TARTE CONVERSATION, UN DOLCE FRANCESE, ANTICO E DIMENTICATO

img_2943

(ricetta tratta da: Saveurs Magazine n° 208 )

Ingredienti per 8 persone:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 80 g di burro morbido
  • 70 g di zucchero di canna chiaro
  • 80 g di farina di mandorle
  • 2 piccole uova a temperatura ambiente
  • 40 g di panna da montare
  • 2 cucchiai di Rum bianco
  • la buccia di un limone bio
  • 120 di zucchero a velo
  • 1 albume di un piccolo uovo
  • 15 g di farina 00

Prepara la crema di mandorle: Sbatti con le fruste il burro morbido e lo zucchero di canna, aggiungi le uova, la farina di mandorle, la panna,ed il rum e la buccia grattugiata del limone, ma senza troppo sbattere, meglio mescolare questi ultimi ingredienti solo con la spatola. Lascia la crema a temperatura ambiente.

Prepara lo stampo tondo di almeno 24 cm di diametro. Disponi il primo foglio di pasta facendo sporgere i bordi all’esterno che eliminarai con delle forbici, versa la crema di mandorle, ricopri con l’altro disco di pasta , premendo leggermente con le mani per togliere l’aria e sigillando i due bordi fino all’attaccatura dello stampo, togli  l’eccedenza della  sfoglia con attenzione poiché dovrai ricavarne delle bande per ricoprire la parte superiode del dolce.

Riserva il dolce in frigo nel frattempo che prepari la glassa.

Con i resti della sfoglia recupara e taglia delle bande di mezzo cm. di spessore.

In una ciotola metti lo zucchero a velo e la farina, sbatti leggermente l’albume e mescola tutto isieme fino ad ottenere una crema fluida.

Riprendi lo stampo con il dolce dal frigo e versa la glassa reale livellando , posiziona le bande come preferisci e rimetti in frigo per mezz’ora.

Accendi in forno a 180°C.  fai cuocere da 40/45 minuti, verificando la doratura,nel caso sia troppo dopo 30/35 minuti, copri con carta forno e termina la cottura. Lascia in forno per altri 5 min, dopo aver spento sempre ricoperta della carta forno.

Disponi il dolce su piatto di portata dopo averlo fatto indiepidire e servi preferibilmente tiepido o freddo.

Ottima servita con un buon vino bianco liquoroso e fresco.

 

Visualizza versione stampabile

img_2958

Annunci

Tortine di Giovanna

IMG_0208

Ero certa che le avrei adorate , mi son piaciute davvero tanto per farle ben 5 volte  ormai da che le ho scoperte nel blog di Giovanna (La cuoca Eclettica Veg)

Sono proprio come lei le descrive, buonisime e semplici.

Il giusto equilibrio di ingredienti per una tortina deliziosa dalla colazione alla cena e sopratutto per la merenda.

Un’impasto versatile da poter variarne i liquidi come ho fatto io, metà succo di limone e metà succo di arancia, o solo latte , io di mandorla sempre, o anche il latticello che le rende soffici soffici.

Il mix di farine (grano duro, grano tenero, farro, segale, riso, grano saraceno e mais) oppure nella giusta proporzione solo farina di farro e farina di frumento, nel mio caso.

Nocciole pralinate o pistacchi o le noci scelte da Giovanna.

La versione pero’ originale é perfetta.

IMG_0787-2

Ingredienti per 6 tortine

  • 120 g. di mix di farina
  • 120 g di succo di limone ( o metà di limone e metà di arancia)
  • 55 g. di noci ( io nocciole pralinate)
  • 8 g. di lievito istantaneo
  • 1 uovo
  • 1  cucchiaio ( colmo) di miele di acacia,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva ( io ho preferito metterne 3)
  • gli aghi di un rametto di rosmarino
  • 1 manciata di semi di sesamo, papavero e zucca,
  • un pizzico di sale.

Accendere il forno a 180°C.

Setacciare la farina con il sale e il lievito, tritare le noci  a coltello e aggiungerle, insieme ai semi (tenere da parte una manciatina di papavero e sesamo da spolverizzare sulle tortine), alla farina. Unite il miele, l’uovo, l’olio extravergine, il succo di limone, gli aghi tritati a coltello di rosmarino e amalgamate tutti gli ingredienti.
Distribuire  la pastella in  stampi da muffin, cospargere con i restanti semi ed infornare a 180° per 15 minuti e a 170° per 10.
Sformare e servire le tortine tiepide.

Siate felici

Frolla integrale con albicocche e cocco

Frolla integrale alle albicocche

Lo so, ci vuole del tempo per togliere la tristezza, quella che c’é dentro, anche se non si vede, se, chi non ti conosce bene non la percepisce, anche se sorridi.

Un mese, due, forse di più per prendermi in mano ed accompagnarmi a trovare conforto, un abbraccio forte , il sostegno per il resto della  vita senza mio padre, sentire meno la sua mancanza, ma forse mai.

Conforto sono le persone che ho, i miei figli, mio marito, la casa, anche il nostro gatto.

Conforto sono le cose che faccio, una passeggiata, un caffé con un’amica, una telefonata con i miei cari lontani, un buon libro da leggere, una fotografia,una canzone.

Conforto é la mia cucina, giocare con la farina, cercare ingredienti, sentire profumi, sapori…….conforto é sapere che tutto questo é.  E’ la continuità di mio padre in me.

Abbiate cura di voi stessi ❤

Frolla integrale alle albicocche 1.jpg

Frolla rustica con le albicocche e cocco

Ingredienti per una crostata per 6 persone

  • 150 g di farina integrale Senatore Cappelli macinata a pietra
  • 100 g di farina di farro chiara
  • 150 g di burro freddo
  • 1 cucchiaio di zucchero muscovado
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 6 cucchiai di latte ( di mandorla per me)
Per guarnire
  •  marmellata di arance, o di altra di vostra preferenza
  • 8 albicocche mature ma ben sode
  • 2 cucchiai di cocco fresco grattugiato
  • 1 cucchiaio di zucchero muscovado
Preparare la pasta: Mettere nella planetaria le farine con il lievito, lo zucchero, il sale ed il burro freddo a dadini, mixare ad impulsi fino a rendere l’impasto sabbioso, aggiungere l’uovo ed il latte, poi mixare ancora fino a che l’impasto diventi una palla liscia.
Aggiungere poca  farina se é troppo morbida.
Appiattirla  e coprirla con film alimentare, lasciandola il frigo per almeno tre ore oppure fino al giorno successivo. ( Si puo anche congelare ed utilizzare al momento opportuno). In frigo si puo’ conservare per tre giorni.
Intanto lavare ed asciugare le albicocche e tagliare in due, separarle dal nocciolo e tagliare le metà in due.
In una piccola ciotola mettere qualche cucchiaio di marmellata di arance e mescolarvi un cucchiaio di cocco fresco grattugiato.
Prendere la frolla e stenderla su carta forno in un rettangolo abbastanza sottile ma non troppo. Spalmare il rettangolo con la marmellata di arance e cocco, distribuire le fette di albicocche al centro e chiudere il rettangolo sovrapponendo i lati su parte delle albicocche in modo da formare una crostata rettangolare. cospargere di zucchero a vostro gusto.
Accendere il forno a 180°C e infornare la crostata per 25/30 minuti.
Lasciare intiepidire e servire con cocco fresco grattugiato.

 

Visualizza per stampare