Ultimi regali home made un Chutney all’arancia

Chutney d'arancia

In Francia é impensabile una cena nataliazia  senza il grande piatto assortito dei formaggi. E’ impensabile non poterne spalmare almeno un pezzettino anche dopo una cena luculliana.
Cosi’ come é impensabile una cena senza il foie gras.

A proposito del foie gras, come ho scritto tante volte, a me non piace, ma la cosa strana é che avevo proprio voglia di imparare a prepararlo.

Mi piace moltissimo la sua texure, liscia e burrosa ed é per questo e non solo, ho partecipato  ad un’atelier che concerneva proprio la preparazione del foie gras animata dallo chef Alan Cirilli, una persona très agreable, gentile e molto disponibile.  
Per l’occasione ho conosciuto tante blogghers francesi e finalmente incontrato Edda, Marina e Silvia
E’ stato un pomeriggio spassoso, un gran divertimento in un’ambiente rilassato e scherzoso.
Un’esperienza che spero di ripetere altre volte.

Il fegato grasso di oca non é affatto difficile da preparare, molta pazienza, scrupolosità nel togliere le vene interne, giuste dosature di sale e pepe e….magari di questo ne parlero’ meglio in un’altra occasione, ora posso solo dirvi  che per la mia prima volta credo sia riuscito abbastanza bene, conservato e sigillato nella sua terrina nel mio frigo per essere degustato il 24 sera….con questo chutney all’arancia sarà perfetto.

Chutney

Vista la forte reticenza all’assaggio, un piccolo bocconcino tentero’ di ingerirlo anch’io  anche se il mio chutney sposa bene i formaggi decisi, stagionati e particolarmente i caprini, preferiti in ogni occasione e comunque é buonissimo anche da solo e siete ancora in tempo a farne un bel regalino goloso e originale!

Chutney

La ricetta:
per 4 piccoli vasetti medi

3 arance bio (preferibilmente arance da spremute)
1 mela ranetta
1 cucchiaino raso di fiocchi di peperoncino
60 g di radice di zenzero fresco
50 g di bacche di cranberries disidratati
1 piccola cipolla rossa
2 foglie di lauro
5 chiodi di garofano
1 cucchiaino di sale
500 g di zucchero di canna grezzo
1/2 litro di aceto di mele

Lavate e sbucciate le arance togliendo la buccia senza la parte bianca, il più finemente possibile con un coltellino ben affilato e tagliate tutte le scriscioline di buccia a filetti piccoli. Togliete dall’arancia tutte le parti bianche e riducete gli spicchi a pezzetti. Se la pellicina che ricopre la polpa é troppo spessa cercate i toglierne il più possibile. Mettetele in un recipiente alto a fono spesso. Sbucciate  la mela e tagliatela a dadini, cosi’ come la cipolla. Versate il tutto nel recipiente, aggiungete gli aromi, lo zucchero,utti gli altri ingredienti insieme all’aceto di mele. mescolate e fate cuocere a fuoco dolce finché tutto non si addensi. Contate due buone ore. Invasate in vasetti sterilizzati e chiudete ermeticamente. Conservate in luogo fresco e buio per tre settimane. Dopo averla utilizzata conservate in frigo per una settimana.

Annunci

Mousse di broccoletti con tofu affumicato e cremina di acciughe e capperi

Mousse de broccoletti e tofu affumicato con salsina di capperi e acciughe
Sarà veloce questa settimana. Già tutto previsto (più o meno) cio’ che sarà la nostra cena della vigilia. In genere non faccio le prove, tanto lo so’ che poi cambio.
Ci saranno degli stuzzichini, un piatto importante a base di pesce e dolci da tradizione.
Già mi immagino io, in cucina mentre spadello e sporco dappertutto (tiro fuori mille cose che poi voglio riordinare a tarda ora come sempre). 
Nello spazio minimo a mia disposizione,  non posso che muovermi da sola e mentre nell’altra stanza, seduti già a tavola, imbandita di piccoli sfizi d’intrattenimento, aspettano impazienti i piatti che inventero’ per loro, tante chiacchiere e sorrisi.
Insomma, nessuno mi aiuta?….no nessuno puo’ e deve aiutarmi, nemmeno io mi ritrovo in questa confusione di pentole ma mi diverto ed é questo quello che conta.

Mi diverte disporre le pietanze nei piatti cercando una decorazione allettante prima con gli occhi ( é cosi’ che si fà) .

Il piacere di individuare negli sguardi i primi segni di assenso o di dissenso sul volto dei miei “ospiti”.

Mousse di broccoletti e tofu affumicato con salsina ai capperi e acciughe

La ricetta:
Mousse di broccoletti con tofu affumicato e salsina di acciughe e capperi
per 6 persone

350 g di broccoletti
70 g di tofu affumicato*
1 spicchio d’aglio
40 g di parmigiano
4 uova
tre steli di coriandolo fresco o prezzemolo
40 cl di panna
125 g di burro
6 acciughe dissalate
80 g di capperi dissalati
fiocchi di peperoncino

*Il tofu puo’essere sostituito con del formaggio fresco, tipo ricotta affumicata o altro di vostra preferenza

Preparate 6 stampi monoporzione imburrati ed infarinati.
Lavate e mettete a lessare i broccoletti in acqua leggermente salata.
Scolarli e farli saltare in padella con dell’olio evo e l’aglio. Fare il tofu a dadini e metterlo insieme ai broccoletti. Fate insaporire il tutto per pochi minuti.
Frullate insieme alla panna ed al parmigiano, aggiungete le uova sbattute in precedenza, il coriandolo fresco,aggiustate di sale e pepe. versate il composto nelle formine.
Preparate una teglia con dell’acqua calda e metteteci le formine, l’acqua deve raggiungere quasi il bordo. Infornate a 180°C. per 25 min.
Per la salsa:
Fate fondere il burro in una pentolina, aggiungete le acciughe dissalate e lavate, i capperi, la panna, portate a bollore molto dolcemente. Mixate con il minipiper ad immersione. 
Preparate i piatti da portata e versateci la salsa, delicatamente posizionate al centro la mousse ( facendo una leggera pressione con la lama di un coltello non dovreste avere problemi a togliere la mousse dalle formine). 
Servite subito cospargendo di fiocchi di peperoncino a piacere
Ho servito questa mousse con dei crostini di pancarre, spennellati di burro fuso e passati sotto il grill del forno.

Le mie semplici torte di compleanno

birthday cake
Magari vi immaginate che una foodblogger dovrebbe fare delle torte di compleanno superdecorate da far invidia anche ai più bravi pasticceri….invece no, non é il mio caso.

Le mie torte di compleanno sono semplici ed anche veloci da realizzare, un po’ più sostanziose forse ma semplici, con tre maschi a casa che cercano la sostanza non poteva essere altrimenti.

Per i 10 anni di mio figlio,  primo compleanno di una lunga serie da qui a  dopo le feste, ho fatto la prima che m’é capitata di trovare nei miei appunti. Nulla di  sontuoso, pomposo con decorazioni (plastiche) da gran pasticcere, ( lo ammetto non ne sono capace)  non volevo sbagliare e sono adata sul sicuro.
Una torta semplice ma d’effetto grazie allo stampo in silicone a forma di tulipano.
Dopo breve ma intensa consultazione con il festeggiato ha ho deciso che doveva essere al cacao morbida morbida con una gran colata di caramello al burro salato,  una torta maschio, ricca, goduriosa, appiccicosa, da leccare con le dita  la fine del caramello nel fondo del  piatto  e fino all’ultima briciola….altre tre di queste o simili mi tocca fare in questa settimana.

Oggi é anche il compleanno di mio marito e devo correre ai fornelli.

Continua a leggere “Le mie semplici torte di compleanno”