Riso integrale con l’erba che mangiano gli orsi


IMG_3286

E’ questo il periodo giusto per me.

Il verde rigoglioso che ricopre i prati ed i boschi vicino casa trasmette una grande voglia di lentezza, finalmente.

Nonostante il sole si alterna in continuazione ad ore ed ore di pioggia l’aria non é fredda, anzi é piacevole e calma.

2014-05-04

Conosco un posto dove si possono fare lunghe passeggiate osservando senza stancarsi il verde intenso, la terra umida e morbida e sentire i profumi del bosco.

E’ un posto magico dove le erbe spontanee sono tante, a volte anche i funghi spuntano  ma ci vogliono mani esperte e conoscenza per poterseli portare a casa.

Récemment mis à jour2

Un’ erba , pero’, la conosco e so dove cercare, attirata dal suo odore intenso e, una grande distesa vicino al ruscello, proprio sotto gli alberi ed in penombra é li, puntuale tutti gli anni;  perche io possa riempirne il paniere.

All’appuntamento quest’anno sono andata un po’ tardi,sono già esplosi i suoi fioriti candidi.

Récemment mis à jour1

Le foglie lunghe, setose e cresciute ma il profumo ed il sapore  c’é ancora.

Colgo con attenzione l’erba che mangiano gli orsi dopo il lungo letargo invernale.  Gli steli , i fiori, le foglie…..lascio le radici bulbose ancora infossate nella terra scura, morbida, profumata, cosi che lei possa rigogliare ancora un prossimo anno.

Non é una ricetta é uno dei tanti modi come gustare al meglio questa erba, ricca di benefici per la nostra salute, dal sapore e profumo pungente ma raffinato. Ci stava benissimo un risotto ma avevo a disposizione un’ottimo riso integrale misto con chicchi rossi e neri che richiede una lunga cottura in abbondante acqua.

Vi auguro un sereno fine settimana 🙂

IMG_3260

Riso integrale all’aglio orsino

Ingredienti per 4 persone

  • da 60 a 80 g di riso a persona
  • acqua per la cottura del riso il doppio e mezzo della quantita del riso.
  • un mazzetto di aglio orsino
  • sale e pepe nero in grani
  • 20 g di burro
  • Olio extra vergine d’oliva di ottima qualità
  • parmigiano o pecorino da grattugiare

 

Ho lavato bene  in acqua fredda le foglie ed qualche fiore dell’erba orsina. Poi in una padella antiaderente, ho versato dell’olio d’oliva ( 3/4 cucchiai) ho spezzato in modo irregolare le foglie setose mettendo da parte gli steli, cosi come i fiori, ho lasciato da parte gli steli che poi ho usato per un’altra ricetta. Dell’aglio orsino non si butta via nulla.

Ho incoperchiato la padella, dopo aver leggermente salato le foglie e mescolate per bene per intingerle dell’olio. Ho abbassato la fiamma ed ho fatto stufare per 5/10 minuti aggiungendo sul fondo della padella mezzo bicchiere di acqua. Quando le foglie si sono intenerite ho spento ed ho maginato sopra del pepe nero in grani.

Nel frattempo ho lavato il riso in acqua fredda più volte, finché l’acqua risulta limpida, per eliminare le impurità.  Ho versato la quantità corrispondente di acqua  in una pentola ed aggiunto il riso e del sale. Ho portato a bollore a fiamma bassa , ho coperto e lasciato cuocere per circa 40 minuti, mescolando di tanto in tanto. Poi l’ho scolato dalla poca acqua restante.

L’ho versato nella padella insieme all’aglio orsino e l’ho lasciato tostare a fiamma alta, ho aggiunto il pezzetto di burro e a piacere del parmigiano  grattugiato ed ho mantecato come un classico risotto. Ho servito immediatamente.

Piccola nota: con gli steli, i fiori e le foglie di questa erba si possono fare tante cose buone. Con le foglie un ottimo pesto, i fiori anche già al massimo della fioritura si possono utilizzare in insalate,  gli steli , tagliati a pezzetti si possono invasare dopo breve bollitura e coprire di olio extra vergine d’oliva , ed infine questa erba puo’ essere congelata come una qualsiasi erba aromatica ed utilizzate come utilizziamo il nostro più comune aglio.

 Visualizza versione stampabile

 

Annunci

14 pensieri riguardo “Riso integrale con l’erba che mangiano gli orsi

  1. Che bella cornice hai disegnato con il tuo racconto ed io mi ci sono immersa piacevolmente. Conosco così poco le erbe commestibili….e me ne dispiaccio anche se qui a casa, a parte me, nessuno gradisce molto. Ma godersi i colori primaverili, i profumi che ci circondano, al di fuori, delle mura domestiche..è come rigenerarsi. La ricetta semplice, genuina e leggera. Le foto…si esprimono da sole ed emanano tanto calore e amore! Un abbraccio, Ale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.