, Dolci, figli, frutta, glassa, inverno

Le banane che si perdono in un carré con cioccolato e glassa al cocco –

Carré banana & chocolate
Certe volte i miei figli amano ingurgitarsi di banane, ma tante banane!!! che appena ne vedono una rimasta da sola nel paniere subito mi avvertono: mamma comprane ancora, per favore non lasciarci senza!!! e…non sia mai!!!! Allora corrio al super per rifornirci anche perché le banane fanno bene ai loro sforzi scolastici , tiene a bada i loro nervi, le loro tensioni muscolari durante  i corsi di ginnastica.
Ma, ci sono periodi in cui me le lasciano nel paniere, una dopo l’altra macchiarsi di marrone, maturarsi troppo ed io continua a guardarle  invece di mangiarmele aspetto sempre che siano loro a farlo, intanto loro maturano sempre di più.
Standard
autunno, cannella, ciambelline, glassa, lieviti, pani, zenzero, zucca, zucchero

E’ tempo di zucca :-) Ciambelline di zucca glassate allo zenzero

Glazed pumpkin donuts

La saga della zucca comincia da qui e durerà fintanto che ci saranno delle zucche al mercato. Cio vuol dire che qualche ricetta a base zucca sarà presente sul mio blog, quasi come tutti gli anni in questo periodo.
All’inizio ho avuto notevoli difficoltà a fare amare le cucurbitacee ai miei commensali ma a forza di sperimentare e presentare piatti di colore arancione sono riuscita via via a farglieli apprezzarre, ancora devo lavoraci sopra un po’ e non demordo mica.

2011 10 14

Ci sono diverse qualità di zucca in commercio ma quella che prediliggo é la qui chiamata potimarron, dal gusto dolce, senza filamenti come la zucca di Cenerentola per intenderci é molto più morbida che quando viene cotta al forno la ritrovate già bella e pronta per un puré senza necessariamente passarla al setaccio. Inoltre il suo gusto di nocciole e castagne insieme é adattissima alle preparazioni dolci. Perfetta se cotta in forno per i lievitati contiene poca acqua, la sua consistenza é ineffetti simile alle patate. Ecco perché ho provato a fare queste ciambelline , perfette, golose per una sana merenda ed i miei figli manco se ne sono accorti che c’era dentro la zucca.

Ciambeline alla zucca glassate - glazed pumpkin donuts

Se cercate zucca nel mio ricettario troverete  delle idee in proposito!!!!
La ricetta: (dal ricettario paneangeli personalizzata da me)

Ciambelline di zucca glassate allo zenzero

Ingredienti per circa 12 pezzi
200 g di polpa di zucca
100 cl di latte di soia
300 (circa) g di farina manitoba
1 bustina di lievito secco
2 cucchiai di miele millefiori
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di sale
30 g di burro fuso

Per la glassa:
zucchero a velo
latte
zenzero in polvere

Preparate la zucca: tagliatela  a metà ( lasciate la buccia) avvolgetela in foglio di alluminio e cuocetela in forno a 200°C per circa 20 mn. Lasciatela intiepidire. Prelevate la polpa interna e se necessario mixatela. Aggiungete il latte tiepido ( non caldo altrimenti impedisce la lievitazione) mescolate bene zucca e latte.
Setacciare la farina in una terrina larga e mescolarvi il lievito . Al centro  praticare una buca ed aggiungete il miele, sale, la cannella ed il burro fuso e tiepido. Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo un po’ per volta il passato di zucca tiepido. Aggiungete farina se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungete farina.*

Lavorare l’impasto sul piano del tavolo infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino al completo assorbimento del liquido. Se usate la planetaria questa operazione sarà molto più agevole.
Rimettete l’impasto nella terrina infarinata, coprirlo con un canovaccio umido e porlo a lievitare in luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa).
Rimettete l’impasto lievitato sul piano di lavoro e sgonfiatelo leggemente senza lavoralo troppo. Con un matterello stendete l’impasto e con dei cerchi da pasticceria tagliate le ciambelline, con dei cerchi più piccoli tagliate al centro formando dei piccoli fori. ( io ho usato il tappo di plastica di una bottiglia di acqua). Riformate i ritagli a palla e ricominciate l’operazione per il resto dell’impasto.
Disporle su carta forno in una teglia e distanziarle bene una dall’altra. Copritele con un canovaccio per lasciarle  lievitare nuovamente in luogo tiepido per 20 minuti. 

Cuocere per 20 minuti nella parte inferiore del forno ventilato pre riscaldato a 180°C.
Fatele raffreddare su di una griglia. Intanto preparate la glassa mescolando dello zucchero a velo , circa 200 g con 4 cucchiai di latte freddo ed un cucchiaino di zenzero in polvere. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a consistenza cremosa, aggiugete zucchero se troppo liquida o poco latte se troppo densa. Distribuite la glassa qulle ciambelline e lasciate solidificare prima di servire.

*La quantità di farina in questo caso é variabile, in base alla consistenza e alla qualità della zucca che andrete ad utilizzare.

Standard
crema di soia, Dolci, fragole, glassa, latte condensato, panna, riso, rose

Je t’aime maman….fragole e rose e zuccherini per la festa della mamma

Ciambelline

Domenica mattina. Festa della mamma. Veloce, devo fare veloce per preparare una bella sorpresa al risveglio della piccola famiglia che come sempre, tutte le domenica si lasciano cullare più al lungo nel loro letto confortante. Non faccio rumore , non voglio interrompere la calma e la tranqulittà della casa.

Sarà stato allora il profumo delle fragole che me li trovo dietro le spalle, quasi sussulto….é presto ragazzi potevate ancora dormire!!!!! 


Ouvre vite maman, c’é una lettera per te.
Leggo.

je t’ame
un peu,
beaucoup,
passionnément,
à la folie….
…..pour moi ” pas du tout” n’existe pas.
Je t’aime plus que la vie.
Quand je te vois c’est comme un rayon de soleil.
Je ne sais pas quoi écrire tellement je t’aime
Signé par ton 2eme fils
 Sorrido per l’ultima “spiritosa” frase mentre la  gioia e la commozione raggiunge il mio cuore, gli occhi si riempiono di lacrime ed il mio grazie con l’abbraccio infinito ai miei due figli.

P1160855
ciambelline alle fragole glassate1
Credo non ci sia bisogno di traduzioni, il testo é talmente comprensibile. Sono le parole di una cantilena sfogliando i petali di una margherita. Ripresa da mio figlio, fatta sua e “migliorata” per esprimere il suo amore verso la sua mamma (io) e prima di mostrarmi la letterina rosa e disegnata con una grande margherita colorata di rosso,bianco e verde, sottolineando espressamente i colori italiani,  la teneva ben nascosta dietro la schiena.  Mi guarda dolcissimamente, quasi timidamente negli occhi e mi dice “ forse ho esagerato mamma ma é cosi’ bella questa festa che volevo dirti il più possibile che ti voglio bene”.

ciambelline alle fragole glassate

La domenica é stata cosi’, piena di calore e di dolcezza, la prima colazione non poteva che essere altrimenti. Ancora padroni le fregole ( di nuovo a grande richiesta) e poiché ho già fatto davvero di tutto con questi frutti deliziosi, per cambiare ho pensato di utilizzarne la polpa (alcune erano un po’ troppo mature) in un cake che poi é diventato anche cimbelline e che poi si sono rivestite di una colata di glassa rosa pallido, al limone.

Riso latte alle fragole e petali di rose cristallizzate

Nel pomeriggio invece, ho preparato un dessert che mi pareva adatto all’occasione,  un risolatte alle fragole profumato alle rose, petali di rose cristalllizzati e decorato da tanti semini di papavero blu per la croccantezza.

Eccovi le ricette

Riso latte alle fragole e petali di rose cristallizzate
Riso al latte di soia con fragole e petali di rose cristallizzate
60 g di riso arborio
600 g di latte di soia ( ma anche latte normale)
60 g di zucchero
1 cucchiaio di miele di castagne*
10 petali di rose cristallizzate*
10 grosse fragole
1 cucchiaio di semi di papavero
Lavate ed asciugate le fragole.  In un pentolino versate il latte ed il riso (lavato in  precedenza sotto il getto d’acqua fredda), lo zucchero e portate a bollore. Tagliate a pezzetti 4 fragole e versatele nel riso mentre bolle. Continuate la cottura a fiamma dolce. Quando il latte é quasi assorbito dal riso ( non del tutto perché come saprete il riso continua ad assorbire il liquido anche dopo sua cottura) versatevi le altre fragole tagliate a pezzettini, 6 foglie di petali di rose crestallizzate sbriciolate ed il miele. Mescolate e spegnete il gas.Aggiungete i semi di papavero e servite in bicchierini aggiungendo i petali di rosa restanti sbricialate.Potrete servire questa crema sia tiepida che fredda lasciandola in frigo almeno tre ore.
*La scelta del miele di castagne é stata non a caso, infatti mescolato alle fragole dà esattamente il profumo ed il sapore delle fragoline di bosco.

I petali di rose cristallizzate le potrete trovare nei negozi specializzati di articoli per dolci. O se preferite direttamente sul sito della notissima Confiserie Florian.

Strawberry Glazed Doughnuts

Ciambelline alle fragole alla cannella e alla panna
120 g di farina 00
80 g di farina di mais
100 g di burro morbido
100 g di zucchero semolato
5 cl di panna fresca
1 cucchiaino da tè di cannella in polvere
2 grosse uova
250 g di fragole
1 cucchiaino  raso di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
Lavate le fragole ed asciugatele. Tagliatele a ^pezzetti e poi con una forchetta riducetele a purea. Mettetele in un pentolino e fatele bollire un minuto. Spegnete e Riservate.
Montate il burro a crema nella planetaria , con lo zucchero. Aggiungete uno per volta le uova a temperatura ambiente, poi successivamente la panna. Setacciate le due farine insieme, mescolatevi la cannella, il livito,il bicarbonato ed il pizzico di sale ed aggingetela poco per volta nell’impasto uova,burro,panna. Alla fine versate le ormai fredde.
Con questo impasto riempite delle formine per ciambelline ( circa 12) oppure uno stampo da plumcake. 
Accendete il forno a 180°C. Fate cuocere le ciambelline per circa 30 min. Mentre il plumcake prolungate la cottura per altri 10 mn. circa. Fate raffreddare su una griglia.
Per glassare le ciambelline ho utilizzato 100 g di zucchero a velo e un cucchiaio disucco di limone, una goccia di colorante rosa e dei granelli di zucchero. Fate questa operazione a cottura ultimata e quando le ciambelline sono completamente fredde.
Standard