Albicocche


P1170329

Aspettavo con impazienza le albicocche. La loro polpa agrodolce ed il loro colore giallo-arancio rosa che a volte si tinge di rosa fucsia sulla parte più bombata, proprio come una spolverata di fard, mi attrae terribilmente, a gli occhi oltre che al tatto, vellutato il tocco della buccia.

La forma sferica perfetta che richiama alla mente le gote paffutelle di una bimba dal sorriso biricchino.

Un frutto solare, non vi é dubbio, un frutto che mette allegria e che viene facile e naturale aprirlo in due e mangiarne subito la prima parte dove non resta attaccato il nocciolo.

albicocche e cookies 
Tartare di albicocche,avocado e bufala campana

Mi son sentita subito a mio agio quando le ho prese,le ho lavate ed asciugate. 

Il mio più grande piacere é avere in mano un’ingrediente di stagione, che dura poco, per  guardarlo, osservarne tutta la sua perfezione, sentirne il suo odore e gustarlo captando il massimo delle sue caratteristiche per, infine, trovare la maniera giusta di utilizzarlo.
Sapevo già che sarebbero finite in copelle di ceramica e ricoperte di zucchero o di miele o dello sciroppo d’acero appena comprato, sapevo che volevo realizzarci qualcosa di semplice di fresco e goloso anche per i miei figli che le amano tanto.

Ecco le ricette:

Apricots with maple syrup and almond meringues

Albicocche al forno meringate
per 4 persone
6 albicocche
sciroppo d’acero
zucchero di canna
mandorle a filetti

per la meringa
2 albumi
100 g di zucchero semolato

Lavate e asciugate le albicocche, dividetele a metà e mettetene tre metà per ogni coppetta (attenzione devono essere una coppetta resistente al forno). Versate un cucchiaino di sciroppo d’acero su ogni albicocca , un cucchiaio di zucchero di canna da distribuire su ogni coppetta. Infornate a forno preriscaldato a 200° per 10 mn. Togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Preparate la meringa lavorando i due albumi a neve ferma aaggiungendo lo zucchero  e montate finché il composto diventa lucido. Distribuite sulle albicocche, aggiungete un po di mandorle a filetti e rimettete in forno caldo a 160°.C. per altri 10 mn, finché la meringa si colora leggermente. A forno spento potrete lasciare ancora quanche minuto le coppelle in modo tale che la meringa diventi croccante. Servite tiepide o fredde.

ps:potrete preparare le albicocche anche il giorno prima e lasciarle in frigo fino al momento di aggiungervi la meringa e passarle al forno per la seconda fase. E’ bene consumarle il giorno stesso.

Tartare di albicocche,avocado e bufala campana

Tartare di albicocche,avocado e mozzarella
per 4 persone
2 grosse albicocche
1 avocado ben maturo
1 mozzarella di bufala
2 cucchiai di olio estravergine d’oliva
Il succo di un  lime e la sua buccia
sale
rametti di rosmarino e fiori di lavanda

Prelevate il succo del lime e la sua buccia e teneteli da parte.
Lavate ed asciugate le albicocche. Tagliatele a dadini. Sbucciate l’avocado e tagliate la polpa a dadini e mescolatela con le albicocche. Tagliate anche la mozzarella di bufala dopo averla passata sotto l’acqua calda, a dadini. Mescolate gli ingredienti insieme aggiungendo il succo del limone parte della grattugiata, l’olio ed il sale.
In 4 piatti di servizio mettete 4 cerchi da pasticceria e disponetevi dentro gli ingredienti. Riservate in frigo. Al momento di servire togliete i cerchi e decorate a piacere con rametti di rosmarino e fiori di lavanda commestibile.
Annunci

14 pensieri riguardo “Albicocche

  1. che meraviglia, Pat! Divorerei entrambe le ricette, e mi hai fatto ricordare anche il tablulé di albicocche che feci lo scorso anno, quest'anno mi sa che me le perdo, ma il prossimo mi rifaccio! Un bacio :)Elvira (non riesco a commentare con l'account blogger)

    Mi piace

  2. Anche a me le albicocche piacciono tanto, ma solo quando sono belle dolci e mature. Qui sono ancora piccoline e un po' asprine, quindi mi sa che bisognerà aspettare qualche giorno ancora. Grazie degli spunti per le ricette!

    Mi piace

  3. Hai descritto perfettamente le mie stesse sensazioni di stupore, ammirazione e gioia di fronte a ciò che la natura, da sè, ci offre.Le albicocche mi ricordano tanto l'albero in campagna e le scorpacciate da bambina. Sono vellutate, piene, calde. Le adoro!Dora

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.