Risotto ai funghi all’Armagnac e cannella


Risotto ai funghi porcini alla cannella

Version française en bas

Un classico della nostra cucina  non puo’ di certo mancare sulle nostre tavole in questi periodi umidi proprio quando i funghi porcini sovrastano con la loro bella presenza e magnifico profumo di bosco i vassoi nei mercati.
Sono riuscita con questo risotto a far apprezzare i porcini anche ai miei figli, restii fino a l’anno scorso e per questo rinunciavo ad uno dei miei più grandi piaceri.

Un classico risotto sfumato con un’acqua di vite elegante come l’Armagnac invecchiato 10 anni, ne esalta  il gusto dei funghi freschi  aromatizzati al sapore  secco e pungente e note piccanti  della cannella.

Per sfumare un risotto metto sempre del’alcool che sia vino bianco o vino rosso o Champagne, a secondo degli ingredienti che lo accompagnano, anche se viene poi mangiato dai miei figli, mi sono sempre posta il problema, alcool o non alcool nelle preparazioni in cottura e ritengo che in certi casi, come appunto i risotti , o carni che richiedono una marinatura e poi una successiva e lunga cottura, non ci sono problemi a farli mangiare anche ai bimbi a partire dai 10 anni, (non piccolissimi ovvio). Durante la cottura delle pietanze citate, appunto, con il forte calore,  l’alcool evapora per cui, a mio parere, non dovrebbe esserci alcuna ripercursione.
P1090910
La ricetta:
Dosi per 4 persone:
  • 380 g di riso Carnaroli
  • 250 g di funghi porcini
  • 1 piccola cipolla
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino raso di cannella in polvere
  • 1/2 bicchierino di Armagnac ( o vino bianco secco)
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale ( con dadi o preparato in casa con carote,cipolla,sedano)
  • 50 g di parmigiano
  • sale e pepe
Pulite i funghi con uno tovagliolo umido, eliminando il più possibile eventuale terriccio. tagliateli a pezzetti. In una padella antiaderente versate dell’olio evo e tagliate la cipolla a dadini , mettete i funghi e fate rosolare per pochi minuti. Dopo circa 3 min, togliete parte dei funghi che metterete da parte e versate il riso, fatelo tostare mescolano bene nel condimento. Aggiungete l’alcool e lasciate evaporare a fuoco dolce. Cominciate a versare mestoli di brodo caldo fino a che il riso sia cotto al dente. Un minuto prima di spegnere il fuoco, mantecate il riso con il parmigiano e la cannella ed i restanti funghi. Mescolate e servite subito.
Version française
Risotto ai funghi alla cannella
Risotto aux cèpes à l’Armagnac et à la cannelle
pour 4 personnes

  • 350 g de riz Carnaroli
  • 250 g de petits cèpes
  • 1 petit oignon
  • 1 l et demi  de bouillon de légumes
  • 1/2 verre  d’Armagnac
  • 4 c à s d’huile d’olive
  • 1 c à c de cannelle en poudre
  • 50 g de parmesan
  • sel
  • poivre

Nettoyer les champignons avec un linge humide, coupez-les en petits morceaux. Dans une casserole versez l’huile d’olive et l’oignon coupé en cubes, mettez les cèpes et cuire pendant 3 min tout en remuant. Puis retirer une partie des cèpes et réservez au chaud. Versez le riz et  remuez jusqu’à ce qu’il devienne transparent. Ajouter l’alcool et laissez reduire sur feu doux. Versez le quart du bouillon. Attendez 4 à 5 min sur feu doux que le liquide soit absorbé. Incorporez alors le reste de bouillon, en deux fois, en procédant de la même façon. Salez et poivrez.  Une minute avant d’éteindre le feu, remuer le riz ajoutez le parmesan et à la cannelle et le reste des cèpes. Remuer et servir immédiatement.

27 pensieri riguardo “Risotto ai funghi all’Armagnac e cannella

  1. Patrizia buonissima idea con l'acquavite, lo provo appena trovo i porcini…ho provato anche il risotto con il mirto perchè non avevo il vino rosso ed è venuto buono lo stesso…baci adele

    "Mi piace"

  2. Questo è davvero superiore Pat. E perfettamente documentato (ma sarebbe questa la luce-non luce che tanto detesti? no perchè le fotografie sono fighissime). Salvo e stampo!Un abbraccio,wenny

    "Mi piace"

  3. Non conoscevo l'Armagnac, ma mi fido di te e la prossima votla che farò i lrisotto con i funghi proverò ad usarlo, per dargli quel tocco in più che non guasta mai e che sicuramente l orende più saporito! Hai avuto un ottia idea e se con questo risotto sei riuscita a far apprezzare ai tuoi figli i funghi…beh, allora è sicuramente da provare! 😀 Un abbraccio

    "Mi piace"

  4. Edda, ecco finalmente i funghi miei preferiti :)Babs, ciao Babs, grazie^^Elga, certo nei dolci nench'io tranne se sono in cottura, in una crema per esempio, il limoncello lo metto, loro lo adorano, ma per una bagna no niente alcolici:)Gaia, grazie di farmi visita:)Federica, verro' a dare un'occhiata, ora che ai miei figli piacciono i funghi ne farà di altre ricette 😉 grazie per l'invito!Onde, grazie!!! cannella é funghi é stata un'ottima scoperta!Cenerentola, grazie!Mirtilla, carissima, anch'io a quest'ora c'ho una fame, e se penso che l'ho mangiato ieri!!! ^^Dora, é una cosa che mi piacerebbe fare anche se avrei paura di prendere anche i tossici tanto mi piacciono :-)))grazie!Ady, carissima grazie mille il tuo giudizio mi fa enormemente piacere!

    "Mi piace"

  5. Anche io uso il vino in cucina anche se mangiano i piccoli, perchè sfumo su fiamma vivace e l'alcool evapora lasciando solo l'aroma e il profumo al piatto. Discorso diverso nei dolci come la zuppa inglese..quelli meglio evitare 😉 Bellissimo risotto

    "Mi piace"

  6. Buongiorno cara, adoro i risotti, e questo dev'essere meraviglioso con l'aroma dell'Armagnac e della cannella, che però non ho mai provato con i funghi, da provare un bacio e buon inizio settimana 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.