Biscotti


Petits gâteaux
Version française de la recette en bas

Sono in ferie da 15 giorni , a casa pero’, con i figli, mentre il marito continua a lavorare. Noi ci rilassiamo, ok, non siamo al mare ne in piscina né in un lussuoso residence a far niente, e ne tanto meno al sole purtroppo, ma stiamo bene e ci coccoliamo, facciamo tutti un po’ quello che ci pare senza pressioni, orari e….“sbrigati dai che é tardi” – parola finalmente accantonata………..

e mentre i bimbi allevano e accudiscono i loro pesci nell’acquario virtuale più famoso al mondo, (fb) io metto ordine in dispenza, eliminado farine vecchie e tutto quello che puo’ far gola ad animaletti che potrebbero infilarcisi dentro durante la nostra assenza. Sforno dei biscotti  a quantità industriali, mio marito, sentendo il profumo già sul ciglio della porta al suo rientro mi domanda se intendo aprire  un biscottificio a sua insaputa..;-)
 I biscotti sono quelli Utopici di Elvira per il momento, fatti due volte e da rifare ancora prima della partenza e altri ancora , già finiti e che magari rifaro ancora….. intanto vi descrivo la ricetta di Elvira con la sola ed unica differenza che questi li ho fatti con della farina di mais ed un goccino di limoncello.
Biscotti di Elvira

La ricetta: (Copia conforme a quella di Elvira e le mie  minime differenze apportate)

  • 400  300 g di farina 00 + 100 g di farina bio di mais
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 200 150 g di zucchero di canna
  • 12 g di lievito chimico per dolci (3/4 di bustina)
  • 1/2 bustina di ammoniaca
  • 2,5 uova 3 uova intere 
  • 2 cucchiai di limoncello
  • zucchero per la finitura
     
1)Lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad avere una crema, poi aggiungere le uova ed il limoncello, continuare a frullare. Aggiungere le farine setacciate con lievito e ammoniaca e lavorare velocemente con le mani.
2)Stendere la pasta in una sfoglia di circa 1,5 cm di spessore e ritagliare i biscotti con un bicchiere o con un tagliapasta. Intingerli nello zucchero dal lato superiore e disporli sulla teglia rivestita di carta forno. Se si asciugano troppo e lo zucchero non aderisce, spennellarli prima con un po’ d’acqua, latte.
3)Lasciatrli in frigorifero per un paio d’ore prima di infornare, lo shock termico li farà gonfiare a cupoletta. – Confermo l’effetto cupoletta 🙂
4) Riscandare il forno à 180°C – Infornare i biscotti per 15 mn. Si conservano bene più giorni in una scatola di latta.

Stampa la ricetta

Version française
Biscotti di Elvira

Petits gâteaux d’Elvira ( Un filo d’erba cipollina)

  • 300 g de farine blanche
  • 100 g de farine de maïs biologique
  • 100 g de fécule de pommes de terre
  • 100 g de beurre à température ambiante
  • 150 g de canne à sucre
  • 3/4 d’un sachet  de levure chimique gâteau (3 / 4 paquets)
  • 7 g d’ammoniaque alimentaire (poudre blanche qui on achète en pharmacie)
  • 3 oeufs
  • 2 cuillères à soupe de limoncello
  • du sucre  cristal pour décorer


1)Travailler dans un robot  le beurre mou avec le sucre, puis ajouter les oeufs et le limoncello ,continuez à mélanger jusqu’à l’appareil soit mousseux. Ajouter le farines tamisée avec le deux agents levants , puis travaillez la pâte  rapidement avec vos mains.2)Abaissez  la pâte  avec en rouleau à pâtisserie 
jusqu’à lui donner  un épaisseur d’environ 1,5 cm.
Découpez les biscuits avec un verre ou en cercle à pâtisserie. 

Avec un pinceaux badigeonnez la partie supérieure des gâteaux avec un peut de lait et  parsemez du sucre  cristal, déposez-les sur la plaque de cuisson tapissée de papier sulfurisé.
3)Laissez-les dans le réfrigérateur pendant quelques heures avant la cuisson, le choc thermique va leurs donner une forme légèrement bombées.
4)Préchauffez le four à 180°C. Faire cuire les gâteaux pendant 15 mn.  Conservez ces petitis gateaux dans une boite hermétique plusieurs jours.

Imprimer la recette

Annunci

22 pensieri riguardo “Biscotti

  1. Ciao carissima, come stai? E' passato un po' di tempo. Scusa se sono sparite da un giorno all'altro ma l'ultimo periodo é stato molto intenso. Ti dico solo che abbiamo lasciato la splendida Parigi per trasferirci a Bruxelles. Ritornero' col blog a settembre. Goditi le tue vacanze e nei prossimi giorni preparero' questi biscotti. Mi sono già preparata tutti gli ingredienti. Un bacione!!

    Mi piace

  2. Non c'è posto che non si voglia tornare,come percorrere la strada di casa! Anche casa vuol dire vacanze…Li avevo adocchiati anche io questi biscotti,mi piace anche la versione al limoncello (che io adoro)Complimenti belle foto!Donatella

    Mi piace

  3. @Onde, ma allora mezza italia bagnata?…sono buonissimi io li ho fatti più volte ormai.^^@Simo,…si lo so' l'ammoniaca sparge per casa un cattivo odore, puoi sstituirla con il cremor tartaro, se metti solo il lievito tradizionale si gonfieranno troppo e non sarà la stessa cosa (credo) io non c'ho provato ma immagino. Magari mi dirai :-))@Manu e Silvia, é vero mi sono davvero riposata e fatto cio' che mi piaceva…niente male le vacanze cosi'. Grazie:)@Milla,sarà per un'altro periodo, capita pure a me momenti cosi'. :-)@Cibou? si latte freddo, ma latte di soya per me, e con la dose minima che ho messo non si avvertivano troppo i granelli di mais che a me piacciono era infatti super macinata…appropo', puoi rimacinarla tu come la polvere di limoni (bellissima)!!!

    Mi piace

  4. Ciao! vacanza è anche questo no? mica si deve andare per forza in qualche posto, basta stare in famiglia, rilassarsi…Che buoni questi biscotti!!! croccantini e particolari nel mix tra zucchero di canna e limoncello!veniamo per merenda con un bel bicchiere di latte??baci baci

    Mi piace

  5. Mi piace questa tua rivisitazione con limoncello e farina di mais,mi piacerebbe assaggiarli, ma in questo periodo sono restia ad accendere il forno, non per il caldo, ma proprio per pigrizia ;-))

    Mi piace

  6. Ci credi che per me almeno una settimana di vancanza fata cosi', a casa mia, senza orari, a farsi le coccole e a cucinare, o magari a fare tutte le cose che non riesci a fare mai durante l'anno, sarebbe l'ideale?Devo fare per me questa variante al mais, l'altro giorno Vinc mi ha bocciato una crostata con la frolla al mais (buonissima) perche' non gli piace sentire i grani sotto i denti, eppure era una fioretto (anche se non finissima a dire il vero).Come ti ho detto su flickr, quel bicchiere di latte bianco (era freddo, vero???) con il biscotto incarna i miei piu' basici desidero :))Un bacione, e felice che ti siano piaciuti!

    Mi piace

  7. @Genny,se potessi avvicinarmi ti stenderei una mana, anche due, se non altro per "giocare" a briscola…ma riposati presto sarà tutto risolto :)ps: in Provenza!!!@Stella, hai ragione mi sono rilassata ma il sole non scalda qui 😦 – un abbraccio!

    Mi piace

  8. Ciao pat!Bhe anche se non sei al mare stai comunque facendo cose rilassanti :)Meraviglioso l'odore dei biscotti sull'uscio di casa..aprilo questo biscottificio!Buonissimi questi, ideali da inzuppare nel latte come ben suggeriscono le foto..che belli la tazza e il cucchiaino!baci e buona giornata!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.