Torta alla zucca e…pinoli tostati

Torta salata di zucca
Torta di zucca originally uploaded by via delle rose

Venerdi’ pomeriggio, come tutti i venerdi’, non vedo l’ora di rientrare prendermi una doccia,bere un infusione rilassante, seduta sul divano e le gambe stese, un sogno!!!! é solo un sogno ed un’illusione, quando metto piede in casa, i bimbi appena rientrati dalla scuola, il venerdi’ é giorno a carico di mio marito fare la corsa per prenderli , mi assalgono, subito dopo la merenda, mi mostrano i compiti da fare e sopratutto il piccolo Vittorio, mi racconta la sua giornata in classe e questo venerdi’: “Mamma ho da fare la torta di zucca…”, – io – ” Come? La torta di zucca? – lui -, ” si,la maestra mi ha detto di leggere questa ricetta e di fare la Tarte au potiron -io – “Brava la tua maestra, ma non puoi fare la torta da solo…” – lui– si lo so’ io ti leggo la ricetta e tu la fai – io – “Braaaaava la tua maestra”. E mi mostra il quaderno con scritto gli ingredienti e la ricetta.
E come faccio a dirgli di no? La zucca calabrese, era li’, sul tavolo , era li’ già da più di un mese e guardandola mi sono proprio detta che ,finalmente, era arrivato il momento di aprirla e partecipare cosi’ alla raccolta di Soleluna.

Mentre il piccolo Vittorio si siede comodamente e legge la ricetta, io preparo tutti gli ingredienti e via si comincia.

Lezioni di cucina
Lezioni di cucina originally uploaded by via delle rose
Per 6 persone

un rotolo di pasta brise

500 grammi di zucca
80 grammi di burro
100 grammi di gruyere grattuggiato
3 uova
200 grammi di panna
sale,pepe prezzemolo.
di mia iniziativa ho aggiunto 2 grossi cucchiai di pinoli tostati ed un cucchiano di curcuma.
Lavare e tagliare la zucca a piccoli pezzetti ed in una padella con il burro, farla dolcemente cuocere aggiungendo mezzo bicchiere d’acqua. Lasciarla cuocere fino a farla diventare una purea. La cosa mi sembrava lunghetta allora ho tolto la zucca quando era già abbastanza morbida e l’ho mixata con il blander ( ho fatto prima), aggiungendo un cucchiaino di sale, uno di pepe, e il curcuma.
Sbattere le uova ad omelette ed aggiungere la panna ed il gruyere, la zucca raffreddata, ed una manciata di prezzemolo tritato finemente.
Accendere il forno a Termostato 6 (180°) e preparare la pasta sfoglia in una teglia di 24 cm. di diametro, sempre rivestita di carta forno, picchettare la pasta con i rebbi di una forchetta e versare la crema di zucca. Aggiustare di sale e di pepe. Tostare i pinoli in un pentolino e cospargerli sopra la crema di zucca prima di passarla in forno per 40 minuti.

Torta salata di zucca
Torta di zucca originally uploaded by via delle rose

Annunci

Pesche al forno allo sciroppo di Vinho do Porto e profumo d’anice

Pesca al Porto e profumo d'anice
Pesca vino Porto e profumo di anice originally uploaded by via delle rose

Ed eccoci ben arrivati all’autunno, si comincia ad abbandonare le grandi insalate, la frutta fresca, i desert gelati tutto cio’ che si ha voglia di mangiare durante l’estate. Il nostro organismo incomincia a domandare le zuppette, i minestroni ,le verdure cotte e dolci cioccolatosi, a dire il vero, questi ultimi, non li avevamo proprio abbandonati ma ,di certo é che abbiamo voglia di coccolarci con pietanze calde, cremose e zuccherose, ed il mercato comincia a rifornirci di tante belle verdure adatte, giusto appunto…..Le pesche!!!!!, già che c’entrano le pesche???? Intanto perché erano le due ultime che restavano nel cesto della frutta e mi dicevo: “dopo di queste, si cambia” incomincieranno le mele, le pere e l’uva buona e dolcissima che ci arriva dall’Italia, le arance, i mandarini, le castagne, le noci; beh… ritornando alle pesche, quelle due pesche di cui sopra, volevo farne un dessert diverso, rendere quelle due pesche, autunnali, dandogli il colore dell’autunno ed il profumo dei boschi, non so’ se ci sono riuscita ma il dessert era buono e per fare questo mi sono avvalsa di un’ottimo Vinho do Porto, regalatomi dalla mia amica portoghese ( quello utilizzato anche per gli spaghetti ai fichi).Non sono una grande bevitrice, ma devo confessare che questo vino liquoroso é fantastico. Premetto che questo dessert, puo’ essere fatto anche con delle pere conferenza o non avendo più pesche fresche anche quelle sciroppate, cosi’ eviterete la prima parte della ricetta e cioé di farle sbollentare per togliere la buccia.

My creation
Pesca vino Porto e profumo di anice originally uploaded by via delle rose


Per due persone

2 pesche belle sode.

40 cl di Vino de Porto

2 cucchiai di zucchero di canna

2 anicestellato

2 cucchiaini di liquore all’anice

Pesca al Porto e profumo d'anice
Pesca vino Porto e profumo di anice originally uploaded by via delle rose

La sera prima, lavare le pesche e tuffarle per un minuto in una pentola con dell’acqua in ebollizione, serve questa operazione per spellare facilmente le pesche.

Preparare l’infusione del vino Porto mettendolo a sobbollire per 5/6 minuti insieme all’anicestellato. Mettere le pesche, intere e prive della buccia in una larga ciotola e versare il vino do Porto, lasciare riposare per 12 ore , in frigo coperta da un film alimentare.

Il giorno dopo, accendere il forno a 170° e mettere le pesche in due cocottine imburrate ,con qualche cucchiaio di vino do Porto e un cucchiaino di liquore di anice sopra ogni pesca. Passare in forno per 20 minuti. Passato questo tempo, lasciare raffreddare le pesche mettendole nelle rispettive ciotoline di presentazione, in frigo. Al momento di servire riprendere lo sciroppo restante e farlo ridurre sul fuoco insieme a due cucchiai di zucchero, per circa 6 minuti. Versare lo sciroppo sulle pesche caldo per sprigionarne tutto il suo profumo.

Pesca al Porto e profumo d'anice

Pesca vino Porto e profumo di anice originally uploaded by via delle rose

Fichi,prosciutto e rucola per spaghetti di Gragnano

Spaghetti Gragnano con fichi verdi,prosciutto Serrano e rucola

Spaghetti,fichi e prosciutto originally uploaded by via delle rose

Qualche settimana fà, ho visto una foto, questa, ho subito percepito la straordinaria golosità di questo piatto e non ho esitato, l’ho fatto. Valeria Monti ne é l’autrice, é siciliana ed ama la fotografia, ama anche la cucina e fotografare i suoi piatti , lo fà molto bene , su flikcr le sue creazioni, ed io mi sono proprio innamorata delle sue ricette, semplici molto mediterranee, si puo’ sentire il profumo,anche attraverso i sui clic.

Ho apportato qualche piccola modifica, non me ne voglia Valeria, non proprio per volontà ma perché non avevo in casa le tagliatelle all’uovo, ho utilizzato,pero’, della pasta speciale, gli spaghetti bucati di Gragnano, é speciale indubbiamente per la qualità ma, anche e sopratutto, perché mi ricorda l’incontro con Lei, sembrava imbarazzata nel regalarmi la “pasta” , mentre invece, e te lo ripeto ancora, ho gradito moltissimo questo omaggio. Ho aspettato a farla proprio perché cercavo un’idea speciale, originale , ed il momento é arrivato.
Avete congelato i fichi??? spero di si, vi consiglio sinceramente di gustarvi questo piatto.

Spaghetti Gragnano con fichi verdi,prosciutto Serrano e rucola

Spaghetti,fichi e prosciutto originally uploaded by via delle rose

Per 4 persone:

Fichi verdi o neri – 4
Prosciutto crudo ( Serrano )- 4 fette
Porro – uno
Vinho do Porto – mezzo bicchiere 5cl circa ( nella ricetta, Valeria ha utilizzato del vino rosso )
Spaghetti di Gragnano – 400 grammi
Pepe nero macinato al momento

Ecco l’esecuzione della ricetta cosi’ come l’ha descritta Valeria su Flickr
Spaghetti Gragnano con fichi verdi,prosciutto Serrano e rucola

Spaghetti,fichi e prosciutto originally uploaded by via delle rose

“fate soffriggere in una padella un porro tagliato a rondelle. Aggiungete, poi, del prosciutto crudo e continuate a far rosolare. Dopo un po’ inserite i fichi – precedentemente sbucciati –io ho lasciato la buccia, erano bio- e tagliati grossolanamente -. Quindi un po’ di vino rosso –Vinho do Porto e del peperoncino. Una volta inseriti i fichi dategli ancora qualche minuto per sciogliersi, ma non esagerate perchè non richiedono una cottura vera e propria.Nel frattempo scolate le tagliatelleo gli spaghetti un po’ prima che sia ultimata la cottura e passatele in padella insieme ai fichi. Amalgamate il tutto per qualche minuto e aggiungete a fuoco spento la rucola tagliata”

Spaghetti Gragnano con fichi verdi,prosciutto Serrano e rucola

Spaghetti,fichi e prosciutto originally uploaded by via delle rose