Pesce, primavera, zuppe

Zuppa di vongole

Zuppa di vongole

Di vongole ne avevo comperate circa 2 kg, la scorsa volta al mercato del pesce, e dopo averle in…farinate, l’altra parte l’ho risrvata in congelatore , avevo già in mente come prepararle , una semplice zuppeta che spesso preparavo in Italia per il piacere di mio padre. Mentre lasciavo scorrere l’acqua ghicciata nella ciotola dov’erano ben riposte,congelate da qualche settimana, godevo del loro profumo di mare ancora vivo, presente. Voglia di vancaza e di sole?, tantissimo!!! nonostante é primavera, qui fà un freddo glaciale, per la cena di inizio settimana piovosa e grigia e un’inverno che non vuole lasciarci,una zuppetta calda calda e leggera, ancora ci sta bene, e poi fa felice tutti, compresi i miei bimbi che qualche giorno fà, mi avevano proprio reclamato le vongole: ” mamma!!!! come quelle mangiate in italia, con tanto prezzemolo,brodo caldo saporito e piccantino”. Sono proprio calabresi i miei bimbi adorano il piccante del peperoncino anche se dopo il primo assaggio devono spegnere il “fuoco” bevendo litri di acqua fresca, nonostante tutto, persistono a godere di questa benefica spezia!

Zuppa di vongole

Per 4 persone:

  • 1k e 1/2 di vongole con guscio
  • 1litro e mezzo di acqua
  • uno scalogno
  • due spicchi d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • un ciuffo di coriadolo fresco
  • un ciuffo di prezzemolo fresco
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • mezzo peperoncino piccante
  • 4 cucchiaio d’olio evo

Lavate bene le vongole sotto l’acqua corrente per togliere eventuali residui di sabbia. In una larga pentola, versate le volgole e fatele aprire, elimitate quelle chiuse e una buona parte di conchiglie vuote, lasciando solo la vongola. Prendete un’altra padella larga e a bordi alti e versate l’olio evo , lo scalogno tritato, aggiungete i due spicchi d’aglio interi ,far scaldare dolcemente pochi minuti, aggiungete le vongole e la loro acqua filtrandola con un passino sottilissimo, potete usare una garza, in modo da eliminare ancora eventuali granelli di sabbia ma anche possibili pezzetti di guscio, che darebbero molto fastidio sotto i denti. Versate il vino bianco e lasciate evaporare. Aggiungete il cucchiaio di concentrato di pomodoro , il peperoncino intero e versate il litro d’acqua calda. Aggiustate di sale,pepe e fate sobbollire per non più di dieci minuti. Tritate insieme prezzemolo e coriandolo e versateli nella zuppa prima di servirla accompagnata di crostini di pane strofinati all’aglio.

En français, s’il vous plait

Zuppa di vongole

Soupe aux coques

Pour 4 personnes

  • 1k et 1/2 de coques
  • 1 litre et demi d’eau chaude
  • une échalote
  • deux gousses d’ail
  • un demi-verre de vin blanc
  • un càs de coriandre
  • un càs de persil
  • une cuillère à soupe de concentré de tomate
  • un petit piment fort
  • 4 cuillère à soupe d’huile d’olive

Lavez les coques sous l’eau courante pour enlever tout résidu de sable. Dans une grande casserole, versez les coques pour qu’elles s’ouvrent, éliminez celles qui sont fermées et une bonne partie des coquilles vidés de leur coque. Prenez une grande poêle aux bords hautes et verser l’huile, les échalotes hachées, les deux gousses d’ail, chauffez en douceur quelques minutes, ajoutez les coques et leurs eaux filtrées avec un chinoise,vous pouvez utiliser une compresse de gaze, de manière à éliminer plus de grains de sable, mais aussi des morceaux de coquille, très gênant sous les dents. Verser le vin blanc et laissez évaporer. Ajouter la cuillère à soupe de concentré de tomate, le petit piment fort et le litre et demi d’eau chaude. Ajustez de sel et de poivre et laisser mijoter pendant dix minutes. Hachez le persil et la coriandre ensemble ,que vous allez parsemer dans la soupe avant de la servir avec du pain grillé frotté à l’ail.
Zuppa di vongole

Standard
paste speciali, primi piatti, spezie

Spaghetti di soba, zucchine con sgombro affumicato e profumo di zenzero

Spaghetti soba, zucchine e sgombro affumicato profumati allo zenzero marinato

Vo’ detto tutto, nel titolo lungo c’é l’intera ricetta, molto particolare per gli spaghetti di soba, le zucchine novelle provenienza Italia, quello che c’era scritto sull’etichetta ed io ne ho approfittato, mah!!! forse sono ancora delle serre, visto il freddo che fà dappertutto, ho delle riserve in proposito. Comunque é un primo poco calorico, stuzzicante ,dato dallo zenzero marinato e gustoso per l’aggiunta dello sgombro affumicato e al pepe. Vi lascio immagginare il piacere di infilarci la forchetta guardando le foto anche se sembrano in biano e nero, lo ravvivano solo i colori del bordo del piatto.

Per Due persone

  • 80 g di spaghetti di soba
  • una zucchina fresca e soda
  • 4 pezzetti di zenzero marinato
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1/2 filetto di sgombro al pepe nero affumicato

Lavate e tagliate la zucchina a julienne o con un piccolo coltellino, sul tagliere, tagliate tante striscioline sottili e regolari il piùpossibile da sembrare spaghetti. Poi mettete a bollire una pentola con dell’acqua salata e tuffateci le striscioline di zucchine al primo bollore, lasciatele bollire un minuto, devono rimanere al dente, croccanti. Preparate una padella e versateci l’olio, le zucchine sbollentate e scolate dall’acqua di cottura, pezzetti di sgombro affumicato e le fettine di zezero marinato. Intanto nella stessa acqua di cottura delle zucchine fate cuocere gli spaghetti soba come da istruzioni sul pacchetto. A fine cottura scolateli e versateli nella padella con le zucchine e fate saltare due minuti il tutto ben mantecando nell’olio. Servite subito aggiugendo filetti di sgombro affumicato.

Spaghetti soba, zucchine e sgombro affumicato profumati allo zenzero marinato

En français, s’il vous plait

Spaghetti soba, zucchine e sgombro affumicato profumati allo zenzero marinato

Spaghettis soba, courgettes et maquereau fumé,parfum gingembre
Pour deux personnes
  • 80 g de nouilles soba
  • une courgette
  • 4 morceaux de gingembre mariné
  • 2 cuillères à soupe d’huile extra vierge
  • 1/2 filet de maquereau fumé au poivre.

Lavez et coupez les courgettes en julienne, ou avec un petit couteau comme des spaghettis. Ensuite, faite-les cuire dans une casserole avec l’eau bouillante salée une minute, elles doivent rester al dente, croquantes. Préparer une poêle avec l’huile, versez y les bandes de courgettes bien égouttées , les morceaux de maquereau fumé et les tranches de gingembre mariné. Pendant ce temps dans la même eau faite cuire les nouilles soba selon les instructions sur l’emballage. Egouttez les nouilles et melangez-les avec les courgettes, puis faire sauter l’ensamble, deux minutes, bien dans l’huile. Servir immédiatement avec du maquereau fumé
Spaghetti soba, zucchine e sgombro affumicato profumati allo zenzero marinato
Standard
dessert di frutta, primavera

Crema di mango al cocco e lemongrass

Crema di mango al cocco e al lemongrass
Ecco un’altra ricetta di ispirazione “Buddha Bar”…c’era nel menu’ quella famosa sera e proporvela ora che la primavera é arrivata mi sembrava il minimo. Una leggera crema di cocco colorata con la purea del mango e aromatizzata al lemongrass, semplicissima e veloce da preparare da gustare freddissima.

Il mango è un frutto supercolorato.La polpa è ottima, dolce e succosa, e sa di pesca, arancio e ananas tutti insieme: davvero straordinaria! Ma le qualità migliori di questo frutto sono le sue proprietà nutrizionali. Mezzo mango continene 40% di vitamina A e il 15% della vitamina C. Un’ottima carica per cominciare bene questa stagione, che in molti casi, il nostro fisico risente del cambiamento atmosferico e tutte le tossine accumulate durante l’inverno ci rendono affaticati, in più se cominciamo una dieta ,ovvio , dobbiamo aiutarci a mantenere un buon livello di glicemia e l’energia giusta per sentirci in forma.
Il mango viene coltivato in molti paesi tropicali e sub-tropicali, dove c’è il clima più adatto. L’Asia è il continente che ne produce le maggiori quantità, e l’India il più importante produttore, al punto che la quantità di mango che produce supera quella di tutta l’altra frutta messa assieme…I mango migliori sono quelli sodi, senza macchie o ammaccature. Ricordate che il loro colore varia a seconda della varietà, e non indica perciò una maggior grado di maturità o un migliore sapore. Il mango ben maturo è quello la cui polpa cede a una leggera pressione delle dita, e produce un aroma fruttato dal picciolo. Se comprate un mango ancora un po’ acerbo, lasciatelo maturare a temperatura ambiente per 3-5 giorni. Una volta maturo, conservatelo in frigo finché decidete di mangiarlo, ma per non più di un paio di giorni.

Il lemongrass o citronelle é una pianta vivacea tropicale che nasce in un clima assolato e umido. Il suo profumo é paragonaile al limone ,essenzialmente usata nella cucina tailandese e vietnamita, profuma le zuppe, le creme, il pesce o anche in infusione con il tè é un’ottima bibita rinfrescante. Innumerevoli le sue qualità medicinali conosciute fin dall’epoca più antica degli Egiziani.

Se la trovate, compratela fresca e conservatela nel fribo per qualche giorno o congelatela ricavando la parte interna, la più tenera, il cuore, che andrete a tritare e conservare in una scatolina. E’ spesso utilizzata insieme allo zenzero, la noce di cocco, l’aglio, il peperoncino, lo scalogno.

Da Romy, Chez moi ,nell’ultima sua pubblicazione la usa per aromatizzare gli spaghetti, un primo piatto che ho provato e trovato gustosissimo.

Crema di mango al cocco e al lemongrass

Per due persone

  • Un mango maturo al punto giusto
  • 200 cl di latte di cocco
  • una tige di lemongrass
  • polvere di cocco
  • pezzetti di mango candito
  • un cuchiaio di zucchero di canna

Sbucciate dopo aver lavato il mango e fatene a pezzetti la metà che lascerete da parte in frigo. Intanto fate scaldare il latte di cocco con lo zucchero che andrete a sciogliere lentamente, metteteci la parte interne del lemongrass, tagliata a pezzettini, prelevate solo il cuore della tige ,la parte più tenera. Mettete a sobbolire per un minuto, aggiungete il resto del mango a pezzetti e lasciate intiepidire. Mixate il tutto con il minipiper ad immersione riducendo il composto ad una crema liscia, versateci i pezzettini di mango tagliati in precedenza e disponete la crema in piatti fondi. Filmate con film alimentare e lasciate in frigo almeno per un’ora, servite con la polvere di cocco e striscioline di mango candito. Questa cremina và consumata nella giornata, il mango tende ad inscurirsi con il passare delle ore.

En français, s’il vous plait

Crema di mango al cocco e al lemongrass

Crème de mangue à la noix de coco et à la citronelle

Pour deux personnes

  • Une mangue mûre
  • 200 cl de lait de coco
  • une tige de citronnelle
  • noix de coco en poudre
  • mangue confite
  • un càs de sucre de canne

Après avoir lavée et pelée la mangue coupez-la en petits morceaux, reservez la moitié dans le réfrigérateur. En attendant, faite chauffer le lait de coco avec le sucre lentement, coupez la tige de la citronnelle en deux dans le sens de la longueur et prélevez le cœur, la partie plus tendre de la tige, coupez-la en petits morceaux. Ajoutez ces petits morceaux dans le lait et faite-le fremir environ une minute, ajouter le reste de la mangue et laissez refroidir. Mixez bien la crème , ajoutez les reste des morceaux de la mangue et reservez au réfrigérateur pendant au moins une heure. Servez la crème , saupoudrez de noix de coco et de bâtonnets de confit de mangue. Cette crème doit être consommée au cours de la journée, car la mangue a tendance à se noircir.

Crema di mango al cocco e al lemongrass

Standard