confettura, creme

Crema spalmabile al cioccolato bianco alla cannella….. con gli spritz

Crema spalmabile cioccolato bianco e cannella

E bastava saperlo allora… che con i biscotti, qualsiasi biscotti ci si puo’ preparare una  cremina spalmabile, veloce, semplice e sopratutto buona.

Quello che mi piace di queste preparazioni golose home made é la possibilità di farne in piccole quantità e poi ricominciare daccapo  variando all’infinito i profumi ed il gusto.

Continua a leggere

Standard
cioccolato, creme, crostate, frollle, gelati, mandorle, matcha, miele, panna, the

Crema gelata alla panna e al miele per colazione e una crostata alle albicocche per merenda, per un fine settimana uggioso.

Gelato alla crema di panna e miele con scaglie di cioccolato

Adoro la mattina presto, coccolarmi nel silenzio della casa, nonostante la pioggia, il profumo del primo caffé, il gatto che mi domanda carezze, il libro sul tavolo che aspetta la mia lettura.

Qui mi segue da tempo ormai lo sà, il mio fine settimana comincia sempre cosi’ dalle primissime ore del mattino.

Sorseggio il mio caffé caldo con gusto e guardo fuori verso il giardino e mi rendo proprio conto che qui l’estate é finita, infondo non é mai arrivata, si abbiamo avuto una primavera molto calda, poche settimane di sole quasi soffocante e poi pioggia, pioggia, pioggia…………

Gelato alla crema di panna e miele con scaglie di cioccolato 

………preparo la prima colazione per il resto della famiglia.

Saranno tutti svegli tra un’attimo. Seduti intorno al nostro tavolo bianco potremo gustare una colazione insolita, una colazione pero’ che sa di buono e di estate, un gelato cremoso alla panna, fresco ma dal sapore caldo di miele avvolgente, ingolosito da scaglie di cioccolato e croccante di fiocchi di farro al miele e cacao. 
La casa comincia ad essere più accogliente e rumorosa, la luce inizia a filtrare anche dietro il grigiore delle nuvole infondo, ci possiamo anche illudere che fuori, da qualche parte, l’estate c’é.
Crostata di albicocche al matcha

Loro, terminata la colazione, si sparpagliano per  casa nei loro hobbys preferiti, mentre io preparo la lista degli ingredienti per una nuovo dolce, una buona crostata con le ultime albicocche.

Gelato alla crema di panna e miele con scaglie di cioccolato

Crema gelata alla panna e al miele

250 g di latte intero
500 ml di panna fresca
1 baccello di vaniglia
60 g di miele di fiori
50 g di zucchero
5 rossi d’uovo freschissimi

Tagliate la vaniglia in due nel senso della lunghezza.  In una casseruola a fondo spesso, versate il latte con il miele, il baccello della vaniglia ed i suoi semini e la metà della panna. A fiamma bassa portate ad bollore sciogliendo bene il miele. In un’altra ciotola sbattete i tuorli d’uovo con lo zucchero per ottenere una crema morbida e quasi bianca. Togliete la casseruola dalla fiamma, togliete il baccello della vaniglia e lasciando cadere i granellini e versatevi  la crema di uova , mescolate velocemente con le fruste. Rimettete il pentolino sulla fiamma al minimo e cominciate a mescolare con un cucchiaio di legno, pochi minuti finché la crema diventa si addensa leggermente tipo crema inglesa. Aggiungete il resto della panna. Lasciate raffreddare completamente.
Versate questo composto nella gelatiera e lasciate partire il programma previsto. Conservate nel reparto freezer per almeno un’ora prima di consumare. Servite con scaglie di cioccolato   e croccantini ai fiocchi al farro e al cacao che potrete trovare nei negozi di prodotti biologici.
ps: per praticità io ho preparato la crema direttamente nei bicchierini.
P1190169
Crostata alle albicocche al thé verde matha
Per la frolla:
150 g di burro
30 g di zucchero
1 uovo
250 g di farina 00
un pizzico di sale
essenza di mandorle amare

per la farcitura:
8 albicocche
100 g di burro morbido
50 g di farina di mandorle
2 cucchiai di maizena
1 cucchiaio di thé verde matha
2 uova
30 g di zucchero

Preparate la frolla: mettete tutti gli ingredienti in un robot, mescolate velocemente azionando il robot a colpetti successivi per non far riscaldare troppo l’impasto. Quando avrete ottenuto  come delle briciole, prendete l’impasto e formate una palla. avvolgetela in un film alimentare e conservatela in frigo per almeno un ora.

Lavate le albicocche ed ascigatele. Dividetele in due ed eliminate i noccioli.

Stendete la pasta su una spinatoia infarinata o direttamente su foglio di carta forno e disponetela in una tortiera di 25 cm di diametro, punzecchiate il fondo con una forchetta.( lasciate un po d’impasto per fare delle striscette per decorare la crostata).
Lavorate il burro con lo zucchero a crema aggiungete la farina di mandorle, le uova, uno per volta, quindi unite la maizena miscelata al te verde matha. Distribuite la crema sulla base della torta ed infine le albicocche. Preparate delle strisce di pasta e disponetele in diagonale sulla crostata.
Infornate per 25/30 min a 210°C. e servitele dopo averla lasciata raffreddare.

Standard
aceto balsamico, aria di primavera, creme, Lamponi, limone, mandorle, piselli mangiatutto, ravanelli, uova, vinaigrette

Verdure di primavera, ravanelli e foglie, mangiatutto e uova e crema di mandorle al limone con lamponi

Mangiatutto con le uova e salsa di ravanelli

Insalate e ancora insalate e salse per questi giorni incredibilmente primaverili ,quasi estivi. Insolito questo periodo cosi’ lungo di tepore senza pioggia che mi da voglia di mangiare leggero. 

Approfitto delle verdure primaverili per  preparare piatti freschi e  tentare di  recuperare la giusta forma fisica.

Ravanelli

Almeno cinque qualche chilo di meno da qui alle prossime vacanze dovro’  sbarazzarmene  da certi punti critici e guardarmi con più compiacimento davanti allo specchio malefico.

P1140961

Sono andata al mercato sabato mattina molto presto ed ho comprato per la prima volta i piselli mangiatutto –“madame, presto non saranno più sul mercato, le conviene approfittarne ora che sono dolci e teneri”- mi convince il fruttivendolo.

Ravanelli in vinaigrette speziata
Ed i ravanelli, buoni con il burro ed il fior di sale i miei figli li sgranocchiano volentieri prima dei pasti, io invece non riesco tanto ad amarli ma voglio provare a farci qualcosa di diverso in particolare con le foglie, cosi’ tenere e leggermente piccantine ricordano un po’ le rape,  adoro le rape.

crema vaniglia
P1130659

Ed infine una vaschetta di lamponi cosi’ buoni nei dolci, con tanta chantilly o una crema di limone fanno un’ottimo dessert fresco e leggero.

Ravanelli in vinaigrette speziata
Ravanelli in vinaigrette speziata

1 mazzetto di ravanelli freschissimi con le foglie
2 dl di olio extra vergine d’oliva
un cucchino di garam masala (mix di spezie indiane utilizzato in moltissimi piatti tra i quali la raita)
3 cucchiai di aceto di vino rosso
un cucchiaio di zucchero di canna
sale e pepe

4 uova freschissime
150 g. di piselli mangiatutto

Lavate i ravanelli con le loro foglie ed asciugateli bene.
In un pentolino versate l’olio e le spezie, lo zucchero, mezzo cucchino di sale del pepe nero macinato fresco e scaldate molto dolcemente fino a sciogliere lo zucchero, ma non fate assolutamente bollire. Versate l’aceto mescolate e lasciate raffreddare.
In un mixer mettete le foglie dei ravanelli e i ravanelli, lasciatene qualcuno intero che taglierete poi a rondelle. Mixate fino a rendere il tutto ben tritato abbastanza finemente. Versate in una pentolina e mescolatevi l’olio aromatizzato. Mescolate bene aggiungete qualche ravanello tagliato a rondelle , del sale se occorre e conservate in vasetto di vetro sterile. Potrete conservare questo “pesto” in frigo per una settimana.
Con parte di questo “pesto” ho condito i pisellini mangiatutto leggermente sbollentati in acqua salata e delle uova sode cotte in acqua fredda per 7/8 minuti ( a me piacciono abbastanza sode) se le preferite più morbide diminuite il tempo di cottura.

Crema  di mandorle al limone  e alla vaniglia con lamponi freschi

50 g di mandorle in polvere
1 limone
1 cucchiaio di maizena
75 cl di latte intero
3 uova freschissime
150 g di zucchero

un cucchiaino di estratto di vaniglia
una vaschetta di lamponi 
Prelevate la buccia del limone ed estraete il succo. Mettete il latte in una casseruola, aggiungete la buccia del limone grattugiata e fate bollire. Nel frattempo mettete la maizena  in una ciotola e aggiungete i due tuorli, mettendo da parte gli albumi. Aggiungete lo zucchero e la farina di mandorle ,il succo del limone e l’estratto della vaniglia. Aggiungete qualche cucchiaio di latte  caldo per diluire ed amalgamare bene gli ingredienti cercando di non fare grumi.  Riducete il fuoco e versate quest’ultimo composto nel latte bollente. Mescolate con un cucchiaio di legno e fate addensare.
Distribuite la crema tiepida nei bicchierine e servite la crema fredda con i lamponi lavati velocemente sotto il getto dell’acqua fredda ed asciugati con della carta assorbente.
Standard