Mille foglie di cotto e rucola

mille foglie di cotto e rucola
La cena di sabato sera é o la pizza o prosciutto e formaggio o questa mille foglie ( sono solo 5) preparata velocemente ma non tanto, per variare il modo di mangiare il prosciutto, apprezzata molto da mio marito, non troppo dai miei figli, forse per il gusto di curry che ho messo nella besciamella. Loro, i miei figli, non li sposto troppo dalla loro pizza ai 4 formaggi.

Ingredienti: 5 fogli di pasta sfoglia quadrati, 4 fette di prosciutto cotto, rucola, cumino, fior di sale.,
Per la besciamelle: 30 g. di burro, 2 cucchiai di farina, circa 20 dl. di latte, sale, curry,pepe.

Preparate prima la besciamella col il burro,la farina ed aggiungete il latte tiepido, fate addensare ed infine sale ,pepe ed 2 cucchiaini di curry.

Assemblaggio: Su carta forno mettete la prima sfoglia( al supermercato ho comprato le sfoglie già quadrate, ma potete usare anche quella a disco e magari fare delle forme diverse), mettete il primo strato di besciamelle, la fetta di prosciutto, qualche fogliolina di rucola, coprite con la seconda sfoglia, rimettete la besciamelle, prosciutto,rucola, fino a terminare con l’ultima sfoglia, cospargete di sopra i semi di cumino e la fleur de sel de Guéranda. In forno per 20 minuti a 200°c. e buon appetito.

mille foglie di cotto e rucola

Les crêpes, lemon curd al cioccolato bianco e amarena

crepes,lemon curd, cioccolato bianco,amarena
Finito il mese della galette des rois, una nuova tradizione in arrivo per il mese di febbraio, le crêpe. Anche qui cè di mezzo una monetina d’oro. L’inizio coincide con il 2 di questo mese, giorno della candelora, il giorno delle candele, il giorno dedicato alla purificazione della Vergine Maria per aver partorito un figlio maschio. Non so’ cosa centrano le crepe, fatto sta che questa tradizione viene da molto lontano, intanto per la loro forma rotonda, ricordano il sole e dunque riavvicinarsi della primavera. Si racconta, che nel preparare le crepe, facendole girare nella padella con la mano destra, nella mano sinistra veniva nascosta una monetina dopo, poi la monetina vi si nascondeva nella crepe arrotolandola e si dava inizia ad una processione familiare al fine di raggiungere la camera da letto dove poggiare la crepe sull’armadio e lasciarla fino alemanno successivo, per recuperare la monetina, oramai ricoperte solo dalle briciole della crêpe rimaste( forse neanche), la si dava al primo povero che passava di casa e questo garantiva buona fortuna per tutto panno.
Un altro mito era legato alla raccolta del grano, fare le crêpe il 2 di febbraio ne garantiva la qualità e l’abbondante racconta.
Magari fatele pure le crêpe, anche se non sarà il 2 andrà bene anche un altro giorno sono il piacere dei bambini, perché amano mangiarle con la nutella o anche con lo zucchero a velo, per quanto riguarda noi adulti, beh!! li possiamo rendere più gustose con questa salsa limone-cioccolato. La monetina non l’ho inserita, ho preferito nasconderci una rossa amarena.
Per le crêpe: 250 g. di farina bianca – 1/2 litro di latte – 50 g. di burro – 3 uova-1 bustina di zucchero vanigliato.

Per la farcia: Lemon curd, 80 g. di cioccolato bianco, amarene in sciroppo, zucchero a velo.
crepes, lemon curd, cioccolato bianco e amarena

Preparare le crêpe, sbattendo le uova aggiungete metà del latte e poi a cucchiaiate la farina, terminate con l’altra metà del latte lo zucchero vanigliato ed il burro sciolto. Mettete in frigo a riposare per circa 2 ore.

Preparate con la pastella circa 12 crêpe.

Per la crema: fate cogliere 80 g. di cioccolato bianco a bagnomaria, togliete da fuoco e aggiungete due grossi cucchiai di lemon curd. Lasciate raffreddare.Prendete una crêpe e mettetela, per facilitare la farcitura in una formina per i muffin in ceramica, versate nel centro la crema precedete ed infine una amarena. Chiudete la crepes, facendo attenzione che non si rompi e fasciatela con una strisciolina tagliata da un altra crêpes, fermate con uno stuzzicadenti. Fate riposare in frigo, perché la crema si solidifichi un po’. Fate lo stesso per un altra crepes, le dosi di crema bastano per due crepes. Servite le crepes cosparse di zucchero a velo e posate a riscaldare un minuto al microonde, saranno migliori. ( anche se io l’ho mangiata fredda)
crepe,salsa lemon curd,cioccolato bianco,

Lemon Curd

Lemon curd

Ieri mentre preparavo questa crema al limone, Nightfaire postava la sua ricetta di Lemon Curd. L’ho preparata prima di tutto perché adoro le creme a base di limoni e poi perché prevedo di utilizzarla per una ricetta che postero’ in seguito. Curiosi? un po’ di attesa e lo scoprirete.
La mia ricetta é diversa da quella che troverete qui nel post della Fatina Night, diversa nelle dosi e con l’aggiunta della maizena che gli dà una consistenza più spessa, cosi’ avrete a disposizione due differenti modi di prepararla.
Ingredienti: per un vasetto da conservare in frigo per quanche giorno.
10 cl. de succo di limoni
3 uova
150 g. de zucchero
1 cucchiaio di maizena
30 g. di burro
Lemon curd

Sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete il succo dei limoni e la maizena diluita con un o due cucchiai di acqua. Mettete tutto in un pentolino, aggiungete il burro a pezzetti e cominciate a riscaldare dolcelcemente, mescolando, facendo amalgamare bene l’insieme degli ingredientin, fino addensamento della crema, 10 mn. circa. Togliete da fuoco e versate in vasetto , coprite e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Prima , concedetevi un cucchiaiono magari su dei biscottini o semplicemente su una fetta di brioscina.
Lemon curd