Crosta rustica agli arachidi con finocchi e Brie

bri

Non riesco a liberarmi delle abitudini. Quelle poche magari, perché in qualche modo le novità mi piacciono, anzi le cerco.

Ma alcune, piccole e sane abitudini fanno bene, ci fanno sprecare meno energie nel pensare e, quando ho bisogno di riposarmi ecco, le riprendo.

Con un forte mal di testa, una tosse incessante e dolorosa ed un raffreddore che mi impedisce di sentire i profumi ed i sapori mi dedico alla cena, nonostante  amerei starmene sotto le coperte abbracciando una borsa di acqua  calda.

E’ qui che riprendo le piccole abitudini, di mettere in tavola quello che praticamente faccio spesso per non sbagliarmi di gusto e profumi, almeno per loro, io non riesco a mandar giu neanche un granello di riso.

crusta-rustica-con-finocchi-e-bri

Crosta rustica con arachidi alle erbe con finocchi e Brie

Ingredienti per 4 persone

Pasta brise’

  • 100 g di farina di farro chiara
  • 100 g di farina semi integrale
  • 50 g di arachidi tostati e non salati
  • 90 g di burro freddo
  • 1 cucchiaio di erbe di Provenza secche
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 30 ml  circa di acqua fredda

Per il ripieno

  • 2 finocchi piccoli
  • 50 g di formaggio Brie
  • Olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe qb

Preparare la pasta.

Mixare gli arachidi  ad impulsi per non riscaldarli troppo e ridurli in polvere.Mescolarvi le due farine, il sale ed il burro tagliato a dadini e le erbe di Provenza, lavorare in una terrina con le dita ottenendo un’impasto sabbioso, aggiungere poco per volta l’acqua fredda fino ad amalgamare bene il tutto per formare una palla, ma non lavorare troppo.

Preparare un film alimentare e coprire la palla appiattendola leggermente. Conservare in frigo per 30 minuti.

Intanto preparare i finocchi.  Lavarli asciugarli e tagliarli a fettine non troppo sottili,In una larga padella versare 2,3 cucchiai di olio, mettere le fettine dei finocchi e lasciarli colorire a fuoco vivace, per qualche minuto girandoli spesso, salare e pepare. Spegnere e farli intiepidire.

Prendere la pata e stenderla su di un foglio di carta forno, sistemato su di una teglia.

Accendere il forno a 200°C.

Distribuire i finocchi al centro della pasta alternando delle fettine di formaggio Brie.

Ribaltare i bordi della pasta come in foto e infornare per 25/30 minuti.

Servire calda, buona anche il giorno dopo.

Giorni felici

Visualizza per stampare la ricetta

Annunci

Crostata con mirtilli ricoperta di cioccolato

IMG_1319

Non poteva  che essere il cioccolato l’ ingrediente della mia  prima ricetta dell’anno, una crostata semplice ma di cioccolato extrafondente per risvegliare i sensi dopo le feste passate a coccolarsi, forse un po anche ad annoiarsi e che poi alla fine stancano, diciamocelo.

Continua a leggere “Crostata con mirtilli ricoperta di cioccolato”

Foglie di fillo croccanti alla feta e spinaci

P1080096

Version française en bas

Compro senza pormi troppe domande sia la pasta fillo che i fogli di pasta brick , non voglio farmela mancare nel frigo per ogni evenienza. Conoscete quegli scatti impulsivi di confezionare dei fagottini croccanti e dorati e ripieni di tante cose buone dolci in particolare al profumo d’oriente  ma anche salati che ricordano la cucina greca? Qualche volta mi succede!! 
Non mi son mai domandata, dicevo, la differenza tra queste due paste, se non unicamente quando comprandoli insieme li ho aperti per constatarla, al tatto, all’odorato e alla cottura.

I fogli di pasta brick sono rotondi, quelli di pasta fillo sono rettangolari.
La pasta brick é ruvida e rigida, la pasta fillo é vellutata, morbida, malleabile.
La pasta brick é più spessa ,resistente, la pasta fillo é fragile, dunque più sottile.
La pasta brick é di origine marocchina, la fillo di origine greca ,turca.
La pasta brick é a base di semola di grano bollita , acqua e sale.
La pasta fillo é a base di farina bianca acqua e sale.
La pasta brick cruda al gusto, é leggermente salata e rivida.
La pasta fillo ha il gusto ricorda la pasta brisé.
Le due paste alla cottura sono croccanti.
La pasta brick si adatta bene alla cottura sia in forno  che alla padella.
La pasta fillo si adatta meglio alla cottura in forno.
Le due paste devono essere spannellate abbondandemente di burro fuso (preferibilmente ghee)  o anche olio ,prima di essere cotte.
Sia la pasta brick che la pasta fillo possono essere utilizzate per preparazioni dolci e salate.
Si conservano benissimo in congelatore.
Ecco dopo chiarito quanto sopra possiamo procedere con le nostre ricette e al meglio scegliere la nostra pasta più appropriata. E’ sempre bene averle tutte e due, quegli “scatti” arrivano spesso!
Pasta fillo con feta e spinaci
La ricetta:
Per 6 persone:
  • 20 foglie di pasta fillo
  • 600 g di feta
  • 400 g di spinaci teneri crudi
  • uno spicchio d’aglio
  • olio evo
  • 80 g di burro fuso
  • pepe e noce moscata
 
Accendete il forno a 180°C. 
In una padella versate un filo d’olio, aggiungete uno spicchio d’aglio intero e fate saltare gli spinaci (ben lavati) per qualche minuto, finché diventino morbidi, aggiungete del pepe e della noce moscata, un po’ di sale e spegnete il fuoco. Con una forchetta schiacciate la feta e mescolatela nella padella insieme agli spinaci.
Con le forbici tagliate i fogli di pasta fillo della stessa lunghezza della teglia . Spennelare ogni foglio di burro fuso. Disporre 10 foglio, uno sopra l’altro nella teglia da passare in forno. Ricoprire con la farcia di feta e spinaci e poi sovrapporre gli altri 10 fogli sempre prima spennellati bene di burro fuso. Inornare e lasciare cuocere per 20 mn. I fogli risulteranno ben dorati e friabili. 
 
Version française
Fillo con feta e spinaci

Feuilles de pâte filo à la feta et aux épinards

Pour 6 personnes:

  • 20 feuilles de pâte filo
  • 600 g de feta
  • 400 g d’épinards en branches
  • 80 g de beurre
  • huile d’olive
  • 1 gousse d’ail
  • sel,poivre noix muscade
Préchauffez le four à 180 ° C.

Dans une casserole versez un peu d’huile, ajouter la gousse d’ail  et faire revenir les épinards (bien lavés) pendant quelques minutes jusqu’à ce que deviennent tendres, ajouter le poivre et la muscade, un peut de sel et le retirer du feu. Avec une fourchette, écrasez la feta et mélangez-la dans la casserole avec les épinards.

Avec des ciseaux, découpez les feuilles de filo à la longeur du plat de cuisson. Badigeonnez chaque feuilles de beurre fondu. Superposez-en 10 dans un plat à gratin. Recouvrez de feta aux épinards, puis des 10 autres feuilles également badigeonnées de beurre.
Enfournez et laissez cuire 20 min. env. Les feuilles doivent être dorées et bien croustillantes.