contorni

Tortine di Patate alle olive e semi di finocchietto

Tortino di patate con olive e semi di finocchietto

Volantini, depliants e cotillons riempiono in continuazione la cassetta della posta dove la maggior parte ci spingono a comprare nuovi prodotti…tutti i supermercati fanno a gara a proporre le loro offerte con paghi uno e compri tre o anche con punti omaggi per i successivi acquisti. Li sfoglio molto velocemente perché non tengo troppo in considerazione le promozioni, non amo riempirmi di cose che non mi servono nell’immediatezza, ci vorrebbe una grande e capiente dispensa,che non ho, ed i più tutte le altre mie pozioni magiche per preparare i miei manicaretti, come farine,zuccherini e spezie varie non ci starebbero…allora come dicevo, mi soffermo a sbirciare questi cataloghi che propongono spesso novità e belle presentazioni di pietanze , piatti prelibati già pronti all’uso,avvolte ne approfitto e prendo spunto per trovare sfogo alla mia fantasia come nel caso di questo tortino di patate, non certo menzionata la ricetta, solo appena citato il contenuto di base, patate e olive..mi é molto piaciuta la presentazione insolita ed allora mi armo di tutto l’occorrente, facile tra l’altro reperire in casa gli ingredienti e preparo questi tortini sfiziosi e ottimi per un contorno.

Tortino di patate alle olive con semi di finocchietto

Ho preparato 500 g. di purea di patate con un uovo e un tuorlo, 250 g. di latte e 30 g. di burro, sale, ho tagliuzzato finemente 12 olive nere al forno, le olive nere (dell’albero del giardino di via delle rose in Calabria raccolte da mio padre e preparate da mia madre, quindi buonissime), le ho aggiunte e mescolate alla purea di patate con due cucchiaiate di parmigiano.

Ho messo questo composto nelle formine in silicone per le ciambelle cosparse sul fondo di semini di finocchietto e le ho passate in forno per 20 minuti a 200°. Dopo spento il forno le ho lasciate ancora per 5 minuti. Dopo averle lasciate intiepidire le ho posate; delicatamente sul piatto di portata e per renderle ancora più gustose ho inserito nel centro del tonno in conserva d’olio evo, preparato da mia suocera, e della salsa di pomodoro al basilico. Ma le varianti possono essere tante. Sono buone sia calde che fredde.

Tortino di patate alle olive e semi di finocchietto

Standard
dessert di frutta, Dolci

Strudel

Strudel

Ieri, c’erano due pere conferenze nel cesto della frutta che continuavano a guardarmi da un po’, una, al solo avvicinarmi il suo profumo si espandeva, senza ritegno, in tutta la cucina, l’altra la vedevo guardarmi ancora con maggiore insistenza dell’altra facendomi notare che i giorni passati qualche macchiolina marrone era comparsa quà e là….ho pensato e ripensato….una macedonia era ormai inevitabile, si ma con quale altra frutta? erano le sole rimaste. Intanto comincio a lavarle, asciugarle ed attagliare a pezzettini cercando nella memoria qualche idea per darle, dopo qualche giorno di attesa, la giusta ricompensa facendone qualche cosa di più che una semplice macedonia……

Per la pasta:200 g. di farina,1 uovo,100 g. di acqua tiepida,un pizzico di sale,un cucchiaino di cardamomo in polvere,2 cucchiai di olio evo.

Per la farcia:Le due pere conferenze tagliate a pezzetti con un cucchiaio di rum,2 cucchiai di fiocchi d’avena,1 bustina di zucchero vanigliato,1 cucchiaio di pinoli,3 biscotti di farro sbriciolati,1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere

Strudel

Ho preparato la pasta brisé, mescolando bene gli ingredienti insieme e ho lavorato sulla spianatoia per 5 minuti, d’orologio, la pasta viene cosi’ ad essere bella liscia….poi l’ho lasciata riposare mezzora coperta sotto una ciotola a temperatura ambiente.

Intanto ho preparato la farcia, aggiungendo nelle ciotola contenente le pere a pezzetti e il rum, i due cucchiai di fiocchi, lo zucchero vanigliato, i pinoli ed 1/2 cucchiaino di cardamomo.

Sulla spianatoia ho tirato bene la pasta in uno sfoglia rettangolare abbastanza sottile. L’ho sistemata sulla placca del forno ricoperta di foglio forno. Sbriciolati i biscotti al farro li ho cosparsi al centro della pasta, ho aggiunto la farcia di pere e chidendo i lembi della pasta prima da una parte e poi dall’altra portandoli al centro coprendo bene le pere, ho infine ancora piegato lo strudel dandole la forma di un salame. Ho messo lo strudel in forno già caldo a 180° per 35 minuti. Dopo averlo lasciato intiepidire l’ho servito osparso di zucchero a velo.

Come avrete notato non c’é zucchero nella farcia le pere mature sono abbastanza dolci ed ho preferito non aggiungerne per rendere questo dolce non troppo calorico

Strudel

Standard
società

Petizione contro l’abuso indegno sulla vita di un cane

Lilla

Ho appena letto questo articolo di Elga sul terribile e a dir poco, fatto avvenuto lo scorso agosto riguardo l’abuso indegno su la vita di una cane indifeso ,per farne “arte” di un tal Guillermo Habacuc Vrgas,…ma troverete l’accaduto meglio descritto su questo sito qui che lo denuncia ed invita a sottoscrivere una petizione per fermare questo “PAZZO” e questo genere di cose dove aprole non bastano per far cessare. Sul sito troverete anche le immagini, ma io non soo riusita a guardare.

Come Elga, ho provato sconcerto, terrore e schifo, sensibile e amante di tutti gli animali su questa terra ho sottoscritto immediatamente la petizione,qui ,cosi’ come sono certa ve ne siano altrettanto tra di voi….. Grazie

Standard