primi piatti

Quello che mangiano i miei figli : Mafaldine con cavolo viola e polvere d’arancia

Mafaldine con cavolo viola e arancia

Version française de la recette en bas

D’avanti ad un buon piatto di pasta i miei figli non dicono mai di no e già questo é una grande cosa. Qualsiasi formato o quasi ( Ale, per esempio, non ama i bucatini) e condita anche sono con un filo d’olio la mangiano con grande gusto e molto spesso diventa il piatto unico della sera. I miei bimbi  mangiano pochissima pasta in mensa non é frequente qui in Francia prepararla come in italia e spesso se c’é nel menu’ é un contorno ,quindi poco condita e molto spesso troppo cotta.

Mi  chiedono di fargli la pasta, perché abitualmente preferisco farla al sabato o alla domenica a pranzo, ma certe sere stanchi dalla scuola e da tutte le attività del giorno o forse perché il menu’ della mensa non li ha soddisfatti, preferiscono mangiare un buon piatto di pasta che concilia il sonno ed io che li voglio proprio “coccolare a modo mio” aggiungo per loro grande sorpresa le verdure ( ohh…nooooo!!!) come in questo caso il cavolo viola che per il colore che ha dato all’insieme del piatto si sono convinti ad assaggiare, senza pero’ purtroppo ancora, esserne del tutto conquistati….pazienza sarà per la prossima volta.

Mafaldine con cavolo viola e polvere d’arancia
1/2 cavolo  viola
1 piccola cipolla bianca
2 spicchi di aglio
sale e pepe
la buccia di un’arancia non trattata o della polvere d’arancia
Olio d’oliva evo
350 g di pasta formato mafaldine o reginette
Tagliare il cavolo rosso a striscioline dopo averlo ben lavato. In una padella tipo wok, versare dell’olio evo ( 4/5 cucchiai) e la cipolla finemente tagliata. Aggiungere il cavolo e gli spicchi d’aglio. Fare cuocere per 10 minuti  non di più, a fuoco medio mescolando spesso. E’ importante che il cavolo resti croccante. Aggiungere sale e pepe ed infine la polvere d’arancia, mescolare e spegnere il fuoco. Far cuocere la pasta lasciandola al dente e versarla nel wok, spadellare poco e servire subito.

Version française
Mafaldine con cavolo viola e arancia

Pâtes ” Mafaldine” au chou rouge et zeste d’orange
1/2 chou rouge
1 oignon
2 gousses d’ail
Sel – poivre
le zeste d’1 orange non traité
Huile d’olive
350 g de Pâtes “Mafaldine” o “Reginette”
Couper le chou en lanières. Le laver et l’égoutter.
Faire revenir l’oignon hâché avec l’huile d’olive dans un wok .
Ajouter le chou et l’ail. Faire cuire 10 min mais pas trôp longtemps : il faut que le chou rouge reste craquant
Salez et poivrez. Ajoutez le zeste d’un orange bio, mélangez et arrêtez la cuisson.
Faire cuire les pâtes “al dente”.
Mélanger le  pâtes au chou dans l wok et servir immédiatement.

Standard
concorsi, pani e lieviti

Piccoli pani dolci al caffé

Panini dolci al caffé

Version française de la recette en bas

Che c’é di meglio una domenica mattina svegliarsi pittosto tardi, scendere a piedi nudi le scale sbadigliando, facendo attenzione al gatto che ti si attacca alla gamba per recriminare le sue coccole, andare in cucina , preparare un’abbondante colazione, con cereali, pane  alle noci e mermellata d’arance ed essere inebriati dall’aroma del caffé che lentamente scende , nerissimo e denso all’inizio e poi velocemente, più chiaro nella macchinetta espresso? E se la colazione é poi arricchita con dei panini caldi e fragranti al forte gusto di caffé e spalmati con della marmellata di fragole?…io direi che non c’é nulla di meglio e che questi panini con o senza marmellata sono perfetti per il non far niente di una domenica normale.

Partecipo con questa ricetta al concorso …..

Premio di beneficenza per Chefs Sans Frontières – Premio migliore ricetta al caffé. 
Finalmente un concorso a scopo di beneficienza.I ricavati infatti, saranno devoluti all’associazione no-profit “Chefs Sans Frontières“,il cui unico scopo è il recupero di ragazzi sfortunati dalla strada, ai quali dare in mano un mestiere che li possa salvare.
Per il  bando del concorso leggere qui.
Panini dolci al caffé

Piccoli pani dolci al caffé

Per 6 piccoli pani
500 g di farina
40 g di zucchero
40 g di burro
1 uovo
2 cucchiai di cacao amaro
3 cucchiai di caffé solubile
1/2 cucchiaino di sale
1 bustina di lievito disidratato
11 cl di acqua tiepida
10 cl di crème fraïche ( panna)
6 cl di latte intero

Per impastare gli ingredienti ho utilizzato la map – Versare l’acqua, il latte e la crème fraïche (panna acida) nel bac della map, aggiungere l’uovo, in un angolo, lo zucchero ed il sale. Aggiungere il burro a pezzetti. Incorporate successivamente il cacao ed il caffé solubile ed infine la farina. Fare un incavo al centro e versare il lievito disidratato. Mettere in funzione il programma per solo impasto. Lasciare lievitare la pasta per 2 ore, coperta, in luogo caldo al riparo di correnti d’aria.
Riprendere la pasta e sul piano di lavoro infarinato dividerla in 6 piccoli panetti che lascerete lievitare ancora coperti per altri 20 min. Preriscaldare il forno a 200°C. e cuocere i panini per 20/25 min.


Version française
Panini dolci al caffé

Petits pains sucré au café
Pour 6 petits pain

500 g de farine T55
40 g de sucre
40 g de beurre
2 c à s de chocolat en poudre
3 c à s de café soluble
1/5 c à c de sel
1 oeuf
1 sachet de levure déshydratée
11 cl d’eau
10 cl de crème fraïche
6 cl de lait entier
Disposez tous les ingrédients sur un plan de travail, près de votre machine à pain. Versez l’eau, le lait entier et la crème fraïche dans la cuve de la machine. Ajoutez ensuite l’oeuf entier et, dans des coins sépares, le sucre et le sel. Ajoutez aussi le beurre coupé en petites parcelles. Incorporez zn suite le chocolat en poudre et le café soluble puis la farine. Creusez un puits au milieu et versez-yla levure instantanée. Demarrez le programme de petrissage. Puis laissez lever la pâte couverte dans un endroit chaud pendant 2 h.
Reprendre la pâte levée et sur un plan de travail fariné divisez-la un 6 petites boules. Placez-les sur une plaque allant au four. Laissez lever 20 min. Préchaufféz le four  à 200°C. et faites cuire les petits pain pendant 20/25 min.

Standard
Cake

Bara Brith: Pane al tè e frutta secca

Bara brith cake
Version française de la recette en bas

Era a Natale che avrei dovuto farlo questo dolce ed é da Natale che mi sforzo di non mangiare dolci…( pure voi vero?) ma con questo freddo!!!….(scusate se mi lamento spesso di cio’, sono lagnosa lo so’, non sopporto battere i denti e gelarmi le mani appena esco da casa)…. é difficile fare a meno di qualche caloria in più ed inoltre questo dolce mi stava nel cuore e sotto gli occhi da qualche mese perché sapevo per certo che me lo sarei divorato, e cosi’ é stato, fetta dopo fetta me ne son mangiata quasi la metà da sola e tutto il lavoro e gli sforzi di tentare di ridurre il girovita sono andati a farsi benedire 😦 , meno male che ho ripreso  il corso di  ginnastica ;)!!!
Questo pane dolce é di origine gallese. Veniva preparato alla fine di una giornata di panificazione, in genere una volta alla settimana, mescolando della frutta secca all’ultimo pezzo di pasta lievitata , delle spezie dolci e del tè nero per essere gustato appunto all’ora del té e spalmato di miele o di burro.
Bara brith cake
Bara Brith
Tratta dal libro”épices” di manisha gambhir harkins

275 g di frutta secca assortita ( uvetta, limone candito, arancia candita, albicocche e ciliege ecc)
325 ml di té nero caldo
325 g di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di spezie dolci (cannella-chiodi di garofano-macis-noce moscata)
100 g di burro fuso
100 g di zucchero muscovado o di canna scuro
1 cucchiaio di miele ( io ho messo del vino cotto di fichi)
1 uovo

Mettere la frutta secca in un piatto e versarvi il tè caldo, lasciare in infusione per 30 min, poi togliere la frutta secca e filtrare il té, metterlo da parte.
Mescolare la farina, il lievito e le spezie in un grande recipiente. In una ciotola versare il burro fuso, il tè nero e lo zucchero, il miele (vino cotto) e mescolare bene. Aggiungere l’uovo sbattuto e la frutta secca e poi mescolare bene. Versare progressivamente quest’ultimo impasto nella farina e mescolare bene ottonendo un’impasto abbastanza liquido. Versate l’impasto in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato o con carta forno e infornate in forno preriscaldato a 160° C. per 1h e 15 min., fino a che la lama del coltello ne fuoriesca asciutta e la superficie del dolce uniformemente dorata  Il Bara Brith deve essere scuro e morbido. Toglierlo dal forno e farlo raffreddare su di una griglia. Lasciate riposare prima di servirlo a fette spesse e spalmandolo di burro a accompagnatelo con un ottimo té inglese.

Aggiornamento: dopo vari suggerimenti  accolti con vero piacere, partecipo con questa ricetta al contest di Susina La streghetta in cucina…Tea recipes  che scade il 28/02/10 – Raccolta di ricette con ingrediente fondamentale il té.

Version française

Bara brith cake

Bara Brith – Pain doux du Pays de Galles
Du livre”épices” di manisha gambhir harkins
275 g de fruits secs assortis ( raisin et zeste de citron et d’orange, cerises sechées par exemple)
325 ml de thé noir chaud
325 g de farine
2 c à c de levure chimique
1 c à c de mélange d’épices
100 g de beurre fondu
100 g de sucre muscovado ou de secre roux en poudre
1 c à s de miel ( moi j’ai mis du vin cuit de figues)
1 oeuf battu
Mettez le fruits secs dans un plat creux, ajoutez le thé noir chaud, laissez tremper 30 min, puis égouttez les fruits et réservez le thé.
Mettez la farine, la levure et le mélanges d’épices dans un grand plat creux et mélangez bien. Dans un autre plat creux, mettez le beurre fondu, le thé, le sucre, le miel et mélangez bien. Ajoutez l’oeuf battu et les fruits, puis mélangez. Versez progressivement le mélange de fruits dans la farine et incorporez-le jusqu’à former une pâte assez liquide. Verserz la pâte dans un moule à cake recouvert du papier sulfurisé et place-le dans una four préchauffé à 160°C. et faites cuire 1h,15. Verifiez que la lame d’aun couteau plonge é dans le gâteau ressorte propre e que le dessus soit uniformément brun. Le Bara Brith doit étre foncé et moelleux.
Retirez du four et placez sur une grille. Laissez reposer avant de servir. Coupez des tranches épaisses, tartinez-les de beurre et accompagnez d’un thé.

Standard