Brioscine, confettura, dolci lievitati, dolci tradizionali, fragole

La mia Pasqua con le pesche dolci mignon, in attesa di mamma e papà

Pesche dolci mignon

Dopo 4 anni di assenza, i miei genitori, ritornano  da noi.

Ritorna la mia mamma con la sua voce alta e carica di cose da raccontare, sempre con qualche cosa da fare ed il suo quaderno di ricette , il mio babbo tranquillo , con le sue parole crociate e le carte da gioco e tanta voglia di giardinaggio e di lunghe  camminate in campagna.

Sarà un momento di vero relax per me, per noi che stiamo affrontando un momento “delicato” , condividerlo con le persone più care  é confortante.

Non saranno qui per la Pasqua ma fà niente, sarà Pasqua per noi con ritardo.

Continua a leggere

Standard
Brioscine, cacao, dolci lievitati, mirtilli, prima colazione

Treccia ripiena di mirtilli e cacao

Treccia ai mirtilli e cacao
 Version française en bas

Tutti i fine settimana  mi dedico ai lievitati e poi adoro far colazione con le briosce home made tipo questa…..

…..con una ricca farcitura di mirtilli e cacao che la rende adattissima alla stagione.
I frutti di bosco aprono la stagione autunnale, insieme presto anche le mele e le pere che andremo a raccogliere come tutti gli anni proprio a due passi da casa con il grande piacere dei bimbi. Bè, si…, io continuo a chiamarli “bimbi” ma ormai stanno raggiungendomi in altezza ed il piccolino, per cosi dire, anche in idee in cucina, quando mi suggerisce spesso certi accostamenti, tipo questo appunto, di aggiungere il cacao nella composta di mirtilli. Ed io ho eseguito.

La ricetta:
Per la treccia:

  • 260  di farina + 20 g per il piano di lavoro
  • 100 ml di latte + 10 g per dorare la briosce
  • 55 g di burro
  • 25 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 bustina di lievito naturale per pane disidratato (comprato in negozio bio)

Per la composta di mirtilli al cacao:

  • 200 g di mirtilli
  • 3 cucchiai di zuchero di canna
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di cacao amaro

Preparare l’impasto:
In una grande ciotola versare la farina, lo zucchero ed un pizzico di sale, mescolare. In un pentolino riscaldare il latte e sciogliervi il lievito , versare il latte nella ciotola ed aggiungervi l’uovo. Mescolare. Eventualmente aggiungere della farina se l’impasto dovesse risultare appiccicoso. Distribuirvi il burro morbido, tagliato a pezzetti e impastare per 10 minuti, aiutandovi con della farina sul piano di lavoro. Ottenere una palla liscia e metterla a livitare in una ciotola ricoperta da un film alimentare, per almeno 1 ora .
Preparare la composta:
Mettere i mirtilli con lo zucchero , la maizena ed il cacao in un pentolino a cuocere a fuoco bassissimo per 5 min. Spegnere e raffreddare.

Sul piano di lavoro posizionare un foglio di carta forno e metterci la pasta lievitata. Sgonfiarla  e con un matterello stenderla in un rettangolo. Cospargere il pangrattato al centro, spalmare la composta ormai fredda e tagliare delle bande di 2 cm di larghezza lungo i 2 lati del rettangolo.*
Ripiegare le bande una dopo l’altra sulla composta di mirtilli. Lasciatela ancora lievitare per 45 mn circa, coprendola con un film alimentare leggermente spennellato d’olio.
Riscadare il forno a 200°C. Spennelare la superficie della briosce con l’uovo sbattuto e decorare con zuccherini. Infornare per 25 mn circa.

*Piccola nota: per una giusta esecuzione di questa briosce, potrete seguire le immagini sul blog di Comida

Version française
Treccia ai mirtilli e cacao

Tresse aux myrtilles au chocolat

  • 260 g de farine + un peu pour le plan de travail
  • 100 mL de lait + un peu pour dorer la brioche
  • 55 g de beurre (30 g)
  • 25 g de sucre blond
  • 1 œuf
  • ½ cuillère à café de sel
  • 1/2 sachet de levure boulangère sèche bio.

Pour la garniture :

  • 200 g de myrtilles fraîches
  • 2 c à s de chapelure
  • 3 c à c de sucre roux
  • 1 c à s de maizena
  • 1 c à s de cacao amère
  • du sucre en grain

Préparez la pâte:

Dans un saladier mettre la farine. ajouter le sel et le sucre. Mélanger.  Dans une casserole faire chauffer le lait. Y délayer la levure et ajouter ce mélange au saladier. Ajouter l’oeuf.  Mélanger.  Ajouter de la farine si la pâte est trop collante.  Incorporer le beurre puis ajouter de la farine pour pouvoir pétrir la pâte 10 min. environ. Mettre la pâte obtenue dans un saladier propre recouvert de film alimentaire et laisser doubler de volume ( au moins 1 heure).

Préparez la compote:

Verser les myrtilles dans un casserole: Ajouter le sucre et la maizena et le cacao et mélanger. Faire revenir a feu doux 5 minutes environ. Laisser refroidir.

Prendre la pâte, dégazez-la. L’abaisser en un grand rectangle et le placer sur une plaque de four recouverte de papier de cuisson.

Parsemez la chapelure.Etaler la compoté de myrtille. Couper des bandes de 1cm de largeur des 2 côtés du rectangle..
Replier les bandes sur la garniture.Voir les photos du montage ici. Laisser la pâte regonfler recouverte de film alimentaire huilé, pendant 45 minutes environ.
Badigeonner d’oeuf battu, Faire cuire 25 minutes environ dans un four préchauffé à 200 degrés.

Standard
Brioscine, confetture, marmellate, pane, paste lievitate, premi

"Petit pain au lait" con "mustarda"

'Panini

Panini al latte originally uploaded by via delle rose

La mustrarda, che trovate sul link di Lenny, é la marmellata d’uva nera, abitualmente fatta proprio tra i mesi di settembre-ottobre. Me la ricordo come l’unica marmellata fatta in casa nostra. Molto lunga la preparazione per via degli acini da togliere e dopo cotta,alcuni la passano al passaverdure per non lasciare la buccia. Questo vasetto non l’ho fatto io, me lo sono portato da casa, fatto con la stessa procedura della ricetta che trovate qui, unica differenza , cotta al fuoco a legna, come si faceva una volta, col grande pentolone nero e “stagnato”di colore argento all’interno, ore di cottuta e di giri e giri con il mestolo di legno,resta nel sapore un leggero gusto di affumicato che é particolarissimo delle marmellate ” antiche” rarissime oggi da trovare.
Marmellata d'uva nera

panini al latte originally uploaded by via delle rose

Per accompagnare questa specialissima marmellata (io la mangio con la mia solita fetta di pane alle noci) ,ho preparato dei panini al latte, poco zuccherati che mangiano i miei bimbi al mattino per la loro colazione. Queste brioscine sono molto simili a quelle che vengono qui chiamate “petit pain au lait”.

'Panini

panini al latte originally uploaded by via delle rose

Per 12 panini:*250 g. di farina doppio 00 *80 g. di burro *una bustina di lievito disidratato *20 cl. di latte *1 uovo *10 g. di zucchero semolato *un cucchiaino di sale. *a piacere del miele e dei semi di sesamo tostati per decorare

Riscaldare un poco di il latte e versare la bustina di lievito lasciandolo sciogliere bene per 10 minuti. Fare riscaldare il resto del latte fino a quasi bollire e versarlo in una ciotola, versate il burro morbido a t.a. e lo zucchero mescolare e lasciare intiepidire, prima di versare l’uovo sbattuto e il latte con il lievito.Setacciare la farina con il sale direttamente nella ciotola e cominciare a lavorare con le mani fino a quando la pasta si stacca dalle pareti della ciotola. Coprire con un telo pulito e umido e riporre in luogo caldo per circa un ora, fino a che la pasta sia raddoppiata di volume.

Mettere la pasta su un piano infarinato e sgonfiarla delicatamente, formare un salsicciotto e ricavarne 12 pezzetti di dimensioni uguali, modellare dei piccoli panini di forma ovale e posaterli su di una placca ben imburrata ed infarinata. Ricoprire e lasciare riposare ancora un’ora.
Riscaldare il forno a 210°. Se preferite dorare i piccoli panini con un rosso d’uovo sbattuto ed infornare per 15 minuti. Poco prima di spegnere il forno l’ho spennelati di miele e cosparsi di semi tostati.

'Panini

panini al latte originally uploaded by via delle rose

Dedico questo mio post a Lei…Micaela con un sincero ringraziamento per avermi assegnato, qualche giorno fà un premio sull’amicizia. Grazie con tutto il mio affetto.

22

Standard