Barrette fiocchi d’avena e miele

IMG_0005-2.jpg

Ci sono cose che cucino e non per me, come la carne per esempio.
Ho smesso di mangiarla da tempo e non solo per “etica”, amo gli animali ma non é questa la ragione, non solo perche il mio corpo non ne sente la necessita’ ma anche perche non mi piace. La cucino per i mie tre uomini non potrei fare altrimenti, sono carnivori! Ci sono tante altre cose che cucino e non mangio ma ci sono cose che cucino solo per me. Le barrette non rientrano nei pasti preferiti dei miei tre uomini, mentre io non ne posso fare a meno. Negli ultimi tempi compravo delle barrette di una nota marca per una grande ed insana mia pigrizia. A parte la loro consistenza croccantosa il gusto semplice  del miele e dell’avena li trovavo abbastanza, troppo, dolci per il mio gusto. Ho provato, aiutandomi dalla lista di  ingredienti scritti sul pacchetto a farmeli, eliminando una buona percentuale di zucchero, lasciando solo il dolce che da il miele. Mi sento soddisfatta e percio’ non li compro piu’ .Le mie, le sento piú sane. A volte per cambiare un po aggiungo gocce di cioccolato e grani diversi.
Ma le preferite restano queste.
Felici giorni.
IMG_9982.jpg
Piccola nota, le dosi sono con le cups, facendole ormai più volte non peso gli ingredienti, mi viene più facile usare le misure americane, se non le avete basta utilizzare una tazza da cappuccino e sarà perfetta ugualmente.
Ingredienti:
  • 2 tazze di fiocchi d’avena piccoli
  • 1 tazza di fiocchi d’avena mixati finemente
  • 1/4 di tazza di crusca di avena
  • 1/4 di tazza di olio di cocco solido
  • 1/4 di tazza di miele
  • 1 limone non trattato
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 pizzico di sale ( io ho messo fiordisale alla vaniglia negli ultimi tempi é la mia passione)
  • 1 grande mela verde
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
Preparazione:
Grattugiate finemente la mela dopo averla lavata e sbucciata. Mettetela in una ciotolina, grattugiatevi sopra la buccia del limone ed infine il suo succo ed il bicarbonato.
In una ciotola versate i fiocchi d’avena, i fiocchi d’avena mixati, la crusa e mettete da parte.
In un pentolino fate sciogliere il miele con l’olio di cocco, ( se preferite più dolci a questo punto potrete aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna scuro) fate sciogliere bene il tutto e aggiungete alla fine la mela grattugiata in precedenza, l’estratto della vaniglia ed il pizzico di sale. Mescolate per amalgamare bene e versate ancora caldo nella ciotola contenete i fiocchi.
Con l’aiuto di un cucchiaio di legno mescolate bene facendo in modo di impregare tutti gli ingredienti secchi. A questo punto utilizzate le mani continuando a lavorare il tutto finché comincia ad essere leggermente appiccicoso.
Preparate una teglia rettangolare di 28 cm x 18 cm ricoprendola di carta forno. Preriscaldate il forno a 180C°- calore ventilato.
Versate l’impasto e con le mani appiattite per distribuirlo uniformemente nella teglia. Per facilitarvi l’operazione usate il fondo di un cucchiaio.
Infornate sulla parte alta del forno per 25 minuti. Togliete la teglia e lasciate intiepidire. Con la lama di un coltello tagliate le bande per otterene le barrette nella lunghezza che preferite, sia rettangolari che quadrate. Non necessariamente staccandole. Rimettete in forno a 180°C per 35 mm. sul ripiano medio del forno. Alla fine, aprite leggermente il forno e tenetelo semiaperto usando un tovagliolo lasciandovi dentro ancora le barrette finché non sarà ( il forno) completamente freddo.
Faccio questo per ottenere le barrette croccanti, ma volendo potrete già gustarle dopo la seconda cottura dopo fredde.
Io le conservo in una scatola di latta per 5/6 giorni o comunque finché non saranno finite 😉
Annunci

Zucchine e Fiori

IMG_9546

Mi accoglieva sempre con i prodotti del suo giardino, dopo avermi abbracciata e stretta commosso e felice di vedermi dopo un lungo anno.

Fiero ed entusiasta di mostrarmi il suo lavoro, le verdure con i suoi frutti già maturi da raccogliere, le erbe aromatiche dal profumo inebriante e gli alberi da frutto. Ma quelli, che lui sapeva mi attiravano di più, erano i fiori di zucchine, raccolti al mattino presto tutti per me.

IMG_7723

Non é stato cosi’ quest’anno, papa’. Non c’é stato quel tuo lieve sorriso e sguardo sfuggente per nascondere la commozione ad accogliermi. Tu sempre discreto e mai esagerato ma di grande cuore e generoso. Ti ricordo cosi’ ed in tante altre sfaccettature tra quelle che ho anch’io di te.

Ho comprato le zucchine ed i fiori e li ho vestiti con pochi ingredienti, odorati di basilico e li ho presentati a tavola per la mia famiglia ed abbiamo parlato di te.

1-IMG_7674

Gaufres di zucchine e fiori

Ingredienti Per 6 Gaufres

  • 150 di farina semi integrale
  • 220 ml di latte di mandorla ( latte vaccino se preferite)
  • 30 g di burro fuso
  • 1 uovo grande
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 cucchiaio colmo di parmigiano grattugiato
  • 1 piccola zucchina
  • 6 fiori di zucchine freschissime*
  • 6 foglie di basilico profumato e fresco*
  • sale e pepe qb

Preparazione

Grattugiare la zucchina e metterla in una ciotola con mezzo cucchiaino  di sale marino, lasciarla riposare per 15 mn.

Setacciare la farina in una terrina, aggiungere il lievito, un pizzico di sale e pepe nero ed il parmigiano.

In una ciotola sbattere l’uovo aggiungere il latte ed il burro fuso e freddo. Versare questo composto liquido nella preparazione precedente. Mescolare velocemente con un cucchiaio di legno.

Lavare la zucchina grattugiata per togliere l’eccesso di sale e strizzarla bene dall’acqua.

Mescolarla nel composto precedente. Lasciare riposare l’impasto per mezz’ora in frigo.

Preparare la gaufriere e portate a temperatura secondo le istruzioni.

Prelevare un cucchiaio abbondante di impasto e versarlo su una metà della piastra ed un secondo sull’altra metà, mettere un fiore di zucchina sopra ed una foglia di basilico, chiudete la parte superiore della gaufriere e fare cuorere per 2/3 minuti, seguendo le istruzioni riportate sul vostro apparecchio.

Finire l’impasto e servire calde con salmone affumicato, con formaggio cremoso, con pomodori o quant’altro  si preferisce gustarele.

* Io non uso lavare i fiori di zucchina e neanche il basilico specie quando so che provengono da giardini sicuri, li strofino molto delicatamente con un foglio assorbente leggermente umido e non tolgo neanche il pistillo all’interno del fiore, mi accerto pero’ che non vi siano animaletti indiscreti.

Prendetevi cura di voi e serene vacanze ❤

Visualizza per stampare la ricetta

 

Frolla integrale con albicocche e cocco

Frolla integrale alle albicocche

Lo so, ci vuole del tempo per togliere la tristezza, quella che c’é dentro, anche se non si vede, se, chi non ti conosce bene non la percepisce, anche se sorridi.

Un mese, due, forse di più per prendermi in mano ed accompagnarmi a trovare conforto, un abbraccio forte , il sostegno per il resto della  vita senza mio padre, sentire meno la sua mancanza, ma forse mai.

Conforto sono le persone che ho, i miei figli, mio marito, la casa, anche il nostro gatto.

Conforto sono le cose che faccio, una passeggiata, un caffé con un’amica, una telefonata con i miei cari lontani, un buon libro da leggere, una fotografia,una canzone.

Conforto é la mia cucina, giocare con la farina, cercare ingredienti, sentire profumi, sapori…….conforto é sapere che tutto questo é.  E’ la continuità di mio padre in me.

Abbiate cura di voi stessi ❤

Frolla integrale alle albicocche 1.jpg

Frolla rustica con le albicocche e cocco

Ingredienti per una crostata per 6 persone

  • 150 g di farina integrale Senatore Cappelli macinata a pietra
  • 100 g di farina di farro chiara
  • 150 g di burro freddo
  • 1 cucchiaio di zucchero muscovado
  • 2 pizzichi di sale
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 6 cucchiai di latte ( di mandorla per me)
Per guarnire
  •  marmellata di arance, o di altra di vostra preferenza
  • 8 albicocche mature ma ben sode
  • 2 cucchiai di cocco fresco grattugiato
  • 1 cucchiaio di zucchero muscovado
Preparare la pasta: Mettere nella planetaria le farine con il lievito, lo zucchero, il sale ed il burro freddo a dadini, mixare ad impulsi fino a rendere l’impasto sabbioso, aggiungere l’uovo ed il latte, poi mixare ancora fino a che l’impasto diventi una palla liscia.
Aggiungere poca  farina se é troppo morbida.
Appiattirla  e coprirla con film alimentare, lasciandola il frigo per almeno tre ore oppure fino al giorno successivo. ( Si puo anche congelare ed utilizzare al momento opportuno). In frigo si puo’ conservare per tre giorni.
Intanto lavare ed asciugare le albicocche e tagliare in due, separarle dal nocciolo e tagliare le metà in due.
In una piccola ciotola mettere qualche cucchiaio di marmellata di arance e mescolarvi un cucchiaio di cocco fresco grattugiato.
Prendere la frolla e stenderla su carta forno in un rettangolo abbastanza sottile ma non troppo. Spalmare il rettangolo con la marmellata di arance e cocco, distribuire le fette di albicocche al centro e chiudere il rettangolo sovrapponendo i lati su parte delle albicocche in modo da formare una crostata rettangolare. cospargere di zucchero a vostro gusto.
Accendere il forno a 180°C e infornare la crostata per 25/30 minuti.
Lasciare intiepidire e servire con cocco fresco grattugiato.

 

Visualizza per stampare