Torta di carote

IMG_5313

Quando decido di fare un dolce importante molto spesso é di sera. Ho la cucina da riordinare e la stanchezza si fa sentire ma ho talmente preso l’abitudine che i miei ingredienti li preparo già prima di cenare.

C’é sempre una scusa che mi fa scattare l’idea di quello che sarà il dolce. Un fondo di farina, delle uova vicine alla scadenza o un frutto, una verdura che mi chiede disperatamente di essere utilizzato. In questo caso erano le carote.

Torta di carote 1

Adoro le carote per il loro colore arancio e la loro versatilità in cucina, indispensabili in diverse preparazioni e per questo ne ho sempre di riserva. Poi pero’ ad un certo punto abbondano o qualcuna si trova nel fondo del paniere in frigo oppure in un grande cesto di verdura e frutta portatami da mia suocera.

Mi tentava da qualche giorno l’idea di fare un carrot cake.

Ho cercato sul mio blog e già una c’é, fatta da qualche annetto, ma volevo cambiare utilizzando  qualche ingrediente  particolare, che rendesse questo dolce più goloso e più particolare. Ho scoperto girovagando che in alcune ricette americane  si aggiunge anche l’ananas, anzi in alcune ricette é il cosi’ detto ingrediente segreto e che ne fa la differenza.

Torta di carote 1

Verissimo, l’ingrediente segreto lo rende speciale questo dolce tanto americano ed io , che nella dispensa ho sempre qualche ingrediente da smaltire ho aggiunto farina di cocco e  farina di riso e già che c’ero dentro con la fantasia ho anggiunto anche del  brandy, elimiando pero’ le spezie tipiche di questo dolce (cannella e noce moscata).

Carote cake 2Con l’ammirazione della suocera, ospite da noi il fine settimana , l’ho ripetuto due volte modificando di poco gli ingredienti.  La prima versione é con la glassa al brandy e la vaniglia, la seconda versione, restano invariati gli ingredienti di base, ho aromatizzato con dello radice di zenzero fresco ( circa un cucchiaino colmo) e  spolverato  di zucchero a velo vanigliato. Due ottime versioni ma da rifare e rifare per tante volte ancora.

Buon divertimento!!!!!!

Carote cake

Ingredienti per 6 persone

Preparazione 15 min, Stampo 20 cm di diametro
Cottura 45 mn forno ventilato 175°C.
Facile
  • 200 g di farina semi integrale
  • 20 g di farina di cocco
  • 20 g di farina di riso integrale
  • 4 uova medie
  • 130 g di zucchero di canna chiaro
  • 2 cucchiai colmi di miele millefiori
  • 200 g di carote grattugiate (circa due)
  • 2 fette di ananas fresco
  • 2 cucchiai di brandy ( facoltativo da sostituire con succo di frutta all’ananas o succo d’arancia)
  • 120 ml di olio neutro
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino colmo di radice di zenzero (usata nella seconda versione eliminando il brandy)

Per la glassa

  • 200 g di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di brandy

In una terrina mescola la farina semi integrale setacciata insieme alla farina di riso e alla farina di cocco . Aggiungi il lievito. Metti da parte.

Lava e asciuga le carote, sbucciale e mixale finemente insieme alle due fette di ananas.

Accendi il forno a 175°C. Prepara lo stampo imburrato ed infarinato.

In  un’altra terrina sbatti le uova insieme allo zucchero a raggiungere una consistenza spumosa(circa 3 minuti), aggiungi il miele e l’olio, l’estratto della vaniglia, il pizzico del sale ed i due cucchiai del brandy o del succo di frutta di tua scelta.

Incorpora in due volte gli ingredienti secchi ed infine, mescolando con una spatola, aggiungi le carote con l’ananas e la polvere di zenzero.

Versa nello stampo ed inforna per 45 minuti. Fai la prova dello stecchino.

Capovolgi il dolce in un piatto di servizio dopo averlo lasciato intiepidire.

Prepara la glassa:

Metti lo zucchero a velo in una ciotola. Fai scaldare l’acqua con il brandy. Versa poco per volta sullo zucchero mescolando e fino a raggiungere la consistenza della glassa. Aggiungi zucchero se troppo liquida o qualche goccia di brandy se la trovi troppo densa.

Cospargi la glassa sul dolce e lascia solidificare. Servi e buona degustazione.

Se non vuoi usare la glassa puoi cospargere il dolce di solo zucchero a velo conservato in barattolo di vetro con baccello di vaniglia.

Visualizza versione stampabile

Annunci

Torta di briciole

IMG_7907

Non si possono buttare via le briciole sia che siano del pane affettato sul tagliere sia che siano dei biscotti sbriciolati nel fondo della scatola.

Ci vuole un po’ di tempo per ottenere la quantità giusta per farne un dolce, ci vuole pazienza.

Oppure fare in fretta, perché é tanto buono e non si puo’ aspettare, prendere un pacco  a caso di biscotti e  sbriciolarli o anche la mollica di un buon pane raffermo, di segale o integrale sarà perfetto.

Pero’ a me é piaciuto mettere da parte le briciole ed i pezzi dei biscotti rotti sul fondo della scatola, é un lavoro parsimonioso, come facevano le nostre nonne, giorno dopo giorno, conservarle in un vaso di vetro e raggiungere circa 200 grammi.

IMG_7895

 

Provate, poi alla fine non ci vuole tanto tempo, se aggiungete anche le briciole del pane, si tutto insieme é buono uguale, forse di più.

La ricordavo ancora questa torta di Elisabetta e da altre viste sul web in diversi altri blog. Ho preso spunto specialmente anche da questa ricetta e lo scorso fine settimana  l’ho fatta.

Troppo buona per aspettare ancora tempo per rifarla.

Ho già cominciato a raccogliere altre briciole.

IMG_7900

Torta di briciole di biscotti e fiocchi d’avena con latte di mandorla e a cioccolato

  • 150 g di fiocchi d’avena
  • 200 g di biscotti secchi  sbriciolati grossolanamente *
  • 700 ml di latte di mandorla
  • 120 g di zucchero di canna
  • 3 uova medie
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiai di rum (facoltativo)
  • 80 g di cioccolato fondente di buona qualità
Prima cosa da fare raccogliere i biscotti sbriciolati sul fondo della scatola circa 200 gr. Se non raggiungi la quantità aggiungi la differenza, anche briciole di pane, trovo adattissimo il pane di segale o integrale di qualche giorno.
Misciali in una grande ciotola insieme ai fiocchi d’avena.
Fai bollire il latte e versalo direttamente nella ciotola. Mescola bene con un cucchiaio di legno, poi aggiungi il rum, il cacao amaro e lascia riposare per 20 minuti.
In una terrina monta le uova con lo zucchero fino a renderle spumose, circa 5 minuti.
Incorpora questa mousse in tre volte al composto di biscotti ormai freddo, utilizzando una spatola. Amalgama il tutto bene.
Versa il composto in uno stampo fodeato di carta forno e leggermente imburrato.
Inforna a forno già caldo per 1 ora.
Grattugia il cioccolato e all’uscita del forno cospargilo sulla torta. Lascia intiepidire. Poi Metti il dolce sul piatto di portata e servi.
Si conserva bene per 2 giorni.
Nota * ho utilizzato varie briciole di biscotti secchi, ai cereali,speculoos e petit beurre.