Meringa e more per un compleanno speciale

Meringa alle more di rovo
Da Elga, uhmmm, si ancora Elga…..vedendomi portare questa meringa decorata con una cascata di fresche more e dopo averne gustato la delicatezza ,non ho avuto dubbi, l’avrei fatto di certo per il compleanno di mia mamma, come tutti gli anni riesco ad essere presente a questo appuntamento , il 4 agosto siamo tutti riuniti per augurarle buon compleanno.Di solito è lei che prapara in anticipo il dolce magari un semifreddo o altre sue specialità, io in vacanza,mia mamma non vorebbe che mi preoccupassi di ciò. Questa volta mi sono offerta sin dal primo giorno: ” guarda che quest’anno il dolce lo faccio io ho una ricetta che voglio assolutamente farti e farvi provare ,unico problema trovare delle more”. Ho scombussolato un pò la testa di tutti i miei conoscenti in materia per trovare delle more, tutti accorati: ” Uhmmm, un pò difficile è tardi per le more di gelso, forse però quelle di rovo si trovano ma bisogna andare a cercarle nei posti giusti e poi le spine, il caldo !!!” L’impresa è un pò difficile a quanto pare, mio padre si offre per cercare lungo una via che costeggia la ferrovia un po’ tortuoso ed allora cambio idea dicendo che non sarebbe stato necessario e che avrei utilizzato del’altra frutta. Sapete poi come sono i paesini piccoli no? la voce si è sparsa velocemente fino ad arrivare ad uno zio di mio marito, che ringrazio calorosamente, amante della natura e capace di scalare montagne per la sua generosità, conoscendo bene la campagna del mio paesino dopo due giorni mi porta all’incirca 3 chili di more di rovo, meravigliose e delcissime. Posso realizzare finalmente ,non solo il dolce di Elga, ma anche della confettura, una crostata ed anche una torta deliziosa, consultando su internet differenti ricette e prendendo spunto anche da un ricettario di mia madre ,pasticcio un po’ a modo mio e riesco a fare un dolce squisito di cui vi darà in seguito la ricetta.

My creation

Per la Meringa alle More ho eseguio esattamente come descritto nel post di Elga, semplicissima e di facile esecuzione,bisogna fare solo attenzione ad estrarre con molta delicatezza la meringa dal forno, per completare la sua guarnizione, beh si il forno bisogna accenderlo ma a bassa emperatura per cui anche con il caldo che fà è sopportabile e poi la si può preparare la sera per il giorno dopo che risulterà ancora migliore, i consigli di Elga sono stati preziosi, il dolce ha sorpreso tutti ed è stato amato da grandi e bambini. Mia mamma festeggia i suoi sessantanove anni e io ho la fortuna, di poterli festeggiare con lei tutti gli anni, (solo tre compleanni estivi nella mia famiglia, il suo, quello di mia cognata ed infine il mio, a fine agosto e me lo festeggio quasi sempre a lavoro). Mia mamma ha apprezzato molto il dolce e già copiata la ricetta, di certo il suo piu’ grande desiderio è di riuscire ad avere tutta la famiglia riunita proprio in questo unico giorno del suo compleanno.
Tanti auguri mamma.

Meringa alle more di rovo
Annunci

Un bouquet di fiori da mangiare

Fiori di zucca

Eccomi, appena arrivata in Calabria, mi sono ritrovata questo meraviglioso bouquet di fiori, i miei fiori preferiti, da guardare e da mangiare. Il viaggio è stato faticoso, lungo, come previsto d’altra parte ma meravigliosamente allietato dalla sosta da Elga la quale, oramai, tutti ne siete a conoscenza, è la mia piu’ cara amica e per una come me, lontana chilometri all’Italia, non so se possiate rendervi conto che cosa rappresenta, avendola conosciuta virtualmente con passi lenti,discreti ma sempre piu curiosi di entrare a fare parte del suo mondo reale e cosi è stato. Come Lei dice:“sono felice che tu abbia visto dove vivo,il mio ambiente pieno di giochi dei bimbi. I miei cani, il mio mondo!”
Io aggiungo: un mondo fatto di dolcezza, di grande attenzione per la sua famiglia, di sacrifici, di lavoro responsabile,di casa calorosa,di profumi puliti,di vicini simpatici e ospitali, di libri di ricette,di bimbi affettuosi e di un marito premuroso e paziente per questa grande passione per la cucina e per le ore passate davanti al pc a parlare con noi.Elga e la sua famiglia sono generosi di cuore , tutta la loro anima sprizza dolcezza e affetto, non c’è dubbio, io l’adoro.

Appena messo piede in Calabria, davanti a casa finalmente, la mia mamma ed il mio papà ad attenderci commossi e felici di riabbracciarci, noi,pur stanchi , sopratutto mio marito,dopo 11 ore di guida, la gioia dell’abbraccio ci ha ridato energia fino a gustare con entusiasmo la cena familiare e finalmente la calma a tarda ora nel ritrovarci estenuati a dormire dopo un lungo anno, di nuovo nella nostra casa.My creation
Domani tutti al mare ed ancora tanti giorni intorno alla grande famiglia.


Mi siete mancati molto e mio fratello, conoscendomi, mi ha letto negli occhi una irresfrenabile voglia di tastare su un pc, grazie a lui sono riuscita a riprendermi la mia passione, magari con meno intensità, data la voglia di godere di tante altre cose,amici,passeggiate,sole,mare,gelati al bar,chiacchiere e risate come ai vecchi tempi, con delle amiche ritrovate, ma senza di voi proprio non posso e mentre gli altri si riposano io sbircio e continuo a scrivere di me.

Non potevo che immortalare questo momento regalandovi questi fiori gialli ,che rappresentano, per me, il sole, il calore ed il vero gusto delle cose naturali, fiori unici che nascono solo in unico periodo dell’anno e che colti la mattina presto vanno necessariamente connsumati in giornata, quale esempio migliore nel rispetto della nostra alimentazione sana e naturale.
Gli altri fiori sono di una pianta grassa che on conosco il nome che vedo fiorire per la prima volta sul mio balcone mentre le api ne bevono il nettare.
In seguito trovero’ di certo il tempo di postare qualche ricetta. Non sono lontana dai fornelli neanche in vacanza. Ho ben allestito il mio campo di lavoro e di sicuro manicaretti ne sfornero’.

Fiori di zucca
Grazie infinite per tutti i messaggi ed i saluti di buon viaggio e come sempre del vostro sincero affetto.