Salame al cioccolato, una semplice golosità vintage


Salame al cioccolato

Saro’ stata appena una 11enne, quando per la prima volta feci il salame al cioccolato, una, o forse l’unica, golosità più facile da realizzare senza essere esperti pasticceri.

Il dolce che mi rievoca dei pomeriggi passati sui libri di scuola, dei pomeriggi annoiati, dei pomeriggi senza il sole fuori per poter uscire, dei pomeriggi con la voglia di crescere in fretta, dei pomeriggi a chiedermi perché ho i brufoli….ma anche dei pomeriggi con le amiche che invitavo a casa, delle chiacchierate, delle confidenze e delle risate e della spensieratezza.

Non c’era bisogno della mamma per prepararlo e gli ingredienti erano sempre presenti, perfino l’uovo appena caldo preso in tempo nel pollaio.

Salame al cioccolato

Il mio ricordo é vivo proprio sulle punte delle dita impiastricciate, da leccare per non sprecare quelle briciole che vi restavano appiccicate.  Non si metteva il cioccolato ma il cacao amaro e, poco rum c’era concesso.

Non lo faccio da anni, sembra un dolce “stupido” sembra troppo facile e banale….ecco credo sia sempre passato questo nel mio pensiero al suo ricordo.

I miei figli non lo conoscevano ancora e dopo averlo riattivato nella mia memoria e leggermente rivisitato, senza l’ovetto che di caldo e fresco qui non si trova, ho deciso che questo dolce da “scolari” e non solo, lo faro’ molto più spesso.

Tutti conoscete la ricetta e mi sembra “stupido” doverla scrivere ma questo post serve per ricordarci che ci sono dolci dimenticati che non “usiamo” più fare perché siamo presi da quelli moderni, da quelli più complicati, quelli con ingredienti originali, che lasciano sorpresi e a volte pure molto perplessi, forse anche per fare bella figura specie sui blog, altrimenti che lo si posta a fare se tutti lo conoscono?

Salame al cioccolato

Salame al cioccolato senza uova ma con il burro si!

  • 170 g di biscotti secchi tipo petit beurre
  • 30 g di nocciole o mandorle tostate e mixate
  • 50 g di cacao amaro
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di cioccolato fondente al 70%
  • 80 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 2cucchiai di rum
  • Per decorare: zucchero a velo
Sbriciola i biscotti mettendoli in un canovaccio pulito e usando le mani per renderli a pezzetti non troppo sbriciolati.
Versali in una ciotola, aggiungi il cacao amaro, le nocciole o le mandorle, il pizzico di sale ed i 2 cucchiai di rum, mescola bene.
In un pentolino e a bagno maria fai fondere il burro con il cioccolato. Poi versa lo zucchero a velo e mescolando bene versa sui biscotti. Mescola con le mani, se senti che é un po’ secco, puoi aggiungere un po’ di latte o panna.
Prepara un foglio di carta forno e metti il composto formando un cilindro come un salame della grandezza che preferisci. Chiudi bene poi filma il tutto con pellicola alimentare. Conserva in frigo per almeno 1 ora.
Prima di servire passalo nello zucchero a velo.
Servi tagliando a fette con panna appena montata o con crema inglese alla vaniglia.

Visualizza per stampare la ricetta

Annunci

23 pensieri riguardo “Salame al cioccolato, una semplice golosità vintage

  1. Io del salame di cioccolata ho un ricordo bellissimo, tanto bello che continuo a preparalo anche adesso con grande ammirazione da parte degli amici canadesi. Ed il fatto che sia “vintage” lo rende ancora più affascinante… bello il tuo così rotondo… il mio ha sempre una forma brutta!

    Piace a 1 persona

    1. anche in un formato differente e meno bello é sempre buono, prova a metterlo in un rotolo di carta assorbente, sempre avvolgendolo per bene prima in film alimentare 🙂 grazie!!!!

      Mi piace

  2. anche per me è stata la prima ricetta mai “sfornata” da bambina, ma la mia nonna di burro e uova ci andava giù alla grande! 🙂
    E’ una ricetta tradizionale, storica, classica e per questo mai stupida. Mi è piaciuto tanto questo tuo post con una nuova bontà vintage! un abbraccio Patrizia!

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Elena, sara’ che sono nostalgica da qualche tempo ma mi girano in testa sempre ricette un po’ vecchiotte ma non meno buone di quelle più complesse e moderne….anzi 🙂

      Mi piace

  3. Anche per me è stato il primo dolce dell’infanzia preparato senza l’aiuto della mamma, ricordo ancora il sapore di questo dolce che non faccio ormai da anni. Grazie per aver risvegliato in me questo ricordo e bellissima foto, elisa

    Piace a 1 persona

  4. l’ho assaggiato da mia cugina a Milano, questo ” saucisson” che rassomiglia al nostro francese ma zuccherato … fosse uno scherzo per noi francesi
    grazie per la ricetta mai provata finora

    marie la savoiarda

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.