Pici di zucca con pesto di carciofi

Pici alla zucca con pesto di carciofi e mandorle
Pici alla zucca originally uploaded by via delle rose
Ho un piccolo quaderno che porto sempre con me, dove i miei appunti sono esclusivamente o quasi, di cucina,ricette,ingredienti. Ho una cartellina, gialla, che porto sempre con me, dove il contenuto é esclusivamente di copie e stampe di ricette vostre, quelle che mi prefiggo di fare nei giorni successivi. Spesso i miei commenti nei vostri blog, sono di provare quasta o quell’altra ricetta ,l’intezione é reale, ma capita che per diversi ragioni, tra le quali ,la cartellina gialla é supercarica di copie e mi trovo con un’imbarazzo notevole nel scegliere la ricetta da ripetere , perché tutte le vorrei fare. Una di queste é stata la sua e dovendomi sbrigare per parteciare al concorso di fiordisale , che avevo in mente già da un po’, ho subito ripensato alla ricetta e l’idea mi sembrava perfetta per abbinare il mio pesto di carciofi.
Pesto di carciofi e basilico
Pesto di carciofi e mandorle originally uploaded by via delle rose
Tutti gli ingredienti erano già nella mia borsa di paglia l’unico che mancava all’appello era la “chitarra”….non lo strumento musicale, che non é neanche il mio preferito, ma l’attrezzino per fare gli spaghetti, ho pensato di fare delle tagliatelle, ma la cosa nn mi convinceva,non posso fare sempre concorrenza a mio marito, che é sempre li’ che mi suggerisce,questo và bene,questo non và bene… volevo fare degli spaghetti….ma ecco che mi viene in mente un’oggettino comprato in vacanza a Montepulciano, come al solito abbandonato chissà in quale angolo della cucina. Corro a casa e mi organizzo dopo aver rovistato dappertutto e finalmente eccolo….il matterello con le righe per fare i pici, é arrivato finalmene il momento di gloria ed anche il mio, perché ho amato moltissimo questa pasta e sono proprio contenta di averla fatta grazie al consiglio della bravissima Lory.
Pici alla zucca con pesto di carciofi e mandorle
Pici alla zucca originally uploaded by via delle rose

Occorre per la pasta:

750 g. di zucca gialla

farina bianca qb

poca semola di grano duro

sale
1/2 uovo (io ne ho messo uno intero, non sapevo come utilizzare l’altra metà, scusa Lory)
My creation

Pici alla zucca originally uploaded by via delle rose
Il procedimento é qui, da Lory troverete esattamente come impastare la pasta potrete fare sia degli spaghetti alla chitarra (se l’avete) o degli spaghetti tagliati con il coltello, operazione un po’ difficile oppure andare a Montepulciano e comprare il matterello rigato per fare i Pici

Pasto di carciofi
Pesto di carciofi e mandorle originally uploaded by via delle rose

Per il pesto ai carciofi:

150 g. di carciofini sott’olio

20 g. di basilico fresco

30 g. di polvere di mandorle

1 cucchiaino di fleur de sel au piment d’Espelette ( oppure, sale normale con un pezzetto di peperoncino)

1 cucchiaino di senape in grani (moutarde à l’ancienne)

olio d’oliva

1/2 succo di un limone

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer e ridurre a crema, aggiustare di sale e aggiungere abbastanza olio per rendere la crema morbida. Si puo’ conservare in frigo per una settimana in vasetto ben chiuso , oppure congelare in piccole quantita in bicchierini, tipo quelli del caffé.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e appena cotta, circa 15 minuti, metterla, lasciando un po’ d’acqua di cottura, in una larga padella ed aggiungere abbondante pesto, amalgamare bene e servire con delle mandorle a filetti grigliate in una padellina. Se preferite del parmigiano fate pure, anzi potrete praparare la fonduta di parmigiano di Lory per meglio accentuare il sapore…buono,buono di questa pasta.
My creation

Pesto di carciofi e Pici alla zucca originally uploaded by via delle rose
Questo post partecipa al concorso di Fordisale Concorso miglior pesto Fantasy

Concorso Pesto 2008
Annunci

Confettura di cipolle al vino

confit d'oîgnons -confit di cipolle rosse di Tropea

confettura di cipolle originally uploaded by via delle rose

Avevo comprato , ad una piccola fiera di prodotti artigianali, qualche tempo fà, in un piccolo villaggio della campagna francese, un vasetto di confit d’oîgnons, ero stata attratta dal colore scuro,caramelloso e dal gusto molto forte, agrodolce delle cipolle, scalogni,precisamente, in conserva, adatte ad essere aggiunte nel fondo di cottura per carni bianche, selvaggine in particolare, il mitico fois gras, ed ancora formaggi non troppo salati e, o semplicemente spalmata su una fetta di pane casareccio. Il signore che la vendeva, essendo il produttore del confit, ricordo che spiego’ il lungo lavoro per poter preparare questa conserva , le spezie e il buon vino restavano segreti , il vino in particolare, quale ingrediente indispensabile ed infine, vedendomi interessata e forse anche un po’ esperta di cucina per le mille domande postogli: “c’est trés difficile de la faire chez vous Madame”, per invogliarmi a comprarne più vasetti. Quel unico vasetto che mi sono portata a casa, era effettivamente molto buono e nella mia mente c’era impressa l’intenzione di riprodurla. Ieri sera cosi’ é stato. Una visita sul web per cercare la ricetta e voilà, meravigliosa conserva di cipolle di Tropea, nel mio caso, con un ottimo vino Chianti Classico, annata 2003,certo nulla voglio togliere ai produttori francesi che hanno grandi qualità, estro, e maestria, ma anche la mia conserva non é da meno. Preparata in anticipo di qualche mese, per essere sulla tavola natalizia insieme al Fois gras ad ai tanti formaggi francesi e non doc.

confit d'oïgnons
confettura di cipolle originally uploaded by via delle rose

Per 4 persone ( circa un vasetto )

500 g. di cipolle (bianche,bionde,scaloghi o come le mie di Tropea ,le ultime)

25 g. di olio evo

250 g. di vino rosso ( io ho aggiunto mezzo decilitro di aceto balsamico)

1 g. di sale

0,5 g. di pepe nero maginato al momento

75 g. di zucchero (io ho usato dello zucchero di canna)

3 chiodi di garofano
Procedimento:
Ho lavato e tagliato le cipolle,dopo averle sbucciate, a fettine. In una casseruola a fondo spesso, ho versato l’olio e le cipolle ed le ho fatte cuocere dolcissimamente, non devono friggere,fino a che siano traslucide e tenere sotto i denti, circa 20 minuti, le cipolle devono cuocere prima che vi sia versato il vino; il vino ha l’effetto di impedire la cottura dei legumi,quindi attenzione a controllare che le cipolle siano cotte.

Dunque, aggiungere il vino e lo zucchero, il sale,il pepe ed i chiodi di garofano e lasciare addensare tutto il liquido lentamente. La confettura é pronta quando il liquido é completamente assorbito, quarantaminuti circa. Invasare veloce e capovelgere il vasetto coperto con un tovagliolo fino al completo raffreddamento. Si conserva bene in frigo.

confit d'oïgnons
confettura di cipolle originally uploaded by via delle rose

Vinaigrette

vinaigrette
Quando ho cominciando a lavorare qui , ho imparato a fare le salsine aromatizzate alle erbette fresche ,spumose e delicate, che rendono personali le nostre insalate… a casa qualche volta ne preparo abbastanza per la settimana, si conserva senza problemi, in frigo in un vasetto di vetro. Ora che incomincia , dovrebbe cominciare, la bella stagione, é indispesabile nei piatti freddi, a base di pesce, carni, insalate di riso di pasta. Questa l’ho aromatizzata all’aglio e menta. Usate tutta la vostra fantasia per aggiungere quello che più vi piace o vi suggerisce il piatto da condire..
vinaigrette

Preparate per un vasetto di vetro, in un bicchiere alto dosatore, un cucchiaio ben pieno di moutarde dolce, 5 cucchiai di aceto di vino o anche aceto balsamico bianco, uno spicchio d’aglio giovane, pepe nero in grani, mezzo cucchiaino di sale, buccia di limone grattugiata, un rametto di menta fresca e 5 cl di acqua, cominciate a mixare ed aggiungete dell’olio evo a filo, fino a che la salsina comincia leggermente ad addensarsi….aggiustate di sale e conservate in frigo…ogni volta che la usate mescolate bene…
vinaigrette