inverno

Pane al cioccolato e nocciole


Accendo la tv, ascolto notizie non confortanti, raggruppo i miei pensieri, rifletto, ho paura, sono fortunata, ho la mia casa, i mie figli vicino, poi non so, il futuro, la pace.
Profumo di pane al cioccolato e nocciole, un conforto tale da allontanare la paura per un po!!!

Ingredienti:

  • 280 ml di acqua
  • 260 g di farina integrale
  • 260 g di farina tipo 0
  • 100 g di nocciole tritate grossolanamente
  • 30 g di miele
  • 103 g di lievito madre liquido
  • 10 g di sale
  • 4 cucchiai di olio d’oliva
  • olio d’oliva per la ciotola
  • 100 g di gocce di cioccolato

Il primo giorno nel pomeriggio.

In una ciotola versare l’ acqua a temperatura ambiente e sciogliervi il lievito madre liquido ( rinfrescato la mattina) insieme al miele, mescolare, coprire e tenere da parte per 5 minuti.

Nella planetaria versare le due farine , versare acqua e lievito e cominciare a mescolare con la pala lentamente per un paio di minuti.

Cambiare la pala con il gancio e aggiungere il sale, e l’olio

Impastare a velocità media per qualche minuto.

Aumentare la velocità ( non al massimo, mantenere medio alta) e continuare ad impastare fino a che l’impasto non si agganci integralmente, ( circa 7-8 minuti) e fino a quando non raggiunge la cosidetta fase “vetro”. (Quando prendi un pezzetto e lo stendi tra le dita, otterrai un risultato sottile, elastico, quasi trasparente dall’impasto.) Se occorre fermare il mixer per raschiare il fondo della ciotola e raccogliere bene l’impasto nei lati e sul fondo.

Aggiungere le nocciole tritate, mescolare leggero con il gancio, aggiungere 50 g delle gocce di cioccolato e mescolare facendo un paio di giri.

Mettere l’impasto in una ciotola leggermente unta con olio d’oliva, coprire con un canovaccio e fare una prima piega di rinforzo dopo 20 minuti. Eseguire altre due pieghe in ciotola. Nell’ultima piega inserire 50 g di gocce di cioccolato restanti. ( come eseguire le pieghe guardare su youtube)

Lasciare lievitare a temperatura ambiente fino a quando non sarà quasi raddoppiato.

Sulla spianatoia leggermente infarinata, capovolgere l’impasto e fare l’ultima piega per la messa in forma.

Preparare il paniere con il canovaccio pulito.* ( leggi nota alla fine)

Mettere l’impasto e lasciarlo ripendere volume per mezz’ora. Coprire bene con film alimentare e canovaccio e riporre in frigo per 12 ore.

Il giorno successivo, preriscalda il forno statico a 250 ° C inserire la pentola dove verrà cotto il pane con il coperchio.

Capovolgere la pagnotta su carta forno e fare un profondo taglio laterale.

Tirare fuori la pentola dal forno, (fare attenzione quando si prende la pentola ) mettere la pagnotta all’interno, coprire e far cuocere per 20 minuti.

Togliere il coperchio e cuocere per altri 20 minuti, a 220 ° C. fino a quando non si ottiene una crosta marrone .

Abbassare la temperatura del forno a 180 funzione ventilata, togliere il pane dalla pentola e farlo cuocere sulla griglia per 10 minuti. Il pane sarà cotto quando la crosta è di un bel colore marrone-dorato

Lasciar raffreddare su di una griglia.

*Nota: Per realizzare i disegni preparare un foglio di carta da cucina ( Scottex) e cospargerlo di farina, spalmare per bene con la mano fino a far entrare la farina nei disegni. L’ultima piega e nel paniere da riporre in frigo, mettere l’impasto prima sul foglio Scottex e successivamente riposto nel paniere coperto da canovaccio pulito.

No one won the last war, and no one will win the next war.

Nessuno ha vinto l’ultima guerra e nessuno vincerà la prossima.

(Eleanor Roosevelt)

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.