Barrette di speculoos al cioccolato

Barrette croccanti al cioccolato

Version française de la recette en bas

Corri, corri e corri sempre, salti e salti come un canguro, sali e scendi, fai chilometri e non te ne rendi conto, certo prendi anche la macchina per fare la spesa, per accompagnare i bimbi a scuola, per andare al lavoro…ma sempre chilometri fai, ed il piede sinistro non ha retto questo sforzo…sarà l’età?, accidenti, io mi sento in forma come una ventenne, sarà che mi manca vitamina D?, sole, luce, calore!!!! Il fato é che mi sono fratturata il dito medio del piede sx…come?…bhooooo!!!, proprio non lo so’, ne come, ne quando é successo, mi sono ritrovata( già 15 giorni???) con un dolore lacinante ed un colore rosaceo-viola sul piede, proprio mentre andavo a fare il mio corso di ginnastica…Ho pensato, bhe,  mi passerrà é che sarà mica?…un tendine innervosito…quattro salti e mi passerà!!!!Invece no, faccio un giro di novanta gradi e rientro a casa, zoppicando.

Ora me ne sto buona buona a riposo ma non rinuncio a cucinare….ma chi mi farà la spesa?………………………

Mentre preparavo il post vengo a conoscenza che la mia ricetta con la mia storia sono in lista per il premio del contest di Genny…sono davvero già felice di essere tra le quelle selezionate e questo traguardo lo devo a mio padre il vero fautore della mia passione, lui che mi ha permesso di conoscere il mondo dei profumi e dei sapori grazie alla sua sempre ricerca di ingredienti di qualità e di regalarmene il primo assaggio. Grazie papino!

E un grazie sincero a voi tutti che gradirete la mia ricetta votandomi. GRAZIE!

Barrette di speculoos al cioccolato
per 12 barrette
150 g di biscotti secchi speculoos o altri biscotti
4 prugne secche tritate finemente
4 albicocche secche tritate finemente
1 cucchiaio di cranberries o uvetta o altra frutta di preferenza
60 g di burro

200 g di cioccolato nero al 70%
15 cl di panna

Mixare i biscotti secchi e mescolarli alla frutta secca e al burro fuso. Pressare questo impasto in una teglia rettangolare in silicone. Metterla in frigo per farla indurire bene.
Preparare la crema, portare a ebollizione la panna, versarla direttamente sul cioccolato tagliato a pezzetti e mescolare bene fino a che si ottieme una crema fluida e liscia. Versarla sulla preparazione biscottata, livellando bene. Mettere in frigo per almeno due ore.Tagliare le 12 barrette e servire. Si conservano tre/quattro giorni in frigo. Si possono congelare.
Nota:E’ un dolce facile da realizzare,puo’ essere preparato in  anticipo e congelarlo, adatto a mio parere, per le prossime feste aggiungendovi delle decorazioni, tipo confettini colorati o polverine oro e argento.

Version française

Barrette al cioccolato
Barres au speculoos et au chocolat

Pour 12 barres
150 g de biscuits speculoos
4 pruneaux secs hachés finement
5 abricots secs hachés finement
1 càs de cranberries secs
60 g de beurre salé fondu

200 g de chocolat noir 70%
35 cl de crème fleurette fraîche

Ecrasez les speculoos avec un mixeur puis mélangez-les avec le fruits secs hachés et le beurre fondu.Pressez ce mélange au fond d’un moule souple rectagulaire. placez-le au réfrigérateur pour laisser refroidir et durcir sa base.
Portez la crème à éboullition puis versez-la sur le chocolat cassé en petits morceau. remuez bien jusqu’à ce que le mélange soit bien lisse. Versez le chocolat fondu sur la base biscuitée et laissez durcir de nouveau au réfrigérateur pendant 2 heures environ. Juste avant de servir, coupez le gateau en 12 barrettes égales. On peut les conserver au frigo pendant 3/4 jours. On peut aussi les congelées.

Annunci

Minestra di fagioli bianchi, funghi misti e bietolina

Minestra di fagioli,funghi misti e bietoline

Version française de la recette en bas

Perché quando ti senti stanca non solo per il lavoro, non solo per le troppe faccende di casa, non solo perché fuori fà grigio e ti manca il sole, non solo perché i bimbi ti chiamano sempre in soccorso anche per allacciarsi le scarpe o trovare quel quaderno chissà dov’é finito, non solo perché apri il frigo ed é vuoto e non sai cosa cucinare e neanche tanta voglia, non solo perché vorresti ritornare bambina, prendere uno sgabello, tenerti forte alla mensola e  cercare la cioccolata nella dispenza noscosta dalla mamma e metterti a piangere in un angolino perché sei caduta dallo sgabello e ti sei fratturato il piede ed hai vergogna a confessare che sei golosa?….perché?. Perché oggi, che posso mangiare tanta cioccolata, nascosta da me, per non abusarne, per consolarmi ho voglia di ritornare indietro e mangiare quanche cosa di caldo che quando ero piccola non magiavo neanche a legarmi alla sedia e torturarmi per ore con il solletico. Oggi che ho voglia di antico mi coccolo stranamente con una minestra che grazie alle ripetute insistenze di mia madre ,l’adoro.

Semplice, forse banale, ma ricca di bontà, senza aromi, per non alterare il gusto delicato dei fagioli freschi e della bietola tenera e dolce, mantenendo integro il profumo del bosco emanato dai funghi.

Minestra di fagioli bianchi, funghi misti e bietolina
Per 4 persone
300 g di fagioli bianchi freschi
una bietola piccola
200 g di funghi misti(porcini,finferli,chiodini o quant’altro)
olio evo
uno spicchio d’aglio
sale pepe

Mettere in una grande pentola i fagioli bianchi sgranati con dell’acqua fredda e farli cuocere a fuoco dolce e senza sale per 20/25 minuti.
Intanto pulire la bietolina, lavare bene le foglie e togliere parte delle coste ( utilizzarle per altra ricetta). Pulite i funghi raschiandoli con un coltellino per togliere eventuali residui di terra e poi puliteli strofinandoli con uno straccio umido.Tagliate a pezzetti quelli un po’ più grossi.In una padella con l’olio fate soffriggere l’aglio tagliato a pezzetti.Aggiungete i funghi e lasciateli cuocere a fuoco medio e con coperchio per circa 10 minuti in modo che rilascino l’acqua. Tagliarle a pezzetti le foglie della bieta e  metterle insieme ai funghi, coprire e lasciare appassire per pochi minuti. Lasciar insaporire ancora per 5 minuti, aggiungere dell’acqua di cottura dei fagioli che nel frattempo cotti si versano direttamente nella padella con le bietole e i funghi. Dopo 10 minuti togliete il coperchio, alzate la fiamma e continuate la cottura mescolandoli in modo da far insaporire  il tutto uniformemente per circa 2 piccoli minuti.
Salateli e pepateli. Servire cospargendo di abbondante olio evo e se li preferite più sugosi aggiungere l’acqua dei fagioli. A questo punto mangiateli  caldissimi con del buon pane abbrustolito.

Version française

Minestra di fagioli,funghi misti e bietoline
Soupe de haricots blancs, champignons  et blette

Pour 4 personnes
300 g d’haricots blanc coco frais
un botte de blettes
300 g de champignons mélangés (petits cèpes, girolles,pieds-de-mouton,etc.)
Huile d’olive
une gousse d’ail
sel poivre
Ecossez les haricots coco et le Mettre dans une casserole avec de l’eau froide et laisser cuire à feu bas, sans sel pour 20/25 minutes.
Pendant ce temps, nettoyer les blettes, lavez les feuilles plus tendres et enlever une partie des côtes (utilisez-les pour une autre recette). Nettoyez les champignons en évitant de les laver. Couper le pied terreux. Retaillez les champignons s’ils sont volumineux. Mettez-les dans une sauteuse à revêtement anti-adhésif, avec l’ail ecrasé et l’huile d’olive.Faites-les chauffer à couvert pour qu’ils rendent leur eau de végétation, à feu moyen , pendant environ 10 minutes. Couper les feuilles de blettes en morceaux et mettez-les avec les champignons, couvrir et laisser mijoter pendant 5 minutes.Ajouter les haricots cuits, entre temps, avec une louche de leur eau de cuisson. Salez et poivrez. Après 10 minutes, retirez le couvercle, augmenter le feu et continuer la cuisson pendant 2 min, remuer afin d’améliorer sa saveur.
Servez chaude avec de l’huile d’olive et des tranches de pain de campagne grillé. Si vous  préférez plus de jus, ajouter l’eau de cuisson de les haricots.

Panetti di Castagne e noci

Panetto di castagne e noci

Version française de la recett en bas

Prima le abbiamo mangiate arrostite, é d’obbligo appena si raccolgolo le castagne, poi le ho mielate con il vino cotto ed infine, le ho usate per farne dei panetti, che da noi in Calabria ,particolarmente nel mio paese, sono ricercatissimi e venduti nel grande mercato domenicale, perché fatti da manine preziose. Sono dei piccoli panetti deliziosi con il sapore intenso delle castagne grigliate, dal colore molto scuro e dalla consistenza compatta, é come aprire una castagna cotta sulla griglia…purtroppo non sono riuscita ad ottenere la ricetta che appartiene ad una tradizione molto antica, che delle  signore ormai anziane  ne mantengono il segreto e soprattutto il saper fare, la lavorazione, “manine preziose”, i tempi precisi di lievitazione e cottura rigorosamente  in forno a legna…e sopratutto gli ingredienti: le castagne di qualità.
 
Mi impegno a cercarla la ricetta ogni volta che scendo in Calabria e giusto al mercato, l’ultima volta che sono andata  in quasta stagione, proprio un’anno fà, ho acquistato uno di questi panetti, già dall’aspetto non mi sembrava uguale al solito: ” é buono, é buonissimo é uguale a quello che faceva la vecchietta dell’anno scorso”, cio’ significava che la vecchietta dell’anno scorso non c’é più…ma il panetto non era affato uguale di sapore, quasi come se dentro non ci fossero gli stessi ingredienti, niente di quello vero, antico, che io ho sempre conosciuto. Il mio impegno rimane e spero di trovare la ricetta originale nel prossimo mio ritorno al paese.
Panetti di castagne e noci
Panetti di castagne e noci
300 g di farina semi integrale
200 g di farina di castagne
2 cucchiai di miele ( di preferenza di castagne)
2 cucchiai di olio d’oliva
30 cl di acqua tiepida
11 g  lievito disidratato bio
10 g di sale
80 g di noci
80 g di castagne cotte al forno

In una largna ciotola versate i liquidi (l’acqua tiepida, il miele e l’olio).Versare sopra le due farine, fate un piccolo incavo e versarvi il lievito. Aggiungere il sale in un angolo, lontano dal livito, per non impedire la lievitazione. Lavorare l’impasto con le mani almeno 5 minuti, se la pasta vi sembrerà un po’ secca, aggiungere un po’ d’acqua tiepida. Aggiungere sempre continuando ad impastare  le noci a pezzetti e le castagne sbriciolate. Formare una palla e coprendola con cura lasciare lievitare in luogo caldo e lontano da correnti d’aria, per circa 2 ore. Riprendere la pasta e metterla sul piano di lavoro infarinato. Formare 4 piccoli manetti fare un taglio a croce al centro di ogn’uno e metterli sulla placca del forno ricoperta di foglio apposito. Lasciare lievitare ancora per 20 minuti. Riscaldare il forno a 180°C. Infornare i panetti e cuocerli per 15 minuti alzare la temperatura a 210°C. e continuare la cottura per altri 10 minuti circa.

Version française

Panetti di castagne e noci

Petits pain aux noix et aux châtaignes

300 g de farine T80
200 g de farine de châtaignes
2 càs de miel liquide ( de préférence de châtaignes)
2 c à s d’huile d’olive
30 cl d’eau tiède
11 g de levure de boulanger déshydratée bio
10 g de se
80 g de noix
80 g de châtaignes cuites
Dans une jatte, versez les liquides ( eau, huile et miel). Ajoutez sur le dessus les deux farines, faites un petit puis au centre et déposez la levure.Versez le sel sur le côte, il ne faut pas que la levure soit en contact  avec le sel. Pétrissez à la main pendant au moins 5 min. Si cela vous paraît un peu sec, ajoutez de l’eau, ou au contraire si la pâte colle au main, ajoutez en peu de farine.Au dernier moment, incorporez les noix et les châtaignes en petits morceaux.Laissez la pâte un boule dans le fond de la jatte, couvrez bien et laissez laver dans un endroit chaud pendant 2 h.
Déposez la pâte sur le plain de travail, coupez-la en 4 petits pain, incisez une croix et répartissez-les sur la plaque du four sur du papier sulfurisé. Laissez-les à nouveau lever pendant 20 mn. Préchauffez le four à 180°C. Enfournez pendant 15 min, puis 10 mn supplémentaires à 210°C.