Minestrina "scalda cuore"


Ecco la minestrina della mia infanzia fattaci, molto spesso, da mia mamma ed in particolare nei momenti di debolezza, influenza o altri piccoli malanni che ci colpivano quando eravamo bambini.

L’influenza che ci ha colpiti un po’ tutti a turno in famiglia mi ha fatto ricordare questa delicata minestra che presi da brividi febbrili, dopo averla mangiata ci ha riscaldato veramente il cuore.

Nel mettere questo titolo scalda cuore” alla mia minestrina mi ricordo, solo un’istante dopo, di aver letto sul blog di Claudia la sua cioccolata scalda cuore evidentemente ho avuto l’idea di associarlo alla mia minestrina, perché oltre tutto mi riporta a ricordi di infanzia, spero che Claudia non la prenda a male.

La ricetta:

400 g. di pastina ditalini rigati
brodo vegetale
2 uova
2 cucchiai abbondanti di parmiggiano
la buccia grattuggiata di mezzo limone
olio d’oliva evo

Preparate il brodo vegetale con carota e sedano, sale o un dado vegetale.
Aggiungete la pastina al bollore dell’acqua.
Sbattete le due uova con il parmiggiano e la buccia del limone grattuggiato.
Alla fine della cottura della pastina mescolate le uova e servite caldo con crostini ed un filino d’olio d’oliva.

Annunci

Gnocchetti di formaggio

Vi ricordate di Dada, la chef che preparava piatti talmente semplici, qualche anno fà, alla prova del cuoco?, forse qualcuno di voi la ricorderà. Aveva, forse ha ancora, un agroturismo in Toscana e preparava sempre delle cosettine semplici che proponeva ai sui ospiti che andavano a cercare tranquillità e benessere nella sua fattoria. Circa sei anni fà guardavo il programma tutti i giorni prendendo frettolosamente gli appunti delle ricette, ero al 6° mese di gravidanza….difficile, obbligata a non alzarmi che per motivi urgenti. Allora esercitavo la mia fantasia culinaria, aspettando di poter realizzare al più presto le succulenti ricette. Negli appunti del mio quadernino trovo questa ricettina semplice, veloce , insolita e saporita che qualche sera fà ho rifatto ai miei bimbi.Il grande ha detto, buonissimi mamma, il secondo non li ha graditi troppo, credo che sotto l’influenza, aveva distorto completamente il gusto. Giudicate voi!!!

Ingredienti: 200 g. di semola di grano duro, 200 g. di parmiggiano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, panna fresca. ( non ho messo la quantità di panna perché ne và messa giusto quanto serve per rendere l’impasto omogeneo, come gli gnocchi.) Olio di semi per friggere.

Mescolare la semola con parmiggiano il pizzico di sale ed il pepe macinato, aggiungere la panna giusto per rendere la pasta liscia non deve attaccare alle mani e non bisogna lavorala troppo.
Formare dei cilindri che andrete a tagliare come degli gnocchetti.
In una padella riscaldate l’olio di semi e friggete gli gnocchetti , devono risultare dorati appena.

Metterli ad asciugare su carta assorbente.

Il miglior modo di consumarli é di preparare una salsina di pomodoro leggera e non troppo densa, tuffateli dentro la padella della salsa e fateli rinvenire pochissimo, aggiungete abbondante basilico fresco,( il mio era congelato) e gustateli caldi.

You Make my Day

Finalmente ho un premio, il mio primo, grazie a Geillis, della Foresta Incantata, che mi ha lasciato questa felice sorpresa nominandomi per il You make my day Award, il premio virtuale le cui regole sono queste:

Dai il premio a 10 persone che hanno un blog capace di trasmetterti gioia ed ispirazione, un blog che ti fa sentire bene quando lo visiti. Fai sapere a queste persone di averlo vinto lasciando un commento sui loro blog. Attanzione: puoi vincerlo due volte!”

Ecco i miei nominati anche se é molto difficile fare una scelta.

Rossetto e cioccolato di Mandorlamara
La collina delle fate di Nigtfaire
La cucina di adina di Adina
Buono come il pane di Anti
Cookie Corner di Cookie
Food and the city di Afrodita
Semi di papavero di mamma3
Scorza d’ Arancia di Claudia
Butterfly3 di Nima
Pane e miele di Elisabetta