inverno

Marmellata di agrumi


L’inverno che gela le mani e la punta del naso, l’albero di arance è all’angolo di casa sono solo pochi passi, mentre rabbrividisco dal freddo, mi stringo nelle braccia le spalle e vado, in punta di piedi per raccoglierne una, due, quelle più vicine, più belle. E’ il ricordo di molti anni fa che rivivo ogni qualvolta che sento il profumo degli agrumi tra le mani.

Adoro gli agrumi, ed il loro profumo lo trovo essenziale durante l’inverno, mi piace tanto averlo sulle dita, nelle mani, nel naso quando sbuccio i mandarini o anche quando le buccie scoppiettano sulla brace nel camino, o sui radiatori inondando la casa di essenze agrumate.

Ed ecco che il cesto della frutta durante l’inverno si riempie di succulenti agrumi, è una consuetudine.

Un negozio di prodotti biologici ha aperto da qualche mese proprio vicino casa e finalmente trovo gli agrumi bio. La buccia è leggermente opaca, ruvida ed ha imperfezioni, ma perfetta per essere utilizzata ovunque, nei dolci o nelle insalate o anche nelle preparazioni a base di carni bianche, sublime gusto, perfetta si, non smetto mai di dirlo!!!!

Prima che scompaiono dal negozio ( non sempre si trovano) ne approfitto per fare la mia marmellata preferita dell’inverno. Spalmarla semplicemente su pane tostato, inserirla nelle crostate, la adoro nei croissant ( quando li faccio io), nei muffins, sui pancakes e su fette di brioche appena calde. Delizia per me!!!!

Ecco la mia marmellata di agrumi. Avevo le arance, dei pompelmi e dei mandarini e con il mio tocco segreto ho realizzato questa confortante bontà.

Marmellata di agrumi

  • 2 pompelmi rosa bio
  • 5 arance bio
  • 2 mandarini bio
  • 800 g di zucchero bianco
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • la punta di un cucchiaino di sale alla vaniglia ( opzionale)

Sciroppo per le tre fette di arance ( facoltativo)

  • 100 ml di acqua
  • 100 g di zucchero

1°giorno – la sera

Ho lavato bene gli agrumi e li ho tenuti in acqua fredda per 24 ore. Ho cambiato per 3 volte l’acqua, alle 22h.00 l’ultima volta, e lasciati fino al giorno seguente nella stessa acqua.

Il giorno dopo alle 18h.00-

Ho rinfrescate gli agrumi con del’ acqua fresca e le ho asciugate.

Ho ricavato le buccie di due arancie tagliate con il rigalimoni e le ho messe da parte.

Di una arancia con la buccia ho ricavato tre fette non troppo spesse e le ho messe da parte.

Ho tolto degli altri agrumi la buccia e la parte bianca e tagliati a pezzetti non necessariamente uguali, in una ciotola di vetro per non far perdere il loro succo. Ho pesato la polpa ottenuta insieme al succo, circa 1 kg. Ho coperto con lo zucchero e mescolato bene, ho siggilato la ciotola con film alimentare e riposta in frigo fino al giorno successivo.

3° terzo giorno

*Ho messo a bollire poca acqua con le buccie di arancia tagliate a listarelle, le ho lasciate sobbollire per 2 minuti, poi le ho sgocciolate e ripetuto l’operazione per altre due volte con acqua fresca. Le ho, infine lasciate sgocciolare.

*Per le fette di arance, ho messo a bollire l’acqua con lo zucchero fino a sciogliersi, ho immerso le fette di arance e lasciate sobbollire per 15 minuti. Poi sgocciolate e lasciate raffreddare su carta forno il tempo di preparare la marmellata di agrumi.

*questi due passaggi possono essere fatti anche il giorno prima.

Nel frattempo ho messo gli agrumi con lo zucchero in una pentola pesante e lasciate cuocere il tempo di vedere l’effetto lucido e quasi denso, ma non completamente, perchè a questo punto ho aggiunto ho mixato con il minipimer per disfare parte dei pezze di agrumi, (non completamente pichè a me piace ritrovare i pezzi) se preferite potrete ridurre la marmellata completamente fluida. Inserire le bucce di arance e lasciar cuocere circa 10 minuti ancora.

Dopo aver sterilizzato i vasetti,li ho inclinati leggermente per inserire le fette delle arance (come da foto) e facendo molta attenzione , questa operazione serve per mantenere le fette delle arance visibili dal vasetto, per fare bene questo potrete usare una tazza non molto grande in modo da tenere il vasetto inclinato per evitare brutte scottature, e versate parte della marmellata, dopo di che potrete rimettere in posizione verticale il vasetto e terminare di inserire altra marmellata fino al bordo ( circa), chiudere bene, spingere sulla parte centrale del coperchio per ben sigillare ed eventualmente capovolgere e tenere fino a completo raffreddamento Tenere in luogo fresco. Si coserva per più mesi

Il profumo delle arance a questo punto dell’anno diviene necessario come i ricordi ad esse legati. E ci si inebria per perdersi in quel c’era.

(erykaluna, Twitter)

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.