Torta di prugne alla menta.

Torta di prugne alla menta
Sono giorni che come frutta qui si mangia quella che offre il giardino, nostro e quello dei nostri amici, fichi, pere d’estate, uva bianca…i miei piccoli sono un po’ stufi e hanno cominciato a snobbareo questi frutti. Il piccolo Vittorio che come è risaputo non ama mangiare sempre le stesse cose mi domanda: ” Mamma ma le prugne qui ci sono?”… e come potevo non correre a comprargliele!!!! Quelle locali e lunghe sono a buon prezzo, dolci,carnose e sode e ne ho comprate due chili. Ecco come nasce, dunque….questa tortina di prugne, nonostante il calore è ottima mangiata tiepida ma….fredda fà lo stesso. A voi la decisione.

My creation

Ingredienti: 2 vasetti di yogurt intero. una manciata di foglie di menta fresca 2 vasetti dello yogurt di zucchero 2 uova grossi 2 vasetti di farina 1 vasetto di farina di mandorlevasetto di 1 vasetto di olio ( io ho usato olio d’oliva) 1 bustina di lievito per dolci 10 prugne + 4 cucchiai di zucchero semolato

Ho messo i due yogurt in una ciotola ed ho aggiuno le foglie di menta tagliate finissime e lasciato riposare nel frigo per un’oretta. Ho lavato bene le prugne, snocciolate e tagliate a metà. In una padella antiaderente ho versato i 4 cucchiai di zucchero e messo le prugne ed ho acceso il gas facendole caramellare per una diecina di minuti a fuoco alto, fintanto che lo zucchero sia ben sciolto e diventi color rosso-viola. Ho lasciato raffreddare.( con difficoltà) Ho preso una teglia rettangolare a bordi alti ,imburrata ed infarinata ed ho messo le prugne in senso bombato verso l’altro. Intanto ho messo le uova a sbattere nello stattitore elettrico ( Ho usato il Bimby per gentile dotazione , momentanea,da parte di mia cognata), ho aggiunto lo zucchero, l’olio, i due vasetti di yogurt con il trito di menta, la farina e la farina di mandorle, un pizzico di sale,ho ben amalgamato gli ingredienti ed alla fine ho aggiunto il lievito per dolci. Ho versato il composto sulle prugne nella teglia ed ho passato in forno, già caldo a 170, per 35 minuti. Fate sempre la prova con il coltellino prima di fermare la cottura. Ho lasciato il dolce in forno spento per 5 minuti. Dopo di chè l’ho lasciato intiepidire e facendo attenzione l’ho rovesciato, girandolo su di un vassoio. In modo da far venire le prugne del fondo alla superficie. Ecco il risultato.
Torta di prugne alla menta
Annunci

Mini clafoutis di albicocche,mandorle e rosmarino

Mini clafoutis alle albicocche,mandorle e rosmarino

E’ un classico cosi’ come quello alle ciliegie, il clafoutis in Francia é il dolce del momento di facile realizzazione,piace per essere leggero e poi l’utilizzo della frutta fresca lo rende adatto ai primi giorni caldo…questa versione é arricchita con delle mandorle intere e profumata al rosmarino ma ovvio puo’ essere fatto senza mandorle…io mi trovavo in dispensa delle mandorle caramellate, quelle che si trovano nei mercatini o alle feste di paese dove non mancano i banchi dello zucchero filato per i bambini e le mandorle croccanti ed i torroni al sesamo, avevo giusto comprato queste mandorle ed era venuto il tempo di trovare una collocazione “particolare” in questo caso.

Mini clafoutis abicocche,mandorle e rosmarino

Ingredienti: per una tortina per sei persone ( io ho fatto mezza dose per 4 piccoli cake)

600 g. di albicocche
40 g. di burro
4 uova
20 cl. di latte
100 g. di farina
60 g. di zucchero ( ho usato zucchero di canna)
1 sacchetto di zucchero vanigliato
50 g. di mandorle intere (le mie erano quelle di cui sopra)
1 pizzico di sale
1 rametto di rosmarino.

Ho lavato bene le albicocche e le ho asciugate e snocciolate, le ho messe in una ciotola con metà dello zucchero di canna, la bustina di zucchero vanigliato gli aghi di rosmarino ed una mandorla amara ricavata dal nocciolo ( con difficoltà), ho mescolato e lasciato da parte. Nel frattempo ho preparato la pastella, sbattendo le uova con lo zucchero,il pizzico di sale, aggiunto la farina, il latte piano e il burro sciolto e raffreddato.Ho imburrato bene 4 piccole formine per cake ed ho messo sul fondo delle mezze albicocche circa 5 per formina , le mandorle e qualche ago del rosmarino ed ho versato la pastella comprendole completamente. Ho infornato per circa 20 minuti a 210° ( io li ho fatti stare un po’ di più é sono risultati troppo cotti, sono molto più buoni se restano morbidi anche sopra) e degustati tiepidi, diretamente nel loro contenitore….se preferite cospargete di zucchero a velo.

Mini clafoutis alle albicocche,mandorle e rosmarino

Tartare di mela verde con pistacchi

Bicchieri con mele verdi e pistacchi

Ebbene si… ho la passione delle ricette nei bicchierini…sono facili da mangiare e belli da presentare e anche dosati nel modo giusto…ci si puo’ mettere di tutto le insalate,la pasta, il riso e idee in testa ne ho tante…li trovo anche molto estivi…perché é meglio mettere alimenti freddi dentro altrimenti ci si scotta le mani…credo che ne presentero’ altri più avanti…intanto eccone una molto semplice, banale forse ma di grande effetto, l’idea é presa in uno dei tanti libri di ricette nei bicchieri, in Francia é la moda…

Bicchieri con mela verde e pistacchi

Ingredienti:
1 uovo – 50 g. di zucchero a velo – un sacchetto di zucchero vanigliato -2 mele granny – il succo di un piccolo limone – 1/2 cucchiaio di olio d’argan – 4 cucchiai di zucchero di canna – 20 g. di pistacchi non salati –

Bicchieri con mela verde e pistacchi

Preparare le merighe, separando il tuorlo dal bianco e mescolando lo zucchero a velo e la bustina di zucchero vanigliato si fanno montare a bagomaria con delle fruste elettriche, non’appena il bianco é ben fermo e brillante spegnete il fuoco e versare 2 o 3 gocce di colorante alimentare -facoltativo- Su una placca del forno ricoperta di carta apposita, prendere con il cucchiai un po’ della meringa e posarla cercando di formare dei petali,le mie sembrano nuvole. Mettere in forno a 100° c. per circa due ore…fare attenzione prima di toglierle dal forno che si siano ben asciugate. Queste piccole nuvolette si possono preparare il giorno prima.

Lavare e asciugare le mele e tagliarle a piccoli cubetti mescolandole con il succo di limone, l’olio d’argan e lo zucchero di canna. Riservare in frigo per qualche ora. Al momento di servire, prendere i bicchieri e mettere un cucchiaio di mele senza il loro succo,(che naturalmente andrete a bere) sbriciolare qualche meringa e rimettere un altro cucchiaio di cubetti di mele, aggiungere i pistacchi tritati grossolanamente e qualche nuvoletta di meringa. ( Le merighe , volendo fare prima, si possono comprare già fatte)

Bicchierini mela verde e pistacchi