Crocchette di ceci,tofu e prosciutto crudo

crocchette di ceci con tofu e prosciutto crudo
Come spesso , aprendo il frigo, l’idea della cena comincia a prendere forma guardando i resti  da liberarsene al più presto dandogli una forma diversa rispetto alla sera precedente…il mio piccoletto Vittorio, che ama curiosare e assaggiare nuovi sapori ( curiosamente uguale a qualcun’altro in famiglia!!!!) se  mai dovessi ripresentare un piatto uguale alla sera precedente o al pranzo della mensa mi fà, : ” mamma ma l’ho già mangiato questo!!!” e si rifiuta di riassaggiarlo anche solo un cucchiaio…. visto l’andazzo, libero la mia fantasia e sconvolgo i resti…dei ceci già cotti, qualche fetta di prosciutto crudo, un uovo solosoletto,  con l’aggiunta di aromi e altri ingredienti prendono forma queste crocchette………

Crocchette di ceci,tofu e parma

Per 4 persone: circa 8 crocchette
una piccola cipolla,
1 patata
100 g. di prosciutto crudo tritato
1 cucchiaino di cumino in polvere
400 g. di ceci bolliti la sera precedente o in scatola ben scolati
4 cucchiai di farina
1 cucchiai di basilico tritato
1 uovo
200 g. di tofu , un panetto
semi di sesamo
Olio evo

In una padella antiaderente con due cucchiai d’olio faccio dorare una cipolla piccola, dopo aver grattuggiato una patata media la metto nella padella insieme alla cipolla il cumino ed i prosciutto crudo a listarelle e lascio prendere per 5 minuti. Metto tutto in una ciotola ed aggiungo i ceci a purea il panetto di tofu sminuzzato con le mani, l’uovo, la farina e il basilico, mescolo bene.
Mi bagno un po le mani con del’olio e formo delle crocchette cospargendole di semi di sesamo ,lascio poi rosolare dolcemente in padella con un filo d’olio evo prima da una parte e poi dall’altra premendo un po’ con le mani in modo da appiattirle. Servo calde o anche fredde su una insalatina mista…buonissime anche con un’insalata di pomodori. E con queste sfiziose crocchette vi auguro una dolce domenica.
Crocchette di ceci,tofu e prosciutto
Annunci

Tortine di Patate alle olive e semi di finocchietto

Tortino di patate con olive e semi di finocchietto

Volantini, depliants e cotillons riempiono in continuazione la cassetta della posta dove la maggior parte ci spingono a comprare nuovi prodotti…tutti i supermercati fanno a gara a proporre le loro offerte con paghi uno e compri tre o anche con punti omaggi per i successivi acquisti. Li sfoglio molto velocemente perché non tengo troppo in considerazione le promozioni, non amo riempirmi di cose che non mi servono nell’immediatezza, ci vorrebbe una grande e capiente dispensa,che non ho, ed i più tutte le altre mie pozioni magiche per preparare i miei manicaretti, come farine,zuccherini e spezie varie non ci starebbero…allora come dicevo, mi soffermo a sbirciare questi cataloghi che propongono spesso novità e belle presentazioni di pietanze , piatti prelibati già pronti all’uso,avvolte ne approfitto e prendo spunto per trovare sfogo alla mia fantasia come nel caso di questo tortino di patate, non certo menzionata la ricetta, solo appena citato il contenuto di base, patate e olive..mi é molto piaciuta la presentazione insolita ed allora mi armo di tutto l’occorrente, facile tra l’altro reperire in casa gli ingredienti e preparo questi tortini sfiziosi e ottimi per un contorno.

Tortino di patate alle olive con semi di finocchietto

Ho preparato 500 g. di purea di patate con un uovo e un tuorlo, 250 g. di latte e 30 g. di burro, sale, ho tagliuzzato finemente 12 olive nere al forno, le olive nere (dell’albero del giardino di via delle rose in Calabria raccolte da mio padre e preparate da mia madre, quindi buonissime), le ho aggiunte e mescolate alla purea di patate con due cucchiaiate di parmigiano.

Ho messo questo composto nelle formine in silicone per le ciambelle cosparse sul fondo di semini di finocchietto e le ho passate in forno per 20 minuti a 200°. Dopo spento il forno le ho lasciate ancora per 5 minuti. Dopo averle lasciate intiepidire le ho posate; delicatamente sul piatto di portata e per renderle ancora più gustose ho inserito nel centro del tonno in conserva d’olio evo, preparato da mia suocera, e della salsa di pomodoro al basilico. Ma le varianti possono essere tante. Sono buone sia calde che fredde.

Tortino di patate alle olive e semi di finocchietto

Salade "Ceasar"

Salade Cesar

A Parigi, quando vado a passeggiare senza impegni, solo per il piacere di fare un giro per i negozi e scoprire nuove tendenze in ogni campo, c’è un posto carino dove mi piace pranzare. E’ un “Bar à eaux” Bar d’acqua” dove si possono bere tutte le migliori acque del mondo, comprese quelle italiane..il negozio é una boutique tipicamente americana,dove all’interno si scoprono stranezze e le ultime tendenze le più disparate ma costosissime. Se capitate da queste parti vi suggerisco di visitare, d’altra parte é molto difficile non farci caso e su una delle vie più alla moda e visitate di Parigi, la rue Sant-Honoré, ed il bar é Chez Colette . Al piano inferiore si può pranzare con prevalenza piatti vegetariani e dietetici, dolci poco calorici. Molto frequentato in periodo di sfilate essendo vicino al giardino de Tuileries dove si allestiscono i capannoni per le sfilate di moda..

Questa insalata é stata la scelta dell’ultima volta che ci sono andata insieme a mio marito, mio fratello e sua moglie. Ottima per sentirsi leggeri e riprendere senza fatica,la passeggiata pomeridiana nella ville lumiere
Salade Cesar
vinaigrette

Ho preparato questa insalatina con 200 gr. di petti di pollo al forno o se preferite grigliato e sfilettato. Ho scelto una insalata mista con foglioline di spinaci teneri, songino, foglioline di rapa rossa e cuore di scarola, ben lavate e asciugate, metto nel piatto di portata, aggiungo i petti di pollo sfilettati, due o tre cucchiai di salsa vinaigrette e scaglie di parmigiano…con queste prossime giornate di sole é veloce da preparare e anche molto utile mangiare un grande piatto di insalata cosi.

Salade Cesar