cedrina, colazione, erbe aromatiche, farina di riso, frolla, frutta di stagione, mandorle, merende, pesche, pistacchi

Frolle e frutta – Tartellette alle nettarine

Tartellette Nettarine
Le tartellette sono le mie preferite in questo periodo, adoro farle con la frutta fresca e vario spesso e diventano un’ottima merenda. Faccio una grande quantità di pasta frolla che congelo a piccole porzioni cosi’ quando mi serve le tiro fuori mezzora prima dal frizeer e via in forno. Non mi disturba affatto accendere il forno anche con il caldo anche se qui in questo periodo non é cosi’ soffocante come in Italia in questo momento. Forse perché sono abituata a stare  a contatto con tanti fuochi, lavorando in cucina ci si abitua e quando fa caldo da noi ( al laboratorio) la temperatura diventa africana, io ci sto bene.
Questo tipo di pasta frolla é fatta con un mix di farine, oltre che dover sbarazzarmi di fecola scaduta e di piccole dosi di farine differenti mi diverto a sperimentare diverse texure. Questa é molto friabile ed anche gluten free. Le mie farine saranno presenti in quasi tutti i dolci di questo ultimo periodo prima di andare in vacanza, come sempre devo alleggerire gli scaffali della dispensa per rinnovarli al mio ritorno.

Tartellette nettarine
La ricetta:
Tartette con nettarine
Ingredienti per 10 piccole tartellette o una per 8/10 persone
-225 gr di burro a temperatura ambiente
-110 gr di zucchero in polvere
-scorza di 1 limone
-mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
-170 gr di farina di riso
-110 gr di fecola di patate
-30 gr di farina di mandorle
-un pizzico di sale
-4 pesche nettarine
-pistacchi tritati e cocco a scaglie (facoltativi)
-4 cucchiai di zucchero di canna
-foglie di erba cedrina
Preparate la frolla: sbattere il burro a crema con lo zucchero. (Io ho usato la planetaria) Aggiugete la scorza del limone, l’estratto della vaniglia. Aggiungete le farine fino a che formerete una palla ( che sarà morbida ma abbastanza compatta da poterla prendere con le mani infarinate) – Prelevate delle piccole quantità e premete l’impasto nelle formine, rivestite di carta forno o bene imburrate ed infarinate. Mettete il frigo per 30 min.
Nelfrattempotagliate lepesche afettinesottili esistematelenelleformine sulla pasta.Cospargete deipistacchitritati deifiocchi dicocco e uncucchiaio dizucchero di canna suognitartellette.Infornate a 200° per circa 25/30 min.fino adoratura. Decorate confoglie dierbacedrina.

Standard
cioccolato, estate, fagioli, farina di fagioli, mele, petit suisse, vaniglia, yogurt

Torta di mele con farina di fagioli e gocce di cioccolato

Torta di mele
Se c’é un dolce che mette tutti daccordo é proprio la torta di mele. Classica o rivisitata piace sempre e accoglie il buongiorno proprio dalla prima colazione.
Qualunque sia il periodo  e nonostante la grande varietà di frutta fresca solare e attraente al mercato, le mele sono sempre li’ al loro posto, nelle grandi cassette, disposte per categorie, lucide e colorate, restano comunque per me, invitanti.

Torta di mele

La mia torta alle mele questa volta é davvero molto spaciale.  Sono partita da una base di torta allo yogurt ma non ho utilizzato uno yogurt ma dei petit suisse, ho usato una farina di fagioli, ho aggiunto delle fecola di patate e delle gocce di cioccolato … una torta gluten free profumatissima dal colore ambrato dato appunto dalla farina di fagioli integrale macinata a pietra,( ma ho anche la farina di piselli e la farina di fave, bel ragalo da parte di mio suocero) una gran bella scoperta che ci é piaciuta moltissimo e che spero possa piacere anche voi.

Torta di mele

La ricetta:

Torta di mele con farina di fagioli


Ingredienti per 6/8 persone
200 g di farina di fagioli integrale
50 g di fecola di patate
150 g di zucchero ( se preferite più dolce 200 g)
3 uova intere
2 belle mele
2 petit suisse (120 g  equivalente ad uno yogurt preferibilmente greco)
mezzo dl di olio extra vergine d’oliva
1 bustina di lievito per dolci
un cuchiaino di estratto di vaniglia oppure i semini di 1/2stecca (devo provvedere a riacquistarne)
il  succo di mezzo limone
due cucchiai di gocce di cioccolato fondente

In una ciotola setacciate la farina con la fecola ed  il lievito. Lavate e sbucciate le mele, tagliatele a fettine sottili e irroratele con il succo del limone e due cucchiai di zucchero. In un’altra ciotola sbattere le uova con lo zucchero restante fino a che diventano chiare e spumose. Incorporatevi la farina e mescolate bene. Aggiugete l’olio, i due petit suisse ( o lo yogurt) ed infine le mele. Mescolatele bene nell’impasto, aggiungete le gocce di cioccolato. Versate in una tortiera di 22 cm di diametro, imburrata ed infarinata o ricoperta di foglio apposito ed infornate a 180°C per 40 min circa. Controllate con la punta di un coltello, nel caso che ne fuoriesca ancora umido continuate la cottura per altri 4/5 minuti. Lasciate raffreddare. Servite il dolce spolverato di zucchero a velo.
Piccola nota: al posto della farina di fagioli, ovviamente potrete usare della farina doppio zero o anche altra di vostro gusto.

Standard
formaggio, limone, panna

Home made Mascarpone

P1180072

Finalmente mi son decisa, per la seconda volta, di fare il mascarpone in casa.  Questo libro,  comprato quasi al volo l’inverno scorso mi ritorna tra le mani. Tra le tante possibilità e metodi di fabricazione del formaggio fatto in casa , quella del mascarpone mi intrigava moltissimo. 
Dopo  il primo tentativo fallito, la panna, che forse non era freschissima, non si era addensata come previsto, ottenni, invece,  una crema fluida e acida a causa del succo del limone (.…in più, che successivamente ho aggiunto pensando di recuperare, senza risultato), per niente somigliante al mascarpone. Qualcosa era andato storto di sicuro, scoraggiata, ho lasciato da parte l’idea. 
Il mascarpone, quando ne ho avuto bisogno, l’ho acquistato.

Home made cheese
Questa volta ho fatto tutto con  maggiore precisione, metodica, per filo e per segno ho eseguito i consigli del libro. Con termometro alla mano, panna fresca assolutamente  e eventualmente biologica,  io l’ho acquistata nella ben fornita cremeria vicino casa e limone biologico. Non potevo non riuscire. E’ un’operazione talmente facile, oggi l’ho capito,  é una  gran bella soddisfazione riuscire a creare qualche cosa di cosi’ buono ed anche più gustoso di quello in commercio.
Bisogna non scoraggiarsi intanto, perché non ci si deve aspettare di veder addensare la panna cosi’ come avviene per la ricotta. La texture é simile ad una crema inglese ed é importantissimo avere a portata di mano il termometro, questo é cio’ che consiglia il libro e, ovviamente, anch’io, a questo punto.
Mascarpone home made

Ecco la ricetta:

500 ml di panna fresca (biologica di preferenza)
2 cucchiaio di succo di limone ( bio)

Mettete la panna in un recipiente resistente al calore e posizionatelo sopra un’altro recipiente con dell’acqua per farla riscaldare a bagno-maria. Quando la panna raggiunge la temperatura di 80°C. aggiungete il succo del limone ( senza il termometro, ineffetti, la temperatura é raggiunta, visibilmente nel momento in cui la panna comincia a sobbolirre). Appena versato il succo del limone, mescolate senza fermarvi per qualche minuto finché la panna comincia ad inspessirsi, tipo crema inglese. Preparate una insalatiera pulita e versatevi la crema ottenuta, lasciandola riposare a temperatura ambiente, per circa 6/10 ore, anche tutta la notte.
Trascorso questo tempo, trasferitela in un colino, rivestito di una garza ( io ne ho usate due messe insieme dopo averle inumidite con dell’acqua fredda.) Lasciate che la crema si sgoccioli per 12 ore riservandola in frigo.
Ottenuto il mascarpone, mettetelo in un vasetto da confettura con coperchio ermetico, chiudete e consumatelo entro i 5 giorni successivi.  

 Visualizza versione stampabile

Standard