Torta di more al liquore di rose e Confettura di more al profumo di zenzero

Torta di more al liquore di rose

Mariluna originally uploaded by via delle rose

Le more di rovo; grazie alla generosità ineguagliable di uno zio di mio marito, per averle raccolte espressamente per me, più di tre chili, sono stati i frutti che hanno caratterizzto questa nostra vacanza calabrese. Mai viste tante more tutte insieme e come una bambina che riceve un regalo tanto desiderato, mi sentivo gioiosa, mi splendeva il viso tanto che mio marito, si rende conto,forse per la prima volta, e me lo dice, della mia felicità, per aver ricevuto un dono cosi semplice ma tanto importante,dalla mia terra.Ho potuto cosi’ gustarne la freschezza, la dolcezza acidula di questo frutto che ricorda l’infanzia…quando da piccoli si andava a caccia di more nei rovi pieni di spine e arsi al sole , tornare a casa pieni di graffi, guance e mani blu-viola per non parlare delle grida,quasi isteriche, delle nostre mamme a vederci tornare a casa con i vestiti e le magliette tinte dello stesso colore; altri tempi quelli!!! Questa Estate, invece, é stato il caro zio,esperto, a farci questo regalo e dopo averne fatto una Meringa deliziosa, ho pensato ad una torta ed alla confettura e , anche a mangiarne a cucchiaiate. Prima che il tempo delle more sarà un piacevole ricordo devo apprestarmi a postare queste due ricettine, l’una semplice ,delicata, buona che vi consiglio di provare al più presto, l’altra ancora di più, per quel tocco di zenzero che la rende stimolante, adatta ad essere spalmata su delle fette di pane al burro, appena tiepidi,al mattino.

TORTA DI MORE al liquore di rose

Torta di more al liquore di rose

Mariluna originally uploaded by via delle rose

Ingredienti:

More fresche 500 g.

-Farina di mandorle 200 g.

Farina bianca 200 g.

Frumina un cucchiaio

Zucchero 200 g.

-Burro 160 g.

-Uova 4

-Lievito per dolci una bustina

-Latte 5 ml. (di soia)

-Liquore alle rose Rosolio 4 cucchiai

My creation
Mariluna originally uploaded by via delle rose

In una ciotola cominciare a sbattere le uova con lo zucchero, preparare le due farine insieme aggiungendo la bustina di lievitoed il cucchiaio di frumina. Sciogliere il burro ed incorporarlo alla mousse uova zucchero, continundo a sbattere con le fruste, aggiungere il latte e i cucchiai di liquore alle rose, infine amalgamare bene la farina aggiungendola a cucchiaiate, mescolare le more alla fine molto delicatamente. Ungere una teglia rotonda di 22 cm., con del burro, mettere la carta forno bagnata e strizzata e versare l’impasto. In forno per 45 minuti a 170° c.

CONFETTURA DI MORE allo zenzero

Confettura di more e zenzero
Mariluna originally uploaded by via delle rose

Ingredienti per due vasetti

500 g. di more
250 g. di zucchero
50 g. di zenzero fresco
1/2 succo di un limone

Lavare bene le more ed asciugarle su un panno pulito. In un pentolino a fondo spesso mescolare more e zucchero, il succo del mezzp limone e cuocere a fuoco basso mescolando di tanto in tanto.Per addensarsi occorre circa un’ora, a metà cottura aggiungere lo zenzero a piccoli pezzetti e continuare fino a quando la confettura diventi mielosa ma, non troppo densa. Invasare, chiudere ermeticamente e lasciare raffreddare.

C’é chi la passa con il passatutto a maglie fine per non sentire i semini sotto i denti, un tantino fastidiosi, io non l’ho fatto, ho lasciato le more quasi intatte…amo sentire i pezzetti della frutta.

My creation

Mariluna originally uploaded by via delle rose

Annunci

Crostatine impacchettate

My creation

Molte di voi sono in vacanza, altre partiranno presto e finalmente anche noi ci prepariamo al lungo viaggio che ci porta al mare , finalmente in Italia.La Francia é molto bella, ci sono dei posti splendidi, ordinati, scenograficamente perfetti, quasi come dei quadri e attraversarla tutta intera é ogni volta una splendida avventura, faticosa ma piacevole…ci avviamo verso la meta delle vacanze e questo ci rende il viaggio, di andata, entusiasmante…Un tratto molto lungo, fino a Lione é di notte…mentre ci arrivamo le prime luci dell’alba ,approssimandoci alle regioni del sud, che aiutano ad aprire gli occhi stanchi dalle notte…ma vigili, attenti,sopratutto da parte di mio marito, che é molto coraggioso a condurre tutto il viaggio, non permettendomi di guidare neanche per mezzo chilometro…poi io di notte proprio non potrei.Ci fermiamo di tanto in tanto a sgranchirci le gambe e tentando di riposare…mentre i bimbi dormono tranquilli rannicchiati sui sedili,dietro, un po’ strettini…le valigie occupano parte dello spazio. Mi prometto ogni volta di diminuire il bagaglio,poi alla fine sono tante le cose che voglio portare in Italia alla mia famiglia, che non riesco a rinunciare, oltre, é vero, lo confesso, le 6 paia di scarpe estive,(una mia passione) poco utilizzate qui..delle quali un paio sono quasi sempre nuove, acquistate ai saldi, e poi vestitini e magliette che non riesco mai a mettere ,causa del tempo incerto, con la mia promessa, invana, di lasciarne almeno una buona parte in Italia, puntualmente non mantenuta. E poi la valigia per i bimbi , la valigia per i regalini ed infine le poche cose di mio marito…lui al contrario di me , vuole portarsi poche cose, essenziali, qualche nuova tee-shirt e pantaloncini comodi ed un jans. Le cose che non mancano sono gli stuzzichini, nella borsa frigo, con caffè, nel termous, per la notte, e dolcetti, biscottini, piccoli snack, per sentirsi sicuri nel caso di attacchi di fame…poche volte succede…ma se succede é meglio avere qualche cosa a disposizione…tipo le brioscine per i bimbi e queste crostatine che mi sono servite pure per terminare gli ultimi residui di marmellata di limoni e di fragole.

crostate di frolla alle erbe di provenza
Per la frolla

Ingredienti*200 gr di farina*3 cucchiai di zucchero a velo*110 gr di burro*1 uovo* un cucchiaino di erbe di erbe di Provenza (ho preso l’abitudine di aromatizzare la frolla, ogni volta con un profumo diverso, questa l’ho fatta al lavoro e l’uniche spezie erano quel buon miscuglio di erbe provenzali e cosi’ ho scoperto un nuovo accostamento).

Marmellata di ribes fragole alla menta

Marmellata di limoni

un cucchiaino di semi di papavero

My creation

Ho inpastato tutti gli ingredienti per la frolla, come abitualmente siamo tutti oramai esperte a fare , e messa in un film alimentare l’ho lasciata riposare in frigo per mezzora. Intanto ho acceso il forno a 200°c., ho preso la frolla e lo stesa con il matterello su un foglio di carta forno in modo rettangolare, per la teglia rettangolare; ho tentato di stenderla rettangolare: ( ma voi ci riuscite a stendere la sfoglia in modo retangolare?…io per niente, con il matterello, in qualunque modo lo giro e rigiro la pasta sempre rotonda mi viene ed allora faccio, alla fine con le mani, per rimettere a posto gli angoli, voi che siete bravi e ci riuscite potreste dirmi, per favore, come si fà?…grazie mille).
Ritornando alla mia crostata, allora , l’ho stesa sul foglia di carta forno, l’ho piazzata sulla teglia rettangolare, aggiustandola alla meglio per darle la giusta forma e ho costarso la metà di marmellata di limoni ed un cucchiaino di semi di papavero ,e l’altra metà di confettura di ribes e fragole alla menta. Giusto dopo, nel forno per 20 minuti. L’ho fatta raffreddare e tagliata a pezzettoni per facilitare la presa.

crostate di frolla alle erbe di provenza

Qualche giorno fà la cara Micaela mi assegna il premio ArteyPico, colgo l’occasione per ringraziarla di vero cuore per il suo affetto dimostratomi e gentilezza nel citare: “per la particolarità e la creatività delle sue ricette” ….. questo pacchetto di crostatine é tuto per te…Un affettuoso e caloroso GRAZIE

Confettura di latte al tè matcha

Confettura di latte al matcha

Il verde é il colore predominante nella mia cucina…chissà…vado a colori…. a secondo dei periodi e dell’uomore…il verde é il colore che quando mi é intorno, possa essere una parete, un manifesto, un’albero, mi dà il senso del riposo…del respiro, legato alla Natura mi dà energia vitale cosi’ insieme al giallo.

Terra e cielo, giallo e blu, si incontrano: fisico e metafisico, ed è verde.E’ il colore dell’aria, l’elemento che sta tra la Terra e il Cielo, e non è un caso che erba e foglie siano verdi. Il senso dominato da questo colore secondario è il tatto, nel corpo umano corrisponde alla pelle, ai polmoni e nell’albero alle foglie.Il giorno è il mercoledì, il pianeta Mercurio.Il verde corrisponde al centro di energia del cuore, Anahata Chakra, che è situato vicino alla quinta vertebra toracica. La posizione del verde a metà dello spettro, tra l’estremità calda e quella fredda, ci fa comprendere meglio la sua capacità di riequilibrare le energie positive e negative, il verde infatti è il colore dell’armonia e dell’equilibrio. La caratteristica dell’aria, perciò del verde, è quella di essere sempre in movimento e come l’aria il vento lo si può sentire dal suo muoversi così come un cuore che batte, vibra in un ininterrotto ritmo. Il verde è il colore del respiro e, abbattendo per meschina convenienza le foreste, polmoni della terra, distruggiamo gli equilibri del nostro pianeta, quindi il nostro stesso equilibrio. Ce la mettiamo tutta perché il verde scompaia, uccidendo il verde uccidiamo la vita; poveri “scienziati”, poveri uomini non avremo sconti dalla Natura.Un bagno di verde è un apporto di aria, grazie alle sue proprietà antisettiche è utile per le infezioni e le disintossicazioni, talvolta è benefico anche in casi di disturbi cardio circolatori” Tratto dal sito Amrapur.it

Confettura di latte al matcha

Ingredienti per un vasetto: 250 g. di zucchero *mezzo litro di latte parzialmente scremato *3 cucchiaini di té matcha.
Metto tutti gli ingredienti in una pentola, amalgamando bene il té matcha prima in poco latte. Ho portato a bollore l’insieme per 1 a 2 minuti. Riduco la fiamma in modo da far sobbollire lentamente per circa 1h. e 30 minuti, mescolando di tanto in tanto…fino a che la confettura prende la consistenza giusta…alla fine verso caldissima nel vasetto di vetro sterilizzato e chiudo, facendolo raffreddare completamente capovolto. Conservare in un luogo fresco…io l’ho aperto quasi subito e l’ho assaggiato con dei biscottini al cacao…presto la ricetta.

Confettura di latte al matcha