Dolce al Rabarbaro e Kulfi gelato indiano al cardamomo per rinfrescare


Rabarbaro e fragole
Credo che quest’anno ci sia una super richiesta di rabarbaro. Fin dal mese di aprile  l’ho visto sui banchi dei mercatini e poi finalmente anche nei super. Saremo mica noi bloggers  con tutte le ricette che proponiamo in questo periodo la gente si decide a comprarlo?  in parte io credo proprio di si. I nostri blog, aiutano moltissimo i consumatori alla ricerca di idee e nuovi ingredienti da sfruttare al meglio e penso proprio che gran parte del merito é nostro. 
rabarbaro dolce 2
Chiacchierando in proposito con un produttore locale di rabarbaro, sottolineava infatti, che mai come quest’anno la gente lo compra  e grazie ad un’ottima annata si riesce a soddisfarene a pieno la grande   richiesta.
Prima di abitare qui non lo conoscevo affatto, cioé , conoscevo il famoso digestivo che di tanto in tanto sorseggiavo e che apprezzavo molto per il suo gusto amarognolo e le sue tanto decantate proprietà terapeutiche, ma mai visto e assaggiato la pianta in questione. 

L’ho comprato già più volte, mi piace il suo colore rosso rubino, mi piace tantissimo il suo gusto acidulo adatto a confezionarne confetture e crostate. 
Pavé con farina di mais al rabarbaro e cocco
L’ultima volta che l’ho acquistato l’ho cotto in forno* con le fragole perché potesse mantenere il suo bel colore rosso e poi perché l’accenno del gusto e del profumo inconfondibile  delle fragole insieme mi piace molto.
Per fare questo dolce ho utilizzato una base morbida e burrosa con farina di mais e cocco  e cospargendo il rabarbaro passato in forno con un crumble per dare croccantezza ed assorbire nel contempo l’umidità della composta di rabarbaro.

*Questa pianta nota nella tradizione omeopatica cinese ha effetti benefici sull’organismo ed é considerato secondi studi condotti da ricercatori inglesi, un’alleato anti-cancro sopratutto se cotto in forno. (fonte presa dal Sole 24 ore – Salute 24)

Kulfi al cardamomo e alla rosa
Questo fine settimana mi sono decisa, infine a rispolverare la gelatiera. Con il sole ed il gran caldo che continua a farci compagnia ormai da più di tre mesi (incredibilemente vero), un gelato fatto in casa mi pareva ovvio anche perché la domenica é proprio il giorno in cui ci piace coccolarci tutto il pomeriggio con goloserie, tra tazzine di caffé, bevande fresce e vitaminiche,  per finire alla sera con una cena leggera ed un  buon gelato dal gusto sottile e leggero ma sopratutto rinfrescante. Ecco perché ho scelto di fare il Kulfi, tipico gelato indiano al cardamomo, tre le spezie che prediliggo in questo periodo insieme all’insostitibile zenzero che ho utilizzato in un’altro dolce …ma questo sarà per la prossima volta
Pavé al rabarbaro e cocco
-Per circa 20 piccoli pezzi
170 g di burro morbido ( lasciato a temperatura ambiente)
3 uova temperatura ambiente
130 g di zucchero semolato
40 g di farina di mais
40 g di farina doppio zero
20 g di farina di cocco
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 cucchiaino di extratto di vaniglia
Per la composta
300 g di rabarbaro
110 g di zucchero
5 fragole
Per il crumble:
100 g di farina
50 g di farina di cocco
80 g di burro freddo
60 g di zucchero
1/2 cucchiaino di cardamomo
Preparate il rabarbaro: lavatelo ed asciugatelo, togliete parte dei fili e tagliatelo a pezzi non troppo piccoli (circa 4/5 cm) cospargetelo di zucchero ed aggiungete le fragole  a pezzetti. Mettete il tutto in una pirofila e pate cuocere in forno preriscaldato a 200 per 15 mn. Lasciate raffreddare.
Preparate il crumble: mescolate tutti gli ingredienti insieme riducendoli a briciole. Mettete il composto granuloso in una ciotolina e conservatelo in congelatore fino al momento di utilizzarlo.
Preparate il pavé: 
Accendete il forno a 180°C. Preparate una teglia rettangolare di 20×30 cm. non troppo profonda. Imburratela e sistemate un foglio di carta forno lasciando il foglio leggermente oltrepassare i bordi. ( vi sarà facile estrarre successivamente il dolce)
Lavorate il burro a crema con lo zucchero, aggiungete l’estratto della vaniglia, e lavorate fino a che l’impasto diventi spumoso. Aggiungere le uova uno alla volta, incorporandoli bene ogni volta. Setacciate la farina mescolandovi il livito e aggiungetela al composto poco per volta.  Versate l’impasto nella tortiera livellandolo con una spatola. Coprite con il rabarbaro cotto al forno (senza aggiungere troppo il liquido). Distribuitevi il crumble   che avrete tolto dal congelatore 2 min. prima ed infornate per 35/40 minuti.
Lasciatelo raffreddare  prima di toglierlo dalla teglia e tagliatelo successivamente a quadrotti.
P1160985

Kulfi al cardamomo e alla rosa


Dose per 4 persone
2 litri di latte fresco intero
10 baccelli i cardamomo
1 cucchiaio di essenza di rose ( nei negozi specializzati)
160 g di zucchero semolato
pistacchi tritati per decorare

Dividete in due i baccelli di cardamomo e metteteli in una casseruola con il latte. Lasciate ridurre di un terzo, su fiamma dolce mescolando spesso. (Contante circa 20/30 min) Filtrate il latte aggiungete lo zucchero e l’essenza di rose. Lasciate raffreddare. Mettete nella gelatiera e fate partire il programma stabilito dalla vostra macchina. Versate il gelato in un contenitore a conservate in congelatore; servite con i pistacchi tritati.

Annunci

17 pensieri riguardo “Dolce al Rabarbaro e Kulfi gelato indiano al cardamomo per rinfrescare

  1. Io qui il rabarbaro non lo trovo… così mi sono decisa e l’ho impiantato nell’orto vedremo che ne esce intanto mi segno la ricetta 🙂 ma li fa tanto caldo? qui proprio no 😦 e la mia gelatiera è ancora nascosta… un abbraccio

    Mi piace

  2. ciao e complimenti! oltre che per questa ricetta molto originale, anche per la qualità delle foto!Se ti va abbiamo proprio una raccolta a tema di gelati sul forum di Giallo Zafferano Gelati e sorbetti per tutti penso che sarebbe veramente adatta! Se vuoi partecipare ma non hai tempo per fare il post basta che tu apra un nuovo topic e mi lasci il link della ricetta poi ci penso io ad impaginare ecc ecc 🙂

    Mi piace

  3. Pat, ma lo sai che mi ero persa un sacco di post? Purtroppo, non so come, la blogroll non mi dà più i tuoi aggiornamenti… vado a recuperare, intanto grazie per la ricetta del gelato al cardamomo, perché l'ho assaggiato al gelato festival, dove era proposto con il nome di "iraniano" e stavo cercando di capire come riprodurlo!

    Mi piace

  4. Il pavè mi piace moltissimo per le diverse consistenze e gli abbinamenti di sapori, ma temo che potrò prendere spunto solo per le prime, perché come sai il rabarbaro per me è utopia :DIl gelato però riesco a riprodurlo, tanto più che ho il cardamomo verde e anche quello bianco 😀

    Mi piace

  5. Ady…ma dai davvero non si trova li' il rabarbaro? cmq, capisco anch'io in Calabria non ne vedevo nemmeno l'ombra. Baci e grazieOxana…pare che blogger stia mettendo a posto tutto spero solo che domani non ci siano altri bloblemi. Dici con le ciliegie? devo provare anche questo abbinamento. Grazie di cuore. Baci

    Mi piace

  6. Finalmente posso commentare! Ecco che cosa hai fatto con il rabarbaro! A dire vero, anch'io ho fatto un dolce simile con rabarbaro e ciliegie, un'altro era con rabarbaro e more di gelso ma la senza il cocco che non ci piace. Belle foto, sei sempre più brava, Patrizia:))Bacione

    Mi piace

  7. Mi spiace sempre un po' arrivare qui quando sono di corsa; dai tuoi post traspaiono una calma ed una cura più uniche che rare. A rileggerci stasera, con una tazza di thè fumante. Buon inizio settimana.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.